Articoli marcati con tag ‘tanca regia’

Speciale Sardegna Jumping Tour 2016: appuntamento domani su Videolina alle ore 15

Uno speciale di 12 minuti con immagini e interviste dedicate all’evento di salto ostacoli che per due settimane ha posto gli impianti di Tanca Regia all’attenzione dell’equitazione nazionale con due concorsi di Tipo A6* e il Premio del Cavallo nato e allevato in Sardegna, organizzati dalla Fise Sardegna e dall’Agris con il contributo finanziario di Regione Sardegna e assessorato regionale all’Agricoltura.

Lo speciale, curato da Giampiero Marras e Marco Tolu, andrà in onda giovedì 17 novembre alle ore 15 subito dopo il Tg di Videolina. Tra gli intervistati, il presidente della Fise nazionale cavaliere Vittorio Orlandi, l’assessore regionale all’Agricoltura Elisabetta Falchi, il cavaliere colombiano Andres Penalosa, il presidente della Fise Sardegna Stefano Meloni e il direttore del servizio di ricerca per le produzioni equine dell’Agris Raffaele Cherchi
Condividi/Salva

Peñalosa vince il Gran Premio a Tanca Regia

Un migliaio di spettatori hanno affollato tribune e perimetro del campo gara di Tanca Regia per la giornata conclusiva del Sardegna Jumping Tour 2016, organizzato dal Comitato regionale Fise Sardegna in collaborazione con l’Agris e l’assessorato regionale all’Agricoltura e Riforma agro-pastorale. L’evento di punta dell’equitazione sarda ha distribuito quasi 170 mila euro di montepremi messi a disposizione della Regione Sardegna che vuole rilanciare il comparto. I due fine settimana coi Concorsi Nazionali di Tipo A6* hanno richiamato 250 cavalli e soprattutto diversi cavalieri di spicco. Presenti pure il presidente nazionale della Fise, Vittorio Orlandi, e l’assessore regionale all’Agricoltura, Elisabetta Falchi. tanca-regia

Se il Gran Premio a due manche della settimana scorsa lo ha vinto l’olimpionico Roberto Arioldi in sella a Viper, la seconda gara con ostacoli a 145cm di ieri (20 mila euro di dotazione) è andata in archivio col successo, all’ultimo percorso, di Andres Peñalosa su Tenor de Rohuet. Il cavaliere italo-colombiano ha superato Roberto Turchetto in sella a Topper Z. ha commentato Peñalosa.

Terzo posto per Paolo Zuvadelli con Piccolo S, ma pure la Sardegna si è fatta onore con Gianleonardo Murruzzu che ha sfiorato il podio con Quentin 2 finendo quarto per colpa di una penalità all’ultimo ostacolo e si è piazzato anche sesto con Ballyengland Chocolate.

Le gare del secondo weekend a Tanca regia hanno consentito pure di stilare la classifica finale per il Trofeo per il cavallo nato e allevato in Sardegna. Nella categoria dei giovani cavalli 4 anni successo di Luigi Angius in sella a Tabor de Paule ex equo con Gianleonardo Murruzzu con Taissa Sarda entrambi con percorso netto; nei 5 anni vittoria di Salvatore Barra con Bella Sarda; nei 6 anni primo posto per Antonio Depalmas con Roio Kito; nei cavalli di 7 anni e oltre Enrico Carcangiu ha portato alla vittoria Orowitza.

Da segnalare pure i successi nel Trofeo del Cavallo Sardo di Andrea Guspini con Ocean Girl nella C135 e di Simona Donolato nella C130

Condividi/Salva

Atto secondo del Sardegna Jumping Tour: appuntamento giovedì a Tanca Regia

Atto secondo dell’evento clou dell’equitazione sarda, che promette ancora più spettacolo. Al cavaliere olimpionico Roberto Arioldi e all’azzurro Turchetto si aggiunge come guest star l’italo-colombiano Andres Penalosa. Presenti naturalmente tutti, o quasi, i migliori cavalieri sardi. Grazie alla Regione Sardegna sono in palio altri 49.100 euro per il Concorso nazionale di Tipo A6* e verranno assegnati i circa 70 mila euro per le quattro categorie in lizza nel Premio del Cavallo nato e allevato in Sardegna, riservato ai giovani cavalli di 4, 5 e 6 e anni e ai cavalli di 7 anni e oltre. L’intensa tre giorni, in programma a Tanca Regia (Abbasanta) da giovedì 27 a sabato 29 ottobre, è organizzata ancora dal Comitato regionale della Fise Sardegna in collaborazione con l’Agris e l’assessorato regionale all’Agricoltura.

Tra le gare in programma, le più importanti sono la C140 a tempo (3.500 euro di dotazione), che si disputerà giovedì, la mista Piccolo Gran Premio di venerdì (6 mila euro più 500 per i cavalli di 7 anni)  e naturalmente il Gran Premio a due manche C145 (20 mila euro di dotazione) che si disputerà sabato, con il cavaliere della nazionale Turchetto che cerca rivincita sull’olimpionico Arioldi, vincitore del primo Gran Premio con Viper. Da seguire anche i cavalieri sardi Andrea Guspini, Gianleonardo Murruzzu, Piero Pala e Alberto Tatti, tra i migliori nel primo week end di salto ostacoli,

Condividi/Salva

Spettacolo a Tanca Regia: vincono Pala, Zuvadelli e Turchetto

Subito spettacolo a Tanca Regia nella prima giornata del Sardegna Jumping Tour 2016 di salto a ostacoli: vincono Piero Pala con Galaxia, Paolo Zuvadelli con Colada 6 e Roberto Turchetto fa la doppietta con Topper Z e Lancelot- Domenica il gran finale del Concorso Nazionale Tipo A6* con il Gran Premio a due manche C145.

E’ partito con buoni riscontri tecnici il primo week end della grande equitazione che, sino a domenica e poi dal 27 al 29 ottobre, animerà gli impianti dell’azienda di Tanca Regia (Abbasanta) per la seconda edizione del Sardegna Jumping Tour 2016, organizzato dal Comitato Regionale Fise Sardegna in collaborazione con l’Agris Sardegna. In palio un totale di circa 170 mila euro di montepremi, grazie al finanziamento della Regione Sardegna. Ben 250 gli iscritti alla manifestazione che prevede due Concorsi Nazionali di Tipo A6* con dotazione di 49.100 euro ciascuno e il Trofeo del cavallo nato ed allevato in Sardegna che mette in palio circa 70 mila euro per le quattro categorie: cavalli giovani di 4, 5 e 6 anni, e cavalli di 7 anni e oltre.

Di seguito i risultati delle prime gare:

Nella C130 a fasi consecutive successo di Piero Pala in sella a Galaxia (proprietario Antonio Riu, allevatore Antioco Atzeni) che col tempo di 33”30 ha preceduto Andrea Guspini con Isiraider e Giovanni Carboni con Sarino.

Nella C135 a fasi consecutive vittoria di Paolo Zuvadelli su Colada 6 a conferma di quanto il cavaliere, già vincitore l’anno scorso di uno dei Gran Premi, si trovi a suo agio nell’isola.  Zuvadelli ha preceduto Gianleonardo Murruzzu su Quentin 2 e l’olimpionico Roberto Arioldi su Chiclone.

Nella C140 a tempo strepitosa doppietta del cavaliere della nazionale Roberto Turchetto in sella a Topper Z e Lancelot. Ancora terzo Roberto Arioldi, questa volta con Dundee V/H Marieshof.

Sabato la gara clou sarà la Mista Piccolo Gran Premio C135 con dotazione di 6.000 euro. Domenica c’è il Gran Premio a due manche C145 con ben 20.000 euro di montepremi. (foto, Pasquale Corbinzolu)

Condividi/Salva

A Tanca Regia il meglio del salto a ostacoli

Il massimo livello del salto a ostacoli torna in Sardegna con due appuntamenti ad alto tasso di spettacolarità, inseriti nel calendario nazionale e organizzati dall’Assessorato regionale dell’agricoltura e riforma agro-pastorale della Sardegna, dall’Agris Sardegna e dal Comitato Regionale Fise Sardegna presso gli impianti di Tanca Regia, nel comune oristanese di Abbasanta, di proprietà dell’Agris. Ogni week-end saranno messi in palio 49.100 euro per le 33 categorie in gara grazie al finanziamento della Regione Sardegna per gli interventi finalizzati al rilancio del comparto ippico.

Il primo Concorso Ippico Nazionale Tipo A6* si disputerà da venerdì 21 a domenica 23 ottobre e prevede anche il Gran Premio a due manche categoria C145 (gli ostacoli sono alti 145cm) con in palio ben 20 mila euro.

Il secondo Concorso Ippico Nazionale Tipo A6* si disputerà sempre a Tanca Regia da giovedì 27 a sabato 29 ottobre e anche in questo secondo appuntamento la gara clou sarà il Gran Premio per la C145 con 20 mila euro di montepremio.

Da segnalare che, per la prima volta, all’interno delle due manifestazioni, si disputerà il trofeo del cavallo nato ed allevato in Sardegna, purché iscritto al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (già UNIRE e poi ASSI), nei libri genealogici del cavallo orientale (registro puledri), anglo-arabo (registro puledri) e sella italiano (registro puledri e registro supplementare). Il Trofeo riservato ai cavalli nati e allevati nell’isola prevede quattro categorie: cavalli giovani di 4, 5 e 6 anni, e cavalli di 7 anni e oltre.

Il programma ha già richiamato alcuni dei migliori cavalieri italiani, come l’ex olimpionico Roberto Arioldi (Atene 2004) e il nazionale Roberto Turchetto, e tutti i migliori binomi sardi.

 

Condividi/Salva

Videolina propone uno speciale sulla “Settimana del cavallo in Sardegna”

Questo pomeriggio, alle ore 15, Videolina trasmetterà uno speciale sulla “Settimana del cavallo in Sardegna”, manifestazione organizzata dal Dipartimento di ricerca per lincremento ippico dell’Agris, che si è tenuta nei giorni scorsi presso il Centro di addestramento di Tanca Regia (Abbasanta).

La trasmissione, che andrà in onda dopo il telegiornale, avrà la durata di dodici minuti, nel corso dei quali verranno proposte interviste e immagini per raccontare il mondo del cavallo, le prospettive dell’allevamento dell’anglo arabo e i successi nazionale e internazionali del comparto.

 

Condividi/Salva

Settimana del cavallo in Sardegna: gli esiti della tavola rotonda

Coi cavalli sardi si vince in Italia e all’estero, ma bisogna puntare su una maggiore qualità e su un migliore addestramento per uscire dalla crisi che sta attanagliando l’allevamento.tavola rotonda

Ciò è quanto emerso dalla tavola rotonda “L’impiego del cavallo in Sardegna nel concorso completo di equitazione: prospettive di valorizzazione e sviluppo“, che si è svolto presso il Dominario di Tanca Regia ad Abbasanta.

All’incontro sono intervenuti relatori prestigiosi. Dopo il saluto del Direttore dell’Agenzia Agris , Martino Muntoni, è stato il Direttore del Dipartimento di ricerca per l’incremento ippico, Raffaele Cherchi, a moderare il dibattito.

Il primo a prendere la parola è stato il Colonnello Francesco Azzaro, comandante del 4°Reggimento dei carabinieri a cavallo, apprezzato in tutto il mondo per il carosello storico.

La Sardegna ha una grande tradizione, perché già nell’ottocento produceva  i cavalli per i militari e continua a farlo anche adesso, in quanto fornisce al Reggimento una buona percentuale di cavalli – ha dichiarato il rappresentante dell’Arma -. Alcuni soggetti sono utilizzati, inoltre, per le manifestazioni sportive“.

Bisogna ricordare che alcuni cavalli sono venduti dai privati ai carabinieri grazie a una convenzione stipulata dal Dipartimento di ricerca per l’incremento ippico.

Ad evidenziare le grandi doti dell’anglo arabo per il completo sono stati cavalieri di valore assoluto, come Stefano Brecciaroli, Marco Cappai, Evelina Bartoli e Andrea Cincinnati, che hanno montato soggetti nati e allevati in Sardegna.

Presente anche l’Assessore all’agricoltura e alla riforma agro pastorale. Oscar Cherchi, che ha riconosciuto lo stato di crisi del comparto che mette a rischio la sopravvivenza dell’allevamento dell’anglo arabo.

Vogliamo sostenere il comparto e rilanciarne i vari settori, dall’allevamento allo sport, con interventi mirati a supportare chi lavora per migliorare la qualità dei cavalli. Per fare ciò risulta prezioso il forte e faticoso impegno del Dipartimento con il quale l’assessorato agisce in stretta e sintonia” ha aggiunto il rappresentante dell’istituzione regionale.

Gli ospiti continentali hanno sottolineato sia la riuscita del concorso di completo sia la voglia della Sardegna di uscire dallo stato di crisi, al contrario di quanto sta accadendo in altre Regioni d’Italia che si sono fatte sopraffare dallo sconforto.

Domani, sempre a Tanca Regia, si concluderà, con la prova di salto in libertà, il 51° Premio Regionale sardo, riservato ai cavalli di 3 anni e mezzo. In precedenza si sono disputate le prove di modello e obbedienza.

 

 

Condividi/Salva

Il mondo del cavallo sardo continua a mietere successi

L’allevamento sardo continua a conquistare vittorie negli appuntamenti più prestigiosi. Nel Campionato italiano del concorso completo di equitazione, disputato a Montelibretti (Roma), l’aviere Andrea Cincinnati ha conquistato la medaglia d’oro  in sella a Olimpia De La Folgore. baia proveniente dall’allevamento de La Folgore di Angelo Loi. Olimpia De La Folgore è figlia dello stallone Tenor De La Folgore e di Zirla.

Al secondo posto, agli ordini di Roberta Guenzani, si è classificato un altro cavallo sardo: Oberon di Val Gitara, figlio della fattrice Bruna di Val Citara e del grande Avenir, per tanti anni primo nella classifica degli stalloni operanti in Italia e con il record di somme vinte dai figli in attività agonistica. I due cavalli, entramdi derivati anglo arabi, provengono da straordinarie linee genetiche materne.

Due vittorie che sono arrivate a distanza di pochi giorni dal  successo in terra francese di Socu Deo, puledro anglo arabo, figlio dello stallone King Size del Dipartimento di ricerca per l’incremento ippico dell’Agenzia Agris Sardegna, che, a Pompadour, si è imposto nella categoria dei 2 anni.

Nel frattempo, a Tanca Regia, è entrata nel vivo la “Settimana del cavallo in Sardegna”, manifestazione organizzata dal Dipartimento di ricerca per l’incremento ippico, con il Concorso  di completo – Tappa ASSI, che vede al via una quarantina di binomi.

Nella mattinato odierna, dalle ore 8:30, è iniziata la prova più attesa e spettacolare: il cross. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 17, si terrà, nella Sala Convegni del “Dominario” della storica azienda di Abbasanta, la tavola rotonda dal titolo “L’impiego del cavallo in Sardegna nel concorso completo di equitazione: prospettive di valorizzazione e sviluppo“-

Si discuterà proprio sul ruolo che il cavallo sardo svolge e potrà svolgere in questa suggestiva disciplina. Previsto l’intervento dei cavalieri Stefano Brecciaroli, Marco Cappai, Andrea Cincinnati e dell’amazzone Evelina Bartoli.

Venerdì. sempre nel Centro Addestramento di Tanca Regia, prenderà il via il 51° Premio regionale sardo del cavallo da sella, riservato ai puledri di 3 anni e mezzo, che vedrà la partecipazione dei 11o migliori soggetti isolani.

 

Condividi/Salva

Al via la “Settimana del cavallo in Sardegna”: il programma completo della manifestazione

Prenderà il via domani 23 settembre, presso il Centro Addestramento di Tanca Regia, la “Settimana del cavallo in Sardegna”,il cui programma prevede il Concorso di completo tappa ASSI, il 51° Premio Regionale Sardo, una tavola rotonda e alcuni eventi collaterali.

Da lunedì a domenica prossima, il mondo del cavallo sardo si metterà in vetrina e rifletterà sullo sviluppo dell’intero comparto che, nonostante la crisi, ha le potenzialità e la tradizione per imporsi come leader in Italia e per poter competere in Europa.

In quest’ottica sono segnali di fiducia importanti sia la delibera proposta in Giunta Regionale per lo stanziamento di tre milioni di euro all’anno per il triennio 2014 – 2016 sia il fresco successo in Francia del puledro anglo – arabo di 2 anni, Socu Deo, allevato da Antonio Monte di Thiesi.

L’organizzazione della “Settimana del cavallo in Sardegna” è curata dal Dipartimento di ricerca per l’incremento ippico e dall’Agenzia Agris con il patrocinio della Regione Sardegna e in collaborazione con l’Associazione interprovinciale allevatori di Nuoro e Ogliastra, la Federazione Italiana Sport Equestri e il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.

Programma della manifestazione

Programma tecnico Concorso completo equitazione Tappa ASSI

Lunedì 23 dalle 8:30 alle 19 scuderizzazioni

Martedì 24 dalle 8:30 prove obbedienza, dalle 14 prove di salto ostacoli.

Mercoledì 25 dalle 8:30 cross

Programma 51° Premio regionale sardo del cavallo da sella ( iscritti 110 puledri di 3 anni e mezzo)

Martedì 24 dalle 15 alle 19 scuderizzazioni

Mercoledì 25 dalle 8:30 scuderizzazioni

Giovedì 26 dalle 8:30 prove di obbedienza

Venerdì 27 dalle 8:30 prove di obbedienza, dalle 14 prove di modello e salto in libertà.

Sabato 28  dalle 8:30 prove di modello e di salto in libertà.

Domenica 29 dalle 8:30 finali di salto in libertà.

Mercoledì 29 dalle ore 17 si terrà la tavola rotonda dal titolo “L’impiego del cavallo in Sardegna nel concorso completo di equitazione: prospettive di valorizzazione e sviluppo“.

Per quel che concerne le attività collaterali, giovedì 26 è in programma una conferenza – degustazione dei prodotti tipici del territorio; da venerdì 27 a domenica 29 verrà allestita la mostra multimediale “Fantini di Sardegna”. Sabato 28 si terrà una mostra mercato dei prodotti tipici del territorio.

Condividi/Salva

Presentata la “Settimana del cavallo in Sardegna”, manifestazione volta al rilancio del comparto ippico nell’Isola

Il comparto ippico ha, da sempre, rappresentato un’eccellenza per la Sardegna, capace di imporsi, in questo settore, in Italia e in Europa. La crisi degli ultimi anni ha però ridotto l’allevamento del 60%. E la Settimana del cavallo in Sardegna, organizzata nel Centro allevamento di Tanca Regia dall’Agenzia Agris e dal Dipartimento di ricerca per l’incremento ippico, ha come obiettivo primario proprio quello di rilanciare il comparto sia sotto il profilo sportivo sia sotto quello commerciale.

Per tale motivo abbiamo deciso di abbinare il concorso di completo al 51° Premio Regionale Sardo – ha spiegato il Direttore dell’Agenzia Regionale, Martino Muntoni, nella conferenza stampa che si è tenuta ieri a Sassari nella sala dell’Assessorato agli Enti Locali.

Puntiamo molto sul completo, disciplina nella quale il nostro cavallo è particolarmente dotato e abbiamo progetti selettivi che vogliamo discutere nella tavola rotonda in programma per mercoledì prossimo, alla quale parteciperanno anche il governatore Ugo Cappellacci e tre cavalieri di assoluto valore, come Stefano Brecciaroli, Evelina Bertoli e Marco Cappai” ha aggiunto il Direttore del Dipartimento di ricerca per l’incremento ippico della Sardegna, Raffaele Cherchi, il quale ha poi ricordato come la Sardegna sia stata la prima regione in Italia ad avere un premio regionale dedicato ai cavalli.

Oggi i numeri sono più bassi. Siamo sui 110 soggetti - ha proseguito Cherchi -, ma sino a tre – quattro anni fa avevamo 240 – 250 puledri. La crisi drammatica che ha colpito l’allevamento ha scoraggiato i produttori per la difficoltà di collocare i cavalli sul mercato.

La Regione Sardegna è però l’unica in Italia ad intervenire in modo significativo in questo settore. Lo ha già fatto col galoppo finanziando altre undici giornate di corse. Adesso – ha concluso Cherchi – aspettiamo le delibere per gli altri settori e per il rilancio della ricerca”.

La Settimana del cavallo in Sardegna prenderà il via il prossimo 23 settembre con le scuderizzazioni. Le gare iniziaranno martedì 24 settembre. Mercoledì 25 settembre si disputerà la prova più spettacolare e attesa dal pubblico: il cross, dove il binomio cavallo – cavaliere si cimenterà in un percorso tra le querce con ostacoli naturali.

Il tracciato di Tanca Regia è stato ritenuto particolarmente interessante dagli esperti della disciplina” ha rivelato il Direttore dell’Agris, Martino Muntoni.

Il 51° Premio Regionale Sardo si aprirà giovedì 26 settembre con le prove di obbedienza. Venerdì 26 verranno disputate le prove di modello e salto in libertà. Il Premio Regionale è riservato ai cavalli del 2010, nati e allevati in Italia,  iscritti al Registro puledri dei libri genealogici del cavallo orientale, anglo arabo e sella italiano; e ai soggetti iscritti al Registro sportivo ASSI (con esclusione delle razze maremmano, persiano e salernitano iscritti ai rispettivi libri genealogici o registri anagrafici) purchè nati e allevati in Italia.

Nel frattempo, alcuni puledri sardi saranno impegnati in Francia ne “La Grande Semaine de Pompadour”, la manifestazione europea di maggiore prestigio per quanto riguarda l’anglo arabo. I cavalli sardi sono potuti andare nel Paese transalpino grazie al supporto dell’Agris. La speranza è quella di confermare alcuni successi del recente passato: Quiete Nostra ha vinto il salto in libertà nel 2011; Montanaru (oggi stallone nel Dipartimento) ha trionfato nel 2007.

Condividi/Salva
Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it