Articoli marcati con tag ‘milano’

Siena sbanca il Mediolanum Forum

Al termine di una gara spigolosa e combattuta, come solo le sfide di una serie dei play off sanno essere, la Mens Sana Siena ha sbancato il Mediolanum Forum, imponendosi con il punteggio di 68 a 72 ,ed è a un passo dalla conquista dell’ottavo tricolore consecutivo.Hunter

Come era accaduto nelle due sfide giocate in terra toscana, i senesi hanno mostrato una migliore organizzazione di gioco e una migliora capacità di gestire i momenti cruciali della sfida.

Ottimo l’avvio dei ragazzi guidati in panchina da coach Crespi che, con 4 punti consecutivi di Haynes e con le triple di Ress e Carter, si è subito portata sul + 3 (9 a 12).Limitato il potenziale offensivo, ma non la qualità in regia,  di Janning, il migliore in gara 4, i meneghini sono riusciti a risalire fino al – 2 (11 a 13), ma sono stati ricacciati indietro da una bomba di Carter (11 a 16). Siena ha conservato i cinque punti di vantaggio fino alla fine del primo quarto, chiuso sul 15 a 20.

All’inzio del secondo periodo, Milano, con Cerella in campo, ha aumentato la propria pressione difensiva e ha ristabilito la parità sul 20 a 20. Dopo qualche minuto di appannamento, i toscani hanno mosso il punteggio con due liberi di Haynes e si sono riportati sul + 5 (21 a 26), grazie ad alcune ottime giocate di Hunter.

Nella parte conclusiva del periodo, i padroni di casa hanno eroso buona parte dello svantaggio e sono andati all’intervallo lungo con un ritardo di una solo lunghezza (33 a 34).

La partita è ulteriormente salita di tono nel terzo quarto, nel corso del quale Milano ha messo, per la prima volta, la testa avanti (37 a 36 con un canestro di Hackett), per poi toccare il vantaggio massimo di 4 punti, con la tripla del 47 a 43 messa a segno da Langford.

A cavallo tra l’inizio del terzo e l’inizio dell’ultimo periodo, Siena ha reagito da grande squadra e ha piazzato, facendo leva sull’asse Janning – Hunter, un parziale di 3 a 16, che ha letteralmente tagliato le gambe a Gentile e compagni.

L’ultimo ad arrendersi, in casa meneghina, è stato Jerrels, ma i suoi punti sono serviti sono serviti solo a rendere meno pesante il passivo, ma non hanno cambiato la sostanza delle cose.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi/Salva

Finale spettacolare tra Siena e Milano, i toscani vincono gara 4 e riequilibrano la serie

La Mens Sana conserva la propria imbattilita casalinga nelle finali scudetto, sconfiggendo per 75 a 68 l’Olimpia Milano in gara 4. I toscani hanno così hanno riequilibrato la serie e si sono assicurati il ritorno a Siena per la sesta sfida di una serie che sta regalando emozioni e spettacolo a tutti gli appassionati.viggiano-

Il protagonista assoluto della serata odierna è stato Matt Janning, che ha chiuso con 20 punti, 6 assist,  6 rimbalzi e ottime percentuali al tiro (75% da 2 e 50% da 3), ma tutti i giocatori utilzzati da coach Crespi hanno offerto un’ottima prestazione, dimostrando di avere straordinarie qualità tecniche e caratteriali.

All’Olimpia Milano, invece, non è bastato l’apporto di Langford e Samuels, mentre hanno mancato completamente l’appuntamento alcuni uomini chiave, in particolare Gentile e Melli.

Come era accaduto in gara 3, i senesi hanno approcciato la gara nel migliore dei modi e si sono portati  sul 7 a 2, con una tripla di Janning, per poi  allungare fino al + 7 (11 a 4), grazie alla schiacciata del capitano Ress e al canestro di Hunter (11 a 4).

L’ottima organizzazione di gioco, sia in difesa sia in attacco, ha permesso alla Mens Sana di  tenere  gli avversari a debita distanza fino alla fine del primo quarto, chiuso sul 19 a 11.

Milano ha alzato la pressione difensiva all’inizio del secondo periodo. A trarne giovamento è stato anche l’attacco, con Langford e Jerrels, che, con le loro giocate, hanno fatto sì che la loro squadra mettesse, per la prima e unica volta nell’arco dell’intera gara, la testa avanti, sul 24 a 25.

Una tripla di un Janning immarcabile ha riportato Siena in vantaggio (27 a 25). Jerrels ha impattato sul 27 a 27, poi i toscani si sono riportati sul + 4 (31 a 27) e hanno conservato tre punti di vantaggio fino alla fine del quarto, chiuso sul 36 a 33.

Alla ripresa della contesa, Siena si è portata sul + 7 (40 a 33), ma ha subito il ritorno di Milano, che è risalita fino al – 3 (42 a 39), con uno dei pochi lampi di Melli. Per qualche minuto le due squadre hanno faticato a trovare la via del canestro, poi è salito in cattedra Viggiano, che ha consentito alla compagine toscana di toccare la doppia cifra di vantaggio, sul 60 a 50.

Il terzo periodo si è chiuso con una magia di Langford, che ha così provato a tenere vive le speranze di rimonta dei milanesi, che, all’inizio dell’ultimo quarto, sono stati prontamente ricacciati inidetro da Ress e compagni, abili ad arrivare fino al + 12.

I senesi hanno poi difendere il vantaggio fino al suono finale della sirena. E ora la finale si sposta a Milano, dove, nella serata di lunedì 23 giugno, andrà in scena gara 5.

 

 

 

Condividi/Salva

Finale scudetto, Siena vince davanti al pubblico amico e porta la serie sul 2 a 1

Prova di carattere della Mens Sana Siena, che, davanti al pubblico amico, ha sconfitto per 85 a 68 l’Olimpia Milano e ha così portato la serie sul 2 a 1, garantendosi il ritorno al Mediolanum Forum per gara 5.Janning

La vittoria dei ragazzi di coach Banchi è arrivata al termine di una gara giocata con grande determinazione da tutto il collettivo, nel quale hanno spiccato le straordinarie prove di Haynes, Janning e Hunter.

A partire meglio, comunque, sono stati i meneghini, che si sono portati sul 4 a 9, ma hanno subito la pronta reazione di Siena che, trascinata da Janning e Hunter, ha messo a segno un parziale di 13 a 0, grazie al quale ha accumulato un vantaggio di 8 punti (17 a 9).

Milano ha mosso il punteggio con due liberi di Langford (17 a 11), ma Siena ha conservato il + 6 (19 a 13) fino alla fine del primo periodo.

Nella parte iniziale del secondo quarto, i ragazzi di coach Banchi si sono spenti e i padroni di casa ne hanno prontamente approfittato per allungare fino al + 19 (38 a 19), con una tripla di Janning.

Un canestro di Hackett e una bomba di Jerrels hanno dato ossigeno a Milano, che ha recuperato cinque punti (38 a 24), ma è stata prontamente ricaccaiata indietro dai toscani, che sono andati all’intervallo lungo con un vantaggio di 19 lunghezze (46 a 27).

La musica è cambiata nel terzo quarto, nel corso del quale i milanesi, con Samuels in gran spolvero, hanno eroso buona parte dello svantaggio,  risalendo fino al – 4 (53 a 49). Nel momento più difficile della serata per Siena, Haynes ha tirato fuori il meglio del proprio repertorio, realizzando otto punti consecutivi e riportando la sua squadra sul + 9 (62 a 53). La tripla di Jerrels e il canestro di Samuels hanno permesso a Milano di riavvinardi e chiudere il terzo quarto sul – 5 (64 a 59).

All’inizio dell’ultimo periodo, Siena si è riportata sul + 10 (69 a 59), poi l’antisportivo fischiato a Gentile ha spezzato ogni velleità di rimonta degli ospiti, che hanno così dato via libera ai ragazzi di coach Crespi, i quali hanno via via allungato, fino al + 17 finale. (foto tratta da www.lanazione.it)

 

 

Condividi/Salva

Sarà l’Olimpia Milano l’avversaria della Dinamo nella semifinale dei play off di basket

Sarà l’Olimpia Milano l’avversaria della Dinamo nella semifinale dei play off scudetto. Nella serata odierna, infatti, i meneghini hanno chiuso la serie con Pistoia, imponendosi con il punteggio di 88 a 78.  I ragazzi allenati da coach Moretti meritano, comunque, un applauso per quanto sono riusciuti a fare nell’intera stagione, vissuta da matricole della massima serie.daniel-hackett

Avvio da incubo per Milano,  priva dello squalificato Gentile, che ha sbagliato le prime quattro conclusioni dalla lunga distanza e ha subito un parziale iniziale di 0 a 7, firmato da Johnson e Washinghton.

I ragazzi allenati da coach Banchi hanno mosso  il punteggio con Melli, che poi uscirà per infortunio, e sono risaliti fino al – 1 (6 a 7). Una tripla di Daniel ha regalato il + 4 a Pistoia (6 a 10). Milano ha risposto con un controparziale di 6 a 0 e ha difeso i due punti di vantaggio fino alla fine del periodo (17 a 15).

Il secondo quarto è iniziato con la tripla di Gibson (17 a 18) ed è proseguito, per alcuni minuti, sui binari del perfetto equilibrio. Sul 25 a 22 per Milano, un canestro di Daniel ha dato il via a un parziale di 0 a 10 dei toscani, che si sono portati sul 25 a 32. Milano è uscita dal tunnel con un canestro di Langford, che ha aperto un controparziale di 10 a 0 (35 a 32). Pistoia ha impattato con una tripla di Wanamaker (35 a 35) e ha choiso il secondo quarto in vantaggio di una lunghezza (39 a 40), grazie a una bomba di Cortese.

A differenza di quanto era accaduto nelle due sfide giocate in Toscana, sono stati i padroni di casa ad approcciare meglio il terzo quarto e, grazie alla precisione nel tiro dalla lunga distanza, hanno toccato la doppia cifra di vantaggio , chiudendo il periodo sul 63 a 53.

All’inizio dell’ultimo periodo, Milano, trascinata da un ottimo Hackett,  ha continuato a bombare la retina e si è portata sul + 19 (74 a 55). I toscani, nonostante la giornata di scarsa vena al tiro, hanno provato a rimanere in partita e hanno eroso nove punti, portandosi sull’82 a 72. La tripla di Cerella ha, poi, messo la parola fine alla partita e alla serie.

Condividi/Salva

Play off basket: MIlano cade a Pistoia

Dopo 21 successi consecutivi, si ferma la corsa di Milano, sconfitta per 82 a 71 in gara 3 dei quarti di finale dei play off da una sempre più sorprendente Pistoia, riuscita nell’impresa, che appariva impossibile, di allungare la serie fino alla quarta sfida.Pistoia

I toscani, trascinati dal loro pubblico, hanno avuto un ottimo impatto e hanno piazzato un parziale iniziale di 5 a 0. Milano ha riequilibrato il punteggio con Moss (5 a 5) e ha messo, per la prima volta, la testa avanti con un canestro di Samuels (8 a 9).

Nonostante i sette punti di Hackett, Milano non è riuscita a tenere dietro Pistoia, che ha chiuso il primo quarto sul + 4, sul 19 a 15.

Il secondo quarto si è aperto con un parziale di 0 a 7 dei ragazzi di coach Banchi. Sul punteggio di 23 a 26, coach Moretti ha chiamato time out e i suoi uomini hanno avuto un’ottima risposta, tornando avanti grazie a un controbreak di 5 a 0.

Nella parte finale della frazione, i meneghini hanno fatto la voce grossa e  sono andati all’intervallo lungo in vantaggio di dieci lunghezze, sul 35 a 45.

Alla ripresa della contesa, Pistoia è apparsa trasformata. Aggressiva in difesa e precisa in attacco, ha prontamente annullato lo svantaggio e ha ribaltato il punteggio, chiudendo il terzo periodo sul 60 a 56.

Milano ha avuto un’ultima fiammata all’inizio dell’ultimo quarto, poi i toscani hanno preso il sopravvento e hanno portato a casa un successo tanto inaspettato quanto meritato.

foto tratta dal sito www.pistoiasport.com.

Condividi/Salva

Play off basket: Milano vince gara 1 contro Pistoia

Buona la prima per l’Olimpia Milano che, nella serata di ieri, ha superato Pistoia con il punteggio di 73 a 59. I meneghini si sono imposti al termine di una gara nel corso della quale non hanno fatto vedere il meglio del proprio repertorio.

Ad aprire le danze è stato il pistoiese Johnson. Milano ha risposto con un parziale di 9 a 0 e ha chiuso il primo quarto sul 20 a 14. All’inizio del secondo periodo, i ragazzi di coach Banchi hanni faticato, oltre misura, in fase offensiva e hanno permesso agli ospiti di riavvicinarsiu fino al – 4 (24 a a 20).

Un recupero difendiso di Cerella e due canestri di Melli hanno riacceso l’Olimpia, che si è riportata sul + 10 (20 a 20). Le due squadre sono così andate all’intervallo lungo con Milano in vantaggio di sette lunghezze (35 a 28).

Alla ripresa del gioco, Moss ha insaccato la prima tripla della sua partita, poi Samuels ha messo la sua firma sulle azioni che hanno riportato l’Olimpia sul + 9 (49 a 40). Pistoia è ritornata in scia con un controparziale di 0 a 6 e ha costretto coach Banchi a chiamare time out.

A dare la scossa è stato Hackett che, con due canestri consecutivi, ha fatto sì che Milano potesse chiudere il quarto sul 53 a 48. I ragazzi di coach Moretti ha provato a reggere all’inizio dell’ultimo periodo, ma i canestri di Langford e Melli hanno incanalato, in modo definitivo, dalla parte della compagine meneghina.

Condividi/Salva

Paly off basket: Milano e Siena a gara 7

Al termine di una partita, il cui esito è rimasto incerto fino ai secondi finali, Siena ha sconfitto, davanti al pubblico amico, Milano per 72 a 66, rimandando tutto a gara 7, che si giocherà in casa dei meneghini.

Avvio equilibrato, poi, sul 7 a 7, i ragazzi di Scariolo, con Bourosuisis e Gentile sugli scudi, hanno tentato il primo allungo, portandosi sul 7 a 14. Ma le tante palle perse hanno limitato Milano e hanno fatto in modo che i toscani ribaltassero la situazione e andassero all’intervallo lungo con un vantaggio di 13 punti (40 a 27).

Con una grande difesa, la formazione lombarda ha eroso, nel terzo quarto, gran parte dello svantaggio.Siena è riuscita a rimanere avanti (55 a 51 alla fine dell terzo periodo), grazie ai canestri di Hackett. Combattuto l’ultimo periodo di gioco, nella parte finale del quale sono risultati decisivi due rimbalzi offensivi catturati da Eze.

Condividi/Salva

Play off basket: Varese prima semifinalista

La Cimberio Varese è la prima squadra a staccare il biglietto per le semifinali dei play off di basket. La compagine lombarda ha sconfitto per 84 a 75 in gara 5 l’Umana Venezia e ha chiuso così la serie sul 4 a 1.

I ragazzi di coach Vitucci hanno messo le cose in chiaro fin dal primo quarto, chiuso sul 26 a 17, e hanno poi controllato nel prosieguo della gara, arrivando, nel corso del terzo periodo, a toccare i 19 punti di vantaggio.

Varese attende ora la voncente della serie tra Milano e Siena. I meneghini sono in vantaggio per 3 a 2. Ieri, i ragazzi di coach Scariolo si sono imposti con l’eloquente punteggio di 82 a 67. I

 milanesi hanno allungato alla fine del secondo periodo e hanno chiuso i conti all’inizio della terza frazione con un parziale di 11 ao, grazie al quale si sono portati sul + 20 (61 a 41). Lunedì si torna in campo a Siena. Milano avrà a disposizione il primo match ball per chiudere la serie.

Condividi/Salva

Play off basket: vittorie per Venezia e Siena in gara 4

Varese non riesce a chiudere la serie in quattro partite. Nella serata di ieri, i lombardi sono stati sconfitti  per 84 a 72 da Venezia che riassapora così il giusto della vittoria in una gara dei play off a distanza di ben 26 anni.

Decisivo, per determinare l’esito della sfida, l’ottimo primo quarto dei granata che, trascinati da un ottimo Clark, il cui apporto era mancato nelle precedenti tre gare , hanno tracciato un solco incolmabile tra loro e gli avversari.

Con il passare dei minuti, il vantaggio dei veneziani è via via dilatato, arrivando a toccare i 22 punti (55 a 33, all’inizio del terzo quarto. Nel finale di gara, Varese ha avuto una reazione d’orgoglio, che è servita a rendere meno pesante il passivo.

Fattore campo rispettato, ancora una volta, nella sfida tra Siena e Milano: i toscani si sono imposti per 75 a 69 e hanno così portato la serie sul 2 a 2.

Dopo tre tempo caratterizzati da un sostanziale equilibrio, la compagine senese ha girato la partita dalla propria perte nell’ultimo quarto, favorita da alcuni errori dei meneghini.

Condividi/Salva

Play off basket: Varese e Milano si portano sul 2 a 0

Al pari della Dinamo, anche Varese e Milano hanno portato la serie sul 2 a 0. Nelle gare giocate nel pomeriggio di ieri, le due compagini lombarde si sono imposte, rispettivamente, su Venezia (81 a 72) e Siena (81 a 79).

I varesini hanno avuto un ottimo impatto e, con molta probabilità, hanno pensato di aver chiuso i conti dopo aver dominato il primo quarto. Ma non avevano fatto i conti con la reazione dei venti che hanno impattato alla fine del secondo periodo (39 a 39). L’equilibrio è perdurato nelle successive fasi della gara, girata, nella parte finale, dalla parte dei ragazzi di coach Vitucci, trascinati da Ere e Sakota.

Non sono manate le emozioni neanche nella sfida tra Milano e Siena, entrambe scese in campo in formazione rimaneggiata. La gara si è risolta, solo dopo un tempo supplementare, a favore dei meneghini. Di Bremer i canestri decisivi nei concitati minuti finali.

Condividi/Salva
Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it