Articoli marcati con tag ‘judo’

Judoka sardi a Salsomaggiore per i Campionati Italiani assoluti

Due podi sfiorati per i judoka sardi ai campionati italiani esordienti che si sono svolti il 4 e 5 giugno a Ostia. Sui tatami del PalaPellicone si sono dati battaglia i ragazzi delle categorie esordienti maschili e femminili di tutta la penisola e i sardi hanno tenuto alta la bandiera dei Quattro Mori. A mancare il podio di pochissimo sono stati nei 45 kg Marco Mura della scuola judo Ceracchini di Cagliari e nei 60 kg Carlo Santoni del centro sportivo “Guido Sieni” di Sassari. Piccole sbavature nelle battute finali hanno fatto mancare ai due atleti l’obiettivo prefissato prima della partenza dall’Isola.

Tra i ragazzi presenti a Ostia si registrano un nono posto nei 45 kg per Marco Battino (Sieni), Giovanni Virdis (Sport center Sedilo) nei 55 kg, Massimo Romdhani (Kan judo Olbia) nei 73 kg e Giulia Fanni per i 44 kg categoria femminile. Tra i primi dieci anche Vincenzo Ricciardi (Yano Macomer) nei 50 kg; e dodicesimo posto per Francesco Prasciolu (Ceracchini) nei 40 kg. Molto attardati gli altri: 18esimo Mirko Lilliu (Serrenti 84) nei 50 kg, 20esimo Andrea Spano (Sieni) nei 40 kg,  33esimi Carlo Altana kg 50 (Olbia), Alfonso Mastinu 50kg (Yano Macomer) e Aldo Spada 55kg (Macomer). Al 34esimo posto, entrambi categoria 40kg, Davide Bellu (Yano Macomer) e Filippo Fanni (Ceracchini). Tra le ragazze da segnalare la diciottesima piazza di Caterina Cannas 48 kg (Ceracchini).

Dieci gli atleti che dalla Sardegna partiranno per Salsomaggiore Terme dove, sabato 11 e 12 giugno, saranno ospitati i campionati italiani assoluti. In partenza Luca Pettinau, Marcello Mundula, Elisa Guiso, Claudia Masella (Karalis Judo), Antonio Chianese e Davide Mele (Ceracchini), Giuseppe Dettori (Judo club Torres), Nicola Placido (Judo club Alghero), Edoardo Gigliotti (Gioglitti Nuoro) e Grazia Nurchi (Osaka Nuoro).

 In contemporanea con il campionato assoluto, l’11 e 12 giugno, alla Maddalena si svolgeranno il XV trofeo judo La Maddalena, riservato agli agonisti esordienti A e Master 2 e il nono trofeo Garibaldino preagonisti e agonisti.

Il 19 giugno, poi, a Olbia è in programma la Shardana Cup per preagonisti, poi ci sarà una pausa sino al 1° luglio quando a Nuoro prenderà il via la sei giorni dedicata al Camp progetto Farfalla.

Condividi/Salva

Nella Penisola buone prestazioni per i judoka sardi

Per il judo isolano si chiude un mese di appuntamenti e subito un altro si apre ancora più ricco e dalle grandi aspettative. Ad aprile, a segnare la chiusura dei grandi appuntamenti targati Fijlkam, è stata la due giorni di Catania con le finali nazionali Juniores.

I sardi, in una trasferta estremamente difficile, sono riusciti a conquistare il quinto posto con Eleonora Mulas (Judo Athlon Ittiri) nella categoria 44 Kg. Decima piazza per Elisa Guiso (Asd Karalis) e Giulia Tolu (Club Torres) nella categoria 48 kg e, a seguire, nella categoria 57 Kg, per Erika Lucente (Jigoro Kano) un undicesimo posto e per Piera Pinna un diciottesimo (Judo Athlon Ittiri). Posizioni più arretrare per i ragazzi, con Anthony Pinna (55 kg, Serrenti 84) al dodicesimo posto, Gabriele Castro (Abbasanta) al 33esimo posto nei 66 kg, e due 18esimi posti per Lorenzo Serra (Alghero) nei 73 kg e Manuel Giacomo Lilliu (Serrenti 84) nei 90 kg.

 Una settimana prima a Martina Franca in Puglia, in occasione del “XXIV Trofeo Mr. Judo Puglia – 1° Trofeo di Judo Città di Martina Franca”, la giovanissima Erica Cossu (scuola Ceracchini di Cagliari) aveva conquistato la medaglia di bronzo, coronando così al meglio le prestazioni degli atleti isolani.

Nella difficile gara pugliese, tra buone prestazioni e qualche errore, sono scesi sui tatami anche gli atleti del Centro sportivo Guido Sieni di Sassari, Marco Battino e Carlo Fusco, del Progetto Farfalla di Nuoro, Giulia Goddi, e ancora della Ceracchini, Marco Mura, Francesco Prasciolu, Giulia Fanni e Caterina Cannas.

 Buone le prestazioni per gli atleti sassaresi del Centro sportivo Guido Sieni al quinto torneo preagonisti disputato a Isili e organizzato dalla Jigoro Kano. Ottimo primo posto per Mario Piu nei 55 Kg e per Mattia Saiu (60 Kg) che ha disputato la finale con il compagno di scuderia Matteo Virgilio. Terzo posto per Valerio Lungheo (66 Kg) e prima posizione per Lorenzo Piras (+81 Kg).

 Il mese di maggio si apre con tre appuntamenti tutti concentrati nella giornata della festività del “primo maggio”: a Sedilo è in programma il corso regionale aspiranti allenatori, a Santa Giusta il trofeo “Salvo D’Aquisto” riservato ai preagonisti, poi una rappresentativa sarà presente a Reggio Emilia per il memorial “Bisi”, gran prix di kata.

Di rilievo l’appuntamento del 7 maggio ad Abbasanta con le qualificazioni per i campionati italiani esordienti B e assoluti, e  la seconda fase del gran prix regionale cadetti.

L’evento più atteso è, però, quello in programma a Olbia il 21 e 22 maggio con il campionato europeo di kata di scena al Geovillage

Condividi/Salva

Judoka sardi in evidenza a Saint Cyprien

Hanno tenuto alti i colori dell’Italia e, sul podio, hanno sventolato anche la bandiera dei quattro mori, dimostrando di poter competere in gare internazionali di livello. Sono gli undici atleti sardi, tra ragazze e ragazzi di 13 anni, che nello scorso fine settimana hanno partecipato alla settima edizione del torneo internazionale di judo dedicato alla categoria esordienti B che si è svolto a Saint Cyprien.

Sui tatami allestiti al Grand stade Les Capellans, il centro sportivo della cittadella francese che si trova ai piedi dei Pirenei, si sono ritrovati quasi 700 ragazzi di quindici nazioni diverse: Italia, Francia, Russia, Belgio, Bosnia-Erzegovina, Spagna, Algeria, Irlanda, Macedonia, Croazia, Andorra, Grecia, Polonia, Portogallo, Uzbekistan, Bulgaria, Finlandia e Romania.

Quella di Saint Cyprien rappresenta una tra le più importanti gare internazionali della categoria esordienti, in particolare per l’alto livello agonistico espresso dagli atleti che arrivano da ogni parte d’Europa. Una tre giorni (dal 19 al 21 marzo) che ha consentito ai ragazzi anche la partecipazione a stage di allenamento e confronto con le altre scuole.

Tre le società isolane che hanno partecipato alla manifestazione organizzata dal Judo club Jujitsu Saint Cyprien: Centro sportivo Guido Sieni di Sassari, Progetto Farfalla Nuoro e Scuola judo Ceracchini di Cagliari.

Tra gli atleti della delegazione sarda, si è messo in evidenza Carlo Fusco del Centro Sportivo Guido Sieni di Sassari che, dal terzo gradino del podio, ha sventolato la bandiera dei quattro mori.

Due quinti posti per Giulia Fanni e Caterina Cannas della Ceracchini Cagliari; settimo posto per il sassarese del Sieni, Carlo Santoni; settima piazza per Giulia Goddi del Progetto Farfalla di Nuoro., mentre Marco Battino del Guido Sieni Sassari si è dovuto accontentare invece di un nono posto.

Tra i ragazzi della squadra cagliaritana si sono messi in evidenza anche Erica Cossu, Nicolò Staico, Filippo Fanni, Francesco Prasciolu e Marco Mura.

 Ad accompagnare i ragazzi i maestri Nanni Sale di Progetto Farfalla Nuoro e l’olimpionico Gabriel Arteaga per la Ceracchini Cagliari.

Condividi/Salva

Venticinque judoka sardi ai Campionati Cadetti

È tutto pronto a Ostia per le finali nazionali dei campionati di judo categoria cadetti, in programma nelle giornate del 19 e 20 marzo. Dalla Sardegna saranno 25 gli atleti che si confronteranno con loro pari età sui tatami allestiti all’interno del Pala Pellicone a due passi dal Lido: saranno 17 i ragazzi, di peso compreso tra i 46 e i +90 kg con cinture marroni e blu, mentre le ragazze saranno 8, comprese tra i 44 e i 63 kg e tutte cinture marroni.Sassari_Olbia_Judo Murakami_3

Ad accompagnarli saranno i loro maestri e allenatori, reduci da una intensa due giorni trascorsa al Geovillage di Olbia. Qui nei giorni scorsi si è tenuto il corso di aggiornamento obbligatorio per gli insegnanti tecnici regionali, organizzato dal comitato Sardegna Fijlkam con Efisio Mele, Paolo Scanu e Gavino Piredda. Ospite di riguardo della due giorni è stato Kiyoshi Murakami, dt della nazionale italiana di Judo.

Sui tatami allestiti al resort, situato alla periferia della città gallurese, si sono ritrovati quasi in duecento tra maestri, istruttori, allenatori e aspiranti allenatori. Il corso ha visto la partecipazione anche di nuovi 30 aspiranti allenatori e uno spazio interamente dedicato a un incontro che ha messo a confronto tra loro i maestri sul tema dei corsi dedicati ai diversamente abili. Con il supporto di una psicologa, i maestri hanno raccontato le loro esperienze con bambini e adulti con varie patologie, non vedenti, sindrome di down e autismo.

Particolarmente interessanti le lezioni tenute da Kiyoshi Murakami che ha voluto sottolineare come questi incontri siano un continuo e proficuo confronto per tutti i partecipanti. E per lui stesso perché, nonostante la sua grande esperienza lunga 61 anni, «io viaggio per incontrare i maestri – ha detto – e per imparare da loro, perché questa è la vera essenza di questo sport».

Per il dt della nazionale, dopo la prima esperienza da direttore tecnico in Giappone e poi in Francia dove ha trascorso vent’anni, non c’è differenza tra lo Judo praticato in Italia e quello degli altri paesi. «Ma se in Italia c’è una minore rigidità nella disciplina – ha detto – i giapponesi sono maggiormente votati al sacrificio e per loro lo Judo è quasi una religione». Una dedizione che inizia da bambini. E per il maestro giapponese il segreto sta proprio qui, iniziare da piccoli perché Judo, così come ha sempre insegnato Jigoro Kano, è cortesia, coraggio, amicizia, autocontrollo, sincerità, modestia, onore e rispetto. Lui stesso è un esempio visto che, ora 66enne, ha iniziato all’età di 5 anni a praticare l’arte fondata dal maestro Kano.

Esperto di kata, il dt nazionale di Judo ha un obiettivo: portare la squadra italiana alle Olimpiadi di Tokyo del 2020, passando per le prossime in programma questo agosto in Brasile.

Condividi/Salva

Venticinque cadetti sardi ai Campionati Italiani di judo

Saranno 25 atleti, tra i 15 e i 17 anni, a rappresentare la Sardegna alle finali nazionali dei campionati di judo categoria cadetti, in programma il 19 e 20 marzo al Pala Pellicone di Ostia. L’ufficialità dei nomi è arrivata ad Abbasanta dove, nel fine settimana appena trascorso, si sono svolte le gare di qualificazione, organizzate dalla Fijlkam Sardegna, insieme alla seconda fase del Gran prix esordiente A nella giornata di sabato e il quarto torneo piccoli samurai preagonisti la domenica.

A Ostia andranno 17 ragazzi, di peso compreso tra i 46 e i +90 kg con cinture marroni e blu, mentre saranno 8 le ragazze, comprese tra i 44 e i 63 kg e tutte cinture marroni.

 Per il settore maschile, saranno a Ostia Riccardo Guiso 46 kg (Karali Judo), Michele Soro 50 kg (Asd Scuola judo Cerracchini), per i 55 kg Fabrizio Saccu (Judo club Torres), Mario Piu (Guido Sieni), Luca Lugas (Judo Yano Macomer) e Davide Pitzalis (Fox club Quartu Sant’Elena). Nei 60 kg ci saranno Mattia Saiu (Guido Sieni), Nicolas Sollai (Serrenti 84), Daniele Mele (Guido Sieni) e Riccardo Ibba (Yawara judo Quartu Sant’Elena). Per i 66 kg gareggeranno Davide Pinna (Judo sport Abbasanta) e Gabriele Xaxa (Full time). Per i 73 kg Thomas Amadu (Judo club Alghero) e Alessandro Piras (Asd Scuola judo Cerracchini). Negli 83 kg rientrano Ruben Mannazzu (Judo club Alghero) e Simone Pinna (Kodokan judo club Assemini). Nei +90 infine Lorenzo Antonio Piras (Guido Sieni).

Per il settore femminile, a rappresentare la Sardegna ci saranno Giada Bussu (Judo Yano Macomer) e Federica Tolu (Judo club Torres) nei 44 kg, Rita Congiu (Judo club Alghero) e Francesca Cara (Asd Scuola judo Cerracchini) nei 52 kg . Nei 57 kg gareggeranno Valentina Mele (Judo sport Abbasanta), Gaia Troilo (Kodokan judo club Assemini) e Claudia Massaglia (Jigoro Kano Isili). Quindi nei 63 kg gareggerà Eleonora Puggioni (Judo Yano Macomer).

Sabato e domenica, intanto, al Geovillage di Olbia si svolgerà il corso di aggiornamento obbligatorio per gli insegnanti tecnici regionali. Il corso, organizzato dal comitato Sardegna Fijlkam con Efisio Mele e Paolo Scanu, vedrà la partecipazione diKiyoshiMurakami, dt della nazionale italiana di Judo.

Condividi/Salva

Iniziate le fasi regionali del Gran Prix di judo

Successo di atleti e di pubblico per la prima fase dei gran prix regionali di judo, che si sono svolti domenica ad Abbasanta. Sui tatami la mattina si sono incontrati, dapprima gli esordienti A e B, poi i cadetti, mentre il pomeriggio è stato interamente dedicato al gran premio delle cinture nere, primo, secondo e terzo dan.

Quella di domenica rappresenta il primo di tre appuntamenti che, sino a maggio, vedranno impegnati i judoka isolani sui tatami: una occasione per affinare le tecniche e raccogliere punti validi per l’inserimento nel ranking regionale.

La seconda fase, questa volta riservata agli esordienti A, si svolgerà il 5 marzo sempre ad Abbasanta, in occasione delle qualificazioni per il campionato italiano cadetti.

Il 2 aprile, ad Abbasanta, sarà la volta della seconda fase, riservata agli esordienti B, mentre il 7 maggio, sempre ad Abbasanta, per la seconda fase si ritroveranno i cadetti e, in contemporanea, si svolgeranno le qualificazione degli esordienti B e assoluti.

La terza e ultima fase vedrà nuovamente tutte le categorie assieme il 29 maggio a Olbia, dove si svolgerà anche il Sardinia trophy.

 Il mese di febbraio, intanto, si chiude con due appuntamenti di rilievo. Il primo, domenica 21 a Quartu, con il terzo torneo Fox Quartu, riservato a preagonisti ed esordienti A. Il secondo, invece, il 28 febbraio ad Alghero con la ventinovesima edizione della Coppa dell’amicizia con i preagonisti.

 Infine, tra gli atleti che hanno ottenuto un piazzamento di tutto rispetto a Genova, in occasione del trofeo Città di Colombo, vale la pena ricordare: Sara Meloni della Jigoro Kano di Isili che, tra gli esordienti 44 kg, ha ottenuto il primo posto; Massimo Massaglia, sempre della Jigoro Kano, che ha conquistato la cintura nera.

Condividi/Salva

Successo a Genova per i judoka sardi

Il torneo internazionale “Città di Colombo” di Genova porta bene alle società sarde di judo che tornano a casa con un ricco bottino di medaglie, mentre i singoli atleti ottengono ottimi piazzamenti, che permettono loro di accrescere i punteggi nel ranking nazionale. Da segnalare, nella classifica a squadre categoria esordienti, il quarto posto, tra le settanta società presenti, del judo club “Guido Sieni”. 
Il torneo, che si è svolto il 6 e 7 febbraio, ha visto sui tatami oltre mille atleti provenienti da tutta Italia, oltre che dalla Francia e dalla Svizzera. In gara tre categorie: cadetti, esordienti e juniores.

Tra i cadetti, scesi sabato sul tatami, buona prestazione di Federica Tolu (44 kg) del Judo club Torres, che ha conquistato un terzo posto. Settima piazza per Mattia Saiu (Guido Sieni) e Davide Pinna (Judo Abbasanta) nei 60 kg.

Ricco medagliere, nella giornata di domenica,  per le società isolane nella categoria esordienti. La “Guido Sieni” porta a casa un secondo posto con Carlo Santoni (60) e due terzi posti con Carlo Fusco (55) e Marco Battino (45). Un secondo e un terzo posto per Sport Center Sedilo con Giovanni Virdis (55) e Piera Mameli (48). Progetto Farfalla Nuoro conquista il terzo gradino del podio con Giulia Goddi (48) e Hobby sport Pirri con Elena Marongiu trova un buon terzo posto.
Nella categoria juniores portano a casa punti, entrambe con una settima piazza, Giulia Tolu (48 kg) della Judo club Torres e Erika Lucente (57) della Jigoro Kano di Isili.
Per i judoka sardi domenica arriva un nuovo impegno. Sono attesi per le 9 ad Abbasanta per la prima fase dei gran prix esordienti A, B e cadetti. In contemporanea si svolgerà anche il gran premio cinture nere primo, secondo e terzo dan.

Condividi/Salva

Invasione di judoka al PalaSerradimigni

Un palazzetto stracolmo di spettatori ha assistito ad una vera e propria invasione di giovanissimi atleti, quasi 500, che si sono dati “battaglia” sui sei tatami allestiti al PalaSerradimigni per portare a casa la medaglia. Domenica la prima “Guido Sieni judo cup”, organizzata dal Centro sportivo “Guido Sieni”, si è chiusa con un vero e proprio successo che ha decretato, a Sassari, il ritorno in grande stile dell’arte marziale fondata dal maestro Jigoro Kano.

Erano oltre 40 le società isolane presenti al Palaserradimigni – la più numerosa si è presentata con 50 judoka – alle quali si sono aggiunte due team della Penisola, provenienti da Genova e da Modena.

C’era grande attesa per gli incontri degli esordienti A e B, categorie maschili e femminili. Sulle materassine oltre 150 atleti dagli 11 ai 15 anni.

Ottimo il risultato ottenuto dai padroni di casa del Centro sportivo Guido Sieni che si sono messi in evidenza nelle varie categorie e hanno tenuto alti i colori sociali.

Numerosissimi i pre-agonisti, categorie maschili e femminili, dai 4 ai 10 anni: quasi 350 che si sono affrontati nelle varie categorie di peso.

 «Questa grande partecipazione di giovani – afferma Stefano Urgeghe – ci dimostra quanto passione e interesse ci sia nella nostra isola per le arti marziali. Ricordiamoci che in Sardegna abbiamo oltre tremila tesserati che praticano judo. Quest’anno, nonostante le difficoltà dell’ultimo momento, siamo riusciti a organizzare un evento che, pensiamo, possa essere un percorso e una occasione di crescita per i nostri ragazzi».

 A dare colore alla manifestazione  la sfilata dei mini judoka che, guidati da Simona Cossu Rocca, si sono esibiti in capriole e in una corsa tra i tatami. Di seguito una breve esibizione di giovani ballerine della scuola “Giocando Flamenco della maestra Raffaella Podda.

Hanno strappato applausi anche le danze dei mini candelieri degli Ortolani e dei Falegnami portati a spalla da alcuni piccoli atleti. A concludere lo spettacolo la sfilata dei mini Mamuthones e Issohadores di Mamoiada. Sul parquet anche i piccoli del gruppo folk di Sennori con l’abito tipico del loro paese.

 La manifestazione si è svolta con il patrocinio del Comune di Sassari, della Fijlkam e del Coni.

Condividi/Salva

Il 15 novembre il judo sarà protagonista al PalaSerradimigni

Il judo ritorna a Sassari con una manifestazione interamente dedicata ai ragazzi. Il 15 novembre, dalle ore 9, il palazzetto dello sport di piazzale Segni farà da palcoscenico alla prima edizione della“Guido Sieni judo Cup” che vedrà scendere sui sei tatami, che saranno allestiti nel campo centrale, quasi 500 giovani atleti dai 4 ai 15 anni.

A organizzare la manifestazione è il Centro sportivo “Guido Sieni” del maestro Stefano Urgeghe che, dopo il grande evento dello scorso anno in occasione del trentennale dell’associazione, proporrà un primo appuntamento per le giovani leve.

 Due le classi impegnate al PalaSerradimigni: i pre-agonisti, categorie maschili e femminili dai 4 ai 10 anni, e gli esordienti A e B, categorie maschili e femminili  dagli 11 ai 15 anni.

 Per l’evento sono attese a Sassari oltre 40 società isolane e due dalla Liguria e dall’Emilia Romagna, per un totale di 500 atleti, dei quali circa 350 i pre-agonisti e 150 gli esordienti.

Il programma prevede l’inizio delle gare dei pre-agonisti alle ore 9, quindi alle 11,30 una sfilata di mini judoka e una sfilata folkloristica e alle 12 l’inizio delle gare degli esordienti.

 «Iniziamo dai giovani per far crescere il torneo – afferma Stefano Urgeghe – e l’obiettivo è quello di realizzare la manifestazione anche su più giornate e con ospiti stranieri. Questo primo appuntamento vogliamo considerarlo come l’inizio di un percorso e una occasione di crescita per i nostri ragazzi».

 La manifestazione si svolge con il patrocinio del Comune di Sassari, della Fijlkam e del Coni.

Condividi/Salva

Festa del Judo isolano al PalaSerradimigni

Una vera e propria festa di sport è andata in scena domenica scorsa al PalaSerradimigni, dove si sono disputati i Campionati regionali di judo, che hanno visto protagonisti 200 atleti, in rappresentanza di 32 società di tutta la Sardegna.

Per la disciplina fondata da Jigoro Kano si tratta di un ritorno in grande stile nella città di Sassari, a distanza di 11 anni dall’ultima edizione del Trofeo Internazionale “Guido Sieni”, e di 6 anni dai Campionati Regionali, organizzati dal Judo Club Torres.

Sulle tribune, quasi al completo, dell’impianto di Piazzale Segni, il pubblico ha assistito a un evento spettacolare e ha fatto sentire il proprio apporto per tutta la durata della manifestazione.

Il Centro Sportivo “Guido Sieni” del maestro Stefano Urgeghe ha portato a casa ben due primi posti: uno negli esordienti B maschili (50 Kg) con Mattia Saiu; l’altro nei cadetti maschili (+ 90 Kg) con Alessandro Masia.

Negli esordienti B maschili, il Judo Sport Abbasanta è tornato a casa con due titoli, vinti da Mattia Pes (55 Kg), ed Edoardo Blumental (40 Kg).

Nei 45 Kg il primo posto è andato ad Alessandro Follesa, portacolori della Yamato Damashi di Lunamatrona. Nei 55 Kg prima piazza per Alberto Cadau del Judo Club Bosa. Ad aggiudicarsi la medaglia d’oro nei 60 Kg è stato Giovanni Pigliacampo dell’A.S.D. Ceracchini di Cagliari.

Sul gradino più alto del podio, nei 66 Kg, è salito Simone Pinna (Kodokan Assemini). Vittorie per Ruben Mannazzu (J.C. Alghero) nei 73 Kg, Lorenzo Armandi (Ikioi Cagliari) negli 81 Kg, e Riccardo Madeddu (J.C. Cagliari) nei + 81 Kg.

Ottime prestazioni anche nella categoria Esordienti B femminili: ad aggiudicarsi i titoli sono state Sara Follesa (Polisportiva Serrenti), Francesca Mura (Hobby Sport Pirri), Ludovica Pesarin (Sns Ortueri), Claudia Massaglia (SK Isili), , Miriana Pinna (J.C. Bosa) e Federica Pinna (Athlon Ittiri).

Combattimenti di elevato spessore tecnico anche tra i cadetti. Primo posto, tra i maschi, per Luca Boi (J.K.Isili), Antony Pinna (Polisportiva Serrenti), Andrea Frigau (Karalis Cagliari), Andrea Fiermonte (Yano Macomer), Filippo Bin (SNJ Monserrato), Francesco Canalis (J.C. Torres) e Giacomo Lilliu (Polisportiva Monserrato). Tra le cadette , prima piazza per Eleonora Mulas (Athlon Ittiri), Valentina Mele (J.C. Abbasanta), Valentina Sedda (Hobby Sport Pirri) e Ilaria Placidi (J.C. Alghero).

Non sono rimasti delusi coloro i quali si aspettavano spettacolo negli assoluti e nei master. A laurearsi campioni regionali asspòuti sono stati Roberto Furcas (Polisportiva Serrenti), Raimondo Degortes (C. S. Olbia), Antonio Melis (Hobby Sport Pirri), Daniele Delogu (J.C. Torres), Alberto Pau (J.C. Torres), Marco Gigliotti (Team Gigliotti di Nuoro), Edoardo Gigliotti (Team Gigliotti di Nuoro), Claudia Medde (J.K. Isili), Giulia Tolu (J. C. Torres), Erika Lucente (J.K. Isili), Sara Mulleri (S.D. Ceracchini),

Nei master gloria per Filippo Candia (Karalis Cagliari), Stefano Masala (J.C. Torres), CristianoMasella (Karalis Cagliari), Salvatore Foddai (J.C. Torres) e Rosa Pinna (Athlon Ittiri).

A premiare gli atleti sono stati l’Assessora allo sport del Comune di Sassari, Maria Francesca Fantato; l’Assessore allo sport della Provincia di Sassari, Lino Mura; il presidente del Comitato Regionale Fijikam, Gavino Piredda, e l’ideatore del Trofeo “Guido Sieni”, Franco Sieni.

La manifestazione ha regalato altri momenti di commozione, quando sono stati festeggiati i 30 anni di attività del Centro Sportivo “Guido Sieni”, e spettacolo, quando 300 mini judokas hanno danzato, formando i cinque cerchi olimpici.

 

 

Condividi/Salva
Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it