Articoli marcati con tag ‘ginnastica ritmica’

Argento per le farfalle nel concorso generale a squadre, Yana Kudryavtseva è l’erede di Evgenia Kanaeva

In questi giorni, tra l’indifferenza delle emittenti sportive italiane (Rai Sport in particolare) sta andando in scena, a Kiev, lo spettacolo dei Campionati Mondiali di Ginnastica Ritmica.

Ad aprire la rassegna iridata è toccato, il 28 agosto, alle individualiste del cerchio e della palla.

Nella prima delle due finali, si è imposta la beniamina del pubblico di casa, Ganna Rizatdinova, che ha preceduto le russe Yana Kudryatseva e Margarita Manun.

Nella palla, l’ucraina, penalizzata dalla perdita dell’attrezzo, si è dovuta accontentare della seconda piazza. L’oro è andato alla Mamun, il bronzo alla bielorussa Melitina Staniouta.

Nella giornata successiva si sono disputate le ultime due finali di specialità individuali. Nelle clavette, vittoria a pari merito delle russe Mamun e Kudryavtseva, mentre Alina Maksimenko ha conquistato la medaglia di bronzo. La Kudryavtseva ha concesso il bis nel nastro, precedendo la Rizatdinova e la Staniouta.

Al termine delle quattro prove individuali, le 24 migliori classificate hanno ottenuto il pass per la finale del concorso generale individuale che ha incoronato, quale nuova regina della ritmica, Yana Kudryavtseva.

La sedicenne moscovita, che raccoglie così l’eredità della straordinaria Evgenia Kanaeva, ha sopravanzato la Rizatdinova e la Staniouta. La perdita del nastro ha compromesso la prova della Mamun che si era qualificata alla finale con il miglior punteggio.

Dall’atto conclusivo erano rimaste fuori le due ginnaste azzurre: Veronica Bertolini ed Alessia Russo, autrici, comunque, di una buona performance.

Per l’Italia, come di consueto, le soddisfazioni sono arrivate dalla prova a squadre. Nel concorso generale, le farfalle azzurre (Marta Pagnini, Andreea Stefanescu, Camila Bini, Chiara Ianni, Camilla Patriarca e Valeria Schiavi) hanno conquistato una splendida medaglia d’argento, chiudendo alle spalle della Bielorussia e davanti alla Russia.

Condividi/Salva

Olimpiadi: bronzo nella ginnastica ritmica

Elisa Santoni, Elisa Blanchi – entrambe alla terza esperienza olimpica -, Romina Laurito, Anzhelika Savrayuk, Andreaa Stefanescu, Marta Pagnini sono le sei farfalle della ginnastica ritmica, allenate da Manuela Maccarani che, con il bronzo conquistato pomeriggio,  confermano ai vertici mondiali di una delle discipline più appassionanti.

A distanza di otto anni, la ginnastica ritmica italianatorna su un podio olimpico, dopo il furto che le  azzurre subirono a Pechino, dove rimasero fuori dalle prime posizioni, a causa di un giudizio tecnicamente incomprensibile che favorì le padrone di casa.

Ad Atene fu argento;  oggi, invece, le azzurre, tre volte campionesse del mondo, si sono dovute “accontentare” del terzo posto, alle spalle della Russia e della Bielorussia.

Dopo aver chiuso la prima rotazione, quella che ha visto le atlete impegnate con le cinque palle, al secondo posto, le atlete italiane hanno perso una posizione nel secondo esercizio (2 cerchi e 3 nastri), a causa della perdita e conseguente fuoriuscita di un attrezzo.

(nella foto, tratta dal sito www.spoletocity.com, Andreea Stefanescu)

Condividi/Salva

Mondiali di ginnastica ritmica: oro per le farfalle azzurre

Ennesimo grande risultato per le farfalle della ginnastica ritmica che, ai mondiali in corso di svolgimento a Montpellier, hanno vinto il terzo titolo iridato consecutivo nel concorso generale a squadre.

Le azzurre: Elisa Bianchi, Elisa Santoni, Angelika Savrayuk, Romina Laurito, Andrea Stefanescu e Marta Pagnini hanno ottenuto un punteggio finale 55.150, che le ha permesso di sopravanzare le campionesse olimpiche della Russia e la Bulgaria.

Grazie a questo splendido risultato, l’Italia della ginnastica ritmica accede direttamente alle Olimpiadi di Londra.

Condividi/Salva
Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it