Articoli marcati con tag ‘eleonora piacezzi’

Nove giocatrici della Torres femminile impegnate con le Nazionali, al via la Cyprus Cup

La serie A di calcio femminile si ferma per dare spazio alle Nazionali. Dalla giornata di oggi 4 marzo al 14 dello stesso mese si disputerà, infatti, la Cyprus Cus.

Per l’imprtante torneo internazionale – che servirà come banco di prova in vista della fase finale dei Cmpionati Europei, in programma in Svezia nel mese di Luglio -, il commissario tecnico, Antonio Cabrini, ha convocato 24 giocatrici, tra le quali figurano ben 6 atlete della Torres femminile: Sandy Iannella, Raffaella Manieri, Giorgia Motta, Patrizia Panico, Daniela Stracchi, Elisabetta Tona.

Le azzurre, classificatesi al terzo posto nella passata edizione, esordiranno il 6 marzo contro l’Inghilterra, due giorni dopo affronteranno la Nuova Zelanda e l’11 marzo dovranno vedersela con la Scozia.

All’importante competizione parteciperanno anche Gaelle Thalmann e Sandy Maendly che vestiranno la maglia della Svizzera. Eleonora Piacezzi, invece, sarà impegnata in Spagna, per il Torneo La Manga, con la Nazionale under 19.

Condividi/Salva

Prima convocazione in Nazionale maggiore per Eleonora Piacezzi

Dal 17 al 20 febbraio si terrà uno stage della Nazionale di calcio femminile, che servirà come preparazione in vista del prossimo impegno delle azzurre, la “Cyprus Cup”, manifestazione che si svolgerà dal 6 al 13 marzo.

Il commissario tecnico, Antonio Cabrini, ha selezionato 24 atlete, tra le quali figurano sette giocatrici della Torres femminile: Raffaella Manieri, Giorgia Motta, Elisabetta Tona, Patrizia Panico, Sandy Iannella, Daniela Stracchi e la giovanissima Eleonora Piacezzi, alla prima convocazione nella Nazionale maggiore: un giusto riconoscimento per una giocatrice che, alla prima stagione in maglia rossoblu, sta mettendo in mostra grandi qualità tecniche.

Condividi/Salva

Vittoria della Torres femminile con il Grifo Perugia, Eleonora Piacezzi assoluta protagonista

Come era facilmente pronosticabile alla vigilia, la Torres femminile ha espugnato il campo del Grifo Perugia e continua così la sua marcia in testa alla classifica del campionato di serie A di calcio femminile.

Le rossoblu si sono imposte con il punteggio di 0 a 3 al termine di una partita dominata per lunghi tratti. L’assoluta protagonista della gara è stata Eleonora Piacezzi, che ha messo a segno una doppietta, confermando di avere un fiuto del gol eccezionale per un difensore.

Le umbre hanno provate a tenere il passo delle quotate avversarie solo nei primi minuti di gioco, poi le ragazze allenate da Manuela Tesse hanno preso il sopravvento, sbloccando il risultato al 29′ con Silvia Fuselli, abile a insaccare sugli sviluppi di un corner.

Il gol ha dato ulteriore slancio alle sassaresi che, cinque minuti più tardi, hanno raddoppiato, con la Piacezzi, sempre su azione d’angolo.

La stessa giocatrice, nel corso di una ripresa povera di emozioni, ha chiuso i conti, sfruttando al meglio un preciso assist su punizione della Fuselli.

Tabellino

Grifo Perugia: Monsignori, Marchesi (dal 68′ Parise), Cianci, Fiorucci, Saravalle, (dal 75′ Ferretti), Bardellini, Natalizi, Proietti, Pugnali, Marinelli, Migliorini. All. Roscini. A disposizione: Cucchiarini, Santacroce, Ceccarelli, Pederzoli.

Torres femminile: Criscione, Manieri, Motta, Stracchi, Tona, Fuselli (dal 81′ Campesi), Costi (dal 46′ Maglia), Maendly, Panico, Piacezzi (dal 77′ Bartoli), Iannella. All.Tesse. A disposizione: Thalmann, Pinna.

Arbitro: signor Carbonari della sezione di Roma

Reti: 29′ Fuselli, 34′ e 72′ Piacezzi

Condividi/Salva

Nazionale under 19: convocate Eleonora Piacezzi e Giorgia Casula

Il coordinatore delle squadre nazionali femminili giovanili, Corrado Corradini, ha convocato 20 calciatrici per il raduno della Nazionale under 19, in programma dal 27 al 30 dicembre presso il Mancini Park Hotel di Roma. Nell’elenco delle atlete selezionate figurano due atlete della Torres femminile: Eleonora Piacezzi e Giorgia Casula.

Condividi/Salva

La Torres femminile vince con il Chiasellis e allunga in testa alla classifica, Eleonora Piacezzi realizza il primo gol con la maglia rossoblu

Questo pomeriggio si è giocato, al Vanni Sanna, il recupero dell’ottava giornata della serie A di calcio femminile tra la Torres e il Chiasellis. L’incontro si è chiuso con la vittoria per 3 a 0 della compagine rossoblu, che porta così a 4 i punti di vantaggio sulla seconda in classifica, il Tavagnacco.

Iniziamo col dire che non è stata una bella partita, con le ospiti che, dopo aver mostrato una certa intraprendenza nei primi minuti di gioco, hanno pensato, nel prosieguo della gara, esclusivamente a difendersi, e con le ragazze allenate da Manuela Tesse che stanno iniziando a sentire la stanchezza per i tanti impegni ravvicinati.

Poche le emozioni nelle prime fasi di gioco, poi al 25′ è entrata in scena la Panico, che ha servito un perfetto assist alla Fuselli, la quale si è vista respingere la conclusione dall’estremo difensore ospite. Sul conseguente calcio d’angolo è arrivata la rete del vantaggio della Torres, realizzata in mischia dalla Maglia.

Nei  minuti successivi, le giocatrici di casa hanno continuato a spingere e, al 39′, hanno raddoppiato con la Panico che ha trasformato un rigore, concesso per un fallo ingenuo di un difensore del Chiasellis.

Nella ripresa, pur dovendo recuperare due reti di svantaggio, la compagine ospite non ha cambiato il proprio atteggiamento tattico, anzi sono state ancora le rossoblu a spingere alla ricerca del terzo gol, che è arrivato al 63′: ad andare a segno è stata Eleonora Piacezzi – alla prima rete con la maglia della Torres – che ha centrato la porta con un preciso colpo di testa da distanza ravvicinata. Nel finale, la compagine sassarese è andata vicina alla segnatura in un paio di occasioni, ma il punteggio è rimasto invariato.

Torres femminile: Thalmann, Piacezzi, Motta, Stracchi, Tona, Fuselli (dall’84′ Casula), Domenichetti, Maendly (dal 72′ Pinna), Panico, Maglia, Iannella (dal 46′ Iannella). All. Tesse. A disposizione: Criscione, Carboni, Campesi.

Chiasellis: Blancuzzi, Cencig (dal 70′ Desinato), Virgili, Milenkovic, Donghi, Soro (dall’89′ Degano), Zganec, Sardu, Cester (dal 76′ Simionato), Vecchiarello,  Del Prete. All. Lizzi. A disposizione: Baradel.

Reti: 25′ Maglia, 39′ Panico (r), 63′ Piacezzi.

Arbitro: signor Ruggero della sezione di Roma

Condividi/Salva

Eleonora Piacezzi, una delle giovani più promettenti del calcio femminile italiano

La Torres femminile – società che sta dominando la scena del calcio femminile italiano e che punta a fare grandi cose a livello continentale, avendo raggiunto i quarti di finale della Uefa Women’s Champions League – ha iniziato a pensare al futuro e, nel corso dell’ultima estate, ha fatto arrivare a Sassari uno dei talenti più brillanti e promettenti dell’intero movimento, il difensore Eleonora Piacezzi.

L’atleta di origini lombarde, classe 1995, ha iniziato a giocare a calcio a 5 anni, insieme al fratello gemello. Fino all’età di 12 anni ha giocato con i maschi nella squadra del suo paese natale, poi è passata nell’Atalanta femminile, società tra le cui fila ha militato fino alla scorsa stagione prima di fare il grande salto nella Torres femminile.

Eleonora, ci dici cosa hai provato quando hai ricevuto la chiamata della Torres femminile?

“Mi aveva avvisato un dirigente dell’Atalanta che c’era un interessamento da parte della Torres nei miei confronti. Non posso nascondere di aver provato, quando ho ricevuto la notizia, un immenso piacere. Poi, quando ho ricevuto la chiamata del dirigente, Michele Dettori, ho deciso subito di accettare e di intraprendere quest’avventura”.

Come è stato l’impatto con la nuova realtà?

“Rispetto all’esperienza precedente è cambiato tutto, qui c’è una dimensione totalmente professionistica, basti dire che ci alleniamo tutti i giorni. Credo siano poche le squadre che, anche in serie A, lo facciano. Ho trovato un bellissimo ambiente, le compagne più esperte non hanno alcun problema a dare consigli a noi giovani e poi l’allenatrice ci coinvolge e ci fa sentire parte integrante del progetto”

E a tal proposito sei stata tra le protagoniste della vittoriosa gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions con il Cluj

“Non pensavo nemmeno di essere convocata per quella partita, invece sono stata addirittura inserita nell’undici titolare. Per fortuna è andato tutto in maniera perfetta grazie anche alle mie compagne che hanno fatto di tutto per farmi rendere al meglio”.

Ormai sei abituata alla ribalta internazionale, visto che, di recente, sei stata convocata nella Nazionale under 19, impegnata nelle qualificazioni agli europei di categoria, ci dici quali sono le tue sensazioni dopo questa esperienza?

“Anche in questo caso non pensavo di essere convocata, soprattutto dopo l’esperienza non del tutto positiva con l’under 17, invece il commissario tecnico, Corradini, ha creduto in me. Le cose sono andate benissimo sia per quel che riguarda il gruppo nel suo complesso sia a livello personale (Eleonora ha segnato nella sfida con il Kazakistan, vinta 6 a 0, il suo primo gol con la maglia azzurra, ndr).

Torniamo a parlare di te, come si vive lontano da casa a 17 anni?

“Il fatto di stare lontano da casa ha fatto sì che aumentassero le mie responsabilità e questo credo che mi aiuterà a crescere come persona”.

E a Sassari come ti trovi?

“Per quanto mi riguarda, arrivando da Milano, la città è piccola, comunque è abbastanza tranquilla e c’è il minimo indispensabile”.

La Torres femminile sta facendo incetta di successi, ma la città nel suo complesso, fatta eccezione per i fedelissimi e per qualche evento particolare, sembra seguire le vostre imprese con ingiustificato distacco, che idea ti sei fatta a proposito?

“Il problema è generale e non è limitato alla sola città di Sassari. Il fatto è che il mondo del calcio, in Italia, è maschilista e la considerazione per le donne che praticano questo sport è praticamente pari a zero. Faccio un esempio, il presidente dell’Atalanta maschile, Percassi, voleva rilevare la femminile, ma gli ultras si sono ribellati e, alla fine, la cosa non è andata in porto. Dico questo per far capire come viene considerato il calcio femminile in Italia”.

E cosa si potrebbe fare per cambiare lo stato delle cose?

“Il cambiamento deve partire da noi atlete, lodevole da questo punto di vista è il lavoro che sta portando avanti Patrizia Panico”.

Il futuro del calcio femminile nel nostro Paese, aggiungiamo noi, dipenderà anche dalla tenacia, dalla passione e dalla voglia di lottare delle giocatrici giovani e di valore, come Eleonora.

Condividi/Salva

Eleonora Piacezzi, una giovane di talento arriva alla Torres femminile

Arriva dall’Atalanta l’ultimo rinforzo per la Torres femminile: stiamo parlando di Eleonora Piacezzi, difensore centrale di grandi prospettive, che avrà la possibilità di continuare il suo percorso di crescita, giocando al fianco di campionesse come Tona, Panico e Manieri.

Nel settore giovanile orobico, uno dei migliori a livello nazionale, la Piacezzi è stata allenata da una vecchia conoscenza della società sassarese, Samantha Ceroni, pronta a giurare sulle qualità della giocatrice nata a Treviglio il 9 novembre del 1995, che appare, a tutti gli effetti, destinata a una carriera di alto livello.

Eleonora Piacezzi, prima di arrivare all’Atalanta, ha militato in due squadre maschili del suo paese natale: la Pierino Ghezzi e la Trevigliese.

Vista la giovanissima età, la giovane lombarda dividerà il suo tempo tra il campo di gioco e lo studio. A Sassari frequenterà l’istituto Alberghiero. E’, inoltre, impegnata nel sociale, in quanto svolge attività di assistenza in una casa di riposo per anziani.

(foto tratta dal sito www.torrescalciofemminile.it)

Condividi/Salva
Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it