Articoli marcati con tag ‘dinamo sassari’

Seconda vittoria in Champions League per la Dinamo

“Poca gente, bella festa”: nulla, meglio di questo vecchio adagio popolare, racconta, dall’atmosfera al risultato, quanto accaduto oggi al PalaSerradimigni, dove i biancoblù, davanti a pochi fedelissimi, hanno conquistato il secondo successo consecutivo in Champions League, sconfiggendo col punteggio di 95 a 75 i belgi del Charleroi. 

L l’impianto di Piazzale Segni, partita dopo partita, sta diventando sempre più un fortino, ed è questa una costante positiva, che fa ben sperare in prospettiva futura, al pari delle prestazioni di due individualità che, partita dopo partita, stanno sempre più diventando fattori fondamentali in questa squadra, cioè Stipcevic e Monaldi: quest’ultimo, soprattutto, ha dimostrato una personalità da veterano, mentre il croato merita la palma di migliore in campo. Un ruolo decisivo nel successo della Dinamo lo hanno avuto anche Savanovic e Johnson Odom.

L’esterno, nonostante abbia mostrato nel corso della partita, il meglio e il peggio del suo repertorio, è risultato fondamentale nei momenti più difficili  della contesa, in particolare all’inizio del terzo periodo, quando Charleroi, sfruttando un momento di appannamento dei sassaresi, era riuscita a mettere la testa avanti, sul 39 a 40. Poi, trascinati dal loro esterno, i biancoblù sono stati abili a rimettere le cose a posto e nell’ultimo periodo, hanno piazzato, a suon di triple, i colpi del ko. Resta, alla fine, il successo roboante, il secondo consecutivo dopo quello con Pesaro in campionato, ma non è tutto oro quello che ha luccicato:  troppi, infatti,  i passaggi a vuoto poi, nonostante i venti punti di scarto, resta, nella mente,  l’impressione di una pratica che, con molta probabilità, poteva essere archiviata con maggiore anticipo, e, negli occhi,  l’immagine di un PalaSerradimigni, desolatamente semivuoto, ma, come più volte ribadito, gli assenti non hanno mai ragione!

Tabellino

Dinamo Sassari – Charleroi 95 – 75

Dinamo Sassari:Johnson Odom 22, Lacey 9, Devecchi 2, D’Ercole, Sacchetti 1, Lydeka 10, Savanovic 18, Carter 12, Stipcevic 14, Olaseni 4, Ebeling, Monaldi 3. All. Federico Pasquini.

Proximus Charleroi: Libert 3, Fusek, Lambot, Marnegrave, Harris 3, Richardson 14, Gaudoux 10, Bowman 17, Shepherd 5, Kemp, Davis 23. All. Fulvio Bastianini

 

Condividi/Salva

Tutto facile per la Dinamo contro Pesaro

Ha perso le partite che, almeno sulla carta, poteva perdere e ha vinto quelle che doveva vincere: si può così riassumere l’andamento della Dinamo in queste prime giornate di una serie A di basket dal livello non certo esaltante. Oggi i biancoblù sono usciti da un momento non felice dal punto di vista del gioco e dei risultati, dinamo-pesaroconquistando la terza vittoria consecutiva al PalaSerradimigni, dove hanno sconfitto col punteggio di 86 a 59 una VL Pesaro, troppo brutta per essere vera, come brutta, dal punto di vista prettamente tecnico e stilistico, è stata l’intera partita. Il destino della stessa è parso segnato fin dai primi minuti, quando una serie di triple mortifere di Carter ha permesso ai biancoblù di incanalare subito la sfida dalla loro parte. Poi, per tutta la prima parte della gara,  i sassaresi hanno continuato a martellare il canestro con regolarità, favoriti dalla giornata di scarsa vena dei marchigiani, i quali, soprattutto nel secondo periodo, ne hanno combinato ”di tutti i colori”, mostrando un atteggiamento troppo permissivo. E i ragazzi di coach Pasquini, pur non facendo nulla di trascendentale, hanno avuto vita facile e sono riusciti a portare a casa una vittoria facile e, allo stesso tempo, rigenerante in vista della prossima sfida europea, contro il Charleroi.

Tabellino

Dinamo Sassari – Pesaro 86 – 59

Dinamo Sassari. Johnson Odom 11, Lacey 12, Devecchi 3, D’Ercole , Sacchetti , Lydeka 9, Savanovic 12, Carter 16, Stipcevic 18, Olaseni 2, Ebeling, Monaldi 3. All. Federico Pasquini.

Pesaro. Fields 4, Gazzotti 2, Cassese, Thornton21, Jasaitis 7, Ceron 4, Bocconcelli, Jones 8, Serpilli, Nnoko 4, Zavackas 5, Harrow 4. All. Piero Bucchi

 

Condividi/Salva

Champions League amara per la Dinamo: biancoblù sconfitti in Ungheria

Eurolega, Eurocup o Champions League: cambia la forma, ma non la sostanza per la Dinamo, che oggi ha rimediato l’ennesima “figuraccia” continentale, cadendo, per ildinamo secondo anno consecutivo, sul campo dello Szolnoki Olaj, formazione non certo di alta levatura, che ha approfittato di una seconda parte totalmente deficitaria, dei biancoblù, I quali, oggi in versione biancoverde, hanno completato l’opera, sportivamente nefasta, gestendo, nel peggiore dei modi, i palloni caldi nel finale di gara, che ha premiato gli ungheresi, che si sono imposti con il punteggio di 73 a 72. A regalare il successo ai magiari è stato il canestro dalla media, negli ultimi infuocati secondi di gara, di Wittman, che è valso ai padroni di casa il 73 a 71, prima che i sogni di pareggio della Dinamo si infrangessero sul libero sbagliato di Lydeka.  Ma la Dinamo, lo ribadiamo, la partita l’aveva persa molto prima, quando non aveva saputo gestire il vantaggio di otto lunghezze (36 a 44), maturato al termine dei primi due quarti, perché vittima di problemi, che paiono ormai strutturali, in cabina di regia e sotto le plance.

Tabellino

Szolnoki Olaj – Dinamo Sassari 73 – 72

Szolnoki Olaj. Barnies, 3, Wright 10, Eiligsfeld 4, Wittman 5, Vojvoda 19, Toth 8, Rudner, Borisov 11, Popovic 13,Csak. All. Ivkovic.

Dinamo Sassari. Johnson Odom 12, Lacey 11, Devecchi, D’Ercole, Sacchetti, Lydeka 7, Savanovic 6, Carter 14, Stipcevic 15, Olaseni 7, Ebeling, Monaldi . All. Federico Pasquini.

Condividi/Salva

Brusco stop della Dinamo contro Cantù!

Nel basket, le cifre non dicono sempre tutto, ma spiegano molte cose: e oggi un dato, più di ogni altro, spiega in maniera inequivocabile lo strapotere di Cantù che al PalaDesio ha sconfitto per 90 a 69 la Dinamo, che resta inchiodata a quattro punti e deve rimandare l’appuntamento dinamocol primo successo della stagione. E il dato di cui parliamo è il conto dei rimbalzi. Il 45 a 27, nel computo finale, ha certificato lo strapotere fisico e atletico dei brianzoli. Limitare, però, la sconfitta odierna a questo particolare, seppur importante, o cercare giustificazioni nell’assenza di Lydeka sarebbe però riduttivo, perché oggi sono tante, troppe le cose che non hanno funzionato. In primis, la difesa: e le vittorie, contro la Leonessa Brescia e i polacchi dello Zielona Gora, hanno dimostrato quanto questo aspetto sia fondamentale per sopperire a qualche lacuna, dal punto di vista del talento individuale, che appare evidente in seno al gruppo affidato alle cure di coach Pasquini. Se poi aggiungiamo, a quanto detto, il fatto che la squadra era poco presenta dal punto di vista dell’atteggiamento, come dimostrano i due tecnici che hanno frenato l’ultimo velleitario tentativo di riaprire i giochi, e che due uomini del quintetto, Lacey e Carter, hanno letteralmente bucato la serata, non ci resta altro da dire se non sperare che si sia trattato della classica giornata storta. Ora i biancoblù voleranno in Ungheria per il secondo turno della Champions League: e già in quell’occasione è lecito attendersi una pronta risposta da parte di Devecchi e compagni!

Tabellone:

Dinamo – Cantù 90 -69

Cantù. Baparapè, Parrillo, Laganà, Pilepic 20, Waters 8, Callahan, Kariniauskas , Darden17, Quaglia, Travis 14, Johnson 15, Lawal 16. All. Rimas Kurtinaitis

Dinamo Sassari. Johnson Odom 11, Lacey 6, Devecchi 5, D’Ercole, Sacchetti 4, Lydeka, Savanovic 13, Carter, Stipcevic 13, Olaseni 17, Ebeling, Monaldi. All. Federico Pasquini.

Condividi/Salva

La Dinamo “abbatte” la Leonessa Brescia: vittoria per 96 a 73 al PalaSerradimigni

In partite come queste, c’è solo un rischio: la sottovalutazione dell’avversario. Per fortuna i biancoblù non sono caduti in questa trappola e hanno chiuso la contesa odierna con la Leonessa Brescia con una netta vittoria per 96 a 73: punteggio esemplificativo della netta superiorità dei ragazzi di coach Pasquini, i quali hanno faticato solo nel primo periodo, che si è chiusi con i lombardi, apparsi per la verità ben poca cosa, in vantaggio per 21 a 22.foto-dinamo

Dal quel momento, per la Leonessa, le luci si sono spente e il prosieguo della gara si è trasformato un monologo dei sassaresi, la bontà della cui prestazione, a prescindere dal valore dell’avversario,  si può facilmente evincere da un dato: i 24 assist di squadra, che spiegano più di ogni altra cosa la voglia di lottare e di vincere insieme. Poi tutti i singoli hanno fatto la loro parte. La prima citazione la merita Monaldi, protagonista di un esordio brillante impreziosito da un canestro di ottima fattura. Sugli scudi anche Brian Sacchetti, che ha chiuso la sua prestazione con una “quasi tripla doppia, e Olaseni, uno degli attori principali, con i suoi 10 punti, del break che ha permesso, nel secondo quarto, ai sassaresi di prendere in mano le redini del gioco, gestito poi con relativa tranquillità fino al suono finale della sirena. Ma, dato il giusto merito ai singoli, quella odierna, lo ribadiamo, è stata la vittoria del gruppo, come ribadiamo che collettivo e difesa siano le armi migliori per provare a fare strada!

Dinamo Sassari. Johnson Odom 13, Lacey 11, Devecchi, D’Ercole 2, Sacchetti 7, Lydeka 7, Savanovic 19, Carter 12, Stipcevic 8, Olaseni 13, Ebeling, Monaldi 4. All. Federico Pasquini.

Leonessa Brescia:Moore 9, Passera 2, Berggren10 , Cittadini 2, Bruttini, Vitali L. 9, Laundry 19, Vitali M. 11, Moss 8, Bushati 3. All. Andrea Diana

Condividi/Salva

Buona la prima per la Dinamo: vittoria per 78 a 72 contro Varese

Più col cuore che con la tecnica, più con la difesa che con l’attacco: c’è tanto da lavorare, tanti difetti da limare, ma nello sport per “curare i mali” non c’è medicina migliore della vittoria. E oggi la Dinamo ha superato il primo ostacolo ufficiale della stagione, imponendosi al PalaSerradimigni per 78 a 72 su una Varese, mai doma, come ha dimostrato nell’ultimo quarto, quando grazie al contributo del suo asse play – pivot, Maynor – Anosike, era riuscita a risalire dal  – 14 (61 a 47) al – 4 (68foto-dinamo a 64). Decisivo, in quel frangente, è stato il parziale di 9 a 0, firmato da Carter e Odom, le cui giocate hanno incanalato definitivamente la gara dalla parte dei ragazzi di coach Pasquini.

Il resto della partita ha raccontato di un Sacchetti in versione MVP e di un gruppp ancora in fase di rodaggio, come dimostrano i tanti tiri aperti sbagliati, l’eccessivo ricorrere al tiro dalla lunga distanza e la scarsa incisività dei lunghi, anche se Olaseni ha dato un buon contributo a rimbalzo. Nonostante tutte le problematiche evidenziate, i sassaresi sono stati abili a rimanere sempre sul pezzo, mostrando il giusto atteggiamento, quello che fa vincere le partite anche quando non si è  brillanti dal punto di vista del gioco, come accaduto nella serata odierna.

Tabellino

Dinamo – Varese 78 – 72

Dinamo Sassari. Johnson Odom 18, Lacey 9, Devecchi, D’Ercole, Sacchetti 16, Lydeka 2, Savanovic 6, Carter 14, Stipcevic 9, Olaseni 4, Ebeling, Monaldi. All. Federico Pasquini.

Varese. Anosike 15, Maynor 12, Avramovic 4, Pelle 6, Bulleri, Cavaliero 5, Campani 3, Kangur 6, Canavesi, Ferrero, Eyenga 10, Johnson 11. All. Paolo Moretti.

Condividi/Salva

I giocatori della Dinamo hanno partecipato all’inaugurazione del primo tratto della pista ciclabile

C’erano anche i giocatori della Dinamo, accompagnati da coach Federico Pasquini e dal presidente Stefano Sardara, al “battesimo” ufficiale del primo tratto della pista ciclabile. La realizzazione della quale è stata ed è ancora accompagnata da contestazioni e proteste, che hanno caratterizzato, da parte soprattutto dei commercianti di viale Italia, anche la giornata inaugurale, alla quale, oltre ai “giganti biancoblù”, hanno partecipato anche i bambini delle Scuole Elementari di San Giuseppe e della Scuola Media n°2, che però hanno percorso il tragitto a piedi, dopo aver dato il via, con un conto alla rovescia, ai non molti ciclisti che, guidati dal Primo Cittadino Nicola Sanna, hanno atraersato viale Italia,  via Sardegna, via Taddei, via Angioy, viale Mancini, per fare, infine, rientro ai giardini dell’Emicilo Garibaldi.

Condividi/Salva

I numeri di maglia dei giganti della Dinamo tra affetto e tradizione

I dodici giocatori, che compongono il roster della Dinamo, si stanno godendo le giornate di vacanza prima dell’inizio della preparazione, che sarà caratterizzato dal consueto “tour de force” di amichevoli, da vivere tutto d’un fiato in terra sarda, prima del via ufficiale della stagione con i preliminari della Champions League della Fiba.

Il primo passo istituzionale è stato compiuto qualche giorno fa con l’assegnazione dei numeri di maglia ai giocatori biancoblù: il capitano Jack Devecchi, all’undicesima stagione sassarese, rimane fedele al numero 8, al pari degli altri tre riconfermati, Brian Sacchetti (14), Lorenzo D’Ercole (10) e Rok Stipcevic (24).

L’1 sarà il numero di maglia del playmaker Johnson Odom : “Indosso il numero 1 dai tempi del college, l’ho scelto senza pensare, d’istinto. Ho sempre pensato che fosse un numero speciale, semplicemente il migliore

Trevor Lacey non tradisce, invece, il numero 7, con il quale aveva vissuto a Pesaro la sua prima stagione da professionista: “Visto che è stata una buona annata ho pensato di tenerlo anche quest’anno, è una sorta di portafortuna”.

Fedele alla tradizione personale anche Lydeka: “Quando ho iniziato a giocare a basket, nel doposcuola, mi hanno messo a scegliere tra il 15 e il 16: ho scelto il 16 e da quel momento ho sempre cercato di giocare con questo numero”.

Dal 1998 il 20 è il numero di Savanovic “È stato il numero della mia prima stagione come professionista, diciotto anni fa. Ero un rookie e mi hanno fatto scegliere per ultimo: il 20 è diventato il mio numero”.

Josh Carter ha optato per il 23 per omaggiare uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi, Michael Jordan “Sono cresciuto con il numero 23, lo indosso da quando ero piccolino. Durante il liceo e l’università e per la maggior parte della mia carriera professionistica è il numero che ho sempre cercato di avere, anche se la maggior parte delle volte era disponibile. Perché il 23? Per Michael Jordan, ovviamente!

Sul solco della tradizione anche Gabriel Olaseni: ““Al liceo ho scelto il 25 e lo scorso anno ho deciso di tenerlo nella mia prima stagione da professionista. Perché proprio il 25? Semplice, non erano rimasti altri numeri!”.

Michele Ebeling, figlio d’arte, ha deciso di omaggiare il padre, protagonista del basket italiano negli anni ottanta e novanta, scegliendo il numero 31 : ““Mio padre da giovane indossava questo numero ed essendo lui un punto di riferimento e di ispirazione per me ho deciso di copiarlo in tutto!”.

Il 32, infine, sarà il numero di Diego Monaldi: “Sono molto affezionato al numero 32 perché è stato il mio primo numero di maglia, quello che ho vestito alla Virtus Roma quando avevo 12 anni. Muovevo i miei primi passi nel mondo del basket e da quel momento, ogni volta che mi è stato possibile, ho scelto questo numero”.

Condividi/Salva

Pubblicato il calendario della serie A di basket

Nella giornata di ieri la Lega Basket ha ufficializzato il calendario della massima serie del basket italiano per la stagione 2016 – 2017, che prenderà il via il prossimo 2 ottobre. Il campionato della Dinamo inizierà, però, il 9 ottobre con la sfida al PalaSerraddimigni contro Reggio Emilia, avversaria contro la quale era finita l’avventura nei play off della passata stagione, poiché la sfida all’esordio contro Varese è stata posticipata a mercoledì 12 ottobre per i concomitanti impegni delle due squadre nella Champions League, neonata competizione targata Fiba.

Di seguito il calendario completo :

Prima giornata (andata 02/10/16; ritorno 22/10/17): Sidigas Avellino – Auxilium Torino Vanoli Cremona-The Flexx Pistoia Banco di Sardegna Sassari-Openjobmetis Varese (12 ottobre) Enel Brindisi-Dolomiti Energia Trentino Cantu’-Umana Reyer Venezia Consultinvest Pesaro-Germani Brescia Betaland Capo d’Orlando-EA7 Emporio Armani Milano Juvecaerta-Grissin Bon Reggio Emilia

Seconda giornata (09/10/16; 29/01/17): EA7 Emporio Armani Milano-Sidigas Avellino Grissin Bon Reggio Emilia-Betaland Capo d’Orlando Umana Reyer Venezia-Betaland Capo d’Orlando The Flexx Pistoia-Enel Brindisi Dolomiti Energia Trentino-Vanoli Cremona Openjobmetis Varese-Juvecaserta Auxilium Torino-Consultinvest Pesaro Germani Brescia-Cantu’

Terza giornata (16/10/16; 05/02/17): EA7 Emporio Armani Milano-Openjobmetis Varese Sidigas Avellino-The Flexx Pistoia Umana Reyer Venezia-Dolomiti Energia Trentino Vanoli Cremona-Juvecaserta Banco di Sardegna Sassari-Germani Brescia Enel Brindisi-Grissin Bon Reggio Emilia Cantu’-Consultinvest Pesaro Betaland Capo d’Orlando-Auxilium Torino

Quarta giornata (23/10/16; 12/0217): Grissin Bon Reggio Emilia-Umana Reyer Venezia Dolomiti Energia Trentino-Betaland Capo d’Orlando Openjobmetis Varese-Enel Brindisi Cantu’-Banco di Sardegna Sassari Consultinvest Pesaro-Sidigas Avellino Juvecaserta-The Flexx Pistoia Auxilim Torino-Vanoli Cremona Germani Brescia-EA7 Emporio Armani Milano

Quinta giornata (30/10/16; 26/02/17): EA7 Emporio Armani Milano-Juvecaserta Sidigas Avellino-Germani Brescia Umana Reyer Venezia-Vanoli Cremona The Flexx Pistoia-Openjobmetis Varese Banco di Sardegna Sassari-Consultinvest Pesaro Dolomiti Energia Trentino-Grissin Bon Reggio Emilia Enel Brindisi-Auxilium Torino Betaland Capo d’Orlando-Cantu’

Sesta giornata (06/11/16; 05/03/17): Grissin Bon Reggio Emilia-Cantu’ Vanoli Cremona-Enel Brindisi The Flexx Pistoia-Banco di Sardegna Sassari Openjobmetis Varese-Sidigas Avellino Consultinvest Pesaro-Umana Reyer Venezia Juvecaserta-Dolomiti Energia Trentino Auxilim Torino-EA7 Emporio Armani Milano Germani Brescia-Bataland Capo d’Orlando

Settima giornata (13/11/16; 12/03/17): EA7 Emporio Armani Milano-Banco di Sardegna Sassari Sidigas Avellino-Grissin Bon Reggio Emilia Umana Reyer Venezia-The Flexx Pistoia Dolomiti Energia Trentino-Auxilium Torino Enel Brindisi-Germani Brescia Cantu’-Juvecaserta Consultinvest Pesaro-Openjobmetis Varese Betaland Capo d’Orlando-Vanoli Cremona

Ottava giornata (20/11/16; 19/03/17): Grissin Bon Reggio Emilia-Consultinvest Pesaro Vanoli Cremona-EA7 Emporio Armani Milano The Flexx Pistoia-Dolomiti Energia Trentino Banco di Sardegna Sassari-Sidigas Avellino Openjobmetis Varese-Germani Brescia Enel Brindisi-Cantu’ Juvecaserta-Betaland Capo d’Orlando Auxilium Torino-Umana Reyer Venezia

Nona giornata (27/11/16; 26/03/17): EA7 Emporio Armani Milano-The Flexx Pistoia Sidigas Avellino-Enel Brindisi Umana Reyer Venezia-Juvecaserta Banco di Sardegna Sassari-Vanoli Cremona Cantu’-Auxilium Torino Consultinvest Pesaro-Dolomiti Energia Trentino Betaland Capo d’Orlando-Openjobmetis Varese Germani Brescia-Grissin Bon Reggio Emilia

Decima giornata (04/12/16; 02/04/17): Grissin Bon Reggio Emilia-Betaland Capo d’Orlando Sidigas Avellino-Umana Reyer Venezia Vanolo Cremona-Consultinvest Pesaro The Flexx Pistoia-Auxilium Torino Dolomiti Energia Trentino-EA7 Emporio Armani Milano Openjobmetis-Cantu’ Enel Brindisi-Banco di Sardegna Sassari Juvecaserta-Germani Brescia

Undicesima giornata (11/12/16; 09/04/17): Umana Reyer Venezia-EA7 Emporio Armani Milano Banco di Sardegna Sassari-Dolomiti Energia Trentino Openjobmetis Varese-Grissin Bon Reggio Emilia Cantu’-Sidigas Avellino Consultinvest Pesaro-Enel Brindisi Betaland Capo d’Orlando-The Flexx Pistoia Auxilium Torino-Juvecaserta Germani Brescia-Vanoli Cremona

Dodicesima giornata (18/12/16; 15/04/17): EA7 Emporio Armani Milano-Enel Brindisi Umana Reyer Venezia-Germani Brescia Vanoli Cremona-Sidigas Avellino The Flexx Pistoia-Cantu’ Dolomiti Energia Trentino-Openjobmetis Varese Betaland Capo d’Orlando-Banco di Sardegna Sassari Juvecaserta-Consultinvest Pesaro Auxilium Torino-Grissin Bon Reggio Emilia

Tredicesima giornata (27/12/16; 23/04/17): Grissin Bon Reggio Emilia-EA7 Emporio Armani Milano Sidigas Avellino-Betaland Capo d’Orlando Banco di Sardegna Sassari-Auxilium Torino Openjobmetis Varese-Umana Reyer Venezia Enel Brindisi-Juvecaserta Cantu’-Vanoli Cremona Consultinvest Pesaro-The Flexx Pistoia Germani Brescia-Dolomiti Energia Trentino

Quattordicesima giornata (02/01/17; 30/04/17): EA7 Emporio Armani Milano-Consultinvest Pesaro Umana Reyer Venezia-Banco di Sardegna Sassari Vanoli Cremona-Openjobmetis Varese The Flexx Pistoia-Grissin Bon Reggio Emilia Dolomiti Energia Trentino-Cantu’ Betaland Capo d’Orlando-Enel Brindisi Juvecaserta-Sidigas Avellino Auxilium Torino-Germani Brescia

Quindicesima giornata (08/01/17; 07/05/17): Grissin Bon Reggio Emilia-Vanoli Cremona Sidigas Avellino-Dolomiti Energia Trentino Banco di Sardegna Sassari-Juvecaserta Openjobmetis Varese-Auxilium Torino Enel Brindisi-Umana Reyer Venezia Cantu’-EA7 Emporio Armani Milano Consultinvest Pesaro-Betaland Capo d’Orlando Germani Brescia-The Flexx Pistoia

Condividi/Salva

Ufficializzato il programma della pre season biancoblù

Il primo impegno ufficiale della Dinamo, per la stagione 2016 – 2017, è fissato per il 27 settembre, quando i biancoblù affronteranno i danesi del Bakken Bears per l’andata del primo turno preliminare della Champions League, nuova competizione continentale targata Fiba. Prima, però, ci sarà un antipasto fatto di tante amichevoli di lusso, da vivere, come nelle precedenti stagioni, in tutta la Sardegna.

Di seguito il calendario completo della preseason biancoblù:

22 agosto– Inizio ritiro GeoVillage

26 agosto– Welcome Day: presentazione del roster 2016/2017 ai media al GeoVillage.

3-4 settembre: IV Torneo GeoVillage (GeoPalace)

Dinamo Banco di Sardegna, Sidigas Avellino, Juve Caserta e Hapoel Gerusalemme

7 settembre- Amichevole a Padru

Dinamo Banco di Sardegna vs Sidigas Avellino

11 settembre – Torneo “Città di Sassari-Mimì Anselmi” (PalaSerradimigni)

Dinamo Banco di Sardegna vs Galatasaray Istanbul

13 settembre – Amichevole a Nuoro

Dinamo Banco di Sardegna vs Galatasaray Istanbul

16-17 settembre – International Basketball Tournament “City of Cagliari” (PalaRockefeller)

Dinamo Banco di Sardegna, Alba Berlino, Galatasaray Istanbul e Laboral Kutxa Vitoria Gasteiz

Condividi/Salva
Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it