Articoli marcati con tag ‘cuneo’

Inizia male l’avventura della Torres nel campionato di Seconda Divisione, il Cuneo passa con pieno merito al Vanni Sanna

Se il buonn giorno si vede dal mattino c’è poco da stare allegri. La Torres ha iniziato la sua nuova avventura tra i professionisti con una sconfitta per 1 a 3 contro il Cuneo, formazione allenata da un tecnico emergente, quale è Andrea Sottil, che presenta un bel mix tra giovani di qualità ed atleti di provata esperienza.

Al cospetto di una squadra ben organizzata somo emersi tutti i difetti della compagine sassarese, che non è riuscita a regalare la prima soddisfazione ai propri sostenitori e al presidente Domenico Capitani, presente allo stadio e accolto da un tiepido applauso.

Il 4 -3 – 3, modulo caro a mister D’Adderio, è risultato poco incisivo: gli esterni d’attacco, Pagliaroli e Angelilli, non hanno mai saltato l’uomo e non hanno mai accompagnato l’azione dell’attaccante Bonvissuto, il quale, isolato, è rimasto in balia della difesa avversaria e ha, inoltre, avuta la colpa di non sfruttare, nel migliore dei modi, l’unica occasione da gol capitatagli.

Il trio di centrocampo, reparto nel quale manca un uomo che organizzi il gioco, non costruisce e non fa il necessario filtro. Di ciò ha pagato le conseguenze la retroguardia che ha, per lunghi tratti della gara, sofferto le iniziative degli attaccanti avversari.

Qualche perplessità inizia a destarla anche l’estremo difensore Trini, apparso fuori consizione, insicuro con i piedi e colpevole in occasione della seconda rete del Cuneo.

In avvio di gara, le due compagini si sono affrontate prevalentemente sulla mediana. Poi, con il passare dei minuti, gli ospiti hanno preso in mano le redini del gioco e al 20′ si sono resi pericolosi con un’iniziativa sulla fascia sinistra di Gonzi, sventata dal difensore Agius, uno dei pochi a salvarsi dal disastro generale.

Al 23′, l’ottimo Marco Cristini ha servito un ottimo pallone a Fanucchi, il quale ha calciato da ottima posizione senza riuscire a superare l’estremo difensore sassarese.

Mentre i giocatori locali non riuscivano a costruire trame di gioco, gli ospiti continuavano a premere e, al 36′, passavano meritatamente in vantaggio con Martini, il quale, dopo aver raccolto un lancio, si è liberato della marcatura di Sentinelli e ha mantenuto la freddezza necessaria per superare il portiere Trini che, in precedenza, aveva sventato un pericoloso diagonale di Maimone.

La storia della partita, il cui esito senbrava scontato dopo il primo tempo, sembrava cambiare in avvio di ripresa, quando Pagliaroli ha sfruttato un’indecisione della retroguardia piemontese e ha depositato la palla alle spalle dell’ottimo portiere piemontese, Anacoura.

Il gol ha rivitalizzato i rossoblu, i quali, per alcuni minuti, hanno spinto con maggiore insistenza, ma i ragazzi di Sottil hanno continuato a difendersi con ordine e a pungere in contropiede.

L’episodio che ha fatto sì che la partita girasse definitivamente dalla parte della compagine ospite è arrivato al 67′, quando il direttore di gara ha concesso ai piemontesi un calcio di punizione. Sul pallone si è portato il difensore Mucciante, la cui conclusione ha beffato Trini, nell’occasione, come detto in precedenza, non del tutto esente da colpe.

Il tecnico D’Adderio ha provato a dare la scossa ai suoi, inserendo Filippini al posto di Pagliaroli, ma la mossa, che si era rivelata vincente con l’Aprilia, non ha sortito gli effetti sperati.

 I rossoblu si sono resi pericolosi solo in un’unica occasione al 39′, quando Bonvissuto ha costretto, con un tiro dalla distanza, il portiere ospite alla respinta.  La palla è finita poi sui piedi di Bonvissuto che ha calciato sull’esterno della rete.

E’ stato quello l’ultimo lampo dei padroni di casa. Poi, All’89′, il gol di Torri, abile a sfruttare un assist di Fanucchi, ha messo la parola fine a un incontro senza storia, al fine del quale è arrivata una sconfitta che dovrà far riflettere tutto l’ambiente, staff tecnico in primis.

Tabellino

Torres: Trini, Accardo(dal 46′ Madeddu), Cabeccia, Sentinelli, Agius, Bottone, Pagliaroli (dal 70′ Filippini), Bianchi, Bonvissuto, Guerri, Angelilli. All. D’Adderio. A disposizione: Deidda, De Gennaro, De Gol, Pingue e Saba.

Cuneo: Anacoura, Gonzi, Mucciante, Cristini A. (dall’85′ Palazzolo), Donida, Hamlili, Bassi (dak 63′ Antonelli), Maimone,  Cristini M.,Fanucchi, Martini (dal 78′ Torri). All. Sottil. A disposizione: Aleati, Quacquarelli, Falasca, Tempesti.

Arbitro: signor Bertani della sezione di Pisa

Reti: 36′ Martini (C), 48′ Pagliaroli (T), Mucciante (C), 89′ Torri (C)

Condividi/Salva

Inizia il campionato di Seconda Divisione, la Torres riceve la visita del Cuneo

L’ultima partita casalinga, tra i professionisti, della Torres risale al 27 aprile del 2008, giornata in cui la compagine sassarese ospitò il Pegocrema. La gara terminò sull’1 a 1. A realizzare la rete della formazione rossoblu fu Iadaresta.

Poi, dopo la trasferta di Ivrea, venne l’inferno dei campionati dilettantistici, che sono comunque serviti a rafforzare la passione e l’amore dei veri tifosi verso la loro squadra del cuore.

Le vittorie hanno, stagione dopo stagione, consentito la lenta risalita e cacciato via la polvere dei campi della periferia del calcio.

E ora, dopo cinque lunghi anni, la Torres si appresta a fare il suo esordio nel campionato di Seconda Divisone della Lega Pro.

Revocato lo sciopero, i rossoblu scenderanno in campo domani pomeriggio per affrontare, al Vanni Sanna (fischio d’inizio fissato per le ore 15), il Cuneo, allenato da Andrea Sottil, tecnico emergente con un ottimo curriculum come giocatore, avendo indossato, tra le altre, le maglie della Fiorentina, dell’Atalanta e dell’Udinese.

Dopo le due gare valide per il mini girone della Coppa Italia, entrambe terminate con un risultato positivo (pareggio sul campo dell’Aversa Normanna e vittoria in rimonta sull’Aprilia), i sassaresi, guidati in panchina da mister D’Adderio, puntano a partire con il piede giusto anche in campionato.

Il primo impegno stagionale non si preannuncia agevole per Cabeccia e compagni. Il Cuneo, infatti, ha, in organico, molti giovani interessanti e alcuni elementi che garantiscono solidita ed esperienza. Pertanto, contro una squadra che ha passato il turno in Coppa Italia a discapito dell’Alessandria, i rossoblu dovranno giocare con la giusta concentrazione e dovranno mettere in mostra, dal primo minuto di gioco, la stessa concentrazione vista nel secondo tempo della sfida contro l’Aprilia. (si ringrazia Marcello Demelia per la collaborazione)

Condividi/Salva
Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it