Articoli marcati con tag ‘castiadas’

Pareggio tra Latte Dolce e Castiadas

Si è chiusa con lo stesso risultato della gara di andata, 1 a 1, la sfida tra Latte Dolce e Castiadas, valevole per la ventiquattresima giornata del campionato di Eccellenza Regionale.

Il Castiadas ha confermato di essere squadra di valore, capace di creare difficoltà a qualsiasi avversario. 

I ragazzi allenati da Pierkuigi Scotto, dal canto loro, hanno fatto di tutto per portare a casa l’intera posta in palio, ma non sono stati aiutati dalla fortuna.

Esempificativa, in questo senso, la traversa colpita, nel corso del primo tempo, da Cocco con una staffilata da trenta metri.

Le due reti sono arrivate nella ripresa: a sbloccare il risultato sono stati i ragazzi di Marco Cossu con Viani.

Il Latte Dolce ha riequilibrato il risultato con il bomber Andrea Usai, giunto così alla diciannovesima rete stagionale.

foto tratta dal sito www.lattedolcecalcio.it

Condividi/Salva

Buon pari del Latte Dolce a Castiadas

Il Latte Dolce torna con un punto prezioso dalla difficile trasferta sul campo del Castiadas: l’1 a 1 maturato al termine della partita che si è giocata ieri è frutto di un’ottima prestazione della squadra sassarese, che ha così confermato la bontà del proprio gioco.

In particolare nella prima frazione di gioco, i ragazzi di Pierluigi Scotto si sono espressi al meglio delle loro possibilità, bloccando le iniziative offensive dei giocatori locali e proponendosi in attacco grazie alle iniziative degli esterni.

 Proprio quest’ultimo, al 15′ ha portato in vantaggio la formazione sassarese, ribadendo in porta dopo aver colpito la traversa su cross di Cocco.

I padroni di casa sono pervenuti al pareggio al 63′ per merito di Viani, che ha dimostrato, ancora una volta, di essere giocatore di categoria superiore.

Nel prossimo turno, il Latte Dolce ospiterà una delle prime della classe, l’Olbia per uno degli incontri più attesi dell’intera stagione.

(foto tratta dal sito www.lattedolcecalcio.it)

Condividi/Salva

La Torres rifila quattro reti al Castiadas e porta a sette i punti di vantaggio sull’Olbia

Nel girone di andata, il Castiadas era stata l’unica squadra capace di sconfiggere la Torres. Oggi, i campidanesi nulla hanno potuto contro lo strapotere di Deliperi (il portiere ha festeggiato le cento presenze in maglia rossoblu) e compagni, che si sono imposti con un netto 4 a 0.

Grazie a questo successo, i sassaresi, a pochi giorni dallo scontro diretto, hanno portato a sette i punti di vantaggio sull’Olbia, bloccata sullo 0 a 0 dal Carbonia.

Già dalle prime fasi, i ragazzi di mister Giorico, che ha dovuto rinunciare all’apporto di. Mura e Falchi, hanno premuto sull’acceleratore. Al 1′, Sanna si è reso pericoloso con un colpo di testa. Lo stesso attaccante rossoblu, al 12′, è stato abile ad anticipare il portiere ospite, ma la palla è uscita fuori di un niente. Sempre Sanna protagonista al 23′: un suo tiro, scagliato dal lato destro dell’area di rigore, ha trovato l’estremo difensore del Castiadas pronto alla respinta di piede.

Al 26′ Manzini – il migliore in campo - ha sbloccato il risultato, con una punizione calciata da posizione angolata: una vera e propria invenzione balistica per il forte centrocampista, non nuovo a giocate di questo tipo. 

Nei minuti successivi della prima frazione  la Torres si è più volte resa pericolosa. L’occasione più nitida è capitata sui piedi di Pazzola, che ha costretto il portiere Puddu alla deviazione in angolo.

Nei primi minuti del secondo tempo, il Castiadas, ben messo in campo, ha provato ad alzare il baricentro del proprio gioco, senza creare pericoli alla squadra di casa, che, invece, ha continuato a costruire azioni da gol, ad esempio con Manzini, sempre insidioso sui calci da fermo.

Nel finale, con le luci dei riflettori accese, la squadra di casa ha dilagato, prima con due rigori messi a segno da Andrea Sanna e, infine, con un gol di Alessandro Piras, che era subentrato all’applauditissimo Manzini.

Dopo il fischio finale, è arrivata la notizia del mezzo palso falso dell’Olbia, che ha reso ancora più lieta la giornata della tifoseria rossoblu.

Condividi/Salva

Torres sconfitta a Castiadas

Prima trasferta stagionale e prima sconfitta per la Torres, battuta 3 a 2 dal Castiadas. Fatali ai ragazzi di mister Giorico – che ha dato fiducia agli stessi uomini mandati in campo contro la Nuorese-, un primo tempo non all’altezza delle aspettative, sopaettutto per quel che riguarda la fase difensiva e le espulsioni di Accardo e Pippia, nella ripresa, quando i rossoblu stavano producendo il massimo sforzo per riequilibrare le sorti dell’incontro.

Dopo una fase iniziale di studio, la formazione locale è passata in vantaggio, al 14′, grazie ad una punizione dell’allenatore-giocatore Piccarreta.

Al 22′, la Torres è pervenuta al pareggio, con Pippia che ha trafitto il portiere Stocchi, con un perfetto diagonale.

A quel punto è salito in cattedra il giocatore del Castiadas, Dessena, che ha messo a segno due reti: la prima al 29′, quando ha superato Deliperi, con modalità simili a quelle della rete di Pippia; la seconda al 36′, dopo un’azione di contropiede.

Il gol di Idda, nei minuti di recupero, ha riacceso le speranze della Torres che, nelle fasi iniziali della ripresa, è apparsa più volitiva, sfiorando più volte la segnatura con Sanna e Falchi.

Poi, come gia scritto, sono arrivati i due cartellini rossi che hanno tagliato le gambe ai sassaresi che, nel finale, nonostante la doppia inferiorità numerica, hanno colpito due pali.

Una sconfitta, quella odierna, che, recriminazioni sull’arbitraggio a parte, deve far riflettere tutti coloro (e ci riferiamo soprattutto alla dirigenza) che credevano di aver costruito una squadra che fosse in grado di ammazzare il campionato.

Condividi/Salva

Trasferta a Castiadas per la Torres

Primo impegno uffuciale, fuori dalle mura amiche, per la Torres, che, domani alle ore 16, affronterà il Socio Culturale Castiadas. La trasferta sarà vietata ai tifosi sassaresi per decisione del CASMS. Ciò potrebbe rappresentare una difficoltà in più per la formazione rossoblu, soprattutto se, come pare, il provvedimento si ripeterà per diverse delle prossime partite.

Tornando al calcio giocato, i ragazzi di misteer Giorico, che dovrebbe schierare i suoi uomini con il 4 – 2 – 4, cercano conferme dopo le due buone prestazionei delle precedenti partite, contro la Nuorese in campionato e contro l’Alghero in Coppa Italia.

Il Castiadas – che, nella stagione scorsa militava nel campionato di serie D - ha strappato, nel primo turno, un pareggio esterno, in quel di  Carbonia.

Una curiosità sulla squadra campidanese, che schiera il giocatore pià giovane del torneo, il sedicenne Gianmarco Trois, nel ruolo più delicato, quello di portiere.

Condividi/Salva
Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it