Peñalosa vince il Gran Premio a Tanca Regia

Un migliaio di spettatori hanno affollato tribune e perimetro del campo gara di Tanca Regia per la giornata conclusiva del Sardegna Jumping Tour 2016, organizzato dal Comitato regionale Fise Sardegna in collaborazione con l’Agris e l’assessorato regionale all’Agricoltura e Riforma agro-pastorale. L’evento di punta dell’equitazione sarda ha distribuito quasi 170 mila euro di montepremi messi a disposizione della Regione Sardegna che vuole rilanciare il comparto. I due fine settimana coi Concorsi Nazionali di Tipo A6* hanno richiamato 250 cavalli e soprattutto diversi cavalieri di spicco. Presenti pure il presidente nazionale della Fise, Vittorio Orlandi, e l’assessore regionale all’Agricoltura, Elisabetta Falchi. tanca-regia

Se il Gran Premio a due manche della settimana scorsa lo ha vinto l’olimpionico Roberto Arioldi in sella a Viper, la seconda gara con ostacoli a 145cm di ieri (20 mila euro di dotazione) è andata in archivio col successo, all’ultimo percorso, di Andres Peñalosa su Tenor de Rohuet. Il cavaliere italo-colombiano ha superato Roberto Turchetto in sella a Topper Z. ha commentato Peñalosa.

Terzo posto per Paolo Zuvadelli con Piccolo S, ma pure la Sardegna si è fatta onore con Gianleonardo Murruzzu che ha sfiorato il podio con Quentin 2 finendo quarto per colpa di una penalità all’ultimo ostacolo e si è piazzato anche sesto con Ballyengland Chocolate.

Le gare del secondo weekend a Tanca regia hanno consentito pure di stilare la classifica finale per il Trofeo per il cavallo nato e allevato in Sardegna. Nella categoria dei giovani cavalli 4 anni successo di Luigi Angius in sella a Tabor de Paule ex equo con Gianleonardo Murruzzu con Taissa Sarda entrambi con percorso netto; nei 5 anni vittoria di Salvatore Barra con Bella Sarda; nei 6 anni primo posto per Antonio Depalmas con Roio Kito; nei cavalli di 7 anni e oltre Enrico Carcangiu ha portato alla vittoria Orowitza.

Da segnalare pure i successi nel Trofeo del Cavallo Sardo di Andrea Guspini con Ocean Girl nella C135 e di Simona Donolato nella C130

Condividi/Salva

Lascia un Commento

Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it