Poche idee ma confuse: la Dinamo saluta la Coppa Italia

La Dinamo saluta la Coppa Italia, sconfitta dopo un tempo supplementare dalla Vanoli Cremona, che ha dimostrato di poter sopperire all’assenza del suo play titolare, Vitali, e di non mollare neanche nei momenti più difficili della gara, a conferma dei valori, già mostrati in campionato. WP_20151018_006

Riconosciuti i  giusti meriti agli avversari, solidi e mai domi, i sassaresi devono recriminare soprattutto con se stessa, per non essere riusciti a gestire, nell’ultimo quarto, un vantaggio di 10 punti, che pareva rassicurante.

Ma, nel finale del tempo regolamentare, alcune scelte discutibili, sia in difesa sia in attacco, hanno favorito la rimonta dei cremonesi, che hanno agganciato il supplementare con le triple di McGee e Cazzolato, per poi dominare l’extra time, nel quale i biancoblù, ormai crollati dal punto di vista mentale, non sono più riusicti a ritrovare il filo del discorso, consentendo agli avversari di prendere il largo e di chiudere sul 97 a 89.

Pensare che l’inizio di gara aveva fatto ben sperare. I biancoblù hanno letteralmente aggredito la partita e hanno piazzato un break iniziale di 0 a 8, firmato da Alexander e Logan.  Poi i lombardi, stiimolati da un time out del loro coach, sono usciti dal torpore, trascinati da una schiacchiata di Cusin e, in particolare, dalle tre triple di Washington, che sono valse il – 2 (12 a 14).

A cavallo tra il primo e il secondo quarto, i biancoblù hanno comunque provato a riprendere in mano le chiavi della partita, ma, dopo essere tornati sul + 7 (20 a 27), hanno avuto un calo, a causa soprattutto dell’ottima difesa dei lombardi, che hanno risposto con un controparziale di 14 a 2, che ha permesso loro di andare all’intervallo lungo sul + 5 (34 a 29).

Sulle ali dell’entusiasmo, i lombardi hanno approcciato al meglio anche il terzo quarto, in avvio del quale hanno toccato gli otto punti di vantaggio (39 a 31). Ma, come accaduto in tante occasioni, a riaccendere la luce, in casa biancoblù, è stato David Logan, che ha letteralmente preso in mano la sua squadra, che ha ribaltato la situazione, presentandosi  sul + 7 (49 a 56). Ma è stato tutto inutile, perché,  nell’ultimo periodo, come già detto, i sassaresi hanno letteralmente gettato alle ortiche la vittoria.

 

 

Condividi/Salva

Lascia un Commento

Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it