Importanti vittorie per Sorso e Pallavolo Olbia nel campionato di serie C di pallavolo femminile

Il testa – coda della quindicesima giornata della serie C di pallavolo femminile, come era facilmente pronosticabile, non ha riservato particolari sorprese. Troppa netta la differenza tra cenerentola Scuola Volley Solki e la capolista Gymnasium Uta, che si è imposta con il netto punteggio di 3 a 0 (25 – 9/25 – 10/25 – 17). pallavolo olbia

Tania Masala e compagne continuano così la loro marcia in testa alla classifica, con otto punti di vantaggio sull’Ariete Oristano, vittoriosa a sua volta, sempre in tre set (25 – 13/25 – 21/25 – 20), contro l’Orion Sassari. La compagine sassarese, troppo arrendevole nel primo set, dovrà ripartire dalla grinta, messa in mostra nelle successive frazioni, per trovare la strada che porta a una salvezza tranquilla.

Preziozi, in tale ottica, i due punti conquistati dalla Pallavolo Olbia, capace di sconfiggere, al tie break, l’Alfieri Cagliari, dopo essere state sotto di due set (21 – 25/18 – 25/25 – 22/25 – 22/17 – 15).

Per noi – ha dichiarato Cristina Paone – è stata una vittoria sudatissima e inaspettata. Sotto di due set, abbiamo fatto un grande recupero, portando la gara al tie break, nel quale ci siamo trovate sotto di sei punti (2 a 6). Nessuno, in quel momento, avrebbe pensato di riuscire a vincere, invece abbiamo giocato con la testa e con il cuore. Non abbiamo mollato fino alla fine e siamo riuscite così a portare a casa il successo“.

Le cagliaritane sono state raggiunte al terzo posto dalla Tespiense Quartu che, nonostante i problemi in ricezione e l’assenza di Costantino, ha sconfitto, sempre in cinque set (20 – 25/25 – 17/22 – 25/25 – 19/8 – 15), la San Paolo Cagliari.

Lo scontro play off, tra Sorso e Selargius ’85, è andato in archivio con la vittoria per 3 a 1 delle romangine, che agganciano così la quinta posizione, l’ultima utile per accedere alla seconda fase.

Nel primo set, il Sorso è partito col piede sull’acceleratore (7 a 2), grazie ai servizi di Giada Graziani, il cui contributo si è rivelato fondamentale nel corso dell’intera gara. Le ragazze di Melotti hanno via via allungato, chiudendo il primo set sul 25 a 12.

Sulle ali dell’entusiasmo, il Sorso ha approcciato al meglio anche il secondo set, in avvio del quale ha accumulato un vantaggio di dodici lunghezze (15 a 3), che sembrava rassicurante. Un time out di coach Cadoni ha rianimato le selargine, che hanno eroso tutto lo svantaggio, impattando sul 16 a 16. In quel frangente, tra le sorsesi, è subentrata un po’ di deconcentrazione. Di ciò hanno prontamente approfittato le selargine per imporsi ai vantaggi (24 a 26) ed equilibrare il conto dei set.

Il terzo parziale, vinto dalle romangine per 25 a 14,  ha riperorso la stessa falsariga del primo, vedendo, come protagoniste assoluta, la già citata Giada Graziani, efficace al servizio e abile ad armare il braccio di Chiara D’Elia.

Più equilibrato il quarto set, caratterizzato da una lotta punto a punto e una serie di sorpassi e controsorpassi tra le due formazioni. Alla fine, favorite anche da alcuni errori in contrattacco delle avversarie, sono state le sorsesi a chiudere il conto della sfida, imponendosi con il punteggio di 25 a 21.

Vittoria per 3 a 1, infine, per la Sant’Andrea Gonnesa (25 – 22/10 – 25/25 – 16/25 – 9) sull’Antes Ogliastra Volley. Ha riposato il Garibaldi La Maddalena.

 

 

Condividi/Salva

Lascia un Commento

Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it