La Dinamo cade a Saragoza

L’impresa contro il Galatasaray aveva, non solo spezzato l’interminabile serie di sconfitte europee della Dinamo, ma aveva dato la speranza di un’inversione di rotta definitiva nella stagione dei biancoblù.  Non è stato così purtroppo, perché le due sconfitte in tre giorni, pur nelle loro differenze,  dimostrano che sono ancora molti i problemi da risolvere, sia a livello tecnico sia a livello di atteggiamento. WP_20151223_024

Se, dopo la sconfitta di Cremona, si poteva parlare, a buon diritto di sfortuna, di occasione sprecata; oggi c’è ben poco da recrminare, perché il Saragoza, vittorioso per 87 a 75, ha dimostrato una netta superiorita, soprattutto dal punto di vista fisico, come evidenziato dallo strapotere sotto le plance.

Inutile negare l’evidenza: con un reparto lunghi così sguarnito,  non si può pensare di essere competitivi in Europa, neanche quando  si scende in campo, con il tricolore sulle maglie, per affrontare una squadra, che naviga nei bassifondi della classifica del campionato nazionele. Meglio, però, non approfondire questo discorso, perché sarebbe come mettere il dito nelle piaghe di un basket italiano, che naviga in un mare di problemi, per la scarsa competitività del suo campionato, dovuta a fattori tecnici, gestionali e, soprattutto,  economici.

Oggi, i sassaresi, scesi in campo con un quintetto inedito (Haynes, Logan, Formenti, Alexander e Petway), hanno retto bene il campo nel primo quarto, chiuso sul 23 a 20, e nell’ultimo, quando hanno avuto una reazione d’orgoglio, riuscendo aanche a riportare il vantaggio sotto la doppia cifra dopo essere affondati a – 19. Ma tutto ciò non è bastato, come non sono state sufficienti le ottime prestazioni offensive di Alexander e Varnado, per impensierire gli spagnoli. E ora, per sperare nella qualificazione, i sassaresi dovranno, non solo vincere, ma anche guardare la differenza canestri. E non sarà facile risalire dal – 12.

 

 

 

 

Condividi/Salva

Lascia un Commento

Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it