Play off basket: Venezia e Reggio Emilia vincono gara 1, domani la Dinamo cercherà il riscatto contro Trento

Il programma del primo turno dei quarti di finale delle serie A di basket si è chiuso, nella serata odierna, con le due sfide della parte bassa del tabellone: Venezia – Cantù e Reggio Emilia – Brindisi, entrambe terminate con il successo della squadra che giocava davanti al pubblico campo. Fattore campo rispettato, quindi, in tutti gli incontri: la serie  proseguiranno domani con gara 2 tra Milano – Bologna e Trento – Dinamo. I biancoblù dovranno cercare il riscatto dopo l’opaca prova di gara 1, nel corso della quale hanno patito oltre misura a rimbalzo e hanno peccato di precisione dalla lunga distanza. Ciò nonostante, pur non brillando, sono riusciti a rimanere in gara fino a pochi minuti dal termine. Ma per riequilibrare la serie servirà uno step importante di attenzione e cattiveria.

Venezia – Cantù: Il buon approccio alla gara non è bastato a Cantù per superare Venezia, che ha fatto valere la legge del Taliercio, imponendosi per 79 a 70. Avvio ottimo, come detto dei brianzoli, che hanno piazzato un break iniziale di 10 a 18, poi Venezia, tenuta a galla da Peric, ha pian piano risalito la china, andando in vantaggio (29 a 27) con una tripla di Nelson. L’equilibrio, tra le due squadre, è perdurato fino alla fine del secondo periodo (40 a 40), poi i ragazzi di coach Recalcati hanno premuto sull’acceleratore, portandosi sul 61 a 45, per poi resistere al velleitario tentativo di rimonta dei canturini.

Reggio Emilia – Brindisi: Impresa dei reggiani o suicidio dei pugliesi? Vere entrambe le cose, se si considera che il primo quarto della sfida del Pala Bigi era andato in archivio con Brindisi in vantaggio di ben 23 punti (7 a 30) e che i pugliesi hanno tenuto a debita distanza Cinciarini e compagni fino alla fine del secondo periodo, chiuso sul 32 a 50. Poi, il volto della partita è letteralmente cambiato: Reggio Emilia ha trovato nuova linfa ed è ritornata in partita, grazie a un parziale di 12 a 0, che è valso il 44 a 50. Il tentativo di riavvicinamento dei reggiani è stato rintuzzato da Brindisi, che ha riallungato fino al 55 a 65, ma ha giocato con eccessivo nervosismo nell’ultimo quarto, permettendo la rimonta ai reggiani, che hanno chiuso sul 78 a 76.

 

Condividi/Salva

Lascia un Commento

Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it