L’Italia si candida per le Olimpiadi del 2024, Stintino si propone come base per le manifestazioni veliche

Stintino come base per le manifestazioni veliche delle Olimpiadi del 2024“. E’ la proposta lanciata da Antonio Diana, sindaco del paese che si affaccia sul Golfo dell’Asinara, al Presidente del Consiglio Matteo Renzi che, nella giornata di ieri, ha proposto la candidatura dell’Italia per le Olimpiadi del 2024.Vela

Il Golfo dell’Asinara, con il suo splendido scenario – ha affermato il Primo Cittadino – può essere considerato un palcoscenico ideale per vedere sfrecciare sull’acqua le imbarcazioni che partecipano ai Giochi Olimpici.

Stintino, al pari di tanti altri paesi che sorgono sulla costa – ha continuato Antonio Diana -, ha una consolidata tradizione marinaresca, essendo la patria della vela latina. Da oltre trent’anni, nelle acque della Pelosa, si svolge una delle più importanti regate di questa categoria, il Trofeo Presidente della Repubblica, che catalizza l’attenzione di numerose imbarcazioni straniere. Le acque cristalline del mare rappresentano un ottimo “spot” per un’altra disciplina, il windsurf, che proprio a Stintino, nell’arco di tutto l’anno, viene praticata da un numero crescente di sportivi.

Sono tanti – ha detto ancora il Sindaco – i circoli e i centri velici che, tra Stintino e Porto Torres, hanno trovato e trovano ancora la sede ideale per la loro attività.  Ed è soprattutto grazie all’impegno di chi lavora con passione nel settore, trasmettendo ai giovani i valori del rispetto della natura e del mare, che si possono offrire ospitalità e servizi di supporto per le competizioni del mare.

Un evento, come le Olimpiadi, potrebbe rappresentare – ha concluso Antonio Diana -  un’importante occasione di sviluppo del polo velico dell’Isola dell’Asinara che, con la giusta attenzione e il riconoscimento internazionale, troverebbe la sua giusta valorizzazione“. (foto, Gianni Delogu)

Condividi/Salva

Lascia un Commento

Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it