Prima sconfitta per l’Italia agli Europei di basket

Ora viene il difficile” aveva dichiarato coach Pianigiani alla vigilia della sfida con la Slovenia. E cosi è stato. Per l’Italia è arrivata la prima sconfitta, agli Europei di basket, dopo le cinque vittorie consecutive nel girone eliminatorio.

Gli sloveni, trascinati da diecimila tifosi carichi di entusiasmo, si sono imposti con il punteggio di 77 a 84, complicando i piani della compagine azzurra, visti anche le concomitanti vittorie della Croazia con la Finlandia e della Grecia con la Spagna.

Per tutta la gara, i ragazzi di coach Painigiani hanno sofferto l’atletismo e la fisicità dei padroni di casa, che hanno letteralmente dominato la sfida sotto le plance, favoriti anche dalla prestazione disastrosa in fase difensiva di Datome e compagni. A ciò bisogna aggiungere la giornata di scarsa vena del miglior teminale offensivo azzurro, Marco Belinelli.

Come consuetidine, la Slovenia ha iniziato, fin da subito, a giocare a ritmi alti.  In avvio di gara, comunque, l’Italia è risucita a rimanere in scia. Quando il tabellone segnava il punteggio di 8 a 9 per i giocatori di casa,  la Nazionale azzurra ha piazzato due triple consecutive, grazie alle quali si è portata sul 14 a 9.

Chiuso il primo tempo in ritardo di soli tre punti (21 a 18), gli sloveni, con i fratelli Dragic in gran spolvero, hanno piazzato, nella fase iniziale del secondo periodo, un parziale di 0 a 8, portandosi consehuentemente sul 21 a 25. Pronta la reazione degli azzurri che sono tornati nuovamente in vantaggio (26 a 25) con i canestri di un Travis Diener lontano parente del giocatore ammirato a Sassari e di Gentile, uno dei pochi salvarsi nell’Italia

In perenne difficoltà a rimbalzo e in difesa, la formazione azzurra ha provato ad  aggrapparsi ai canestri di Datome, senza riuscire a fermare gli attacchi della Slovenia che ha chiuso il secondo periodo sul + 6 (39 a 45).

Facendo leva sulla determinazione, i ragazzi di coach Pianigiani sono riusciti, in avvio del terzo quarto, a riaprire i giochi, impattando sul 48 a 48 con una tripla del soito Datome.

A quel punto, mentre gli azzurri continuavano a commettere errori in entrambe le fasi di gioco, la Slovenia si è portata sul + 10 (48 a 58), senza però riuscire ad ammazzare definitivamente la partita.

L’ultimo quarto è iniziato con i verdi di casa in vantaggio di sei lunghezze (54 a 60). Allungo degli sloveni fino al + 10 (54 a 64). Poi, l’Italia si è riavvicinata con una tripla di Travis Diener, uno dei pochi lampi del play della Dinamo, e, soprattutto con i canestri di Gentile, il quale ha, però, fallito, sul 65 a 69, la tripla dell’eventuale – 1.

Nel concitato finale, gli azzurri si sono affidati al tiro dalla lunetta, ma ciò non è bastato per portare a casa il successo.  E la Slovenia ha chiuso i conti con i canestri dei due Dragic.

Condividi/Salva

Lascia un Commento

Iscrizione al blog
Banner

www.asinaraviva.it

www.demontissrl.it