Articoli marcati con tag ‘torres femminile’

Sconfitta a Verona per la Torres femminile

Nel giorno in cui ha dovuto fare i conti col suo glorioso e recente passato, la Torres femminile non è riuscita a regalare un’altra soddisfazione ai propri sostenitori e ha subito una sconfitta per 3 a 1 sul campo dell’Agsm Verona, formazione che schiera le ex Panico, Fuselli e Maendly.Torres femminile 2

In avvio di gara le rossoblù hanno tenuto bene il campo e, al 5′, si sono pericolose con una conclusione della Giugliano, respinta dal portiere scaligero, Ohrstrom. Due minuti più tardi, le padrone di casa hanno sbloccato il risultato con la Sipos, abile a centrare il bersaglio su cross basso di Gabbiadini Dopo alcune iniziative della solita Giugliano e di Motta, un’altra ex della contesa, le veronesi hanno raddoppiato con un errore della Gabbiadini.

Nella parte iniziale della ripresa, la solita Gabbiadini ha servito un pallone invutante alla Panico, che ha chiuso i conti della contesa.  Poi la Serrano ha reso meno pesante il passivo, realizzando la rete della bandiera con un preciso pallonetto.

E ora per le sassaresi è arrivato il tempo di ricaricare le pile  e di godersi le vacanze natalizie, mentre la dirigenza opererà sul mercato per rinforzare l’organico in vista del prosieguo della stagione.

Tabellino

Agsm Verona – Torres femminile 3 – 1

Agsm Verona: Ohrstrom, Marconi (29′ st. Squizzato), Ledri, Carissimi (dal 64′ Ramera), Salvai, Di Criscio, Bonetti (dal 67′Gelmetti), Gabbiadini, Panico, Fuselli, Sipos. All. Longega. A disposizione: Toniolo, Squizzato, Baldo, Maendly.

Torres femminile: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi (dal 46′ Marujo), Domenichetti, Marchese, Giuliano, Serrano (dall’83′ Pinna), Esposito. Allenatore: Mario Pompili. A disposizione: Usai, Maglia, Marchio, Flaviano.

Arbitro: signor Maurizio Di Noia della sezione di Modena, coadiuvato dagli assistenti,  Poinelli e Nafea

Reti: 7′ Sipos (V), 17′ Gabbiadini (V), 50ì Panico (V),  65′ Serrano (T)

Prova convincente della Torres femminile, le rossoblù travolgono il San Zaccaria

Prestazione convincente della Torres femminile che, in quel di Usini, ha prontamente riscattato la sconfitta rimediata contro il Tavagnacco, rifilando quattro reti al malcapitato San Zaccaria, incapace di opporsi allo strapotere di Betta Tona e compagne.inizio2

Veloci e aggressive, le rossoblù hanno preso subito il sopravvento e hanno collezionato, fin dai primi minuti di gara, alcune occasioni da gol: la più eclatante, al 10′, con Sabrina Marchese che, lanciata a rete, ha provato a sorprendere la Bonaventuta con un pallonetto, terminato di poco a lato.

A sbloccare il risultato, poco dopo la mezzora, è stata la stessa attaccante, abile a centrare il bersaglio con una conclusione dal vertice dell’area di rigore.

Nella parte conclusia della frazione, uno dei pochi lampi delle ospiti, ma Mimma Fazio ha respinto con i piedi il pallone calciato da una giocatrice ospite.

Ma è stata solo una parentesi, poichè, nella ripresa, le padrone di casa hanno continuato a dominare la scena e hanno rimpinguato il bottino, realizzando altre tre reti. Al 70′, la Marchese ha siglato la sua doppietta personale, sfruttando un assist di Giulia Domenichetti. All’80′ Elisa Bartoli ha messo la ciliegina sulla torta di una prestazione straordinaria, trovando la via della rete con una giocata di pregevole fattura.

Con la vittoria ormai in cassaforte, le rossoblù hanno concesso il poker, grazie a Romina Pinna che, nel corso del recupero, ha appoggiato la palla in porta su assist di Giulia Domenichetti.

Tabellino

Torres femminile – San Zaccaria

Torres femminile: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi, Domenichetti, Marchese (dall’86′ Esposito), Giugliano, Serrano, Maglia (dal 65′ Pinna). All: Pompili. A disp.: Usai, Marchio.

San Zaccaria: Bonaventura, Montalti, Quadrelli, Filippozzi, Barbieri, Pancaldi, Gaburro (dal 75′ Cimotti), Galletti, Pondini, Principi (dal 68′ Fratini), Piemonte. All. Leandri. A disp.: Montanari, Salamon, Mancarella, Antonecchia, Santoro.

Arbitro: signor Collu della sezione di Cagliari

Reti: 33’ e 70′ Marchese, 80′ Bartoli, 90′ Pinna..

La Torres femminile ospita il San Zaccaria

L’inopinata prova di Tavagnacco ha frenato la risalita della Torres femminile che, nelle due precedenti uscite, aveva ottenuto due convincentiTorres femminile vittorie contro Pink Bari e Orobica. Cancellare il ricordo di quel pesante capitombolo sarà l’obiettivo primario delle ragazze allenate da Mario Pompili, attese dalla sfida casalinga con il San Zaccaria, formazione che ha finora racimolato sette punti, frutto di 2 vittorie, 1 pareggio e 5 sconfitte.

Il San Zaccaria è una squadra neo promossa – ha dichiarato Valentina Esposito -. Non le conosciamo bene, ma sappiamo bene che verranno con l’intento di fare punti, anche perché, come noi, sono reduci da una sconfitta. Tra noi e loro ci sono sei punti di differenza ma alla fine è il campo e noi dovremo dare il massimo davanti ai nostri tifosi per recuperare i punti persi per strada. Per quel che ci riguarda, guardiamo ad ogni gara con ottimismo. L’unica soluzione per migliorarsi il lavoro”.

Un aiuto fondamentale dovrà arrivare dal pubblico: l’appuntamento è fissato per domani alle ore 14;30, presso il “Peppino Sau” di Usini. Non saranno della partita nè  Flaviano nè Marujo, mentre sarà disponibile Elisa Bartoli, utilizzata sabato scorso per uno scampolo di gara.

Pesante sconfitta con il Tavagnacco per la Torres femminile

Doveva essere la partita del definitivo salto di qualità per la Torres femminile, reduce dalle vittorie consecutive, ma le rossoblù hanno letteralmente fallitoo l’appntamento oderno e hanno subito una pesante sconfitta per 4 a 0 in casa del Tavagnaco, rivale storica delle ultime stagioni.Tavagnacco

L’avvio  di gara aveva fatto presagire un pomeriggio diverso per le ragazze di Mario Pompili, capaci, nei minuti iniziali, di impensierire la Blancuzzi con i tentativi di Domenichetti, Maglia e Marchese.

Al 25′, l’ex Camporese ha centrato la traversa e ha dato la scossa alla sua formazione che, al 29′, ha sbloccato il risultato con la Brumana che, favorita da un velo della Zuliani, ha centrato il bersaglio con un tiro a girare sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

In chiusura di primo tempo, le friulane hanno fallito un rigore con la Parisi, ma hanno dilagato nella ripresa, realizzando altre tre reti e sfiorando la segnatura in altrettante occasioni.

Al 48′, su azione d’angolo la Zuliani ha depositato la palla in fondo al sacco con un colpo di schiena. Con le rossoblù alle corde, le padrone di casa hanno continuato a premere e hanno rimpinguato il bottino, grazie alle reti dellaParisi e della Brumana, protagonista assoluta della contesa.

Tabellino

Tavagnacco – Torres femminile 4 – 0

Tavagnacco: Blancuzzi, Bissoli, Peressotti, Martinelli, Frizza (29st Pochero), Tuttino, Parisi, Camporese, Zuliani (40st Nobile), Lauriola (34st Mantoani). Allenatrice: Sara Di Filippo. A disposizione: Copetti, Cecotti, Sardu, Veritti.

Torres femminile: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi, Domenichetti, Marchese, Giugliano (22st Pinna), Serrano, Maglia (11st Esposito). Allenatore: Mario Pompili. A disposizione: Marchio.

Arbitro: signora Laura Ponso di Bassano del Grappa, coadiuvata dagli assistenti di linea Luca Pegoraro della sezione di Pordenone e Mattia Prandin della sezione di Cormons.

Reti: 29′ e 81′ Brumana, 48′ Zuliani, 78′ Parisi

La Torres femminile gioca in trasferta con il Tavagnacco

Reduce dalle vittorie contro Pink Bari e Orobica, che ne hanno rilanciato le quotazioni, la Torres femminile è attesa dall’impegno in trasferta, il secondo in pochi giorni, sul campo del Tavagnacco, avversario che evoca ricordi piacevoli e indimenticabili nella mente dei tifosi sassaresi, memori di sfide epiche e spesso vincenti per le loro beniamine che, nelle passate stagioni, hanno fatto incetta di trofei in Italia, diventando protagoniste assolute in Europa.Torres femminile

L’ultimo epico incontro tra le due formazioni risale allo scorso 6 giugno, giorno in cui le friulane si imposero con il risultato di 3 a 2 e conquistarono la  seconda Coppa Italia della loro storia. Domani pomeriggio alle ore 14:30, seppur ridimensionate negli obiettivi e nell’organico, le due squadre si troveranno di fronte per l’ennesimo atto di un duello sportivo infinito e spettacolare.

I fasti, per entrambe, non sembrano essere quelli del recente passato, ma è tanta, soprattutto in casa sassarese, la voglia di risalire la china e di dimostrare di poter recitare un ruolo di primo piano anche nella stagione in corso, nella quale i favori del pronostico pendono dalla parte di altre compagini, come Brescia, Mozzanica e Verona.

Gli ultimi successi hanno dato nuovo slancio alle rossoblù, le quali, rinfrancate dalla cura Pompili, scenderanno in campo con l’intento di allungare la striscia di risultati utili e conservare l’imbattibilità nelle gare esterne, dove hanno conquistato un pareggio e due vittorie.

Mentre la portoghese Marujo è ancora in attesa del transfert, il tecnico rossoblù dovrà valutare le condizioni di Giulia Domenichetti ed Elisa Bartoli, ma a prescindere da tutto, il gruppo fornisce solide garanzie in termine di grinta e attaccamento alla maglia.

 

 

 

 

La Torres femminile vince in casa dell’Orobica

Secondo successo in pochi giorni per la Torres femminile che, dopo aver sconfitto la Pink Bari, si è ripetuta, superando l’Orobica con l’indentico punteggio di 2 a 0, e rilancia conseguentemente le proprie ambizioni nel massimo campionato italiano.DONNE3-1024x681

Con Romina Pinna preferita nell’undici iniziale a Giulia Domenichetti, le rossoblù hanno preso in mano, fin da subito, il pallino del gioco, senza però riuscire a scardinare l’attenta difesa bergamasca.

Il primo tempo, povero di azioni da gol degne di nota, si è chiuso sullo 0 a 0. Nella ripresa, l’ingresso della Domenichetti ha dato brio e vitalità alle sassaresi che, dopo aver rischiato a causa di un retropassaggio errato, hanno sbloccato il risultato, al 53′, con la Maglia, abile a piazzare la palla all’angolino.

Una volta sbloccato il risultato, le ragazze di Mario Pompili non si sono accontentate e hanno continuato a premere alla ricerca del gol del raddoppio, che è arrivato al 73′  per merito della Giugliano, la cui conclusione dal limite dell’area di rigore non ha lasciato scampo all’estremo difensore orobico, Salvi.

Nel finale di gara le rossoblù hanno sfiorato, in più occasioni, la terza segnatura (clamoroso il palo colpito da Valentina Esposito) e hanno chiuso in pieno controllo, portando a casa tre punti fondamentali.

Orobica – Torres femminile 0 – 2

F.C. Orobica: Salvi, Zamboni, Zangari, Foti, Poeta (dal 40’ Vavassori), Brasi, Coffetti, Lacchini, Riva, Picchi (dal 77’ Bianchi), Masussi (dal 61’ Asperti). All: Marini. A disp: Benigni, Bettoni, Quintini, Troiano.

Torres femminile: Fazio, Esposito, Motta, Galli, Tona, Piacezzi, Pinna (dal 46’ Domenichetti), Giugliano, Serrano, Marchese, Maglia (dal 75’ Bartoli). All. Pompili. A disp.: Usai, Carta, Marchio.

Arbitro: Bontaldi della sezione di Trento.

Reti: 53’ Maglia, 73’ Giugliano

La Torres femminile gioca il recupero con l’Orobica

Domani pomeriggio, alle ore 14:30,la Torres femminile tornerà in campo per recuperare la partita contro l’Orobica, valida per il quarto turnoTorres femminile del massimo campionato di calcio in rosa, originariamente in programma per l’8 novembre e rinviata per gi impegni continentali della compagine sassarese. Reduci dalla vittoria per 2 a 0 contro la Pink Bari, le rossoblù, nonostante non manchino le problematiche legate agli infortuni e alle precarie condizioni fisiche di alcune giocatrici, hanno la concreta possibilità di concedere il bis, visto che dovranno vederesa con una squadra che naviga nei bassifondi della classifica con 1 solo punto all’attivo.

La Torres femminile gioca a Olmedo contro la Pink Sport Time

Dopo la sosta per gli impegni della Nazionale, che ha visto sfumare il sogno mondiale, riprende il cammino della Torres nella massima serie Torres femminile 2del calcio femminile italiano.

Domani pomeriggio, le rossoblù saranno opposte la Pink Sport Time, formazione, a sua volta, in cerca di punti importanti in chiave salvezza.

Non mancano i problemi in casa sassarese: mister Mario Pompili, infatti dovrà fare i conti con l’indisponibilità della portoghese Marujo e della spagnola Flaviano, fuori per due settimane a causa di un infortunio alla cavglia, e con le precarie condizioni fisiche di Pinna, Serrano e Bartoli.

La squadra, comunque, è pronta a giocare tutte le sue carte e a dare il massimo per regalare una vittoria ai propri sostenitori. Si giocherà a Olmedo, l’inizio è fissato per le ore 14:30.

 

Onorevole sconfitta della Torres femminile contro le campionesse d’Italia del Brescia. La società affida la panchina a Mario Pompili

Nessun toto allenatore in casa Torres femminile. A guidare la compagine sassarese nel prosieguo della stagione sarà Mario Pompili, già preparatore dei portieri e buon conoscitore del calcio in rosa, che sarà affiancato da Luisa Marchio, ex calciatrice rossoblù. Torres femminile 2

Formalizzato l’accordo nella giornata di ieri, Mario Pompili e il suo vice hanno fatto il loro esordio in campionato nella sfortunata sfida casalinga con le campionesse d’Italia del Brescia, passate a Tergu con il punteggio di 2 a 3.

Grazie al successo odierno le rondinelle volano in testa alla classifica, mentre le sassaresi continuano a navigare in una posizione di centro classifica, ma hanno poco da rimproverarsi, in quanto hanno giocato con la giusta determinazione al cospetto della squadra favorita per la conquista del tricolore, soprattuttutto se si prendono in considerazione l’impegno europeo con il Francoforte e le assenze di Serrano, Bartoli e Marujo.

La sfida, giocata sotto la pioggia, è iniziata nel segno delle lombarde che, al 14′, hanno sbloccato il risultato con la D’Adda, abile a insaccare la palla in fondo al sacco sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 39′ le lombarde hanno raddoppiato con una punizione a girare della Cernoia, che non ha lasciato scampo alla Fazio.

Sotto di due reti, le padrone di casa hanno reagito e hanno accorciato le distanze in chiusura di tempo con una bella conclusione da fuori area di Manuela Giugliano.

In avvio di ripresa è arrivata la seconda rete personale della D’Adda, che ha permesso alla sua squadra di portarsi sul 3 a 1. Poi Mimma Fazio ha compiuto un vero e proprio miracolo, deviando sulla traversa una punizione della Girelli, e ha dato la scossa alle sue compagne, che, da qual momento in poi, sono cresciute in maniera esponenziale e hanno creato grossi grattacapi alla retroguardia lombarda. Al 63′, Giulia Domenichetti ha tenuto vive le speranze di rimonta con un gol capolavoro, ma nel finale le ospiti hanno resistito al volenteroso assalto di Tona e compagne e hanno portato a casa i tre punti.

A margine della sfida con le bresciane, il presidente del sodalizio rossoblù, Domenico Capitani, ha voluto fare gli auguri al nuovo mister e il punto della situazione: “Ho parlato con il gruppo prima e dopo la sfida con il Francoforte. Ho detto alle ragazze che la società crede molto nella  professionalità. Posso solo complimentarmi per la professionalità e la dedizione mostrate mercoledì scorso contro una delle migliori squadre europee. Anche la prestazione odierna, nonostante la sconfitta, ha confermato la volontà e il valore del gruppo.

Oggi confermiamo ufficialmente mister Mario Pompili alla guida tecnica della squadra. Si avvarrà della collaborazione di una ex calciatrice, Luisa Morchio, e siamo certi che saprà portare avanti nel migliore dei modi il progetto che tutti insieme vogliamo far crescere. A tutto lo staff vanno i miei migliori auguri di un proficuo lavoro.

Mi era stato chiesto di aiutare la società femminile in un momento di grande difficoltà – ha aggiunto Domenico Capitani – , quando si rischiava di cancellare definitivamente questa importante realtà. L’ho fatto perché credo in un mondo al femminile anche nello sport.   Questo è il primo progetto italiano di fusione tra società maschile e femminile. A prescindere dai risultati che arriveranno, ci auspichiamo di far crescere una società sana, senza i problemi che hanno caratterizzato la fine del campionato scorso, quando le stesse ragazze furono obbligate a fare appelli pubblici per chiedere rispetto per il loro lavoro. Stiamo rispondendo alle loro esigenze, non solo economiche. Stiamo rispettando gli impegni presi e creando sane regole di gestione, societaria e sportiva. A dicembre verificheremo il nostro assetto e, nel mentre, continueremo a lavorare con questo spirito“.

La Torres femminile saluta a testa alta la Champions League, il Francoforte vola ai quarti di finale

La netta differenza di valori tra il Francoforte e la Torres femminile è emersa anche nel pomeriggio odierno al Vanni Sanna, dove, sotto una pioggia incessante, le tedesche si sono imposte con l’eloquente punteggio di 0 a 4, ottendendo così il pass per i quarti di finale della Women’s Champions League.Torres femminile 2

Le sassaresi devono dire addio alla conmpetizione continentale, ma lo fanno a testa alta, dopo aver lottato al masssimo delle loro possibilità contro una corazzata del calcio femminile europeo.

Fin dall’avvio di gara le tedesche, ispirate da un’ottima Maroszan, hanno preso il pallino del gioco, creando nei primi dieci minuti due occasioni da rete con la Hurt e con la Gerefrekes.

Al 20′, la forte attaccante Sasic ha colpito la traversa, poi le combattive rossoblù si sono fatte vedere dalle parti della Preusse con un’incursione della Marujo e con una insidiosa conclusione dalla lunga distanza della Flaviano.

Da quel momento in poi le ospiti hanno alzato il ritmo e, al 33′, hanno sbloccato il risultato con la Moroszan, la cui conclusione, leggermente deviata dalla Piacezzi, ha beffato l’ottima Fazio.

Nella parte conclusiva della prima frazione, il Francoforte ha realizzato altre due reti con la Sasic che, al 42′, ha centrato il bersaglio con un preciso colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, e, al 45′, ha superato la Fazio con un preciso rasoterra.

Nella ripresa, mister Pompili, in panchina al posto del dimissionario Silvetti, ha inserito Pinna, Maglia e Carta e le sue ragazze, per la grinta mostrata, avrebbero meritato il gol della bandiera. A segnare in chiusura di tempo sono state, però, le tedescche, che hanno arrotondato il punteggio con la solita Sasic, attaccante di valore assoluto.

Tabellino

Torres femminile – Francoforte 0 – 4

Torres femminile: Fazio, Galli, Tona, Flaviano, Domenichetti, Marchese, Esposito (dal 69′ Carta), Giugliano (dal 59′ Pinna), Motta, Piacezzi, Mafalda ((dal 59′ Maglia). All. Pompili.

Francoforte: Preuss, Hendrich, Sasic, Maroszan (dal 65′ Priessen), Ando, Huth, Garefrekes, Crnogorcevic, Schmidt, Kuznick, Fishlock (dal 59′ Storzel). All. Bell. A disp. Kremer, Boquete, Islacher.

Reti: 33′ Maroszan, 42′, 45′ e 89′ Sasic.

Arbitro: signora Jana Adamkova, coadiuvata dalle assistenti di linea, Gabriela Hanakova e Jana Sauflova.