Articoli marcati con tag ‘torres femminile’

La Torres femminile ospita il Pordenone con l’obiettivo di allungare la serie di risultati positivi

Inizia il girone di ritorno della massima serie del calcio femminile italiano e il calendario offre alle ragazze della Torres Tavagnaccoun’altra occasione d’oro per allungare la serie di risultati utili e continuare la scalata verso le posizioni nobili della graduatoria.

A una settimana di distanza dalla vittoriosa sfida con il Como 2000, le rossoblù sono infatti attese dalla seconda sfida casalinga consecutiva contro un’altra  formazione che naviga nei bassifondi della classifica, il Pordenone, che ha finora collezionato solo 8 punti, al pari della Pink Bari.

Per la sfida contro le friulane, mister Pompili non potrà contare sull’apporto del capitano Elisabetta Tona, squalificata, mentre sarà a disposizione la spagnola Flaviano. Le giocatrici hanno lavorato alacremente in settimana per arrivare pronte all’appuntamento e regalare una soddisfazione ai propri sostenitori, il cui sostegno potrebbe rivelarsi fondamentale. L’appuntamento è fissato per domani, sabato 31 gennaio, alle ore 14. Si giocherà presso il “Peppino Sau” di Usini.

La Torres femminile rifila cinque reti al Como 2000

Prosegue il momento positivo della Torres femminile che, nel pomeriggio odierno, ha ottenuto il terzo risultato utile consecutivo, rifilando cinque reti al Como 2000 al termine della gara valida per l’ultima giornata della serie A di calcio femminile. Torres como 2000

Partita subito in discesa per le rossoblù che, al 2′, hanno sbloccato il risultato con la Serrano, abile a ribadire la palla in porta in seguito a una respinta della Piazza su colpo di testa della Domenichetti. Pratica virtualmente chiusa un minuto più tardi, quando Sabrina Marchese ha raccolto la palla in area di rigore e ha insaccato la palla del 2 a 0.

Con le lariane incapaci di reagire, le sassaresi hanno potuto esprimere il loro gioco in scioltezza e, in chiusura di tempo, hanno realizzato altre due reti. Al 42′ la Marchese ha rimpinguato il bottino personale con un diagonale imprendibile per l’estremo difensore comasco. Al 45′, la Domenichetti ha superato la molle difesa avversaria e ha infilato la palla in fondo al sacco.

Nella ripresa mister Pompili ha dato spazio a Valentina Esposito, Jocelyn Charette e Mafalda Marujo: le padrone di casa hanno controllato la situazione senza particolari affanni e, all’87′, hanno chiuso i conti con la seconda rete personale di Giulia Domenichetti.

Tabellino

Torres femminile – Como 2000 5 – 0

Torres femminile: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi (46′ Esposito), Domenichetti, Marchese (59′ Charette), Giugliano (71′ Marujo), Serrano, Pinna. All. Pompili. A disp. Usai, Maglia, Marchio, Charette, Flaviano.

Como 2000: Piazza, Tagini, Galletti (90′ Riella), Pusetti, Bertoni, Sampietro (46′ Troiano), Cama, Clerici (79′ Varisco), Erba, Del Vecchio, Mazzola. All. Cattaneo. A disposizione: Presutti, Cannone.

Reti: 2′ Serrano, 3′ e 42′ Marchese, 45′ e 87’Domenichetti

 

La Torres femminile cerca la vittoria contro il Como 2000

Partita da vincere a tutti i costi per la Torres femminile che, nel pomeriggio di domani, affronterà il Como 200o per la tredicesima giornata del massimo campionato del calcio in rosa italiano.inizio2

Recuperata l’iberica Flaviano, mister Pompili avrà a disposizione tutte le ragazze per una tappa fondamentale del percorso di risalita verso le zone nobili della classica. Dopo le ultime convincenti uscite, il morale del gruppo è alto e le rossoblù sono pronte ad affrontare con il giusto spirito le lariane, che navigano nei bassifondi della classifica con 7 punti all’attivo.

Tale dato non deve trarre in inganno, in quanto il Como 2000 sta attraversando un buon momento di forma, come dimostrano le due vittorie consecutive negli scontri salvezza con l’Orobica e la Pink Bari.

Servirà, quindi, la Torres migliore, nonché il sostegno del pubblico per conquistare l’intera posta in palio. Si giocherà alle ore 14, presso il “Peppino Sau” di Usini.

La Torres femminile torna con un punto prezioso dalla trasferta di Firenze

Grazie a una grande prova di carattere, la Torres femminile torna con un prezioso punto dalla trasferta di Firenze e dà continuita alla serie di risultati positivi dopo la brillante vittoria con il Mozzanica.Torres femminile

La sfida del San Marcellino si è giocata su buoni ritmi fin dall’avvio: prima occasione da rete per la rossoblù Mafalda Marujo, che ha provato a sorpendere l’estremo difensore gigliato con una girata su assist della Domenichetti. Nel prosieguo della contesa, le sassaresi hanno risposto con giusto piglio alle iniziative delle giocatrici locali, trascinate dalla Del Prete, e si sono nuovamente rese pericolose in chiusura di tempo con un diagonale della Domenichetti.

Il muro sassarese è crollato all’inizio del secondo tempo, esattamente al 49′, quando le toscane hanno sbloccato il risultato con la Vigilucci, abile a sfruttare nel migliore dei modi un perfetto assist della Del Prete.

La Torres ha ristabilito la parità con una magistrale punizione della Giugliano, poi nel finale di gara entrambe le formazioni hanno avuto la possibilità di portarsi in vantaggio, ma il punteggio è rimasto invariato fino al triplice fischio del direttore di gara. E in linea di massima, il pareggio è il risultato più giusto, in quanto rispecchia l’andamento di una sfida caratterizzata da un sostanziale equilibrio.

Tabellino

Firenze – Torres femminile 1 – 1

Firenze: Matsubayashi, Parrini, Guagni, Rodella (46’ Fusini), Venturini, Tortelli, Adami, Orlandi, Vigilucci (91’ Esperti), Vicchiarello, Del Prete.  All. Fattori. A disp. Durante, Borghesi, Nocchi

Torres femminile: Fazio, Bartoli, Motta,Galli, Tona, Piacezzi, Domenichetti, Marchesi, Giugliano, Serrano (74’ Charette), Mafalda (61’ Esposito).All. Pompili. A disp. Usai, Pinna, Maglia, Marchio.

Reti: 49′ Vigilucci (F), 68′ Giugliano (T).

Trasferta in terra toscana per la Torres femminile

Prima trasferta dell’anno per la Torres femminile che, dopo aver ottenuto un prestigioso e importante successo contro il forte Mozzanica, sarà impegnata in casa del Firenze, formazione in cerca di riscatto dopo aver subito una netta sconfitta per 6 a 0 contro le campionesse d’Italia in carica del Brescia.Torres femminile

Tale risultato non deve ingannare, in quante le toscane hanno fatto vedere ottime cose nella prima parte del campionato, come dimostrano i 24 punti finora conquistati, che valgono la terza posizione della graduatoria in coabitazione con il Mozzanica.

Le rossoblù dovranno giocare con la massima concentrazione per guadagnare posizioni in classifica e abbandonara la scomoda settima posizione della classifica, che costringerebbe alla disputa dei play out.

Per la difficile sfida contro le toscane, Mario Pompili non potrà contare sull’apporto della spagnola Flaviano, mentre avrà a sua disposizione la neo arrivata Jocelyn Charette, attaccante statunitense con passaporto italiano. La gara avrà inizio alle ore 14:30, si giocherà presso l’impianto sportivo di San Marcellino.

La Torres femminile sogna un futuro roseo con i gol di Mafalda Marujo

10 gennaio 2015: una data da ricordare, un giorno speciale per Mafalda Marujo che ha contribuito al prezioso e importante successo della Torres femminile contro il Mozzanica, realizzando la sua prima rete nel massimo campionato italiano.Mafalda Marujo 1

Tutti, nell’ambiente rossoblù, si augurano che il primo acuto della giovane e forte attaccante portoghese possa essere il preludio di una seconda parte di stagione, carica di soddisfazioni per la compagine sassarese.

La velocità è la sua qualità principale, il tre volte pallone d’oro Cristiano Ronaldo è il suo idolo, il suo modello di riferimento. Coltivata la passione per il calcio fin da bambina, Mafalda Marujo ha iniziato la sua carriera in tempi relativamente recenti, esattamente cinque anni fa, con la maglia del Ponte Frielas in Seconda Divisione.

Ha fatto poi il grande salto in Prima Divisione con l’Escola Futebol Feminino de Setubal, squadra tra le cui fila ha militato per due stagioni, e con il Clube Futebol Feminino Benfica, dove ha vissuto l’ultimo campionato, chiudendo con un bottino personale di 30 reti.

I gol sono il tuo pane quotidiano, ma che sensazione hai provato sabato scorso nel momento in cui hai realizzato la tua prima rete italiana?

“Tanta soddisfazione, soprattutto perché, con il mio gol, ho contributo alla vittoria della mia squadra. Mi auguro che sia solo l’inizio, che il gol di sabato possa essere il primo di una lunga serie”.

Per colpa di un transfert che sembrava non arrivare mai, hai dovuto attendere qualche mese prima di poter esordire in Campionato. Come hai vissuto questi mesi di stop forzato?

Con tanto dispiacere, soprattutto perché non potevo aiutare le mie compagne. Poi giocare mi diverte. Il calcio è la mia grande passione sportiva, insieme alla ginnastica acrobatica, sport che ho praticato fino all’età di 17 anni”.

Come è nata la decisione di venire a giocare in Italia e quali sono le tue impressioni sul nostro Paese e sulla città di Sassari in particolare?

Sono venuta in Italia grazie a un’amica che mi ha presentato a Mario Luiu (dirigente del sodalizio sassarese, ndr). Fin dal primo giorno ho provato belle sensazioni. Ho trovato un bell’ambiente e sono stata accolta bene da tutti”.

Qual è il tuo giudizio sul campionato italiano?

Il campionato italiano è molto più difficile e competitivo di quello portoghese”.

Qual è lo situazione del calcio femminile nel tuo Paese?

Da noi, il calcio maschile è lo sport nazionale, ma anche il movimento femminile, pur non ricevendo le stesse attenzioni, è in crescita, come dimostrano le tante squadre nate negli ultimi anni”.

Per chiudere quali sono le tue aspettative, le tue speranze per il prosieguo del campionato?

Mi auguro di giocare bene per aiutare la mia squadra, con la speranza che possa conquistare un posto nelle prime posizioni della classifica

Riscattata la sconfitta di Coppa, Marujo e Piacezzi regalano la vittoria alla Torres femminile

Puntuale è arrivato il riscatto della Torres femminile che, a distanza di pochi giorni, ha vendicato, sportivamente parlando, la sconfitta rimediata negli ottavi di finale della Coppa Italia, imponendosi per 2 a 1 contro il Mozzanica, grazie alle reti di Marujo e Piacezzi.Piacezzi - Pompili

Partita combattuta e giocata su buoni ritmi da entrambe le formazioni fin dal fischio d’inizio:  nel corso del primo tempo, le rossoblù hanno creato alcune occasioni da gol, le più nitide delle quali con la Serrano e con la Marujo, la cui conclusione da distanza ravvicinata è stata neutralizzata dalla Gritti.

Chiusa la prima frazione di gioco sullo 0 a 0, la Torres ha sbloccato il risultato ad inizio ripresa con la Marujo, abile a sfruttare un assist della Domenichetti. Al 72′, Eleonora Piacezzi ha realizzato la rete del raddoppio con un preciso colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Nel finale di gara le lombarde hanno accorciato le distanze con la Giacinti, ma le ragazze di Mario Pompili hanno difeso il prezioso vantaggio e hanno portato a casa un successo fondamentale in vista del prosieguo del campionato.

Tabellino

Torres femminile – Mozzanica 2 – 1

Torres femminile: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi, Domenichetti, Marchese, Giugliano, Serrano (80′ Pinna), Marujo (65′ Esposito).  All. Pompili. A disp. Usai, Maglia, Marchio, Flaviano.

Mozzanica: Gritti, Piva, Rizzon, Stracchi, Schiavi, Locatelli, Iannella, Mauri, Giacinti, Scarpellini, Cambiaghi.
A disp.Vignati, Dossi, Tonani, Brambilla, Cervi, Riboldi.

Reti: 54′ Marujo (T), 72′ Piacezzi (T), 88′ Giacinti (M)

La Torres femminile perde col Mozzanica e dice addio alla Coppa Italia

Il pomeriggio amaro del calcio sassarese è proseguito a Usini, dove la Torres femminile ha subito una pesante sconfitta per 1 a 4 contro il Mozzanica e ha detto addio alla Coppa Italia.Torres femminile

Primo tempo combattuto ed equilibrato: al 6′, le lombarde sono passate in vantaggio con la Mason, abile a colpire con un preciso colpo di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione della Scarpellini.

Puntuale è arrivata la reazione delle sassaresi che, dieci minuti più tardi, hanno momentaneamente riequilibrato le sorti dell’incontro con il capitano  Elisabetta Tona, servita dalla Marujo.

Occasioni da ambo le parti nel prosieguo della prima frazione di gioco, poi, al 40′, le lombarde si sono riportate in vantaggio con la Scarpellini, la cui conclusione non ha lasciato scampo all’estremo difensore, Mimma Fazio.

A inizio ripresa, mister Pompili ha inserito Domenichetti e Marchese con l’intento di aumentare il potenziale offensivo della sua formazione, ma i risultati non sono stati quelli sperati, visto che il Mozzanica ha letteralmente dilagato, favorito anche dall’espulsione di Fazio, sostituita dalla giovanissima Valeria Usai, all’esordio assoluto con la maglia rossoblù.

Al 64′, la Scarpellini ha realizzato la seconda rete personale, poi, al 90′, la Giacinti ha messo la parola fine all’incontro, superando l’incolpevole Usai con un preciso diagonale.

Nei quarti di finale, il Mozzanica troverà il Verona, capolista della serie A di calcio femminile, mentre sabato prossimo le lombarde si ritroveranno nuovamente di fronte le sassaresi per il primo turno del 2015.

Tabellino

Torres femminile – Mozzanica 1 – 4

Torres femminile: Fazio, Esposito, Motta, Galli, Tona, Bartoli, Pinna (51′ Usai), Marujo (46′ Domenichetti), Giugliano, Serrano, Maglia (46′ Marchese). All. Poimpili. A disp. Piacezzi, Marchio, Flaviano.

Mozzanica: Gritti, Piva, Mazzon, Stracchi, Schiavi, Locatelli, Brambilla (57′ Iannella), Mauri, Giacinti, Scarpellini (84′ Dossi), Mason (79′ Cambiaghi). All. Grilli. A disp. Vignati, Garavelli.

Reti: 6′ Mason, 16′ Tona, 40′ e 64′ Scarpellini, 90′ Giacinti

La Torres femminile ospita il Mozzanica per gli ottavi di finale della Coppa Italia, le rossoblù rivolgono un pensiero a mister Cosco

Il 2015 del calcio femminile italiano si aprirà il giorno della Befana con gli incontri validi per gli ottavi di finale della CoppaTorres femminile Italia.  Il tabellone della manifestazione ha riservato alla Torres femminile la difficile sfida con il Mozzanica,  squadra che occupa la seconda posizione del massimo campionato del calcio in rosa.

Tra le fila fdella compagine lombarda militano due giocatrici che hanno contribuito a scrivere le pagine più significative della storia del sodalizio sassarese, come Sandy Iannella e Daniela Stracchi.

In attesa di poter schierare le ultime arrivate, la colombiana Rincon e la statunitense Charette, mister Pompili farà affidamento sullo stesso gruppo che, seppur limitato nei numeri, ha lottato con grinta e determinazione nella prima parte della stagione. L’appuntamento, per tutti gli appassionati, è fissato per le ore 14:30, si giocherà presso il “Peppino Sau” di Usini.

Nel frattempo, le giocatrici della Torres femminile, tramite il capitano Betta Tona, hanno voluto manifestare la propria solidarietà a mister Cosco, impegnato in una partita ben più importante di quelle che si giocano in un campo di calcio:

La notizia del male che ha di nuovo attaccato mister Cosco ci ha colpito profondamente. Conosco l’ambiente della Torres da 12 anni e il mister stava facendo un grande lavoro con il carattere e la “fame” che deve contraddistinguere chi gioca per questa maglia. Io, le mie compagne e tutto lo staff siamo sicuri che questo carattere lo porterà a vincere anche questi tempi supplementari. Forza Vincenzo non mollare!”

 

Sconfitta a Verona per la Torres femminile

Nel giorno in cui ha dovuto fare i conti col suo glorioso e recente passato, la Torres femminile non è riuscita a regalare un’altra soddisfazione ai propri sostenitori e ha subito una sconfitta per 3 a 1 sul campo dell’Agsm Verona, formazione che schiera le ex Panico, Fuselli e Maendly.Torres femminile 2

In avvio di gara le rossoblù hanno tenuto bene il campo e, al 5′, si sono pericolose con una conclusione della Giugliano, respinta dal portiere scaligero, Ohrstrom. Due minuti più tardi, le padrone di casa hanno sbloccato il risultato con la Sipos, abile a centrare il bersaglio su cross basso di Gabbiadini Dopo alcune iniziative della solita Giugliano e di Motta, un’altra ex della contesa, le veronesi hanno raddoppiato con un errore della Gabbiadini.

Nella parte iniziale della ripresa, la solita Gabbiadini ha servito un pallone invutante alla Panico, che ha chiuso i conti della contesa.  Poi la Serrano ha reso meno pesante il passivo, realizzando la rete della bandiera con un preciso pallonetto.

E ora per le sassaresi è arrivato il tempo di ricaricare le pile  e di godersi le vacanze natalizie, mentre la dirigenza opererà sul mercato per rinforzare l’organico in vista del prosieguo della stagione.

Tabellino

Agsm Verona – Torres femminile 3 – 1

Agsm Verona: Ohrstrom, Marconi (29′ st. Squizzato), Ledri, Carissimi (dal 64′ Ramera), Salvai, Di Criscio, Bonetti (dal 67′Gelmetti), Gabbiadini, Panico, Fuselli, Sipos. All. Longega. A disposizione: Toniolo, Squizzato, Baldo, Maendly.

Torres femminile: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi (dal 46′ Marujo), Domenichetti, Marchese, Giuliano, Serrano (dall’83′ Pinna), Esposito. Allenatore: Mario Pompili. A disposizione: Usai, Maglia, Marchio, Flaviano.

Arbitro: signor Maurizio Di Noia della sezione di Modena, coadiuvato dagli assistenti,  Poinelli e Nafea

Reti: 7′ Sipos (V), 17′ Gabbiadini (V), 50ì Panico (V),  65′ Serrano (T)