Articoli marcati con tag ‘torres femminile’

Prima vittoria in campionato per la Torres femminile, rossoblù travolgenti a Cuneo

Alla terza giornata è arrivata la prima vittoria in campionato per la Torres femminile che, nel pomeriggio odierno, ha rifilato sei reti al malcapitato Cuneo, che era andato momentaneamente in vantaggio, grazie al gol messo a segno, al 10′ , dalla sassarese Simona Sodini, abile a insaccare su assist della Papaleo.Torres femminile

Una volta passate in svantaggio, le rossoblù non si sono demoralizzate ehanno iniziato a premere con costanza alla ricerca della segnatura.

Occasionissima al 22′ per Romina Pinna, una delle più attive della sua formazione, che ha costretto la Asteggiano a una difficile parata sul primo palo.

Il palo colpito da Betta Tona è stato il preludio alla rete del meritato pareggio, realizzata, al 35′, dalla Marchese, che ha centrato il bersaglio  con un preciso diagonale. In avvio di ripresa, la stessa attaccante rossoblù ha portato in vantaggio la sua formazione, che ha poi dilagato, realizzando altre 4 reti. Al 57′, la Domenichetti ha ricevuto palla al limite dell’area di rigore e ha insaccato la palla alle spalle dell’estremo difensore piemontese.

Con le avversarie  incapaci di reagire, le ragazze di mister Silvetti hanno messo a segno, al 67′, il quarto gol con Romina Pinna, che ha coronato una prestazione eccellente, superando il portiere locale con uno splendido tiro a incrociare. Poi c’è stata gloriia per Carta e Serrano, subentrate al posto di Pinna e Piacezzi, che hanno chiuso i conti di una sfida, che rilancia Tona e compagne dopo la sfortunata prova contro la Res Roma.

Tabellino

Cuneo – Torres femminile

Cuneo: Asteggiano, Belfanti, Arritano, Zucconelli, Rosso, Tudisco dal 60′ Pesce), Errico, Franco, Librandi, Sodini, Papaleo (dal 70′ Cerato). All. Petruzzelli.

Torres  femminile: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi dal 71′ Serrano), Domenichetti, Flaviano, Marchese, Giugliano, Pinna (dal 68′ Carta). All. Silvetti.

Reti: 10′ Sodini (C), 35′ e 46′ Marchese, 57′ Domenichetti, 67′ Pinna, 71′ Carta, 74′ Serrano

La Torres femminile cerca il primo successo in campionato

Ottenuto il pass per gli ottavi di finale della Women’s Champions League, la Torres femminile è pronta ad affrontare il Cuneo con l’intento di conquistare il primo successo in campionato.Torres femminile

Nelle prime due giornate, infatti, le rossoblù hanno rimediato un solo punto, frutto del pareggio all’esordio con il Pordenone, e daranno il massimo per riscattare la sfortunata sconfitta casalinga di una settimana fa contro la Res Roma.

Nonostante il completo recupero di Manuela Giugliano,  che  è pronta a dare un maggiore contributo in termini di minutaggio, il tecnico Mario Silvetti dovrebbe riproporre la stessa formazione che ha affrontato il Pomurje.  Non saranno disponibili, invece, Valentina Esposito e Mafalda Marujo, ancora in attesa del transfert.

Il Cuneo è ancora fermo a zero punti, ma è stato capace di far soffrire le campionesse d’Italia del Brescia. Pertanto le sassaresi non dovranno sottovalutare l’impegno e dovranno evitare distrazioni e cali di tensione.

Champions League: il prossimo avversario della Torres femminile sarà il Francoforte

Come era facilmente pronosticabile, sarà il Francoforte l’avversario della Torres femminile negli ottavi di finale della Champions League. Nel pomeriggio odierno, le tedesche hanno chiuso il discorso qualificazione, sconfiggendo per 4 a o il Bylk Kazygurt. La gara di andata si era chiusa sul 2 a 2.

La Torres femminile vola agli ottavi di finale della Champions League

Obiettivo qualificazione centrato per la Torres femminile che, dopo aver vinto per 2 a 4 la gara di andata con lo Znk Pomurje, ha concesso il bis, imponendosi con il punteggio di 3 a 1 al Vanni Sanna. Neglo ottavi di finale, le rossoblù dovranno vedersela con la vincente della sfida tra Francoforte e  Bilk Kazygurt.domenichetti

Il tecnico sassarese ha schierato Bartoli, Tona, Piacezzi e Motta davanti all’estremo difensore Mimma Faazio; Serrano, Domenichetti, Flaviano e Galli a centrocampo; Pinna e Marchese in attacco. Dopo una prima fase di studio, le padrone di casa si sono rese pericolose con un’iniziativa sulla fascia sinistra di Giulia Domenichetti, la quale ha servito un pallone invitante al centro dell’area di rigore, senza trovare nessuna compagna pronta all’appuntamento.

Nel prosieguo della prima frazione di gioco, Tona e compagne hanno tenuto costantemente in mano il pallino del gioco, ma hanno peccato di concretezza in fase di finalizzazione. Le due squadre sono andate così al riposo con il riposo con il risultato bloccato sullo 0 a 0. La partita è salita di tono nella ripresa, in avvio della quale le sassaresi hanno continuato a premere alla ricerca del gol.

Per una legge non scritta del calcio, invece, sono state le slovene a sbloccare il risultato al 55′ con la Zver. abile a trafiggere la Fazio con un preciso diagonale. Puntuale è arrivata la reazione delle rossoblù che, al 66′, hanno riequilibrato le sorti dell’incontro con un tocco sotto misura della Flaviano sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Torres di nuovo padrona del campo: al 69′, il capitano Elisabetta Tona ha portato in vantaggio la sua formazione, anticipando il portiere ospite dopo una conclusione della Marchese. poi la Domenichetti ha chiuso i conti della sfida, insaccando la palla in rete dopo una serie di rimpalli.

Tabellino

Torres femminile – ZNK Pomurje 3 – 1

Torres femminile: Fazio, Tona, Bartoli, Motta, Piacezzi, Galli (dal ’77 Giugliano), Joana Flaviano, Domenichetti, Serrano, Marchese, Pinna (dall’80′ Carta). All. Silvetti. A disp. Severino, Esposito, Maglia.

Znk Pomurje: Nemet, Bojcic, Stipancevic, Rogan, Spur, Tibaut, Zver, Vrabel (dall’83′ Zelko), Kolbl (dall’84′ Prsa), Rozmaric (dal 69′ Conjar), Nikl. All. Jancar. A disp. Maric, Jelen, Grabar.

Arbitro: signora Karolina Radalk – Johan (Pol), coadiuvata dalle assistenti Aleksandra Prus e Paulina Buranowska.

Reti: 55′ Zver (P), 66′ Joana Flaviano (T),  69′ Tona (T), 88′ Domenichetti (T).

 

Sfida europea per la Torres femminile. Domani andrà in scena il ritorno dei sedicesimi di finale della Champions League

La città di Sassari torna al centro della ribalta internazionale grazie alla Torres femminile che, domani sera alle ore 20:45, riceverà la visita delle slovene dello Znk Pomurje per il ritorno dei sedicesimi di finale della Women’s Champions League.Conferenza stampa Torres femminile

Le rossoblù scenderanno in campo forti del 2 a 4 maturato al termine della gara di andata giocata in terra slovena: un vantaggio importante, ma non rassicurante in ottica qualificazione. Per tale motivo, le sassaresi dovranno affrontare l’impegmo con la necessaria concentrazione fin dal primo minuto di gioco, evitando quelle distrazioni e quei cali di tensione che, ad esempio, sono costati cari in quel di Pordenone.

Dal punto di vista mentale, dovremo giocare come se si partisse dallo 0 a 0 – ha dichiarato mister Silvetti nel corso della conferenza stampa di presentazione della gara -. Non dovremo essere presuntusi, perchè quella slovena è una squadra dalle ottime potenzialità.  La Champions è una competizione impegnativa, che implica ritmi di gara diversi rispetto al campionato. A livello internazionale, infatti, c’è un maggiore agonismo e un diverso metro arbitrale“.

Giocare queste partite è sempre stimolante.  – ha aggiunto Elisabetta Tona, capitano di mille vittoriose battaglie in casacca rossoblù -. Tantissime giocatrici vorrebbero essere al nostro posto. Noi siamo pronte a fare la nostra parte e giocheremo con la consueta umiltà.

La maggior insidia siamo noi stesse – ha detto Giulia Domenichetti, un’altra veterana della compagine sassarese – Nelle prime uscite stagionali abbiamo commesso qualche errore di troppo, dovuto all’inesperienza, ma abbiamo dimostrato di avere delle qualità. Poi dovremo dare una risposta importante dopo la sfortunata gara contro la Res Roma“.

Pronta a dare il suo contributo anche Mimmo Fazio, che, per la prima volta nella sua carriera, si confronta con la massima competizione continentale per club: “Sono particolarmente emozionata. Al pari delle mie compagne, però, sono consapevole di dover dare il massimo per centrare l’obiettivo della qualificazione. Speriamo che i nostri tifosi ci sostengano“.

L’apporto del pubblico sarà fondamentale. Le giocatrici e la società si augurano che il Vanni Sanna possa offrire un colpo d’occhio degno dell’importanza della posta in palio.

Il pubblico dovrà essere il dodicesimo uomo in campo -  ha detto il capitano, Betta Tona -. Nessuno può negare che il fatto di giocare davanti a una tribuna gremita dia uno stimolo in più”.

In Slovenia c’erano 2000 persone a sostenere la compagine avversaria – ha detto Luca Dessena, in rappresentanza della società -. Mi augoro che la stessa cosa possa accadere a Sassari. Sarebbe il giusto riconoscimento per le ragazze e per la dirigenza. Per quanto ci riguarda, siamo orgogliosi di poter partecipare a una manifestazione importante, come la Champions League. Mi auguro che la squadra possa passare il turno, per l’onore della società, della città di Sassari e della gloriosa maglia rossoblù“.

Prova sforfunata della Torres femminile, la Res Roma passa con un calcio di rigore

Al pari di quanto accaduto ai colleghi maschi, le ragazze della Torres femminile sono state condannate da un rigore e hanno ceduto l’intera posta in palio alla Res Roma, che bissa così il successo ottenuto nella prima giornata di campionato e resta al comando della classifica della massima serie del calcio femminile. Torres femminile

Il risultato negativo penalizza in maniera eccessiva le rossoblù, autrici di una prova coraggiosa, nel corso della quale non sono riuscite a capitalizzare le occasioni da rete create.

Il leit motiv della contesa è sembrato chiaro fin dai primi minuti di gioco: sassaresi in attacco alla costante ricerca della segnatura e capitoline attente in difesa, con la Pipitone a fare ottima guardia alla sua porta.

Prima occasione da rete per la Domenichetti che, al 3′, ha impegnato l’estremo difensore capitolino con una girata. Torres ancora pericolosa al 6′,  quando la Serrano ha sfiorato la segnatura con un un tiro da pochi passi.

Occasionissima per le sassaresi al 20′ con la Domenichetti che ha centrato il palo dopo una pregevole azione personale. Da quel momento in poi, la partita ha vissuto un momento di stanca e le due squadre sono andate al riposo con il punteggio bloccato sullo 0 a 0.

Nelle prima fasi della ripresa, la Torres femminile ha tenuto il pallone del gioco, ma non è riuscita a scardinare il bunker capitolino e, come succede spesso nel calcio, ha subito una vera e propria beffa al 77′, quando la Nagni ha centrato il bersaglio dagli undici metri.

Sotto di una rete, la Torres femminile si è riversata in attacco, ma un palo e uno straordinario intervento della Pipitone hanno vanificato gli sforzi delle sassaresi che, nonostante il risultato negativo, sono uscite dal campo a testa alta .

 

 

La Torres femminile cerca il primo successo in campionato contro la Res Roma

Il calendario non concede pausa alla Torres femminile che, dopo aver iniziato in maniera eccellente il suo cammino europeo, è pronta a Torres femminilerituffarsi nel campionato con l’intento di conquistare il primo successo, dopo il pareggio rimediato all’esordio contro il Pordenone.

Le prossime avversarie delle rossoblù saranno le capitoline della Res Roma che, nella prima uscita stagionale, hanno ottenuto un rotondo successo contro la Pink Bari.  La grinta e l’agonismo sono le armi migliori della compagine romana che, nel corso dell’estate, è stata rinforzata anche dal punto di vista tecnico. I punti di forza dell’organico capitolino, che schiera anche l’ex rossoblù Antonella Morra, sono le attaccanti Nagni e Pirone, l’ottimo portiere Pipitone, le giovani Consolo e Simonetti, e l’attaccante Riana Nainggolan, gemella del centrocampista della Roma.

Per ottenere i tre punti, le sassaresi dovranno evitare distrazioni. Il tecnico Silvetti deve fare i conti con i problemi fisici di alcuni elementi chiave , come Marchese, Flaviano e Giugliano. Non saranno disponibili Esposito e Marujo, ma la squadra ha dimostrato di essere capace di sopperire alle difficoltà. Sarà fondamentale il sostegno del pubblico. Si giocherà domani pomeriggio a Tergu con inizio alle ore 15.

Straordinaria impresa della Torres femminile, le rossoblù vincono 2 a 4 in Slovenia

Sttraordinaria impresa della Torres femminile che, nel pomeriggio odierno, si è imposta con il punteggio di 2 a 4  sul campo dello ZNK Pomurje.

Come era accaduto sabato scorso contro il Pordenone, le sassaresi hanno chiuso il primo tempo in vantaggio di due reti per poi subire il ritorno delle avversarie che, in avvio di ripresa, hanno riequilibrato le sorti dell’incontro. Pomurje

A differenza di quanto accaduto contro le friulane,  le ragazze allenate da mister Silvetti sono riuscite a riprendere il filo del discorso e hanno portata a casa un successo fondamentale in ottica qualificazione.

Nonostante si siano presentate a ranghi ridotti in terra slovena, le rossoblù hanno imposto, fin da subito, il loro gioco, creando diversi grattacapi alla compagine slovena. All’8′, la spagnola Flaviano ha centrato la traversa su cross di Giorgia Motta.  Al 10′ Sabrina Marchese ha sprecato un’occasione d’oro, calciando debolmente dopo aver recuperato un pallone al limite dell’area di rigore.

Gli sforzi delle rossoblù sono stati premiati al 15′, quando la spagnola Serrano ha centrato il bersaglio con un tiro dalla lunga distanza.

Al 18′, la Domenichetti, servita da un lancio della Piacezzi, ha sfiorato il palo con un pallonetto. Con le slovene incapaci di reagire, le sassaresi hanno continuato a dominare la scena e, al 29′, ha realizzato il gol del raddoppio con Romina Pinna.

Sotto di due reti, le padrone di casa hanno provato a reagire e, nella parte finale della prima frazione, si sono rese pericolose con Vrabel e Zevr.

E’ stato solo il preludio di quanto accaduto in avvio di  ripresa, quando, nell’arco di due minuti, le slovene hanno ristabilito la parità, grazie alle reti della Zver e della Rogan.

Con un tiro dalla distanza, Giorgia Motta ha ridestato dal torpore la sua formazione che, al 69′, si è riportata in vantaggio con la Flaviano, abile a insaccare con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner della Serrano. All’87′ Veronica Maglia, subentrata a Romina Pinna, ha sfruttato un errore della retroguardia slovena e ha chiuso i conti della contesa con un tiro a mezza altezza.

Tabellino:

Pomurje – Torres femminile 2 – 4

Pomurje: Nernet, Bojcic, Stipancevic, Rogan, Tibaut, Zver, Vrabel, Koibl, Conjar, Rozmaric, Nkl. All. Bojan. A disp. Godina, Maric, Jelen, Prsa, Grabar, Zelko, Hrovat.

Torres femminile: Fazio, Tona, Bartoli, Motta, Piacezzi, Galli, Flaviano, Domenichetti, Serrano, Marchese (dal 90′ Carta), Pinna (dall’80′ Maglia). All. Silvetti. A disp. Severino, Esposito.

Reti: 15′ Serrano (T), 29′ Pinna (T),  52′ Zver (P), 54′ Rogan (P), Flaviano (T)

Parte l’avventura europea della Torres femminile, le rossoblù impegnate in Slovenia

Parte dalla Slovenia l’avventura europea della Torres femminile che, domani pomeriggio (inizio fissato per le ore 19), sarà impegnato sul Torres femminilecampo dello Znk Pomurje per l’andata dei sedicesimi di finale della Womens’ Champions League.

La punta di diamanre della squadra slovena, che punta molto sulla fisicità, è la trequartista Mateya Zver, giocatrice dalle indubbie qualità tecniche che, per le caratteristiche del suo gioco, ricordamolte le giocatrici di scuola.

Dal canto loro le sassaresi, da anni protagoniste della massima competizione continentale per club, si preparano ad affrontare la sfida con il giusto spirito e la necessaria concentrazione.

A grandi linee la formazione dovrebbe ricalcare quella vista in campo a Pordenone, dove le rossoblù si sono dovute accontentare di un pareggio dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio di due reti.  Gli unici dubbi riguardano le condizioni di Bartoli e Flaviano. Le riserve sul loro utilizzo verranno sciolte nelle ore precedenti la gara, mentre sarà sicuramente assente la portoghese Mafalda Marujo, ancora in attesa del transfert.

La Torres femminile pareggia a Pordenone

In vantaggio di due reti dopo 15 minuti di gioco, la Torres femminile ha subito il ritorno del Pordenone e si è dovuta accontentare di un pareggio che, per come è maturato, lascia un po’ di amaro in bocca.Pordenone - Torres femminile

Come scrittoper le sassaresi le cose si erano messe subito bene: all’11′, Domenichetti ha sblocato il risultato con un preciso diagonale. Poi, qualche minuti più tardi, la spagnola Serrano Castano ha realizzato il suo primo gol in maglia rossoblù, sfruttando un’indecisione della difesa del Pordenone.

Galvanizzate dal doppio vantaggio, Tona e compagne hanno continuato a spingere e, intorno alla metà del tempo, hanno sfiorato per due volte la terza segnatura: prima Piacezzi ha sfiorato il palo con un preciso colpo di testa, poi Pinna si è vista deviare in angolo una conlusione da distanza ravvicinata. Primo acuto delle friulane al 37′ con una girata della Zandomenichi, controllata agevolmente dalla Fazio.

La stessa giocatrice friulana, ad inizio ripresa, ha riaperto i giochi, superando con una precisa palombella l’estremo difensore sassarese. Nel prosieguo del tempo, la Torres ha provato a chiudere i conti, ma ha mancato di precisione in fase realizzativa e, come succede spesso nel calcio, è stata punita dalle avversarie, le quali, a una decina di munti dalla conclusione, hanno realizzato la rete del pareggio con Piazza.

Nel finale di gara, le rossoblù hanno reclamato un rigore per un presunto fallo di mano in area di rigore friulana, ma il risultato non è cambiato fino al triplice fischio del direttore di gara.

 

Tabellino

Pordenone – Torres femminile 2 – 2

Pordenone: Belgrado, Orval, Piazza, Berardo, Laterza, Schiavo, Seroniti, Lotto, Zandomenichi, Tommasella. Parono.

Torres femminile: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi, Domenichetti. Marchese, Maglia (dal 61′ carta), Serrano Castano, Pinna. All. Silvetti.

Arbitro: Kumana di Verona

Reti: 11′ Domenchetti (T), 15′ Serrano Castano (T), 50′ Zandomenichetti (P), 83′ Piazza.