Articoli marcati con tag ‘tespiense quartu’

Si gioca la quindicesima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile

Il campionato di serie C di pallavolo femminile vivrà, nella giornata di sabato 13 febbraio,  il suo quindicesimo atto, il secondo del girone di ritorno. Il calendario riserva alla capolista Gymnasium Uta la sfida con la cenerentola Scuola Volley Solki: la contesa, il cui esito appare scontato, si giocherà alle ore 18, presso la Palestra di via Argiolas Manna.Orion Sassari

Impegno casalingo anche per la seconda della classe, l’Ariete Oristano, che riceverà la visita della Orion Sassari, formazione che, finora, ha faticato, oltre misura, nelle sfide giocate fuori casa. La gara avrà inizio alle ore 18, Pal. Tharros, via Pira).

Mentre l’Alfieri Cagliari cercherà, sul campo della Pallavolo Olbia (ore 18:30, Palazzetto Deiana, via Galvani), di conqustare i punti necessari per difendere la terza posizione, la Tespiense Quartu sarà impegnata in casa dell’ostica San Paolo Cagliari con l’intento di riscattare la sconfitta, di una settimana fa, contro la prima della classe. Si giocherà alle ore 17, presso la Palestra dell’Oratorio San Paolo, sita in Piazza Giovanni XXIII.

Punti importanti in palio, in chiave qualificazione ai play off, tra Sorso e Selargius ’85 (ore 18:30, Centro Polivalente, via Dessì). La Sant’Andrea Gonnesa riceverà la visita dell’Antes Ogliasta Volley (ore 17, Palestra Comunale, via Asproni). Riposa il Garibaldi La Maddalena.

Serie C pallavolo femminile: la San Paolo Cagliari vince l’anticipo con l’Orion, in programma sabato il big match tra Tespiense Quartu e Gymnasium Uta

Il girone di ritorno del campionato di serie C di pallavolo femminile si è aperto nella serata di ieri con l’anticipo tra la San Paolo Cagliari e l’Orion Sassari, terminato con la vittoria in tre set (25 – 23/25 – 14/25 – 12) delle cagliaritane. Un pesante stop, quindi, per le ragazze allenate da Alberto Baldereschi e Luca Saba, che dovranno ritrovare la verve dei giorni migliori, per centrare l’obiettivo della salvezza.San Paolo

Il resto del programma del quattordicesimo turno andrà in scena il prossimo 6 febbraio, giorno in cui le attenzioni saranno principalmente rivolte al big match tra Tespiense Quartu e Gymnasium Uta, in programma alle ore 17:30,  presso la Palestra, sita in via Malipero, trav. via Turati.

Il calendario riserva altre sfide da non perdere, in ottica qualificazione alla seconda fase, come  Selargius ’85 – Ariete Oristano (ore 20, Palestra Scolastica, via Parigi) e Alfieri Cagliari – Sant’Andrea Gonnesa (ore 16:30, Palestra Casa di riposo Vittorio Emanuele – Terramaini, via Valerio Pisano).

Impegno esterno per il Sorso, che dovrà vedersela con l’Antes Ogliastra Volley (ore 17, Pal. Itc, via Santa Chiara). Scontro salvezza tra Garibaldi La Maddalena e Pallavolo Olbia (ore 17:30, Palazzetto via La Marmora). Riposa la Scuola Volley Solki.

Serie C pallavolo femminile: il girone di andata si chiude senza sorprese

Tutto secondo copione nell’ultimo turno del girone di andata della serie C di pallavolo femminile: la capolista Gymnasium Uta ha confermato la propria imbattibilità, imponendosi in tre set (18 – 25/12 – 25/15 – 25) sul campo della San Paolo Cagliari.Ariete

Al giro di boa, le ragazze di Matteo Gramignano possono già vantare un margine di vantaggio di sette lunghezze sulla coppia inseguitrice, formata da Tespiense Quartu e Ariete Oristano: le quartesi hanno osservato un turno di riposo, mentre le oristanesi hanno superato con un netto 0 a 3 (14 – 25/18 – 25/16 – 25) la cenerentola del campionato, la Scuola Volley Solki.

Tengono il passo Alfieri Cagliari e Selargius ’85, formazioni che occupano, rispettivamente, il quarto e il quinto posto della graduatoria, posizioni che garantiscono l’accesso alla seconda fase. Le cagliaritane hanno interrotto la serie vincente dell’Antes Ogliastra Volley, superata con il punteggio di 0 a 3 (17 – 25/20 – 25/19 – 25), mentre le selargine hanno regolato, sempre in tre set (25 – 21/25 – 15/25 – 17), la Pallavolo Olbia.

Al termine di una sfida combattuta, come si evince dai parziali (24 – 26/25 – 27/29 – 31), il Sorso, che punta a conquistare un posto nei play off,  ha avuto ragione del Garibaldi La Maddalena, formazione che, pur navigando nei bassifondi della classifica, sta palesando, con il passare delle giornate, notevoli miglioramenti. Nulla da fare, invece, per l’Orion Sassari, che, nonostante una prova coraggiosa, ha dovuto cedere l’intera posta in palio alla Sant’Andrea Gonnesa, vittoriosa con il punteggio di 1 a 3 (14 – 25/25 – 21/22 – 25/24 – 26).

Big match tra Ariete Oristano e Tespiense Quartu, l’Orion gioca contro la capolista Gymnasium Uta

Sarà lo scontro diretto tra le seconde della classe, Ariete Oristano e Tespiense Quartu, il piatto forte della dodicesima giornata del campionato di serie di pallavolo.  L’appuntamento è fissato per domani, sabato 16 gennaio, alle ore 18, presso la Palestra Tharros di via Pira.Orion Sassari

La capolista Gymnasium Uta sarà impegnata sul proprio campo contro l’Orion Sassari, all’esordio assoluto nel 2016 dopo la sosta imposta dal calendario (ore 18, Palasport, via Argiolas Manna).

Ricca di motivi di interesse anche la sfida tra Alfieri Cagliari e Selargius ’85 (ore 16:30, Pal. Casa di Riposo Vittorio Emanuele – Terramaini, via Valerio Pisano 10).

Sorso e Sant’Andrea Gonnesa cercheranno di sfruttare il fattore campo per rimanere agganciati al treno play off: le romangine riceveranno la visita della Scuola Volley Solki (ore 18:30, Centro Polivalente, via Dessì); le ragazze di Loris Cocco dovranno vedersela col Garibaldi La Maddalena (ore 17, Palestra Comunale, via Asproni).

Scontro salvezza tra Pallavolo Olbia e Antes Ogliastra Volley (ore 18:30, Palazzetto Deiana, via Galvani). Riposa la San Paolo Cagliari.

Riprende il campionato di serie C di pallavolo femminile

La sosta proseguirà per l’Orion, ferma per il turno di riposo imposto dal calendario, per tutte le altre protagoniste della serie C di pallavolo femminile è arrivato il momento di ritornare in campo, dopo la pausa per le festività di fine anno, per l’undicesimo turno, in programma per domani, sabato 9 gennaio.Uta

La capolista Gymnasium Uta è attesa dalla sfida casalinga contro la Pallavolo Olbia (ore 18, Palestra Argiolas Manna). Le ragazze di Matteo Gramignano scenderanno in campo con l’obiettivo di allungare la striscia di risultati utili e, conseguentemente, tenere a distanza le dirette inseguitrici, Tespiense Quartu e Ariete Oristano,  attese da due impegni da non sottovalutare.

Le quartesi, infatti, riceveranno la visita del Sorso (ore 17:30, Pal. via Malipiero, trav. via Turati), mentre le oristanesi saranno impegnato sul campo della San Paolo Cagliari (ore 17, Pal. Oratorio San Paolo, Piazza Giovanni XXIII).

Sfida da non perdere in ottica qualificazione ai play off tra Selargius ’85 e Sant’Andrea Gonnesa ( ore 20, Palestra Scolastica, via Parigi), mentre lo scontro tra Scuola Volley Solki e Antes Antes Ogliastra Volley mette in palio punti importanti nella corsa per la salvezza (ore 19:30, Palestra Lungomare, Sant’Antioco). Il Garibaldi La Maddalena proverà a dare ossigeno alla propria classifica contro l’Alfieri Cagliari (ore 18:30, Palazzetto, via La Marmora).

Serie C pallavolo femminile: vittoria casalinga per l’Orion. Volano Ariete Oristano, Tespiense Quartu e Gymnasium Uta

Il settimo turno del campionato di serie C di pallavolo femminile ha certificato lo straordinario stato di forma di Gymnasium Uta, Tespiense Quartu e Ariete Oristano, formazioni che sembrano avere le potenzialità per staccarsi dal resto delle contendenti.Ariete Oristano

Tania Masala e compagne hanno inanellato il settimo successo di fila, travolgendo con un netto 3 a 0 (25 – 14/25 – 12/25 – 16) la Sant’Andrea Gonnesa. Le quartesi hanno risposto, superando in quattro set (18 – 25/25 – 16/25 – 10), l’Antes Ogliastra Volley.

La vera impresa di giornata è stata compiuta dall’Ariete Oristano, che ha letteralmente dominato lo scontro diretto con il Sorso. Le oristanesi, che hanno giocate con grande lucidità e determinazione, sono partite con il piede sull’acceleratore, portandosi sul 9 a 5. Le ragazze di Melotti hanno poi colmato il divario, impattando sul 21 a 21, ma i tanti errori in ricezione hanno dato via libera alle arietine, che hanno chiuso il set sul 25 a 22.

Il secondo parziale  si è aperto con un break delle romangine (3 a 5), ma puntuale è arrivata la reazione di Valentina Soppelsa e compagne, che dapprima hanno ricucito lo strappo,  poi hanno preso il largo, aggiudicandosi il parziale con il punteggio di 25 a 16.

Nel terzo parziale è mancata la reazione di orgoglio che, nelle precedenti sfide, aveva contraddistinto le sorsesi, mentre l’Ariete ha continuato ad esprimersi su ottimi livelli, portandosi sul 23 a 13. Il Sorso ha provato a tenere viva la sfida con la battuta,  ma le oristanesi hanno chiuso i conti sul 25 a 18.

Le romangine sono state raggiunte in classifica dal Selargius ’85, vittorioso per 1 a 3 (13 a 25/!7 – 25/16 – 25) sul campo della Scuola Volley Solki. Si avvicina alla zona play off la San Paolo Cagliari, che ha sconfitto in tre set (25 – 15/25 – 15/25 – 22) la Pallavolo Olbia.

Turno positivo anche per l’Orion che, grazie alla vittoria per 3 a 1 contro il Garibaldi La Maddalena, ha posto un altro mattone per costruire la propria salvezza.

Le ragazze di Alberto Baldereschi hanno condotto con autorità i primi due set, vinti con i parziali di 25 a 17 e 25 a 19, ma nel terzo set hanno subito il ritorno delle maddalenine, le quali, efficaci in tutti i fondamentali, hanno riaperto i giochi, chiudendo sul 19 a 25, ma le orioncine hanno ritrovato prontamente il filo del discorso e hanno portato a casa un successo fondamentale, vincendo il quarto set per 25 a 18. Ha riposato l’Alfieri Cagliari.

Serie C pallavolo femminile: Gymnasium Uta, Tespiense Quartu e Ariete Oristano continuano la loro marcia

Continua la marcia della Gymnasium Uta in testa alla classifica della serie C di pallavolo femminile: nella giornata di ieri, le ragazze di Gramignano hanno inanellato il sesto successo consecutivo, imponendosi in tre set (11 – 25/17 – 25/24 – 26) sul campo dell’Antes Ogliastra Volley.Pallavolo

Fermo il Sorso per il turno di riposo imposto dal calendario, balza in seconda posizione la Tespiense Quartu, che si è imposta con un netto 0 a 3 (18 – 25/15 – 25/21 – 25) in casa del Garibaldi La Maddalena, formazione ancora a secco di punti, al pari della sopraccitata compagine ogliastrina e della Scuola Volley Solki, che ha perso per 3 a 0(25 – 13/25 – 23/25 – 19( lo scontro salvezza con la Pallavolo Olbia.

L’incontro più atteso del sesto turno, quello che vedeva opposte Sant’Andrea Gonnesa e Ariete Oristano, si è chiuso con la vittoria per 1 a 3 18 – 25/21 – 25/25 – 21/23 – 25) delle oristanesi, ora terze in classifica.

Nei primi due set la differenza fra le due squadre è stata netta- ha dichiarato Silvia Figus -. Nel terzo parziale, invece,  abbiamo commesso qualche errore di troppe, mentre loro hanno iniziato a difendere su ogni pallone, come da peculiarità delle squadre dell’iglesiente, in particolar modo quelle allenate da Loris Cocco.

La nostra maggiore esperienza ci ha permesso di portare a casa un quarto set non facile contro una squadra dalle ottime potenzialità ma ancora con poca esperienza.  Noi avevamo  bisogno di questa ulteriore conferma per riscattarci dopo una stagione in cui avevamo fatto molti sacrifici per riuscire a conquistare la salvezza“.

Trasferta amara per l’Orion che, al termine di una partita dai contenuti tecnici non eccelsi, ha ceduto l’intera posta in palio all’Alfieri Cagliari. I parziali dei tre set (25 – 22/25 – 20/25 – 21) parlano di una sfida tutto sommato equilibrata, al termine della quale ha prevalso la squadra che ha sbagliato di meno. Vittoria per 3 a 0 (25 – 18/25 – 25/19), infine, del Selargius ‘ 85 contro la San Paolo Cagliari.

 

La Tespiense Quartu sogna in grande con…M.Elena Farci

Ha una passione viscerale per la pallavolo, al punto che non potrebbe neanche immaginare la sua vita senza un pallone tra le mani. Stiamo di parlando di M. Elena Farci, giocatrice quartese di 26 anni, che ha iniziato la sua carriera tra le fila della Tespiense, per poi vivere una lunga esperienza con la Janas, sodalizio con il quale ha disputato alcuni campionati di serie B2 e ha vinto, nell’ultima stagione, i play off della C femminile, sconfiggendo, per uno strano “scherzo del destino”, proprio la sua prima società di appartenenza. Farci 2

E ora, dopo la mancata iscrizione della Janas, ha fatto ritorno alla Tespiense, formazione che punta a recitare un ruolo da assoluta protagonista nel campionato di serie C. in corso.

M. Elena, ci potresti dire come hai vissuto questo ritorno a “casa”?

Nonostante fossi già stata alla Tespiense è stato molto strano “cambiare ambiente” dopo nove anni vissuti in una stessa società. Come è normale che sia, ancora non posso avere gli automatismi che avevo alla Janas. Ma per il momento posso dire che mi sto trovando bene, in particolar modo con le mie compagne. Veniamo tutte da esperienze molto diverse. In passato ci siamo incontrare spesso come avversarie. Ciò nonostante abbiamo trovato subito una buona intesa e insieme ci divertiamo”.

Che sensazioni si provano nell’andare nella squadra che, solo pochi mesi prima, avevi superato ai play off?

Le battutine e gli sfottò non mancano mai, però facciamo tutto con leggerezza e in maniera scherzosa”.

Farci 1La gioia per quella vittoria, purtroppo, è svanita subito. Come hai reagito alla notizia della mancata iscrizione della tua vecchia squadra, la Janas, al campionato di serie B2?

Mi è dispiaciuto molto non poter disputare di nuovo il campionato di serie B2, ma allo stesso tempo sono consapevole delle difficoltà che le società devono affrontare in questo periodo e pertanto capisco la loro scelta

Anche quest’anno, la tua squadra punta a un campionato di vertice.

Sì, penso che la nostra sia una bella squadra. Prese singolarmente siamo tutte giocatrici valide per la categoria, ma dobbiamo ancora abituarci a giocare insieme. Per quel che riguarda il campionato, credo non sia così semplice come possa sembrare. Ci sono molte squadre competitive e quindi tuttie possono vincere o perdere contro chiunque”.

Torniamo a parlare di te, prova a descriverti come giocatrice.

Come giocatrice sono cambiata molto con il passare degli anni. All’inizio ero molto insicura, soprattutto perché non avevo molto spazio, e la paura di sbagliare mi bloccava, mentre ora, visto che ho alle spalle una buona esperienza, entro in campo con il giusto atteggiamento, senza ansie e consapevole delle mie capacità. Di difetti ne ho tanti. Ho la testa dura, sono permalosa e polemica. Tutte cose che, in palestra, dovrei tenere a bada, anche se spesso non ci riesco. Sotto questi aspetti devo migliorare”.

Se potessi avere la possibilità di riavere con te qualche compagna o qualche allenatore del passato, chi vorresti?

Come allenatore, Riccardo Lilliu. Lui ha creduto in me quando avevo solo 15 anni, mi ha fatto crescere come atleta e se sono diventata la giocatrice che sono ora il merito è suo. Con le compagne ho avuto tante esperienze, sia positive sia negative. Posso dire di avere molte amiche, ma se proprio devo fare dei nomi, anche a livello di gioco, dico Cristina Spadarella, Valeria Sergi e Barbara Meloni. Lei, in questi ultimi due anni, mi ha fatto ritrovare la passione per un ruolo, quello di centrale, che in passato mi stava stretto e che non mi faceva più divertire”.

Hai qualche rimpianto per quel che riguarda la tua carriera?

Se avessi iniziato prima e se avessi preso le cose più seriamente negli anni di crescita forse sarei potuta arrivare più in alto, ma ora non si può sapere”.

E cosa sogni per il tuo futuro?

Tendenzialmente non sono una ragazza sognatrice, mi piace stare con i piedi per terra. Spero di continuare a praticare questo sport, divertirmi e magari fare un’altra esperienza in B2 o, se fosse possibile, in campionati superiori”.

articolo scritto con la collaborazione di Alessandra Fatima Cossu

Serie C pallavolo femminile: la Gymnasium Uta conquista la vetta solitaria della classifica. Vittorie per Sorso, Tespiense e Ariete Oristano

Alla Gymnasium Uta, tra le principali favorite per la vittoria finale, sono bastate solo quattro giornate per conquistare la vetta solitaria della classifica della serie C di pallavolo femminile.Uta

Sabato scorso, Tania Masala e compagne hanno inanellato il quarto successo consecutivo, imponendosi in quattro set sul campo dell’Alfieri Cagliari.

Il primo parziale è stato caratterizzato da un sostanziale equilibrio fino al 20 pari, poi una serie di battute efficaci di Ciurli hanno permesso alle ragazze di Gramignano di piazzare l’allungo decisivo e chiudere così la frazione sul 21 a 25.

Secondo set a senso unico a favore dell’Uta, che si è imposto con il netto punteggio di 12 a 25, per poi partire forte anche nel terzo parziale, in avvio del quale ha piazzato un break di 2 a 7. In quel frangente, un passaggio a vuoto ha consentito alle alfierine di ribaltare la situazione, portandosi sull’8 a 7. Le due squadre hanno viaggiato sul filo dell’equilibroo fino al 23 a 23, quando due buone giocate hanno consentito all’Alfieri di vincere il set per 25 a 23.

Sulle ali dell’entusiasmo per il successo parziale, le alfierine hanno accumulato un buon margine di vantaggio nelle fasi iniziali del quarto set (14 a 8), ma Ciurli e Agri hanno guidato la rimonta della Gymnasyum Uta, che ha chiuso i conti sul 19 a 25.

Per noi sono tre punti importanti – ha dichiarato il tecnico, Matteo Gramignano -. perché sono arrivati contro una buona squadra che, sabato, ha giocato una buona partita. Noi siamo una squadra con numeri e potenzialità da categoria superiore, ma purtroppo siamo ancora discontinui. Sono sicuro che  migliorareremo  con l’avanzare del tempo e potremo quindi toglierci delle belle soddisfazioni”.

Alle spalle della battistrada si conferma la coppia formata da Sant’Andrea Gonnesa e Sorso, che si sono affrontate in quello che era il match più atteso del quarto turno. Le due squadre non hanno tradito le attese e hanno dato vita a una sfida avvincente, che si è chiusa con il successo al tie break delle ragazze di Melotti.

Nel primo set le gonnesine sono partite col piede sull’acceleratore e hanno piazzato un break di 8 a 4. Puntuale è arrivata la risposta delle romangine, che hanno impattatato sul 12 a 12, per poi chiudere il set a loro favore sul 28 a 30 dopo una battaglia punto a punto.

Il secondo parziale  ha seguito, in linea di massima, la stessa falsariga. A cambiare, però, è stato il finale, in quanto ad imporsi con l’identico punteggio di 30 a 28 sono state  le ragazze di Loris Cocco.

Nel terzo set le  padrone di casa hanno fatto leva su un servizio efficace per mettere in difficoltà la ricezione e l’organizzazione di gioco delle avversarie che, andate sotto sul 20 a 12, non sono riuscite più a receuperare, nonostante una buona reazione di alcuni elementi della panchina come Giusy Delogu e Chiara Spanu, e hanno ceduto sul 25 a 19.

Sotto di un parziale  il Sorso ha ritrovato i giusti equilibri e, grazie alle giocate di una Chiara D’Elia in gran spolvero, si è aggiudicato la quarta frazione con il punteggio di 21 a 25. Esito della sfida rimandato, quindi, al tie break, vinto per 11 a 15 dalle sorsesi che hanno conquistato il secondo successo stagionale in trasferta dopo quello ottenuto due settimane fa sul campo del Selargius ’85, altra rivale nella corsa per i play off.

Le selargine, dal canto loro, hanno superato con un netto 3 a 0 (25 – 10/25 – 19/25 – 22) le giovanissime atlete dell’Orion.

Continua il momento positivo dell’Ariete Oristano e della Tespiense Quartu, entrambe capaci di vincere la terza gara consecutiva: le quartesi si sono imposte per 1 a 3 (13 – 25/17 – 25/26 – 24/15 – 25) sul campo della Scuola Volley Solki, mentre le oristanesi hanno vinto in tre set (21 – 25/13 – 25/16 – 25). in casa dell’Antes Ogliastra Volley.

Le sulcitane e le ogliastrine restano così al palo, al pari del Garibaldi La Maddalena, che ha ceduto l’intera posta in palio alla San Paolo Cagliari, vittoriosa con il punteggio di 1 a 3 (13 – 25/17 – 25/25 – 17/24 – 26). Ha riposato la Pallavolo Olbia.

 

Lo scontro al vertice tra Sant’Andrea Gonnesa e Sorso sarà il piatto forte della quarta giornata della serie C di pallavolo femminile

Sarà lo scontro al vertice tra Sant’Amdrea Gonnesa e Sorso il piatto forte della quarta giornata della serie C di pallavolo femminile, in programma per domani sabato 7 novembre. La sfida tra le due compagini, entrambe imbattute e distanziate di un solo punto, andrà in scena alle ore 17 presso la Palestra Comunale di via Asproni.Sorso

L’altra capolista, la Gymnasium Uta, cercherà di allungare la serie di risultati utili in casa dell’Alfieri Cagliari (ore 16:30, Pal. Casa di riposo Vittorio Emanuele Terramaini – via Valerio Pisano 10).

Secondo impegno esterno consecutivo per l’Orion, attesa da un’altra sfida ostica sul campo del Selargius ’85 (ore 20, Palestra Scolastica, via Parigi).

La Tespiense Quartu e l’Ariete Oristano proveranno a tenere il passo delle battistrada dopo aver inanellato due successi nelle due precedenti giornate: le biancoverdi giocheranno in casa della Scuola Volley Solki (ore 19:30, Palestra Lungomare), mentre le oristanesi saranno impegnate a Tortolì contro l’Antes Ogliastra (ore 17, Pal. Itc, via Santa Chiara).

In palio punti salvezza nella sfida tra Garibaldi La Maddalena e San Paolo Cagliari (ore 18:30, Palazzetto via Lamarmora). Riposa la Pallavolo Olbia.