Articoli marcati con tag ‘selargius 85’

Riprende il campionato di serie C di pallavolo femminile

La sosta proseguirà per l’Orion, ferma per il turno di riposo imposto dal calendario, per tutte le altre protagoniste della serie C di pallavolo femminile è arrivato il momento di ritornare in campo, dopo la pausa per le festività di fine anno, per l’undicesimo turno, in programma per domani, sabato 9 gennaio.Uta

La capolista Gymnasium Uta è attesa dalla sfida casalinga contro la Pallavolo Olbia (ore 18, Palestra Argiolas Manna). Le ragazze di Matteo Gramignano scenderanno in campo con l’obiettivo di allungare la striscia di risultati utili e, conseguentemente, tenere a distanza le dirette inseguitrici, Tespiense Quartu e Ariete Oristano,  attese da due impegni da non sottovalutare.

Le quartesi, infatti, riceveranno la visita del Sorso (ore 17:30, Pal. via Malipiero, trav. via Turati), mentre le oristanesi saranno impegnato sul campo della San Paolo Cagliari (ore 17, Pal. Oratorio San Paolo, Piazza Giovanni XXIII).

Sfida da non perdere in ottica qualificazione ai play off tra Selargius ’85 e Sant’Andrea Gonnesa ( ore 20, Palestra Scolastica, via Parigi), mentre lo scontro tra Scuola Volley Solki e Antes Antes Ogliastra Volley mette in palio punti importanti nella corsa per la salvezza (ore 19:30, Palestra Lungomare, Sant’Antioco). Il Garibaldi La Maddalena proverà a dare ossigeno alla propria classifica contro l’Alfieri Cagliari (ore 18:30, Palazzetto, via La Marmora).

Sarà Tespiense – Selargius ’85 il big match della quinta giornata della serie C di pallavolo femminile

Mentre l’imbattuta capolista Gymnasium Uta sarà impegnata sul proprio campo (ore 18, Palasport via Argiolas Manna) Pallavolo Olbiacontro il Garibaldi La Maddalena in un testa coda che non dovrebbe presentare particolari difficoltà, la sfida più attesa della quinta giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile, in programma per domani sabato 14 novembre, andrà in scena a Quartu, dove si affronteranno Tespiense e Selargius ’85 (ore 17:30, Pal. via Malipiero, trav. via Turati).

Ferma per il turno di riposo imposto dal calendario la Sant’Andrea Gonnesa, l’altra inseguitrice della battistrada, il Sorso, giocherà davanti al proprio pubblico contro la Pallavolo Olbia (ore 18:30, Centro polivalente, via Dessì).

Si preannuncia ricca di spunti di interesse la sfida tra Ariete Oristano e Alfieri Cagliari (ore 18, Pal. Tharros, via Pira), mentre saranno in palio punti importanti in chiave salvezza negli scontri San Paolo Cagliari – Antes Ogliastra Volley (ore 17, Pal. Oratorio San Paolo, Piazza Giovanni XIII) e Orion Sassari – Scuola Volley Solki (ore 18, Palestra Scuola Media n°12, via Togliatti).

Lo scontro al vertice tra Sant’Andrea Gonnesa e Sorso sarà il piatto forte della quarta giornata della serie C di pallavolo femminile

Sarà lo scontro al vertice tra Sant’Amdrea Gonnesa e Sorso il piatto forte della quarta giornata della serie C di pallavolo femminile, in programma per domani sabato 7 novembre. La sfida tra le due compagini, entrambe imbattute e distanziate di un solo punto, andrà in scena alle ore 17 presso la Palestra Comunale di via Asproni.Sorso

L’altra capolista, la Gymnasium Uta, cercherà di allungare la serie di risultati utili in casa dell’Alfieri Cagliari (ore 16:30, Pal. Casa di riposo Vittorio Emanuele Terramaini – via Valerio Pisano 10).

Secondo impegno esterno consecutivo per l’Orion, attesa da un’altra sfida ostica sul campo del Selargius ’85 (ore 20, Palestra Scolastica, via Parigi).

La Tespiense Quartu e l’Ariete Oristano proveranno a tenere il passo delle battistrada dopo aver inanellato due successi nelle due precedenti giornate: le biancoverdi giocheranno in casa della Scuola Volley Solki (ore 19:30, Palestra Lungomare), mentre le oristanesi saranno impegnate a Tortolì contro l’Antes Ogliastra (ore 17, Pal. Itc, via Santa Chiara).

In palio punti salvezza nella sfida tra Garibaldi La Maddalena e San Paolo Cagliari (ore 18:30, Palazzetto via Lamarmora). Riposa la Pallavolo Olbia.

La Castellanese si gioca il primo match ball promozione

Fin dalla prima giornata il campionato di serie C di pallavolo femminile in corso è stato caratterizzato dal dominio incontrasto della Castellanese, come dimostrano le diciannove vittorie conquistate su altrettante gare disputate e i quattordici punti di vantaggio sulla seconda in classifica, la Tespiense Quartu.Castellanese

Nella giornata di domani, sabato 11 aprile, davanti al pubblico amico, le ragazze allenate da Antonio Fiori potranno giocarsi il primo match ball promozione contro il Selargius ‘ 85. L’appuntamento, per tifosi e appassionati, è fissato per le ore 19 presso la Palestra del Liceo Scientifico di Lu Bagnu.

Ferma la Janas Quartu per il turno di riposo imposto dal calendario, la ventiduesima giornata riserva altre sfide ricche di interesse tra corsa per conquistare un posto nei play off e lotta per evitare la retrocessione.

La Tespiense ospiterà la Teusolki con l’intento di rafforzare la seconda posizione (ore 17:30, Pal. via Malipiero, trav. via Turati), mentre la Sant’Andrea Gonnesa, rivelazione del campionato, dovrà vedersela con il Sorso, una delle migliori realtà di questo scorcio di stagione (ore 18:30, Centro Polivalente, via Dessì).

Impegno esterno anche per la Smeralda Ossi che, sul campo della cenerentola Gymnos Pirri, cercherà di conquistare punti importanti in chiave salvezza (ore 16, Palestra Comunale, via degli Stendardi). Con lo stesso obiettivo scenderà in campo l’Antes Ogliastra Volley, attesa dal difficile test casalingo con l’Alfieri Cagliari (ore 19:30, Pal. Itc, via Santa Chiara)

Alle ore 18:30 di domenica, presso la Palestra della Scuola Media n°12 di via Togliatti, andrà in scena l’ultimo atto della ventiduesima giornata con la sfida tra San Giuseppe e Ariete Oristano, che si preannuncia avvincente e aperta ad pronostico.

 

 

 

 

 

Domani andrà in scena la ventunesima giornata della serie C di pallavolo femminile

Nel pomeriggio di domani, sabato 28 marzo, si giocherà la ventunesima giornata del campionato di serie C di pallavolo Grazia Fancellofemminile: la capolista Castellanese, dopo aver ceduto il secondo punto stagionale, proverà a continuare la sua marcia trionfale sul campo della quarta forza del campionato, l’Alfieri Cagliari (ore 16:30, Pal. Casa di riposo Vittorio Emanuele Terramaini – via Valerio Pisano 10).

Torna in campo, dopo il turno di riposo, la seconda della classe, la Tespiense Quartu, attesa dall’ostico impegno sul campo della Sant’Andrea Gonnesa (ore 17, Palestra Comunale, via Asproni). Le cugine della Janas, ritornate al successo una settimana fa, giocheranno in trasferta sul campo di un’Ariete Oristano, impegnata nella lotta per evitare la retrocessione e galavanizzata dall’ottima prova sul campo delle battistrada (ore 18, Pal. Tharros, via Pira).

La sfida tra Selargius ’85 e San Giuseppe, in programma alle ore 20 presso la Palestra Scolastica di via Parigi, mette in palio punti importanti in chiave play off.

Scontri salvezza tra Tuesolki e Gymnos Pirri (ore 16, Pal. Lungomare Sant’Antioco) e tra Smeralda Ossi e Antes Ogliastra Volley (ore 19, Tensostruttura via San Leonardo). Riposa Sorso.

Serie C pallavolo femminile: l’Ariete Oristano strappa un punto alla Castellanese, la Janas ritrova la vittoria e la terza posizione

Per la seconda volta nell’arco della  stagione, la prima fu contro la Sant’Andrea Gonnesa alla quinta giornata, la Castellanese è stata Ariete Oristanocostretta a cedere un punto. Questa volta, a far tremare le ragazze di Antonio Fiori, apparse stanche e poco incisive a causa delle condizioni non ottimali della palleggiatrice Simona Fiori, sono state le combattive e volenterose giocatrici dell’Ariete Oristano, le quali, impegnate nella lotta per evitare le retrocessione, hanno giocato con tenacia e determinazione contro le quotate avversarie, portando la sfida fino al tie break (20 – 25/25 – 12/19 – 25/25 – 19/15 – 8).

Vista la prestazione odierna, le oristanesi possono guardare con fiducia al prosieguo della stagione, mentre Melissa Speziga e compagne, che hanno costruito il loro successo grazie all’efficacia in battuta, hanno portato a 11 i punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice, la Tespiense Quartu, ferma per il turno di riposo imposto dal calendari.

L’altra impresa di giornata è stata compiuta dal redivivo Selargius ’85, vittorioso in tre set (25 – 20/28 – 26/25 – 14) sull’Alfieri Cagliari, costretta a cedere la terza posizione alla Janas Quartu che, dopo tre sconfitte consecutive, ha riassaporato il gusto della vittoria, imponendosi con il punteggio di 3 a 0 sulla Teusolki.

Inizio di gara favorevole alle quartesi, particolarmente efficaci in battuta, poi il primo set è stato caratterizzato da un continuo susseguirsi di errori da ambo le parti, fino all’allungo finale delle ragazze di Lilliu, che hanno chiuso il primo set sul 25 a 22.

Avvio sprint nella seconda frazione della Teusolki, che ha accumulato un vantaggio iniziale di 4 punti (6 – 10), prima di subire la rimonta delle padrone di casa, che si sono aggiudicate il parziale con il punteggio di 25 a 20.

Il leit motiv si è ripetuto pressochè identico nel terzo set, in avvio del quale le antiochensi hanno messo in difficoltà la ricezione delle avversarie e hanno messo a segno un break di 6 a 13.

Pronta è arrivata la reazione della Janas che, superato il momento di difficoltà, ha ribaltato il punteggio, portandosi sul 22 a 20. Fase finale della frazione ricca di emozioni: le sulcitane hanno annullato alcuni set point alle quartesi, che hanno poi trovato il guizzo vincente per chiudere i conti sul 27 a 25.

La matricola terribile Sant’Andrea Gonnesa ha rafforzato la quinta posizione, l’ultima utile per accedere alla seconda fase, imponendosi in tre set (20 – 25/22 – 25/23 – 25) sul campo dell’ultima in classifica, la Gymnos Pirri.

Non molla la San Giuseppe, che dimostra il solito grande carattere, superando in rimonta (25 – 21/25 – 21/ 21 – 25/17 – 25/13 – 15) la Smeralda Ossi. Vittoria per 0 a 3 (10 – 25/15 – 25/19 – 25), infine, del Sorso sul campo dell’Antes Ogliastra Volley.

si ringraziano per la collaborazione, Mariuccia Oggiano e Alessandra Fatima Cossu

 

Si gioca la dodicesima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile: riflettori puntati sulle sfide Tespiense – Alfieri e Janas – San Giuseppe

Domani, sabato 17 gennaio, andrà in scena la dodicesima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile, dominato finora dalla Castellanese, capace di conquistare dieci successi su altrettante gare disputate.Pallavolo

Le ragazze guidate in panchina da Antonio Fiori proveranno ad allungare la striscia vincente sul campo della matricola Gymnos Pirri (ore 20, Pal. Comunale, via degli Stendardi).

Ricchi di motivi di interesse gli scontri diretti tra le squadre che stazionano in zona play off: la Tespiense Quartu, seconda forza del campionato, riceverà la visita dell’Alfieri Cagliari (ore 17:30, Pal. via Malipero, traversa via Turati), mentre l’altra compagine quartese, la Janas,  reduce dal brillante successo sul campo del Sant’Andrea Gonnesa, proverà a riconfermarsi contro la San Giuseppe (ore 20, Scuola Media via Silesu, trav. via Arruloni).

Rinfrancato dalla vittoria di una settimana fa contro la Gymnos Pirri, il Selargius ’85 di conquistare i punti necessari per rimanere agganciato alla zona play off nella sfida esterna contro la pericolante Antes Ogliastra Volley (ore 19:30, Pal. Itc, via Santa Chiara.

Identico l’obiettivo del Sant’Andrea Volley Gonnesa, che ospiterà il fanalino di coda Ariete Oristano (ore 17, Palestra Comunale, via Asproni). Sfida importante in chiave salvezza tra la Risacca Sorso, rilanciata dagli ultimi risultati positivi, e la Teusolki, in programma alle ore 18:30 presso il Centro Polivalente di via Dessì. Riposa la Smeralda Ossi.

La voglia di riscatto di Silvia Costantino, capitano e punto di forza del Selargius ’85

La stima e l’apprezzamento degli altri la gratificano e la aiutano ad esprimere, con maggiore sicurezza, tutto il suo potenziale tecnico. Poi in campo, da buon capitano, diventa una guida per le sue compagne, facendo leva sulle sue caratteristiche principali, che sono l’umiltà e la determinazione. Stiamo parlando di uno dei punti di forza del Selargius ’85, Silvia Costantino, tornata in serie C, spinta da un forte spirito di rivalsa, dopo la rinuncia del Deledda e la stagione alquanto travagliata, per vicissitudini di varia natura, trascorsa alla San Paolo in serie B2.Silvia Costantino

Alla luce di quanto accaduto nelle prime giornate, ci potresti dire quali sono le tue prime impressioni sul campionato in corso?

Rispetto agli anni passati, il livello generale è notevolmente calato, anche se non mancano giocatrici di valore assoluto che nobilitano il campionato, come Manuela Piccioni della Castellanese, squadra favorita per il salto di categoria, mentre per la corsa ai play off vedo in pole position Janas, Tespiense e Alfieri, in pratica tutte le compagini che godevano dei favori dei pronostici alla vigilia del campionato. Ho notato, poi, che le squadre della parte medio bassa della classifica sono molto più competitive e questo fa sì che quasi tutte le partite siano aperte a tutti i risultati”.

Quali sono, invece, gli obiettivi della tua formazione?

“Il nostro obiettivo, ad inizio stagione, era la permanenza nella categoria. Le vittorie ottenute nelle prime giornate ci hanno fatto credere di poter lottare per i play off. Nelle ultime partite ci siamo un po’ cullate sugli allori, ci siamo, in un certo qual modo, adagiate e non abbiamo affrontato le partite con la giusta attenzione e con la necessaria cattiveria agonistica. Dobbiamo ritrovare, al più presto, quella chimica di squadra, che era stato il nostro marchio di fabbrica nelle prime uscite stagionali, ma sono sicura che torneremo, al più presto, a giocare sui nostri livelli ottimali”.

Silvia Costantino 2Parliamo ora di te, cosa ti ha lasciato in dote l’esperienza con la San Paolo in B2?

Quell’esperienza mi ha aiutato a crescere dal punto di vista della costanza, aspetto del gioco in cui devo ancora perfezionarmi, e della personalità. L’aver fatto molta panchina mi ha fatto compiere dei miglioramenti sotto l’aspetto mentale, mi ha dato molti stimoli e ora scendo in campo sempre per ottenere il massimo e per dare il meglio di me stessa”.

Quest’anno sei tornata al Selargius ’85, la tua vecchia squadra con la quale avevi già conquistato, in passato, due promozioni.

Sì. Il 30 agosto, dopo la rinuncia del Deledda, mi sono trovata senza squadra. In quei giorni ho ricevuto un’ importante offerta da parte della Castellanese, ma non sono potuta andare, non per mia scelta personale, ma per il mancato accordo con la società detentrice del mio cartellino, il Selargius ’85. A quel punto, con tutti gli organici pressoché al completo, non ho potuto far altro se non tornare nella mia squadra.”

Con quale stato d’animo hai accolto la notizia della rinuncia del Deledda?

Purtroppo, ci sono abituata, visto che avevo già vissuto, per ben due volte, questa brutta situazione. Questa volta, il dispiacere è stato ancora più grande, perché volevo fortemente giocare un’altra stagione in serie B2 per riscattarmi e per cancellare le problematiche dell’annata sportiva precedente”.

Torniamo alla stagione in corso, come stai vivendo il ruolo di capitano?

Essere il capitano della squadra comporta l’assunzione di molte responsabilità, ma è un ruolo molto stimolante e gratificante, perché devi cercare, in qualsiasi momento, di essere il punto di riferimento per le tue compagne”.

Un’ultima domanda, quali emozioni hai provato quando hai affrontato l’Alfieri, la squadra nelle cui fila milita tua sorella, Sara?

Per tanti anni abbiamo giocato insieme e trovarsela di fronte come avversaria, non lo posso negare, mi ha fatto un effetto particolare. Per tutta la settimana precedente la gara non si è parlato d’altro, ci siamo punzecchiate tutti i giorni, poi, una volta scese in campo, ognuna di noi ha pensato alla sua squadra come giusto che sia”.

Serie C pallavolo femminile: l’Alfieri Cagliari proverà a fermare la corsa della Castellanese. Da non perdere le sfide San Giuseppe -Selargius ’85 e Tespiense – Sant’Andrea Gonnesa

Sfide d’alta quota e scontri salvezza dialto iuteresse tecnico ed agonistico nel programma dell’ottava giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile, in calendario per domani, sabato 6 dicembre.Alessandra Sanna

Dopo aver lasciato alle avversarie un solo punto nelle prime sei gare diputate, la Castellanese, capolista solitaria, dovrà vedersela con l’Alfieri Cagliari, avversaria dalle ottime potenzialità, reduce dal brillante successo con il Selargius ’85. La partita avrà inizio alle ore 19, si giocherà presso la Palestra del Liceo Scientifico di Lu Bagnu.

Riusciranno le cagliaritane a fermare la corsa di Melissa Speziga e compagne? E’ ciò che si augurano le inseguitri, a cominciare dalla Janas Quartu e dalla San Giuseppe, distanziate di soli due punti dalle prime della classe e attese da impegni  casalinghi di differente difficoltà.

Le quartesi, infatti, riceveranno la visita dell’Ariete Oristano, cenerentola del campionato (ore 20, Pal. Scuola Media via Silesu, trav. via S’Arruloni), mentre le sassaresi proveranno a sfruttare il fattore campo contro l’ostico Selargius ’85 (ore 17, Pal. Scuola Media n°12, via Togliatti).

Si preannucia ricca di spunti interessanti anche la sfida tra la Tespiense Quartu e la Sant’Andrea Volley (ore 17:30,  Pal via Malipero,trav. Via Turati), due squadre che stazionano in zona play off e che proveranno a fare bottino piene per tenere il passo delle battistrada.

In palio importanti punti salvezza nelle sfide Gymnos Pirri – Teusolki (ore 20:30, Pal. Comunale, via degli Stendardi) e Antes Ogliastra Volley – Smeralda Ossi (ore 19:30, Pal. Itc, via Santa Chiara, Tortolì). Riposa La Risacca Sorso.

 

 

La Castellanese guida la classifica della serie C di pallavolo femminile, importanti vittorie per San Giuseppe, Janas, Alfieri e Sorso

Il testa coda della settima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile, tra Ariete Oristano e Castellanese, si è chiuso, come era facilmente pronosticabile, con la vittoria per 0 a 3 (9 a 25/10 – 25/18 – 25) delle ragazze di Antonio Fiori, che hanno così conservato il primato con due punti di vantaggio su Janas e San Giuseppe, le quali hanno scavalcato la Tespiense Quartu, ferma per il turno di riposo imposto dal calendario, grazie alle vittorie ottenute contro Teusolki e Smeralda Ossi.Janas

In quel di Sant’Antico, le ragazze di Cadoni hanno inizialmente faticato a prendere le misure alle avversarie, che hanno vinto il primo set con il punteggio di 25 a 21. Nella seconda frazione, Barbara Meloni e compagne hanno iniziato a giocare con maggiore lucidità e hanno piazzato un parziale iniziale di 6 a 19 per poi chiudere sul 10 a 25.

Nella fasi iniziali del terzo set, le combattive atlete della Teusolki hanno giocato con grande determinazione, difendendo in maniera egregia sugli attacchi delle bande quartesi, Noemi Sanna e Michela Lebiu. Poi, dopo una fase di gara caratterizzata da un sostanziale equilibrio, le sulcitane, trascinate dal capitano Francesca Balia, si sono portate sul 17 a 12. Nel momento più difficile è arrivata l’ottima reazione delle ragazze della Janas, che hanno ristabilito la parità per poi aggiudicarsi il set con il punteggio di 23 a 25.

Nella parte iniziale del quarto set, un’ottima Valentina Vitiello ha trascinato la sua formazione, che, nonostante la tenace resistenza delle avversarie, ha chiuso i conti, vincendo ai vantaggi per 24 a 26.

A prescindere dalla superiorità fisica delle avversarie – ha dichiarato il capitano della Teusolki, Francesca Balia – , abbiamo dimostrato di poter combattere ad armi pari, facendo leva su altre qualità, come la caparbietà, l’energia e lo spirito di gruppo. Onore alle avversarie per la vittoria, ma noi andiamo avanti sempre più agguerrite“.

Vittoria in quattro set anche per la San Giuseppe che, nonostante sia scesa in campo in formazione rimaneggiata per le assenze di Strinna, Cocco e Piredda (il tecnico Daniele Colombino ha schierato Chiara Rizzo nel ruolo di opposta e ha dato fiducia alla giovane Tanca, ricevendo ottime risposte da entrambe le giocatrici), ha avuto ragione della Smeralda Ossi che, come da consuetudine, ha mostrato in trasferta il suo volto peggiore.

Il primo set aveva fatto presagire qualcosa di diverso per le ossesi che, piazzato un parziale iniziale di 0 a 4, sono rimaste a lungo avanti nel punteggio.  Sul punteggio di 12 a 16 è arrivata la reazione delle sassaresi, che sono riuscite a ribaltare la situazione, ma hanno sprecato un set point sul 24 a 23, poi hanno subito gli attacchi di Alessandra Marongiu e Pinna, la quale  ha messo a segno il punto del decisivo 24 a 26.

Avvio di secondo set equilibrato, poi Claudia Oppes e compagne hanno migliorato, in modo esponenziale, l’efficacia del proprio servizio e hanno messo in crisi la deficitaria ricezione delle ossesi, chiudendo la frazione sul 25 a 10.

Il leit motiv della gara non è cambiato nel terzo e nel quarto set, vinti per 25 a 16 e 25 a 18 dalle sassaresi, che conservano così l’imbattibilità casalinga.

C’era molta attesa per la sfida tra Alfieri e Selargius ’85,  due formazioni che navigano nelle parti alte della graduatoria e che non nascondono le proprie ambizioni. Ad imposi, con il punteggio di 3 a 1, sono state le cagliaritane, le quali hanno anche raggiunto l’obiettivo di superare in classifica le rivali.

Nel primo set, l’Alfieri, poco fallosa, è rimasta sempre avanti nel punteggio e si è imposta con il punteggio di 25 a 23. Il secondo parziale è stato un monologo per le cagliaritane che, limitati  gli attacchi di Silvia Costantino con i muri della sorella Sara e delle centrali, hanno chiuso sul 25 a 9. Nel terzo set, un leggero calo di contrazione dell’Alfieri, poco efficace in ricezione e in attacco, ha dato nuova linfa al Selargius, che ha riaperto i giochi, vincendo la frazione per 20 a 25. Quarto set combattuto: le due squadre sono rimaste a lungo vicine nel ounteggio, poi, nel combattuto finale, due errori in attacco di Silvia Costantino e una doppia fischiata alla palleggiatrice Chiara Pravettoni hanno spalancato le porte della vittoria all’Alfieri, che ha chiuso sul 25 a 23. Da segnalare, tra le fila della compagine cagliaritana, le ottime  prove delle centrali e delle giocatrici della panchina.

L’Alfieri è scesa in campo con una formazione diversa dal solito, ma, a parer mio, ottima – ha dichiarato Silvia Costantino -. Contro di noi sono state protagoniste le giocatrici che, in quella squadra, fanno realmente la differenza. Per noi del Selargius è stata, senza alcun dubbio, una giornata negativa per tutte sotto ogni punto di vista. Ogni tanto, grazie a qualche momento di lucidità, siamo riuscite a rimontare, ma non abbiamo mai dato l’impressione di poterci imporre in maniera definitiva sulle avversarie. Troppo scontate noi nel gioco e brave loro a non farsi trovare impreparate”.

Le selargine sono state raggiunte in classifica dal Sant’Andrea Gonnesa, vittorioso per 3 a 1 (25 a 17/25 a 17/17 – 25/25 – 15) sulla Gymons Pirri, mentre La Risacca Sorso ha riassaporato il gusto della vittoria, imponendosi al tie break (26 – 24/21 – 25/22 – 25/25 – 16/15 – 5) nello scontro salvezza con l’Antes Ogliastra Volley.

si ringrazia per la collaborazione, Alessandra Fatima Cossu