Articoli marcati con tag ‘sassari 76’

Terza vittoria e primato solitario per le ragazze del Sardegna

Sabato scorso, per la seconda giornata di ritorno del girone E della Seconda Divisione di pallamano femminile, si sono affrontate Sassari ’76 e Sardegna: ad imporsi, con il punteggio di 13 a 20, sono state Tania Pintus e compagne. Le quali, in virtù di questo successo, il terzo stagionale, , hanno distanziato il Karalis e hanno conseguentemente conquistato il primato solitario della classifica. 15327558_10211639236244639_1792416164_n

Le ragazze del Sardegna sono partite col piede giusto, ma hanno poi avuto un calo mentale, permettendo alla Sassari 76′ di chiudere il primo tempo sul risultato di parità (6 a 6). Nella ripresa, però, il Sardegna ha trovato il giusto spirito e la necessaria concentrazione portando a casa un successo fondamentale in vista del prossimo big match con la Karalis, in programma il prossimo 15 gennaio.

Un derby è sempre un derby- ha dichiarato Tania Pintus -. Per tale motivo, nonostante il rispetto che portiamo per le nostre avversarie, con alcune delle quali abbiamo condiviso l’esperienza della passata stagione, abbiamo perso un po’ la testa. Nel secondo tempo però ci siamo riprese: sono davvero orgogliosa di tutte le ragazze, che in campo sono sempre sorridenti, ci mettono l’anima in tutto quello che fanno. Siamo la dimostrazione che, nella pallamano, la vittoria è della squadra, non del singolo. Mi sento parte di un gruppo fantastico!

Niente da fare per la Sassari 76 contro il Flavioni

Sabato scorso, a Civitavecchia, si è disputato lo spareggio tra la formazione locale del Flavioni e la Sassari 76, che metteva in palio unposto per la Fase Finale del Campionato di Seconda Divisione di pallamano femminile. Ad imporsi, con il  punteggio di 37 a 18, sono state le laziali, le quali hanno fatto valere la maggiore caratura tecnica e fisica per l’intero arco della contesa.Sassari 76

Nulla da fare, quindi, per le ragazze di Carlo Baroffio, per le quali non mancano, di certo, le attenuanti. Come si può pensare, infatti, che una squadra possa essere competiva, dopo aver disputato un campionato, se tale può definirsi, a due squadre?. Come si può pretendere che, senza un reale confronto, le atlete possano crescere e, soprattutto, trovare stimoli. Se a ciò si aggiunge il disinteresse, pressoché totale, dei media e degli appassionati, il quadro è nefasto.

E, a pagarne le conseguenze maggiori, sono proprio le giocatrici, vere e proprie vittime della crisi che sta attanagliano il mondo della pallamano in generale e a Sassari in particolare, considerato anche che il territorio del Nord Sardegna è, da tempo, alle prese con una pesante crisi economica. La speranza è che i tempi possano cambiare e che la città di Sassari possa tornare, per quel che riguarda la pallamano femminile, ai fasti di un tempo. Ma già la partecipazione a un campionato vero contro avversari sarebbe l’alba di un nuovo inizio.

Per la Sassari 76 è arrivato il momento della verità: sabato prossimo Cinzia Canova e compagne si giocheranno col Flavioni l’accesso alla Fase finale del Campionato di Seconda Divisione

Per la Sassari 76 è arrivato il momento della verità: sabato 30 aprile (inizio ore 16:30), infatti, le ragazze guidate in panchina da Carlo Baroffio voleranno a Civitavecchia per affrontare il Flavioni in una sfida che vale l’accesso alla Fase Finale del Campionato di Seconda Divisione della pallamano femminile, in programma a Chieti dal 13 al 15 maggio prossimi, quando verranno assegnati  tre posti nella massima categoria dell’handball femminile italiano.Sassari 76

“Ci stiamo preparando con impegno e grande esntusiasmo in vista di quello che, per noi, è il primo vero test probante della stagione – ha dichiarato il coach della compagine sassarese -. Purtroppo ci presentiamo all’appuntamento con tante incognite: innanzi tutto sappiamo ben poco delle nostre avversarie, delle quali abbiamo visto solo il video della sfida di ritorno col Cingoli, e soprattutto non conosciamo quale possa essere il nostro reale valore. Purtroppo la prima fase della stagione, anche se affrontata con la necessaria concentrazione, non ci ha potuto dare, a tal proposito, indicazioni precise.

Per avere qualche risposta in più, per prepararci al meglio stiamo disputando qualche amichevole col Nuoro, formazione che ha ottenuto la salvezza nel campionato di serie A, e ora siamo pronti a giocarcela, grazie anche al sostegno del presidente Aldo Dejana, il quale, nell’arco dell’intera stagione, ci ha sempre seguito e sostenuto, permettendoci di lavorare in modo professionale“.

Per la sfida con le laziali, coach Baroffio punterà su un mix di gioventù ed esperienza. A difendere la porta saranno Grazia Stangoni, reduce dall’esperienza nella massima serie col Teramo, e la giovanissima Marianna Mastino.

I terzini saranno la “veterana” Zucchi Pastor, vero e proprio valore aggiunto della squadra, il capitano Cinzia Canova, Giulia Sedda e la talentuosa Francesca Tilocca, già nel giro delle Nazionali giovanili.

Le ali saranno Ramona Sandu e Cristina Piras, mentre il ruolo di pivot sarà ricoperto da Veronica Giacopetti e Iole Garau.

 

La Sassari ’76 vince il girone G della Seconda Divisione di pallamano femminile: ora la sfida con il Flavioni

Giocare dieci partite contro lo stesso avversario non è il massimo dell’aspirazione per nessun giocatore: ma questo è ciò Sassari 76che passa il convento e, in un periodo di crisi quale è quello che sta vivendo il territorio del Nord Sardegna, bisogna fare buon viso a cattivo gioco e, soprattutto, hanno dovuto farlo le giocatrici della Sassari ’76 e del Sardegna Handball Team. Le quali  hanno dato vita a un campionato decisamente poco stimolante, sia per l’esiguo numero di squadre partecipanti sia per il divario tecnico tra le due formazioni.

La Sassari ’76, allenata da Carlo Baroffio, ha infatti vinto tutte le sfide in calendario, realizzando 370 reti e subendone solo 98, e ha così ottenuto il pass per lo spareggio, primo vero ostacolo della stagione, con il Flavioni, formazione vincitrice del gruppo E, grazie al successo nella finale con il Cingoli.

La gara, in programma per il prossimo 30 aprile,  metterà in palio un posto per la fase finale del Campionato di Seconda Divisione di pallamano femminile, in programma a Chieti, dal 13 al 15 maggio prossimi, quando verranno assegnate le tre promozioni nella massima categoria dell’handball nazionale.

 

Inizia il campionato di Seconda Divisione di pallamano femminile

Il primo atto del girone G della Seconda Divisione di pallamano femminile andrà in scena oggi a Perfugas, con inizio fissato Sassari 76per le ore 18:30,  si affronteranno le due compagini iscritte al campionato,  Sassari 76 e Sardegna che, nel corso della stagione, si affronteranno ben dieci volte.

Le squadre, come nella passata stagione, sono state affidate alle cure di Carlo Baroffio e Koka Bastovanic. Il primo farà leva sull’esperienza di atlete come Zucchi Pastor e Grazia Stagoni, entrambe reduce dall’esperienza nella massima serie con Teramo. Ma sarà la valorizzazione delle giovani atlete, molte delle quali parteciperanno anche ai Campionati under 16 e under 18, il vero obiettivo stagionale dei due tecnici.

La Di Nardo vince la quinta sfida e chiude i conti della fase regolare, sconfitta a testa alta per la Sassari 76

Il girone H del Campionato di Seconda Divisione di pallamano femminile ha già emesso il suo verdetto: sabato scorso, la Francesca Di Nardo ha conquistato il quinto successo, il più sofferto, su altrettante gare disputate contro la Sassari 76 e può festeggiare, con tre giornate d’anticipo, la vittoria della fase regolare e l’accesso alla prima fase eliminatoria a livello nazionale.Di Nardo

Il 23 a 15, maturato al termine dei 60 minuti di gioco, non deve trarre in inganno, perché mai come nell’ultima gara disputata le giovanissime atlete allenate da Carlo Baroffio hanno accarezzato il sogno di portare a casa il primo successo stagionale.

Aggressiva e concentrata fin dall’avvio di gara, la Sassari 76, trascinata dalle parate di Laura Piu e dalle reti di Cristina Piras, ha risposto colpo su colpo alle avversarie, affidatesi all’estro della spagnola Mode Fernandez Garcia, ed è riuscita a conquistare un vantaggio di due punti sul 7 a 9.

Nel momento più difficile della contesa, le atlete di Koka Bastovanovic hanno avuto un’ottima reazione e hanno capovolto la situazione con un contro break di 6 a 0, grazie al quale si sono portate sul 13 a 9.

Chiuso il primo tempo in vantaggio di tre reti (14 a 11), la Francesca Di Nardo ha allungato in maniera definitiva nella seconda frazione di gioco, caratterizzata da un gioco spezzettato e poco spettacolare. Da segnalare, tra le fila della Di Nardo, l’ottimo esordio in porta di Multineddu.

Tabellino

Francesca Di Nardo – Sassari 1976 23 – 15

Francesca Di Nardo: Moni, Multineddu, Dettori, Gana 3, Pintus 4, Piredda 2, Scanu 3, Vargiu, Correddu, Sechi, Zorda, Fernandez Garcia 10, Solinas 1, Unida. All Koka Bastovanovic.

Sassari 1976: Piu, Nuvoli, Ara, Dossona 1, Losengo, Mossa, Orru 3 Sedda, Canova 1, Garau, Piras C. 10, Piras V., Santu, Unali. All. Baroffio

Arbitri: Scanu – Mulas

Non conosce ostacoli la marcia della Di Nardo, quarto successo consecutivo contro la Sassari 76

Il mix di gioventù ed esperienza si conferma formula vincente per la Francesca Di Nardo che, sabato scorso, ha centratoDi Nardo il quarto successo consecutivo nel Campionato di Seconda Divisione di pallamano femminile, imponendosi per 15 a 28 sulla  Sassari 76.

Incapace di confermare le buone impressioni destate nella sfida precedente, le ragazze guidate in panchina da Carlo Baroffio sono rimaste in partita solo nei primi minuti di gioco. Poi, sul punteggio di 2 a 2, Antonella D’Alò e compagne hanno letteralmente preso il sopravvento, favorite anche dalle tante indecisioni delle avversarie, e hanno piazzato un parziale mortifero di 0 a 12, grazie al quale hanno incanalato in maniera definitiva la partita dalla loro parte.

Chiuso il primo tempo sul 5 a 19, la Di Nardo ha gestito, senza particolari patemi d’animo, il vantaggio nella ripresa, nel corso della quale l’allenatrice Koka Bastovanovic ha dato ampio spazio alle giovani. Da segnalare, tra le fila della Di Nardo, l’ottima prova di Roberta Piredda che, al rientro in campo dopo un’assenza per infortunio, ha chiuso con nove reti all’attivo, risultando tra le principali protagoniste del successo della sua squadra.

Tabellino

Sassari 76 – Francesca Di Nardo 15 – 28

Sassari 1976: Piu, Nuvoli, Ara, Canova 4, Chessa 3, Demurtas, Dossona 2, Garau, Losengo, Mossa, Orrù 1, Piras 4,Santu, Sedda 1.

Francesca Di Nardo: Moni, Battuello, Gana 1, Mura 4, D’Alo, Fernandez 4, Rubelli, Pintus 5, Scanu 3, Piredda 9, Marras 1, Solinas, Correddu, Unida 1.

Domani pomeriggio andrà in scena la quarta sfida tra Sassari 76 e Francesca Di Nardo

A due settimane di distanza, la Sassari 76 e la Francesca Di Nardo si troveranno nuovamente di fronte per la quarta Cinzia Canovagiornata del girone H della Seconda Divisione di pallamano femminile, finora dominato dalle ragazze allenate da Koka Bastovanovic, capaci di fare bottino pieno nelle  tre precedenti uscite.

Domani pomeriggio,  le due squadre scenderanno in campo con obiettivi differenti: la Di Nardo, che avrà nuovamente a disposizione Roberta Piredda, farà di tutto per ribadire la propria superiorità, mentre Cinzia Canova e compagne proveranno a invertire il trend negativo e cercheranno di regalarsi la prima gioia stagionale.

Nell’ultima sfida, la più equilibrata delle tre, è apparso meno netto il divario tra le due formazioni. Ciò fa sperare che la partita di domani possa essere avvincente e possa regalare emozioni ai tifosi e agli appassionati che non vorranno mancare all’appuntamento fissato per le ore 17 al PalaSantoru di via Venezia.

 

Terza vittoria per la Di Nardo nel Campionato di Seconda Divisione, sconfitta una combattiva Sassari 76

Terza sfida tra la Francesca Di Nardo e la Sassari 76, formazioni impegnate nel Campionato di Seconda Divisione di pallamano femminile,  e terza vittoria per le ragazze guidate in panchina da Koka Bastovanovic che, sabato scorso, si sono imposte con il punteggio di 19 a 14, dopo sessanta minuti di gioco affrontati con determinazione da entrambe le contendenti.Di Nardo

In avvio di gara, le due squadre hanno peccato di precisione. La prima marcatura ha portato la firma di Fabiana Mura, ma le ragazze di Carlo Baroffio hanno tenuto il passo, grazie alle segnature di Cristina Piras, miglior marcatrice dell’incontro con 8 reti all’attivo, e Cinzia Canova, sulla quale, come era accaduto nelle precedenti uscite, è stata proposta la difesa singola.

Sul punteggio di 3 a 3, Koka Bastovanovic ha chiamato time out per dare una scossa alle sue atlete, che hanno dato subito un segnale importante, piazzando un parziale di 5 a 0, interrotto da una rete di Canova.

Nella fase  finale del tempo, la Di Nardo, che ha avuto uno degli elementi migliori nella spagnola Fernandez, ha conservato un buon margine di vantaggio.

Sassari 76Ad inizio ripresa, la Sassari 76 ha avuto un’ottima reazione ed è rimasta in partita, grazie alle reti di Cristina Piras e alle parate di Laura Piu.

Nel momento topico della sfida, le ragazze di Baroffio hanno commesso qualche errore di troppo, mentre la Di Nardo, che ha mosso il punteggio con un tiro dai sette metri dopo un lungo black out, ha gestito con maggiore attenzione i palloni decisivi e ha portato a casa un successo, più sofferto dei precedenti, ma meritato.

Tabellino

Francesca Di Nardo – Sassari 76 19 – 14

Francesca Di Nardo: Moni, Battuello, D’Alò 1, Dettori 1, Gana 2, Mura 3, Pintus 3, Fernandez 5, Solinas 2, Scanu 2, Vargiu, Unida, Sechi, Zorda. All. Bastovanovic.

Sassari 76:  Piu, Nuvoli, Garau, Ara 1, Canova 3, Chessa 1, Demurtas, Dossona, Loesengo, Mossa 1, Orrù, Piras C. 8, Piras V., Unali. All.

Nuova sfida al PalaSantoru tra Di Nardo e Sassari 76

Per tutti gli appassionati della pallamano femminile sassarese, l’appuntamento è fissato per domani alle ore 17 presso il Di NardoPalaSantoru di via Venezia, dove si giocherà la terza sfida del girone H della Seconda Divisione tra la Francesca Di Nardo e la Sassari 76.

I primi due incontri hanno raccontato di una netta superiorità delle atlete allenate da Koka Bastovanovic, le quali, facendo leva sull’esperienza di atlete del calibro di Fabiana Mura e Claudia Gana e sulla voglia di emergere di giovani come Emma Solinas, hanno conquistato due perentorie vittorie per 24 a 19 e per 13 a 24.

La Francesca Di Nardo scenderà in campo con l’obiettivo di portare a casa il terzo successo consecutivo, ma dovrà fare i conti con la voglia di riscatto della Sassari 76, il cui organico è stato allargato con l’innesto di alcune giovanissime, come Noemi Nuvoli, Andrea Unali, Veronica Piras e Ilaria Santu.