Articoli marcati con tag ‘pallamano’

Varati i calendari della serie A2 di pallamano femminile, la Sinergia inserita nel girone settentrionale

Nei giorni scorsi, la FIGH ha ufficializzato formule e calendari del cmapionato di serie A2 di pallamano femminile, al quale risulta iscritta anche la Sinergia.

La formazione sassarese che, nell’ultima stagione, si è classificata al secondo posto alle spalle del Conversano, è stata inserita nel girone settentrionale.

Le compagini sono state suddivise in tre raggruppamenti, con la prima classificata che verrà promossa nella massima serie, mentre l’ultima  retrocederà nella categoria inferiore. I campionati prenderanno il via il 13 ottobre (esordio casalingo per la Sinergia che ospiterà il Raluca).

Di seguito la composizione dei tre gironi:

Girone A: Brixen, Mezzocorona, Raluca, Taufers, Vigasio, Schenna, Cassano Magnago, Dossobuono, Sinergia, Leonessa Brescia.

Girone B: Firenze La Torre, Mugello, Camerano, Spallanzani Casalgrande, Cassa Rurale Pontinia, Ariosto Ferrara.

Girone C: Guidotto Licata, Domenico Scinà, Messana, Lybertas Hybla Mayor, Don Luigi Sturzo, Meta 2, Reggio Calabria, Regalbuto.

Rivoluzione nel massimo campionato di pallamano maschile

La notizia era nell’aria già da tempo, ma, nei giorni scorsi, è arrivata, con la presentazione del vademecum per la stagione 2012 – 2013, l’uficializzazione: dal prossimo anno verranno unificati i campionati di serie A d’elite e serie A1 di pallamano maschile.

La formula prevede la suddivisione delle formazioni in tre gironi composti da 12 squadre ciascuno: il numero esatto delle formazioni si conoscerà solo dopo il 6 luglio, quando scadranno i termini per le iscrizioni.

Le prime due classificate di ogni raggruppamento e le due migliori terze parteciperanno ai play off, al termine dei quali verrò assegnato lo scudetto. Le squadre che, invece, si classificheranno all’ultimo posto in ciascun raggruppamento retrocederanno in serie A2. (ulteriori informazioni sul sito www.figh.it)

Handball Day Sardegna: una festa della pallamano giovanile

E’ stata una vera e propria festa della pallamano quella che, per l’intera giornata di ieri, ha coinvolto giocatori, allenatori, dirigenti e il pubblico che ha affollato gli spalti del Palasantoriu per assistere all’Handball Day Sardegna, manifestazione organizzata dall Handball Club Sassari e dedicata alla categoria under 15 maschile.

Dalle nove del mattino fino alle 19 della sera si sono affrontati atleti di sei società isolane: G. S. Pallamano Sassari, HAC Nuoro, Handball Club Sassari, Pallamano Selargius,  Sassari 1976, Verdeazzurro, in gare ad alto tasso di spettacolarità. 

La competizione si è chiusa con la vittoria della squadra rappresentante la società organizzatrice che, nella finale per il primo posto, ha sconfitto la Verdeazzurro di Patrizia Canu e Patrizia Cossu, ma tutte le formazioni hanno messo in mostra dei buoni talenti, fatto questo che fa ben sperare per il futuro della disciplina, che ha assoluto bisogno di un attento lavoro con i giovani per continuare a vivere in un momento di grave difficoltà economica.

Rosa dell’HCS squadra vincitrice della manifestazione: Davide Demontis, Carlo Muroni, Roberto Forteschi, Fausto Piana, Fabio Pintore, Andrea Sini, Francesco Melis, Francesco Cugurra, Riccardo Cosseddu, Marco Masia, Fabio Deriu, Paolo Casu, Giuseppe Sassu, Enrico Baroffio. Allenatori: Gianmario Pittorru e Carlo Baroffio.

Dopo la finalissima si è tenuta la cerimonia di premiazione, nel corso della quale tutti i ragazzi hanno ricevuto una medaglia. Gli organizzatori, inoltre. hanno attribuito diversi premi speciali:

coppa fair play: G.S. Pallamano Sassari,

miglior realizzatore: Maurizio Marini della Pallamano Selargius

miglior portiere: Marco Cara della Pallamano Selargius.

Sono stati premiati, inoltre, gli atleti che maggiormente si sono messi in evidenza nel corso della manifestazione: Riccardo Venerdini e Nicola Idili della Verdeazzurro, Daniele Loddo della Pallamano Selargius, Vladimiro Spina della G. S. Pallamano Sassari, Mattia Corrias dell’Hac Nuoro e Luigi Bianco della Sassari 1976.

La società organizzatrice, infine, ha deciso di rimandare la consegna del premio al miglior elemento della propria formazione al giorno in cui si terrà la festa privata del sodalizio, che sarà preceduta da una sfida tra gli atleti e i loro genitori.

Risultati

G. S. Pallamano Sassari – Verdeazzurro :13 a 19

Handball Club Sassari – Sassari 1976 : 28 a 14

Verdeazzurro – Hac Nuoro: 22 a 17

Sassari 1976 – Pall. Selargius: 12 a 24

Hac Nuoro – G. S. Pallamano Sassari: 15 a 20

Pall. Selargius – Hcs: 11 a 25

Finale 5° – 6° posto: Hac Nuoro – Sassari 1976: 21 a 19

Finale 3° – 4° posto: G. S. Pallamano Sassari – Pallamano Selargius: 14 a 16

Finale 1° – 2° posto: Verdeazzurro – HCS: 12 a 21.

Giocata la prima giornata di doppia andata del girone B della serie A2 di pallamano femminile

Nello scorso fine settimana si è giocata la prima giornata di doppia andata del girone B della serie A2 di pallamano femminile.

Risultati: Firenze La Torre – Camerano 22 a 13, Cassa Rurale Pontinia – Lombardi Ecologia Conversano 14 a 42, Pdo San Giorgio Salerno – Euromed Mugello 34 a 24. Ha riposato la Sinergia. La squadra sassarese deve recuperare ancora due partite. La gara con il Camerano, intanto, è stata ulteriormente posticipata al 16 aprile 2012.

Pallamano, effettuati i sorteggi per le coppe europee

Effettuati, questa mattina, nella sede della EHF a Vienna, i sorteggi per le Coppe europee di pallamano, che vedranno impegnate tre formazioni italiane, il Noci e il Bozen nel maschile e l’Hc Sassari Città dei Candelieri nel femminile.

Le sassaresi –  che prenderanno parte alla Cup Winner’s Cup, iniziando dal Round 2 della manifestazione – dovranno attendere il 4 settembre per conoscere la loro avversaria.

Affronteranno, infatti, la terza classificata del gruppo B di qualificazione alla Champions League, nel quale sono inserite le seguenti formazioni: Uskudar B.S.K , RK Zajecar, IUVENTA Michalovce e  Britterm Veseli nad Moravou.

Pallamano, pubblicati i calendari di Serie A1 femminile e maschile

Nella giornata odierna, la Figh ha diramato i calendari dei campionati di serie A1 di pallamano femminile e maschile.

Al massimo campionato di pallamano femminile prenderanno parte otto formazioni (non dieci come inizialmente stabilito): Salerno, Sassari, Teramo 2002, Nuoro, Messana, le neopromosse Floridia e Meta 2 Badolato e la squadra federale, la Figh Roma.

Proprio contro quest’ultima squadra esordirà, in trasferta a Roma,  la formazione sassarese, nella prima giornata, che si giocherà il 24 settembre; mentre Nuoro – che non potrà più contare sull’apporto delle tre straniere: Arishina, Lojpur e Dorovic – inizierà il suo campionato, ospitando il Badolato.

Le sassaresi giocheranno, il primo ottobre, la prima partita davanti al pubblico amico, contro il Messana che, all’esordio, affronterà le campionesse d’Italia del Salerno.

Passando al maschile, le venti formazioni iscritte al campionato sono state suddivise in due gironi da dieci squadre ciascuno, con la prima classificata, che verrà ammessa alla serie A d’elite.

La squadra sassarese è stata inserita nel girone A, comprendente anche Parma, Meran, Cassano Magnago, Carpi, Ferrara, Casalgrande Padana, Emmeti, Oderzo e Cassa Padana Leno.

Il canpionato prenderà il via il 15 ottobre e terminerà il 21 aprile. I sassaresi esordiranno in casa contro il Cassano Magnago.

L’Jchnusa alle finali nazionali under 18 di pallamano maschile

Sarà la città di Trieste ad ospitare, dal 3 al 5 giugno presso gli impianti sportivi “PalaTrieste” e “Palachiarbola”, le finali nazionali under 18 di pallamano maschile.

Tra le formazioni in lizza per il tricolore vi è anche l’Jchnusa Sassari, allenata dal coach Pino Palmieri.

Le sedici squadre sono state suddivise in quattro gironi.

Girone A: Pressano, Bologna, Cassano, Oderzo.

Girone B: Città Giardino, Pescara, Ventimiglia, Junior Fasano.

Girone C: Trieste, Capua, Fondi, Grosseto.

Girone D: Aetna Mascalucia, Cingoli, Merano, Jchnusa.

Le vincitrici di ogni raggruppamento accederanno alle semifinali, previste per sabato pomeriggio.

Le finali, invece, si giocheranno nella mattinata di domenica.

L’Hc Sassari chiude il campionato con una vittoria

Sabato scorso si è disputata l’ultima giornata del campionato di serie A2 di pallamano femminile. L’Hc Sassari ha terminato la stagione al secondo posto, con tre punti di distacco dalla capolista Badolato.

Nell’ultima giornata, le ragazze di Antonello Fancellu si sono nettamente imposte in casa del Flavioni per 19 a 27 (primo tempo 8 a 16), grazie alla solita ottima prova difensiva e alle  buone prestazioni delle varie Takacs, Sias, Pepe e Giovanna Musina. Quest’ultima è stata tra le giocatrici che più si è contraddistinta nell’arco di tutto il campionato.

Tabellino

Flavioni: Amicuzzi, Bartoli 6, Bisaccia, Bonamano 2, Caciari 2, Catoni, DE Santis, Ferone, Maruzzella2, Berneschi 2, Crosta 5, Lindberg, Francesconi, Di Lisciando. All. Bonanno.

Hc Sassari: De Santis, Delussu 3, Musina 5, Piras, Scanu, Doro, Sias 7, Takacs 8, Pepe 3, Dettori 1. All.Fancellu.

Arbitri: Romana e Falcone.

Serie A1 di pallamano femminile, domani al via i play off scudetto

Inizieranno domani, con le semifinali, i play off scudetto di pallamano femminile. Nelle due sfide si affronteranno, da una parte Sassari e Nuoro e ,dall’altra, Salerno e Teramo.

La gara di andata si giocherà in casa della squadra peggio classificata al termine della fase ad orologio, quella di ritorno, che si disputerà il 30 aprile, verrà giocata a campi invertiti.

Le due squadre ammesse alla finale saranno stabilite dalla differenza reti al termine dei due incontri.

La Verde Vita parte con l’obiettivo di vincere il terzo trofeo stagionale, dopo la Supercoppa e la Coppa Italia. Non sarà – pur essendo la squadra sassarese la più forte del lotto - un’impresa facile; già  la sfida di domani a Nuoro (si giocherà alle 19, arbitri Alperan e Scevola) presenta particolari insidie per le ragazze di Koka Milatovic. La formazione nuorese, che per molti è stata la rivelazione del campionato, è stata quella che, in questa stagione, più di tutte ha fatto soffrire le sassaresi, costringendole anche alla sconfitta per 26 a 23 nella gara che si è disputata a Nuoro in gennaio.

In serie A2, si disputerà l’ultimo turno. L’Hc Sassari sarà impegnata in casa del Flavioni. Le ragazze di Antonello Fancellu sono obbligate a vincere e, allo stesso tempo, devono sperare in una contemporanea sconfitta del Badolato, in casa della Lombardi Ecologia Conversano.

Zucchi Pastor: classe, grinta ed esperienza al servizio della Verde Vita

Rumena di nascita, italiana per passaporto, sassarese d’adozione: per chi non l’avesse ancora capito, stiamo parlando di uno dei pilastri della Verde Vita, Florentina “Zucchi” Pastor, esperta giocatrice, il cui valore assoluto supera i freddi dati numerici che si possono leggere nei tabellini a fine partita. E’ uno di quegli elementi, la cui importanza, per gli equilibri di una squadra, si nota, soprattutto, quando non sono in campo.

L’abbiamo intervistata mentre la formazione sassarese si sta apprestando ad affrontare la fase cruciale della stagione.

Allora Zucchi, con quale stato d’animo vi state preparando ai play off?

Stiamo lavorando molto duramente e con la giusta convinzione. Il gruppo, comunque, è molto forte ed è formato, per la maggior parte, da ragazze esperte. Siamo consapevoli dell’importanza della posta in palio e del fatto che se le cose non dovessero andare per il verso giusto si vanificherebbe quanto di buono abbiamo fatto fino a questo momento. Nonostante qualche battuta a vuoto -  le sconfitte di Teramo, Nuoro e Vigasio -  abbiamo disputato finora un ottimo campionato. Non è stato facile. Per tutti eravamo e siamo la squadra da battere e molte volte questo diventa uno svantaggio“.

Adesso parliamo un pò di te.

Sono nata in Romania, lì ho iniziato a giocare a pallamano e ho conseguito, a Bucarest, la laurea in educazione fisica. Nel 2001 sono arrivata in Italia, precisamente a Teramo. Dal 2007 sono qui a Sassari e dal 2009 ho preso la cittadinanza italiana“.

Come ti trovi nella nostra città? 

Sassari mi ha dato e mi sta dando tantissimo sia dal punto di vista umano che da quello professionale. Qui sono stata accolta benissimo, da subito, sia dalle compagne che dalla gente. Mi sono ambientata così bene che molti, ormai, dicono che sia diventata sassarese“.

Qual è stato il momento più bello di questi anni a Sassari?

“Senza ombra di dubbio, quando abbiamo vinto lo scudetto nella stagione 2007 – 2008. Quello è stato, per me, il primo vero grande successo. Il titolo vinto nel 2008 – 2009 lo sento, invece, un pò meno mio, forse perchè giocavo poco. Mi trovavo nella stessa situazione che, purtroppo, sta vivendo, in questa stagione, la mia compagna, Cristina Gheorghe.  Credo che siano, comunque, esperienze che ti aiutano a crescere sia come persona che come giocatrice”.

Da più parti si parla del periodo difficile che sta vivendo la pallamano femminile italiana, quali potrebbero essere per te i rimedi? 

Trovo assurde alcune decisioni della federazione, per esempio quella di abolire il pareggio, regola che non esiste in nessun’altra parte del mondo. Si potrebbe, invece, fare di più per pubblicizzare il nostro sport. La vittoria agli europei di beach handball nel 2009 avrebbe meritato più risalto, invece è passata quasi inosservata. Detto ciò, il livello della pallamano in Italia migliorerà soltanto se si lavorerà seriamente sui giovani.

Io, da questo punto di vista, sto cercando di dare il mio contributo. Ho formato, insieme a mia sorella, una squadra di bambini a Teramo. A Sassari ho allenato l’under 18 e, attualmente, sono impegnata in un progetto in una scuola media“.

Dalle tue parole si evince che, quando smetterai di giocare, vorrai fare l’allenatrice.

“Si, questa sarebbe la mia aspirazione e siccome bisogna sempre puntare in alto, vorrei, un giorno, allenare una squadra che possa ambire a qualcosa di importante“.