Articoli marcati con tag ‘nuoro softball’

Jorge Navarro, nuovo manager della Nuoro Softball

Sarà Jorge Luis Navarro Valdespino, 52 anni, in arrivo nei prossimi giorni direttamente da Cuba, il nuovo manager della Nuoro Softball.

Laurea in Cultura Fisica e dello Sport, master in Attività Fisica nella Comunità, presso l’Università di Cultura Fisica e Sport “Manuel Fajardo Rivero” a Santiago di Cuba, con ottimi risultati, il manager cubano vanta una lunga esperienza come allenatore di softball e la specializzaziojorge-navarrone come preparatore dei lanciatori.

Attualmente è impegnato presso il Centro Sportivo EIDE  “Capitano Orestes Acosta” a Santiago di Cuba, dove svolge l’attività di allenatore di softball ed ha svolto studi sulla metodologia della formazione sportiva, lo sviluppo delle capacità motorie, psicologia, massaggio sportivo, relazioni funzionali tra il tessuto osseo e l’attività fisica, informatica.

Docente in corsi e seminari per allenatori a Cuba, ha svolto il ruolo di selezionatore e formatore, pianificazione e controllo di formazione sportiva, organizzazione di eventi sportivi, metodologia per il lancio nel softball insegnata ad allievi giovanissimi.

Nel suo curriculum può vantare 20 anni di esperienza come allenatore, nel corso dei quali ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Tra i risultati più importanti: primo posto nel Campionato Nazionale Juniores 2003,  è stato inoltre impegnato nella formazione dei lanciatori per la squadra nazionale del Venezuela qualificata alle Olimpiadi di Pechino 2008.

Allenatore dei lanciatori della squadra nazionale di softball a Cuba dal 2009 al 2013, ha contribuito al secondo posto nel Campionato Centroamericano del 2011.

Nel 2011 è stato allenatore dei lanciatori nel campionato professionistico con la squadra dei Titani in Repubblica Dominica, vincendo il titolo nazionale.

Nel marzo 2016, è stato selezionato come nuovo allenatore dei lanciatori della nazionale di Cuba, tra le prime quattro al mondo.

Come atleta è stato un lanciatore professionista per vent’anni: oro nei Campionati Centro-Americani nel 1989, bronzo nei Campionati Panamericani 1989, bronzo nei Giochi Panamericani 1995, oro ai Campionati Centro Americani del 1997, oro nel Giochi Panamericani 1998, oro ai Giochi Centroamericani 1998, bronzo ai Giochi Panamericani in Canada 1999.

Ha giocato quattro anni nel campionato professionistico della Liga in Venezuela, recentemente ha ricevuto dall’Istituto Cubano per lo Sport e la Cultura Fisica l’onorificenza di Gloria dello Sport per la sua carriera.

Jorge Navarro sarà impegnato con la formazione di Italian Softball League, ma seguirà anche le attività delle formazioni giovanili e l’attività che la Nuoro Softball svolgerà anche in questa stagione nelle scuole cittadine.

Il nuovo direttore sportivo della Nuoro Softball è Marina Centrone

Una risorsa importante come la Centrone, non poteva smettere di dare il suo contributo per lo sviluppo del softball. Sono certo che la sua passione e la sua marina-centrone-coachcompetenza saranno di grande aiuto per la crescita della nostra società“. Con queste parole, il presidente della Nuoro Softball, Totoni Sanna, ha presentato il nuovo direttore sportivo del sodalizio barbaricino, Marina Centrone. La quale si occuperà della prima squadra, della formazione dei tecnici e metterà a disposizione di tutte le società isolane la propria esperienza e professionalità.

Continua il momento negativo della Nuoro Softball

Il Rhibo La Loggia arriva a Nuoro e fa man bassa di punti. Fine della storia. Si può descrivere, così, in breve lo svolgimento del lungo fine settimana di sfide tra Nuoro Softball e La Loggia,impegnate sia per la sesta giornata del girone di ritorno dell’ Italian Softball League sia nel recupero delle due gare non disputate in Piemonte a causa del maltempo. Continua la serie negativa delle atlete guidate da Bartolo Florian e Gustavo Lizazo, che subiscono un’altra serie di pesanti sconfitte, davanti al pubblico di casa.Linda_Corbellini

Nella gara di sabato 25 giugno, giocata sotto un caldo torrido, le barbaricine hanno perso in gara uno per 13-0 (al 4° inning), mentre gara due appare subito più equilibrata ed il La Loggia ha prevalso soltanto all’extra inning per 2-1.

A parziale giustificazione, il fatto che i tecnici del Nuoro hanno avuto a disposizione solo le atlete italiane, alcune giovanissime e con poca esperienza di serie A.

Gara uno del sabato ha visto il La Loggia subito in vantaggio nel primo inning, quando ha messo a segno 3 punti, mentre Nuoro è riuscita a realizzare una battuta valida con Ylenia Pisanu.

Le ospiti hanno dilagato nella seconda frazione, con Nuoro che ha accusato il colpo, restando quasi inerme ed incapace di reagire sia in attacco che in difesa. In pedana di lancio si alternano per il Banco di Sardegna, Pirisinu, Pisanu e Corda, ma il confronto con Ellen Roberts è decisamente ìmpari, La Loggia è arriva facilmente in base e ha complettoa il giro di campo fino al punto anche nel terzo inning, per 4 volte, ed una nel quarto, chiudendo la partita per manifesta inferiorità sul 13-0.

In gara due la lanciatrice azzurra del Nuoro, Mara Papucci, ha provato a guidare la sua sua squadra, ma è risucita soltanto a limitare i danni: il La Loggia si è portata in vantaggio nel primo inning, ma non è stata capace di affondare grazie ad una Papucci che ha sfoderato tutta la sua esperienza. Le nuoresi si sono fatte vedere in attacco nel secondo inning con la valida di Corda e  nel terzo con la valida di Gnani e nel quarto con Spada.

Il sesto inning ha visto la Nuoro Softball di nuovo a punto: doppio di Ylenia Pisanu per il singolo di Collina, che ha mandato a casa base Pisanu, che ha realizzato il pareggio. Ma nella frazione decisiva le piemontesi hanno mantenuto i nervi saldi e la giusta concentrazione riuscendo a realizzare il punto della vittoria, mentre il Nuoro ha parecchio da recriminare per una gara che avrebbe potuto vincere se non fosse per i soliti errori in difesa e per la scarsa incisività in attacco.

Nella mattinata di domenica, le squadre sono scese di nuovo in campo per il recupero delle partite non disputate nel girone di andata a La Loggia: squadre provate dalla temperature al limite del sopportabile e solo al quarto inning il La Loggia è riuscita ad affondare il colpo, andando a punto per ben quattro volte, per poi replicare al quinto inning con altri 3 punti, grazie ai quali ha chiuso la partita sul 7-0. La Nuoro Softball, dal canto suo, è parsa in balìa di se stessa, vittima di quel torpore, dal quale non riesce a liberarsi dopo la partenza di Henderson e Hamilton.

Nella seconda sfida, le piemontesi sono scese in campointenzionate a chiudere rapidamente la sfida e si sono portate in vantaggio per 3-0 nell’attacco del primo inning, mentre la sola Papucci ha realizztoa una battuta valida nel secondo. La formazione del La Loggia ha proseguito la sua marcia trionfale, incrementando il vantaggio prima con 2 punti nel secondo inning, quindi uno nel terzo ed uno nel quinto ed ultimo inning; mentre Nuoro ha visto Spada battere una valida e Collina un doppio nella quarta frazione, ma era troppo tardi per recuperare un fine settimana da dimenticare.

Doppia sconfitta per la Nuoro Softball contro il Legnano

Il finale di regular season di Italian Softball League sta riservando ben poche soddisfazioni alla Nuoro Softball che, nella sfida della quinta giornata del girone di ritorno, ha rimediato ancora due sconfitte: 3-0 e 10-0, contro il Legnano. Ma, quel che è peggio, le barbaricine non hanno mostrato il carattere e la lucidità necessarie per dimostrare quando di buono avevano fatto nelle precedenti uscite, al punto di riuscire a  posizionarsi al secondo posto in classifica, candidandosi fortemente per un posto nei play off. Di certo deve valere come attenuante l’assenza delle due giocatrici americane, che ha costretto il manager barbaricino a schierare molte atlete fuori ruolo, come, solo per fare un esempio, capitan Collina interbase.Mara_Papucci_NU

In gara uno la Nuoro Softball vedeva eliminati regolarmente i battitori, ma il Legnano non faceva di meglio, grazie ai lanci di Mara Papucci che rendeva più difficili i tentativi delle lombarde di fare punti. Solo al terzo inning il Legnano riusciva, complici gli errori difensivi nuoresi, ad andare in vantaggio con Warwick e Cohen, e ad incrementarlo con la Warwick nella quinta frazione di gioco. Nuoro che continuava a sbagliare, riuscendo appena a limitare i danni: solo al quinto inning riusciva a mettere a segno un singolo con Linda Corbellini, un altro con Carlotta Gnani al sesto, ed uno con Ambra Collina al settimo. Davvero poco per difendere il terzo posto in classifica. Il finale per 3-0 premiava il Legnano che, per la verità, era più che altro abile ad approfittare degli errori difensivi nuoresi e di un attacco praticamente inesistente. 

Gara due registrava la prima sconfitta stagionale per manifesta inferiorità del Nuoro, un 10-0 subìto in appena cinque innings, che hanno visto alternarsi in pedana di lancio per la formazione di casa le giovanissime Pirisinu e Pisanu, sulle quali obiettivamente non si possono addossare tutte le responsabilità di una partita che in generale la Nuoro Softball non è riuscita a gestire a suo favore. Legnano è andata a segno due volte nel primo inning, quattro nel secondo, e quattro nel quinto, diventando assoluto padrone del campo, mentre Nuoro, in cinque innings, registrava appena un singolo ed un doppio di Collina, ed un singolo di Sini.

Ambra Collina, capitano del Banco di Sardegna, ha così dichiarato: “Se non si batte, non si vince è vero che mancano le straniere, abbiamo giocatrici molto giovani, ma la mentalità è tutto. E’ mancato il carattere, se non si gioca lottando, questi sono i risultati”.

Nel prossimo fine settimana il Banco di Sardegna è atteso da un tour de force che può essere la migliore delle opportunità di riscatto:  a Nuoro arriverà il La Loggia che lo ha superato in classifica la scorsa settimana. Si giocheranno due partite sabato 25 e altre due domenica 26 Giugno, per recuperare le gare non disputate in Piemonte causa maltempo.

Prova deludente della Nuoro Softball: sconfitta casalinga contro il Saronno

La Nuoro Softball paga a carissimo prezzo l’assenza delle americane Henderson e Hamilton e crolla letteralmente al cospetto del volenteroso e giovane Saronno, subendo, sul diamante del “Francesco Sanna”,  una pesante doppia sconfitta per 10-5 e 3-0, nel doppio incontro valido per la quarta giornata del girone di ritorno di Italian Softball League.Collina_e_Spada

La formazione lombarda, guidata da Larry Castro Mata e scesa in campo senza straniere e con diverse nazionali cadette, ha imposto gioco e carattere alle nuoresi guidate da Bartolo Florian, mettendole subito in difficoltà in avvio di gara uno con una valanga di punti (ben 8 durante il primo inning). In pedana di lancio la nuova lanciatrice del Nuoro Softball, Morgan Farmer, appena giunta dalla William Peace University di Raleigh (North Carolina, USA), è apparsa a disagio e certamente al di sotto delle aspettative. Non è bastata una buona prestazione di Collina, Spada e Pisanu alla Nuoro Softball per avere ragione di un apprezzabile quanto modesto Saronno, quanto meno per limitare le proporzioni di una doppia sconfitta sulle quali la squadra nuorese avrà molto da pensare per porre rimedio in vista del prossimo turno di campionato.

L’effetto degli otto punti subiti nel primo inning ha indubbiamente lasciato il segno nella formazione del Nuoro che,e solo al terzo inning, emergeva dal buio: doppio di Teresa Corda, triplo di Ylenia Pisanu, poi la battuta di Loredana Spada che, nonostante l’eliminazione, è riuscita a mandare a punto Corda e Pisanu. Ambra Collina ha poi preso  subito le misure ai lanci della campionessa europea cadette Susanna Soldi, realizzando un fuoricampo che portava a 3 i punti nuoresi, alimentando le speranze di un recupero. Ma al quinto inning riemergeva la voglia di vincere delle giovanissime lombarde, che mandavano a punto Motta e Soldi, complice qualche leggerezza difensiva del Nuoro.

Immediata la risposta dei pilastri nuoresi: doppio di Spada, doppio di Collina, e punto di Loredana Spada. Successivamente il singolo di Farmer ha permesso a capitan Collina di realizzare il quinto punto del Banco di Sardegna, ma era tutto ciò che una formazione in serata no era capace di fare davanti a una squadra, incredula per l’impresacompiuta in casa della seconda in classifica: il finale di gara uno era impietoso per il Nuoro, che subiva un 10-5 denso di errori, sia in attacco se in difesa

Gara due ha visto in pedana di lancio l’azzurra Mara Papucci, mentre il Saronno ha schierato un’altra giovanissima, Francesca Betti. Pur non facendo nulla di trascendentale il Saronno portava a casa punti importanti nel terzo, quarto e settimo inning, quasi sempre su errori della difesa nuorese. Anche in attacco le barbaricine appariva spente e incapaci di prendere iniziative pericolose fino al finale dells contesa che, come acccaduto nella prima sfida, ha premiato le giovani atlete del Saronno Il tecnico Bartolo Florian, a fine serata, ha così commentato la prova delle sue ragazze: “Ci sono mancate molto Henderson e Hamilton, sia in attacco che in difesa. Aggiungiamo poi il fatto che la squadra praticamente non si allena mai al completo durante la settimana, sul campo oggi abbiamo visto il risultato. È presto per giudicare la nuova lanciatrice, vedremo nei prossimi giorni cosa sarà capace di esprimere. Sono molto impressionato e faccio i complimenti alla lanciatrice del Saronno, Soldi. Poi si vede che giocano insieme da tanto tempo, sono molto giovani, penso che sia la squadra migliore che abbiamo incontrato fin’ora. La classifica non rende giustizia”. Sabato prossimo ancora un turno casalingo per il Banco di Sardegna, che riceverà il Legnano.

Risultato soddisfacente per la Nuoro Softball contro il Bollate

Primo lancio e poi fermi tutti per ricordare Luca Dettori e Fabrizio Cubeddu: è iniziata con un gesto di solidarietà umana e sportiva, doveroso omaggio ai due sportivi nuoresi recentemente scomparsi, la serata della grande sfida tra Nuoro Softball e Bollate, gara particolarmente attesa che ha visto protagoniste, sul diamante del “Francesco Sanna”,  le due formazioni che occupavano le prime due posizioni dell’Italian Softball League.Ambra Collina

Risultato decisamente apprezzabile quello conseguito dal Nuoro Banco di Sardegna, guidato dal manager Bartolo Florian, che ha vinto gara uno per 4-1, ma ha ceduto gara due per 2-0 al Bollate.

La vittoria nuorese porta la firma del capitano Ambra Collina che nel 4° inning, grazie ad uno straordinario fuori campo, ha realizzato un grande slam: a basi piene, Collina è stata abile a colpire la pallina e mandarla oltre l’area di gioco, consentendo alle compagne di squadra di compiere il regolamentare giro del diamante e mettere a segno 4 punti. I primi tre inning sono statidi studio fra le due formazioni: guardingo il Bollate e desideroso di interrompere la lunga serie positiva delle lombarde il Nuoro Softball. Dopo un attimo di comprensibile sbandamento, il Bollate ha reagito e, nel sesto inning, realizzava con Parisi un singolo, mandando a punto Corn McKenzi. Il finale è stato a favore del Nuoro per 4-1, col Bollate che subiva la prima sconfitta stagionale.

In gara due azzurre in pedana di lancio: per il Banco di Sardegna, Mara Papucci, mentre il Bollate schierava Greta Cecchetti:entrambe le lanciatrici faranno parte della nazionale italiana seniores che parteciperà ai prossimi mondiali in programma a Vancouver (Canada) dal 15 al 24 Luglio 2016.

Fino al quinto inning nessuna delle due formazioni si dimostrava efficace in attacco, mentre diventavano protagoniste le rispettive difese. Solo grazie ad un errore difensivo nuorese il Bollate faceva arrivare a punto Elisa Cecchetti, che portava in vantaggio la sua squadra. Il Nuoro iniziava a commettere qualche errore di troppo in difesa e Bollate raddoppiava nell’ultimo attacco del settimo inning, fissando il finale a proprio favore per 2-0.

Il prossimo turno sarà di riposo per le nuoresi, che potranno proseguire gli allenamenti in vista della ripresa del campionato prevista per l’11 Giugno sul diamante di casa contro il Saronno, dopo la sosta per consentire alla nazionale seniores di partecipare al Torneo della Repubblica.

Big match al “Francesco Sanna” tra Nuoro Softball e Bollate

Il diamante del “Francesco Sanna” ospiterá domani, sabato 21 Maggio a partire dalle 17, il big match dell’Italian Softball League tra Nuoro Sofiball e Bollate che forse non definirá la classifica in vista dei playoff scudetto, ma di sicuro offrirà una serata di grande sport al pubblico che la squadra del Nuoro in particolare aspetta numeroso a sostenerla. “Dobbiamo essere sereni ma consapevoli di poterci giocare alla pari queste due gare – ha dichiarato Totoni Sanna – siamo cresciuti tantissimo dalle due partite del girone di andata, per cui sono convinto che questa volta possa tocca a noi, soprattutto se avremo il sostegno di un pubblico che mi auguro possa essere numeroso e  che possa fare da giusta cornice a questo importante scontro al vertice della classifica”.Nuoro_Softball_2016

Parla la squadra, che anche durante la settimana si è preparata a dovere in vista di quella che viene definita la sfida dell’anno, una pre-finale che ha il sapore del sogno, una condizione in classifica che Nuoro soprattutto non vedeva da molto tempo mentre Bollate vive come consuetudine. Il capitano del Nuoro, Ambra Collina: “Sicuramente un turno importante  come lo sono tutti, ma con un gusto diverso poiché Bollate è una squadra di tutto rispetto e attualmente prima in classifica. Personalmente la sto vivendo come ogni settimana, consapevole di avere una squadra contro la quale non sono ammessi errori. Chiaramente la sfida dará grandi stimoli, ci vorrá soliditá. Quando si affrontano avversarie come Bollate, la giocata dei singoli puó determinare la sfida, loro hanno un buon potenziale come del resto anche noi. Sicuramente non mancherá la voglia di lottare e vincere, da parte nostra ce la metteremo tutta, con la follia di imporre il nostro softball, non solo per noi ma anche per i nostri tifosi che aspettiamo numerosi per sostenerci”.

La Nuoro Softball, sia dal punto di vista emotivo che prettamente atletico, è pronta a cogliere l’attimo, forte del potenziale espresso nella prima parte della stagione, che ha dato alle barbaricine la consapevolezza di poter competere con una squadra forte e blasonata come il Bollate. Ne è convinta anche l’azzurra Mara Papucci che, nei prossimi giorni, raggiungerá la nazionale seniores per disputare il 4º Torneo della Repubblica, in programma a Caronno dal 1º al 5 Giugno: “È una partita importante ai fini della classifica,ma confido nella legge dei grandi numeri: loro non hanno perso nemmeno una partita, potrebbe esserci sempre una prima volta. È molto importante restare concentrate ed unite cercando di dare il meglio ed evitando errori che alla fine ci possano penalizzare, sono proprio quelli che nelle partite importanti fanno la differenza e ti permettono di vincere. Chi sbaglia meno vince! Siamo pronte, incrociamo le dita e confidiamo anche nella fortuna che non è mai abbastanza”.

L’espressione della volontá, del talento nel softball made in Nuoro, Loredana Spada, anche in settimana si è divisa abilmente e con il consueto impegno, tra famiglia, lavoro e sport, determinata a vivere questo importante appuntamento sportivo e coglierne il migliore dei risultati: “C’é tanta voglia di rivalsa, di far vedere qual é il nostro vero valore che non è, di certo, quello dell’andata, quando perdemmo a Bollate. C’è tanta adrenalina. Noi scenderemo in campo per vincere”.

Nuoro Softball sempre più brillante e convincente

Nella prima gara del girone di ritorno dell’Italian Softball League, la Nuoro Softball si è imposta per 1 a 11 sul Parma, al termine di una gara condizionata dalla pioggia, che ha interrotto varie volte la contesa, tenendo le due squadre sul diamante del “Quadrifoglio” per ben cinque ore. Il successo, sul diamante emiliano, ha consentito alle barbaricine di tenere il passo della capolista Bollate, alla vigilia dello scontro diretto, che si giocherà al Francesco Sanna.Loredana_Spada

Per quel che riguarda la sfida con le emiliane, Bartolo Florian ha preparato a dovere il line up, mandando prima battitrice Bri Hamilton, giocatrica dal fuori campo facile, ed è subito home run: l’americana ha piazztoa una battuta imprendibile sull’esterno sinistro che è andata oltre il terreno di gioco e ha portato in vantaggio la Nuoro Softball.

Nelle fasi successive, le barbaricine hanno controllato agevolmente le avversarie, ma la pioggia ha fatto capolino all’inizio del terzo inning e gli arbitri hanno sospeso la gara fino alle 20:45. Alla ripresa dei giochi la Nuoro Softball si è scatenata, mettendo a segno ben 5 punti. Ha iniziato Teresa Corda con un singolo, poi la base intenzionale a Hamilton e singolo potente di Loredana Spada che ha mandato a punto Pisanu e Corda.

Ha fatto seguito poiun gran singolo di Carlotta Gnani, che ha mandato a punto Collina e Hamilton. Nuoresi letteralmente incontenibili e vantaggio 0-6. Nel turno di attacco del quinto inning si è manifestata la presenza della formazione di casa, ma è solo in seguito ad alcuni errori difensivi nuoresi che è andataa punto per l’1-6.

Girandola di cambi del manager parmense Armando Aguiar Gil, manager a Nuoro in passato, nel disperato tentativo di arginare l’avanzata del Nuoro, ed altra sospensione per pioggia al sesto inning durante l’attacco nuorese. Alla ripresa ancora Hamilton alla ribalta con un singolo, per poi venire spinta a casa base dal triplo di Loredana Spada. Singoli di Liori e Piras: Spada, Henderson, Gnani e Liori sono andate a punto e la Nuoro Softball ha dilagato, portandosi sull’1-11 finale, grazie anche alle 14 eliminazioni per strike out della lanciatrice americana del Banco, Jolene Henderson.

La pioggia ha consentito appena l’inizio di gara due tra Parma e Nuoro, giusto lo spazio di un singolo di Bri Hamilton, che successivamente è abile a rubare la seconda base, poi le condizioni atmosferiche hanno costretto gli arbitri a sospendere la gara,mandando definitivamente le squadre negli spogliatoi. Il capitano della Nuoro Softball, Ambra Collina, ha così dichiarato: “Abbiamo dimostrato di essere sempre pronte a rientrare in campo, nonostante le numerose pause imposte dalla pioggia, ed essere competitive. Avremmo voluto giocare anche gara due, a qualsiasi ora”.

Finisce in parità la doppia sfida tra Nuoro Softball e Caronno

“Un equilibrio precario”: potrebbe essere definita cosí la doppia sfida tra Nuoro Softball e Rheavendors Caronno, disputata lo scorso sabato sul diamante del “Francesco Sanna” di Nuoro e valida per la 13ª e 14ª giornata del girone di andata del campionato nazionale di Italian Softball League. Il doppio incontro è terminato in paritá con una vittoria per parte: gara uno vinta per 3-0 dalle barbaricine, gara due vinta dal Caronno per 3-2 nell’ultimo attacco, dopo aver abilmente sfruttato gli errori difensivi del Nuoro all’extra inning. Erika Piras

Dopo una lunga serie di gare in trasferta, la formazione di Bartolo Florian era attesa dal pubblico di casa, ansioso di vedere all’opera le atlete che occupano il secondo posto della classifica. Partite che hanno rischiato di essere rimandate (come quelle della scorsa settimana a Torino), a causa di una leggera pioggia che ha messo a rischio le competizioni per tutta la serata.

In gara uno Nuoro schierava in pedana di lancio l’americana Jolene Henderson, ricevitore Collina, in prima base Corda, in seconda base Piras, interbase Mameli, terza base Hamilton, gli esterni Pisanu, Spada e Liori. Gara senza particolari note da segnalare fino al quarto inning, quando il capitano, Ambra Collina, realizzava un doppio al quale faceva seguito la prima delle ormai consuete basi intenzionali concesse ad uno tra i piú insidiosi tra i battitori nuoresi, Bri Hamilton, protagonista di un’altra prova superlativa. La battuta valida sull’esterno centro di Henderson sfiorava il fuori campo, permettendo a Collina e Hamilton di portare la squadra di casa sul 2-0.

Nuoro amministrava il vantaggio, aiutato, non poco, dagli straordinari lanci di Jolene Henderson. Il quinto inning permetteva a Liori di arrivare in base per somma di ball, quindi l’ottima battuta di Spada era un lungo volo sugli esterni. A completare l’opera la somma di ball a capitan Collina e l’ennesima base intenzionale ad Henderson ed il 3-0 era fatto, con Loredana Spada che fissava con la sua corsa a casa base il risultato finale.

Gara due iniziava col triplo di Diaz Patterson (Caronno), che portava la sua squadra in vantaggio grazie alla successiva valida di Karla Claudio. Solo nel turno di attacco del quarto inning il Banco di Sardegna riusciva a rendersi pericoloso grazie al doppio di Collina. Le mazze di Hamilton ed Henderson venivano bloccate dall’ennesima base intenzionale, quindi la base su ball di Liori consentiva a Collina di portare il risultato in paritá sull’1-1.  Henderson  rispettava il suo turno di battuta e lasciava il segno: doppio nel sesto inning, e Nuoro ancora in vantaggio grazie anche al singolo di Liori, che riusciva e ad arrivare in terza base su errore avversario. Dopo la spettacolare presa al volo di Erika Piras, che assisteva Corda in prima base,poi, grazie al festival di errori difensivi nuoresi,  Caronno raggiungeva il 2-2 nel successivo turno di attacco, con Diaz Patterson. Con questo risultato si arrivava all’extra inning, che da regolamento vede un corridore della formazione in attacco partire dalla seconda base. Melany Sheldon partiva bene per il Caronno ed arrivava meglio, portando la sua squadra in vantaggio. Mentre Nuoro non era capace di approfittare del vantaggio di Spada corridore partente in seconda base, solite basi intenzionali alle americane ed una serie di errori che le sarebbero costati la partita.

La Nuoro Softball chiude il girone di andata davanti ai propri tifosi

Dopo una lunga sequela di trasferte e la sosta forzata a causa della pioggia durante la trasferta di La Loggia, in provincia di Torino, che poteva far consolidare, se non addirittura incrementare la sua posizione in classifica, la Nuoro Softball  torna  nel diamante di casa, il “Francesco Sanna”, per l’ultimo atto del girone di andata dell’Italian Softball League.Nuoro Softballa

Le barbaricine affronteranno il Rheavendors Caronno, determinate a fare risultato pieno e consapevoli delle ottime prove fornite in questo primo scorcio di stagione, che hanno permesso loro di conquistare il secondo posto con 750 punti all’attivi,frutto di  sei vittorie e due sole sconfitte. mentre il Caronno occupa la quarta posizione.

Il manager del Banco, Bartolo Florian, è consapevole della crescita tecnica del gruppo, ma smorza eccessivi entusiasmi: “I progressi stanno arrivando anche perché riusciamo ad allenarci con un gruppo sempre piú numeroso e motivato. Pian  piano i risultati arrivano -prosegue il manager-. Le ragazze si stanno impegnando molto, il gruppo è compatto, ma ogni partita ha la sua storia. Per ora non abbiamo fatto nulla di straordinario. Per quanto chi ci guarda e capisce il gioco possa apprezzare alcune individualitá, personalmente ho bisogno della prestazione del gruppo per ottenere i risultati in campo. Ogni atleta deve fare bene il suo lavoro nel ruolo che occupa, solo cosí riusciamo a portare avanti la squadra”.

Alla richiesta di un giudizio sulle prossime avversarie, manager Florian non ha dubbi: “M’interessa di piú che la nostra squadra sia tranquilla e pronta quando entra in campo. In questo sport contano relativamente le strategie, quanto il farsi trovare pronti in ogni azione e fare un punto in piú per vincere.”