Articoli marcati con tag ‘fabio aru’

Tour de France: Fabio Aru scivola fuori dal podio dopo la prima tappa alpina

Va a Roglic la prima tappa alpina del Tour 2017, la La Mure a Serre Chevalier, di 183 Km. Brutte notizie, invece, per Fabio Aru. Il quale scivola fuori dal podio, a causa dei secondi persi sul Galibier e sulla successiva discesa verso il traguardo. Il sardo ha ora 53″ di ritardo dal capoclassifica Froome che, a sua volta, precede di 27″ Uran e Bardet.

Fabio Aru in maglia gialla sui Pirenei

Al Tour de France brilla la stella di Fabio Aru: il campione sardo, con la maglia tricolore sulle spalle, ha infatti conquistato il simbolo del primato, la maglia gialla, arustaccando nello strappo finale del tappone pirenaico, che ha portato la carovana da Pau a Peyraguedes. il britannico Froome, ora secondo con 6″ di distacco dal portacolori dell’Astana. Il quale ha chiuso al terzo posto la frazione odierna, vinta dal beniamino di casa, Bardet.

Fabio Aru vola in salita: trionfo del campione sardo a La Planche des Belles Filles

Il primo arrivo in salita del Tour 2017 ha incoronato Fabio Aru: il cavaliere dei quattro mori, con la maglia tricolore sulle spalle, ha chiuso da trionfatore la prima tappaaru con arrivo in salita della corsa francese. A 2, 4 Km dall’arrivo di La Planche des Belles Filles, dove nel 2014 aveva trionfato Nibali, il corridore di Villacidro ha sferrato un attacco perentorio, che ha scalfito lo strapotere dello squadrone Sky di Chris Froome, attuale leader della classifica generale, mentre il campione sardo occupa la terza piazza con un ritardo di soli 14″

Glauco Melotti rende omaggio a Fabio Aru: dipinta a mano la miniatura con la maglia tricolore

In tanti modi la Sardegna ha festeggiato il trionfo tricolore di Fabio Aru, ma di certo il più artistico e il più originale è stato quello del sassarese Glauco Melotti. Il quale, 19511571_1373818432715236_4693550003639282462_ncon le sue sapiente mani, ha dipinto la miniatura del campione sardo che, dal prossimo 1° luglio, sarà impegnato al Tour de France.

La Sardegna in festa: Fabio Aru Campione d’Italia!

Tutta la Sardegna festeggia l’impresa di Fabio Aru: oggi il “cavaliere dei 4 mori” ha vinto il campionato italiano di ciclismo, concludendo in solitaria sul traguardo di aruIvrea, precedendo di 40″ Ulissi e Nocentini. Il campione sardo rivede così la luce, dopo la forzata rinuncia all’edizione numero 100 del Giro d’Italia, che aveva preso il via dalla sua Terra, e dopo un digiuno lunghissimo: l’ultima sua vittoria risaliva, infatti, al Delfinato 2016.

Al termine della corsa Fabio Aru, dal 1* luglio, impegnato al Tour de France. “Non pensavo di poter andare così forte. Ho corso con la maglia di Scarponi. Adesso la restituirò alla sua famiglia

Impegno al Criterium del Delfinato per Fabio Aru

Costretto a dare forfait alla 1oo^edizione del Giro d’Italia, partita dalla sua Sardegna, Fabio Aru è tornato in sella in vista del prossimo Tour de France, che lo vedrà protagonista con i gradi di capitano, insieme al suo compagno all’Astana, Fulgsang. In questi giorni, il corridore di Villacidro è impegnato al Criterium del Delfinato con l’obiettivo di ritrovare gamba e condizione. Dopo le prime quattro tappe, il sardo occupa la diciannovesima piazza della classifica generale, ma attende soprattutto le prime salite per saggiare il proprio stato di forma.

Fabio Aru delude alla Tirreno Adriatico

La Tirreno Adriatico rappresenta, per gli specialisti delle corse a tappe, il primo vero test della stagione. E, tra gli addetti ai lavori, c’era grande attesa per le prove delle due punte del ciclismo italiano, Vincenzo Nibali e Fabio Aru, I quali oggi, in occasione della quinta tappa, non hanno tenuto il passo dei migliori sull’erta finale, al Terminillo, arrivando lontani dal colombiano Quintana, che ha dimostrato di essere già in un ottimo stato di forma.

Fabio Aru tra i cinque azzurri per Rio

Questo pomeriggio, in diretta televisiva, il Commissario Tecnico della Nazionale di ciclismo, Davide Cassani, ha svelato il nome Arudei cinque convocati per la prova su strada ai Giochi Olimpici, in programma per il prossimo 6 agosto in Brasile.

E tra i cinque selezionati, per una prova che si preannuncia adatta agli scalatori, c’è anche il “cavaliere dei quattro mori”, Fabio Aru, che affronterà il percorso olimpico insieme a Vincenzo Nibali e Diego Rosa, suoi compagni all’Astana, Alessandro De Marchi e Damiano Caruso. I cinque azzurri si ritroveranno il 27 luglio a Fiuggi, il 30 è prevista la partenza per Rio de Janeiro.

Tappa e maglia per Froome: Fabio Aru brillante nella seconda tappa pirenaica

Da Van Avermaet a Froome: la maglia gialla cambia padrone, al termine di una tappa, la seconda pirenaica, che riservato benFabio Aru poche emozioni, eccezion fatta per l’attacco del britannico, che ha staccato i concorrenti, non in salita, terreno a lui più congeniale, ma nella discesa finale, dove ha accumulato i secondi necessari per conquistare tappa e primato nella classifica generale.

Con un distacco di soli 13″ è giunto al traguardo il gruppetto con Fabio Aru, che ha dato segnali confortanti, tenendo il passo dei migliori in salita e tentando l’allungo in prossimità dell’ultimo chilometro. Il corridore di Villacidro occupa ora la settima posizione della classifica generale con 23″ di distacco dal capoclassifica.

Fabio Aru tiene il passo degli altri big, Van Avermaet vince la quinta tappa del Tour

Uno specialista delle classiche, il belga Van Avermaet doma le prime montagne del Tour de France e vive la sua giornata di Fabio_Aru_2921875kgloria, conquistando il successo parziale e strappando il simbolo del primato a Peter Sagan, al termine di una tappa faticosa, come era nelle previsioni della vigilia, in considerazione dei cinque colli da scalare.

Il belga ha preceduto sul traguardo il connazionale De Gendt, mentre Maika e Rodriguez hanno preceduto di pochi secondi i big della classifica, tra i quali il portacolori dell’Astana, Fabio Aru, che resta sempre il primo degli italiani nella classifica generale.