Articoli marcati con tag ‘dinamp’

Il sogno della Dinamo sfuma in finale!

La Coppa Italia 2017 è dell’Olimpia Milano , ma la Dinamo non ha nulla da rimproverarsi! I biancoblu, anzi, hanno cullato il sogno fino agli ultimi secondi della contesa, dopo aver condotto le danze per i primi venti minuti di gioco.lacey-vs-avellino-770x480

La partita si è infatti aperta con un parziale di 0 a 5 della Dinamo, firmato, per la serie “La classe operaia va in paradiso”, da un canestro su rimbalzo offensivo di Lydeka e da una tripla di Devecchi. Poi, mentre Milano litigava col canestro, Lacey mandava a referto il canestro dello 0 a 7, costringendo  Repesa a chiamare un minuto di sospensione per dare la scossa ai suoi uomini. Ma i risultati non sono stati quelli sperati dal coach dei meneghini, perchè la Dinamo, dopo il canestro di Macvan, il primo meneghini, ha messo a segno due triple, che hanno permesso loro di portare il vantaggio in doppia cifra, sul 2 a 13, per poi chiudere il primo periodo sul + 8 (11 a 19). Poi, in avvio del secondo quarto. è salito in cattedra il tanto discusso Carter, il quale ha sfoderato il pezzo forte del suo repertorio, il tiro dalla lunga distanza, per regalare il nuovo + 10 (15 a 25) alla sua formazione.

Tanto puntuale, quanto attesa, è arrivata la risposta di Milano, capace, all’inizio del terzo periodo, di mettere per la prima volta la testa avanti (37 a 36). Il prosieguo del periodo è stato caratterizzato dalla supremazia dell’Olimpia, che si è portata sul + 9, ma la Dinamo è riuscita a superare il momento difficile, limitando prima i danni, grazie soprattutto alla presenza sotto le plance di Lydeka, e ritornando poi in scia, trascinata dai canestri di Savanovic e Stipcevic. I quali, insieme a Bell, hanno firmato il parziale, che ha permesso alla Dinamo di iniziare l’ultimo quarto in ritardo di sole due lunghezze (56 a 54). La partita sembrava chiusa, quando Milano, trascinata da Hickman, ha toccato gli undici punti di vantaggio, ma la Dinamo ha trovato la forza e l’orgoglio per riaprire i giochi, ma nel finale l’Olimpia ha chiuso definitivamente i conti sull’84 a 74. Sfuma così, per i sassaresi, il sogno di portare a casa ala terza Coppa Italia, ma resta la consapevolezza di aver giocato un’ottima competizione.