Articoli marcati con tag ‘cus sassari’

“Il calcio dei bambini è a colori”: torneo giovanile negli impianti del Cus Sassari

Il calcio non è solo dei “grandi”, è anche e soprattutto dei bambini. Di più: “Il calcio dei bambini è a colori”. È questo il tema che dà il nome alla seconda edizione del torneo giovanile di calcio in programma da domani, giovedì 13 aprile e sino a sabato 15 negli impianti del Cus Sassari a San Giovanni. Una bella e divertente sfida fra baby calciatori in erba, che animeranno e coloreranno gli spazi del Centro Sportivo Universitario sassarese in una tre giorni di sport organizzata in collaborazione con l’Associazione Arbitri Amatori di Sassari. Il torneo sarà improntato al fair play e alla solidarietà e per tutta la tre giorni sarà possibile contribuire a sostenere l’Associazione Happy Clown.17909412_10211366810753718_2110360306_n

«Lo sport, senza uno sguardo proiettato verso il futuro, non ha ragione d’essere. Lo sport a livello giovanile è linfa vitale per l’intero movimento, e questo vale chiaramente a tutti i livelli  – afferma il presidente del Cus Sassari Nicola Giordanelli -. Il nostro compito è favorire la promozione dell’attività sportiva, l’aggregazione fra gli studenti, la pratica in generale di qualunque disciplina. Ma dobbiamo necessariamente essere attenti ai più giovani, ai bambini, che rappresentano il nostro domani e meritano un occhio di riguardo».

Il torneo “Il calcio dei bambini è a colori” si disputerà sui tre campi di San Giovanni – erba, sintetico e terra battuta – e ospiterà ben 65 squadre composte da mini atleti provenienti da ogni parte della Sardegna. Peculiarità della manifestazione è l’assenza di classifiche finali per quanto riguarda le categorie Micro/Micro, Micro e Pulcini: parola d’ordine è divertimento, per la gioia di tutti i bambini appartenenti ai team che si affronteranno in un unico girone all’italiana. Esordienti e Giovanissimi si sfideranno invece secondo la formula che prevede fasi eliminatorie, quarti, semifinale e finale. Di seguito il programma delle tre giornate:

- giovedì 13 aprile a partire dalle ore 9 – categorie Micro e Pulcini

- venerdì 14 aprile a partire dalle ore 9 – categoria Giovanissimi

-  sabato 15 aprile a partire dalle ore 9 – categorie Micro/Micro, Esordienti

 

Al via il 12 aprile il Torneo di calcio universitario

Ci siamo! Mercoledì 12 aprile si rinnova puntuale l’appuntamento con uno degli appuntamenti più attesi dell’anno universitario, il torneo universitario di calcio 2017, organizzato dal Centro Sportivo Universitario sassarese e ospitato proprio negli impianti Cus Sassari di San Giovanni: evento che diverte, impegna e coinvolge gli studenti e che quest’anno rispetto alle ultime edizioni ha registrato anche un piccolo ma significativo incremento dei team partecipanti passando dai 5 del 2016 ai 7 del 2017. L’obiettivo, in prospettiva, è provare a riportare il torneo alle 12 formazioni che, anni fa, lo avevano reso un vero piccolo gioiello di organizzazione e partecipazione. Lo scorso anno la vittoria è andata ai Disagiati che si sono imposti su Havana Fc: entrambe le squadre sono in corsa anche quest’anno.i-disagiati-vincitori-nel-torneo-2014

«Un momento molto importante per noi, come in generale tutti quelli che ci consentono di vivere appieno l’attività sportiva a livello universitario. Una manifestazione che ha oltre 50 anni e ci vede impegnati in prima linea  – spiega il presidente Nicola Giordanelli -. Il Cus Sassari offre volentieri agli studenti dell’Università di Sassari l’opportunità di giocare, divertirsi e confrontarsi con i loro colleghi: nello specifico questi incontri avverranno sul campo da calcio, in match sicuramente combattuti ma capaci di dar corpo e vita alla diffusa passione sportiva che anima i ragazzi del nostro ateneo. In bocca al lupo alle squadre, godiamoci lo spettacolo».

Sette squadre al via, s’è detto. Quest’anno, oltre alle ormai storiche partecipazioni di team come Disagiati e Havana Fc, vere veterane del torneo, ci saranno Skuarta Praga, Ac Irrosi, Atletico’s a Nudda e le due debuttanti Chiavo Verona, e Psv Endovena, team quest’ultimo composto esclusivamente da studenti del corso di studi in Infermieristica. Tutte le squadre sono organizzate come vere club professionistici: hanno una dirigenza, uno staff tecnico e talvolta un presidente. Tutti i partecipanti devono essere iscritti all’Università di Sassari ma la composizione di ogni team è dettata principalmente dalle origine geografiche dei giocatori senza alcuna distinzione di appartenenza all’una o all’altra facoltà. La formula sarà quella del girone all’italiana (sola andata) con successivi playoff con semifinali a incrocio – I°- IV° e II° – III° – per stabilire le finaliste.  La finalissima è in programma il 1 giugno 2017.

 

Qualificazione per le finali a otto dei campionati universitari di calcio per il Cus Sassari

Obiettivo Catania per il Cus Sassari calcio. Il comitato organizzatore Cusi ha ufficializzato la rinuncia del Cus L’Aquila a disputare la gara di ritorno della fase preliminare dei Campionati Universitari di calcio, che si sarebbe dovuta disputare ieri, mercoledì 5 aprile, a Sassari negli spazi degli impianti di San Giovanni. Nel match di andata, in Abruzzo, i ragazzi di coach Andrea Marras si erano imposti sui loro “colleghi” con il risultato di 2-0, che già ipotecava un passaggio del turno con conseguente accesso alle finali nazionali di Catania, in programma dal 10 al 13 giugno prossimi. La rinuncia aquilana proietta invece il Cus Sassari calcio direttamente in terra siciliana, senza passare dal via e con la carica che una qualificazione ad una manifestazione di alto livello può infondere ad un team. untitled

«Ogni traguardo raggiunto dal Cus Sassari a livello sportivo è una grande gratificazione per l’Ateneo, per i suoi studenti e per chi lavora affinché questo possa accadere – spiega il presidente Nicola Giordanelli -. Il Cus è aggregazione, socializzazione, voglia di fissare obiettivi e poi raggiungerli, insieme. Felici per i nostri ragazzi: a Catania ce la giocheremo, ma prima di tutto è importante esserci per poi provare a fare il meglio possibile».

Proprio la Sicilia è sede che porta bene agli universitari sassaresi. L’ultima qualificazione a una Final Eight CNU per il Cus Sassari risale infatti all’edizione 2012 andata in scena a Messina. Dopo ben cinque anni Sassari riparte dalla Sicilia e torna sull’Olimpo delle grandi. Grande è anche l’entusiasmo che ha pervaso squadra, team e ambiente cussino che vedono all’orizzonte la concreta possibilità di aggiungere alla bacheca dei trofei del Cus Sassari una medaglia d’oro nel calcio che si aggiungerebbe ai tanti titoli già vinti, ultimo dei quali quello del 2010, uno dei ricordi più preziosi destinato a diventare stimolo verso la conquista di un nuovo successo.

Gli atleti che indosseranno la maglia del Cus Sassari e rappresenteranno l’Università di Sassari saranno guidati dallo storico tecnico cussino Andrea Marras, coadiuvato dal giovane e promettente tecnico Fabio Cossu. Resta ancora da definire la lista dei 18 studenti che faranno parte della spedizione siciliana a caccia del titolo nazionale universitario. Il mini torneo siculo vedrà sfidarsi le migliori 8 squadre classificate delle fasi preliminari e si articolerà in tre giornate: scontri diretti nelle prime due, giornata di riposo prevista il 12 giugno e scontri finali il 13.

Aperte le selezioni per i Campionati Nazionali universitari individuali

 La sfida è partita, il Cus Sassari è pronto a scendere in campo, in pista e in pedana. Dal 9 al 18 giugno a Catania sono in programma i Campionati Nazionali Universitari individuali 2017 e Sassari non vuole mancare all’appuntamento. Una ribalta nazionale, un’importante occasione di crescita e confronto per gli studenti dell’Ateneo di Sassari e per quelli dell’Italia intera. Proprio per questo sono aperte le selezioni per la formazione degli atleti che rappresenteranno il Centro Sportivo Universitario sassarese in terra siciliana: alfieri di una città, di una Università e di una regione che spera di poter dire la sua.untitled

Le gare individuali in programma agli Universitari 2017 riguardano discipline come atletica leggera, canoa, kayak, canottaggio, golf, judo, karate, pugilato, scherma, sci alpino, sci di fondo, taekwondo, tennis, tennistavolo, tiro a segno. Gli studenti dell’Università di Sassari potranno candidarsi per rappresentare i colori del Cus in ognuno dei sora citati sport. Sarà poi la Commissione Tecnica del Cus Sassari a esaminare le candidature e valutare gli atleti in base ai curricula presentati. Gli idonei faranno parte della rappresentativa chiamata a tenere alto il nome dell’Ateneo turritano.

«Un’opportunità per l’Università di Sassari, per i nostri studenti. I Nazionali universitari individuali mettono di fronte alcune delle più interessanti eccellenze dello sport nazionale – spiega il presidente del Cus Sassari Nicola Giordanelli -. Partecipare è già una vittoria. Per questo speriamo di coinvolgere quanti più ragazzi possibile in questa splendida rincorsa alla ribalta catanese. Il Cus Sassari ci sarà, e ci auguriamo possa essere protagonista».

La partecipazione è riservata ad atleti di qualsiasi nazionalità purché nati fra gennaio 1989 e dicembre 1999, in possesso della Cus Card 2016-’17 e iscritti ad un corso di studi (laurea triennale, laurea magistrale, laurea a ciclo unico, diploma di specializzazione, dottorato di ricerca, master di I e II livello) presso l’ Università di Sassari, l’Accademia di Belle Arti e il Conservatorio di Musica, purché in possesso del diploma di scuola superiore di secondo grado o laureati nel 2017. Per informazioni è possibile rivolgersi alla Segreteria Cus Sassari contattando al numero 079397737 – dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 18,30 – o scrivendo una email a cus@uniss.it.

Gli atleti master del Cus Sassari protagonisti ad Ancona

Una prestazione all’altezza delle aspettative quella del Master Team atletica Cus Sassari, che ad Ancona, in occasione dei Campionati individuali nazionali master indoor e lanci lunghi 2017, ha messo in cassa 10 medaglie grazie alle prove dai 14 atleti protagonisti  delle 27 gare in programma. Da segnalare che il volto femminile del Master Team cussino, pur coprendo solo 7 delle 13 gare previste dal Campionati di Società Indoor, ha conquistato la 14ma posizione assoluta. Un risultato che conferma la bontà del progetto e lascia ben sperare anche in vista della stagione outdoor, anche in considerazione delle difficoltà derivanti in fase di preparazione dall’indisponibilità dello Stadio dei Pini.untitled

Rompere il ghiaccio è toccato proprio alla responsabile della sezione Master Patrizia Spillo, che ha conquistato la medaglia d’argento nel lancio del martello. A seguire sono arrivati i due ori a firma di Marco Giacomini (peso M55) e Tamara Barin (disco F40), poi un altro argento  con Gavino Ruggiu (60 M35. Emozionanti gli 800 metri M50 con Michele Serra che, dopo aver testato il suo stato di forma nei 1500, ha ottenuto l’argento ad un solo centesimo dal primo posto. Meritato terzo posto nel salto triplo M65 per Mario Vacca, che getta le basi per un promettente 2017; e terzo posto – con bis di medaglie – anche per Marco Giacomini e Patrizia Spillo nel lancio del disco. Bronzo anche per Mariangela Piga nel lungo F55. Nell’ultima giornata di gare, a conclusione di un percorso più che positivo, arriva il terzo gradino del podio per la staffetta 4×200 mt F50 (Mariangela Piga, Laura Salis, Patrizia Angioni ed Elisabetta Pinna). Dolores Donati, giavellotto femminile F55, è arrivata ad un passo dal podio, come Patrizia Angioni che intanto scalda i motori  in vista dei prossimi appuntamenti.

La tre giorni anconetana ha inoltre celebrato i personal best di Mario Cabizza, nel getto del peso M50, e di Pietro Soro nel giavellotto M55. Applausi per l’esordio di Salvatore Serra nei 3000 mt e 1500 mt categoria M60 e per Antonello Satta nei 60 mt fra gli M50.

Responsabile della sezione Master, oltre che atleta Cus, è Patrizia Spillo, che, in collaborazione con il referente tecnico Elisabetta Pinna, con Mariangela Piga (coordinamento team femminile) e Antonello Satta (coordinamento team maschile) lavora sul progetto che, attualmente, coinvolge 14 donne e 11 uomini, rientranti quasi tutti nelle prime 10 posizioni delle graduatorie italiane 2016 di categoria nelle diverse specialità. Due esempi: Paola Sogos è la regina assoluta dei 3000 metri, mentre Marco Giacomini è dominante nel getto del peso. Una vera risorsa per il movimento, una riconosciuta eccellenza sportiva made in Sassari e made in Sardegna.

 

 

 

Aperte le iscrizioni al Torneo Universitario 2017

È uno degli appuntamenti più attesi e importanti dell’anno in casa Cus Sassari: il Torneo Universitario di Calcio 2017, scalda i motori e si prepara a vivere una nuova combattuta, divertente e si spera partecipata edizione. Momento centrale delle numerose iniziative promosse dal Centro Sportivo universitario sassarese,  il torneo è riservato a squadre di studenti iscritti all’Ateneo di Sassari per l’anno accademico in corso. In ogni squadra è ammessa la presenza di personale docente e tecnico-amministrativo dell’Università. Oltre ad essere un’occasione di svago per gli studenti, oltre a rappresentare una vera e propria istituzione universitaria dato che si svolge ininterrottamente da oltre untitledcinquant’anni, il Torneo Universitario di Calcio è efficace mezzo di aggregazione e promozione di sana pratica sportiva, obiettivo fondamentali e perseguito nella pluriennale attività del Cus Sassari del presidente Nicola Giordanelli. Il Torneo fornirà inoltre utili indicazioni in vista della selezione della rappresentativa universitaria sassarese che parteciperà ai prossimi Campionati Nazionali Universitari di Calcio. Uno dei protagonisti del torneo, Costantino Mura dei “Disagiati” dà la sua visione della competizione:

Cosa significa partecipare al torneo universitario?

«Per uno studente significa svago, aggregazione, possibilità di conoscere nuove persone, vivere un esperienza bellissima».

Il tuo ruolo nel team Disagiati?

«Sono un giocatore, mi adatto a ricoprire i ruoli della difesa che mi vengono richiesti dal mister».

Come sono organizzate le squadre?

«Ogni squadra ha un nome possibilmente ironico, un logo,  una rosa di giocatori e ha un responsabile che svolge il ruolo di allenatore e poi ci sono i tifosi/dirigenti che, pur non giocando, seguono la squadra e collaborano  affinché si raggiunga il massimo risultato».

Lo sport come motore di aggregazione nel mondo universitario: «Parlo della mia esperienza. Pur avendo già delle conoscenze, grazie al torneo ho imparato ad apprezzare tante altre persone e mi ha permesso di far nascere fantastici rapporti di amicizia. Perché nel torneo universitario è fondamentale che prima di essere un gruppo di calciatori si diventi un gruppo di amici, questo dovrebbe essere il vero spirito».

L‘edizione tipo del torneo?

«Sarebbe quella in cui si riuscisse a raggiungere un gran numero di squadre iscritte, anche 10 ad esempio, creando due gironi e passando poi alla fase ad eliminazione diretta ».

In cosa si può migliorare?

«Si potrebbe organizzare qualche serata ad hoc nel centro di San Giovanni alla quale invitare le squadre cercando di favorire l’aggregazione e il divertimento grazie allo stare insieme».

Un invito ai tuoi colleghi? 

«Lo scetticismo, la mancanza di entusiasmo, talvolta anche la poca voglia e i tempi legati allo studio portano al rinunciare a partecipare al torneo. A tal proposito ci tengo a citare come bellissimo esempio la squadra di “AC Irrosi”, nata l’anno scorso e composta anche da ragazzi che prima snobbavano il torneo e poi con il passare delle giornate hanno imparato ad apprezzarlo tanto da voler ripetere l’esperienza».

Per la partecipazione al torneo è necessario essere possessore della Cus Card. Le iscrizioni al torneo, alcune già pervenute negli uffici del Centro Universitario Sportivo, scadranno il prossimo 8 marzo. Regolamento e modulistica sono disponibili sul sito www.cussassari.it e, insieme ad altre informazioni utili, anche presso la segreteria Cus in Via San Pietro d’Ottava – regione San Giovanni: dal lunedì al venerdì dalle ore 16 alle ore 18 (079-397737 – cus@uniss.it) e presso la segreteria studenti di via Arborea il mercoledì e il venerdì dalle 9,30 alle 12,30 (tel.079-229973).

I master del Cus Sassari, eccellenza dell’atletica isolana!

“La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti”: firmato, Albert Einstein. Un invito preso alla lettera e applicato alla quotidianità dai 25 atleti della vivace e vincente sezione atletica Master del Cus Sassari, una scommessa vinta e vincente che regala risultati e soddisfazioni al Centro Sportivo gruppo-lanci-cus-sassariUniversitario sassarese del presidente Nicola Giordanelli e ai primi attori sulla scena, in pedana e in pista: grandi non per l’anagrafe, ma perché sportivamente meritevoli. Un progetto che coinvolge e cresce, nei riscontri, nei numeri e in entusiasmo.

Responsabile della sezione Master, oltre che atleta Cus, è Patrizia Spillo, che, in collaborazione con il referente tecnico Elisabetta Pinna, Mariangela Piga (coordinamento team femminile) e Antonello Satta (coordinamento team maschile,  lavorano sul progetto che, attualmente, coinvolge 14 donne e 11 uomini, rientranti quasi tutti nelle prime 10 posizioni delle graduatorie italiane 2016 di categoria nelle diverse specialità. Due esempi: Paola Sogos è la regina assoluta dei 3000 metri mentre Marco Giacomini è dominante nel getto del peso. Una vera risorsa per il movimento, una riconosciuta eccellenza sportiva made in Sassari e made in Sardegna.

Uomini e donne da record, capaci di spingersi al limite della prestazione e portare a casa medaglie e riconoscimenti importanti, orgoglio del Cus Sassari e dell’Isola. Fra loro Mario Vacca, capace di collezionare ben 13 medaglie – 7 d’oro e 6 d’argento – ai Giochi della Sanità outdoor a Maribor (Slovenia) nel 2016 cimentandosi nelle gare di salto, di velocità, di lancio, mezzofondo e pentathlon. O ancora Marco Giacomini, protagonista della miglior prestazione italiana di categoria indoor e outdoor nel getto del peso 6 kg e 7,260 kg, già medaglia di bronzo ai Mondiali 2015 disputati a Lione, quinto nella classifica mondiale 2016 e campione italiano indoor e outdoor 2016. Citarne un paio per elogiarli tutti.

Una attività piena e costante quella della sezione master, unita e compatta dentro e fuori da pedane e piste. Tanti gli appuntamenti 2017 cui il Cus Sassari Master Team non vuole mancare. Si parte dagli Italiani indoor di Ancona (m/f) di fine febbraio – nutrita rappresentanza cussina e ambizioni da podio per più di un atleta – per proseguire con gli Italiani di Pentathlon lanci (m/f) ad aprile. Quindi a giugno i Campionati sardi società su pista (m/f), gli Italiani individuali (m/f) di Orvieto a luglio e gli Europei su pista 2017 in programma in Danimarca, ad Aarhus da fine luglio ad agosto 2017. Ma c’è di più, perché il Cus Sassari Master Team non nasconde l’ambizione di accedere alla finale nazionale società su pista di Montecassino in settembre.

Sport universitario in festa

Il 29 giugno, alle ore 20, si terrà la Festa dello sport universitario. Verranno premiati, alla presenza del Magnifico Rettore e delle più alte autorità accademiche, gli studenti che hanno partecipato a competizioni sportive, a livello sia locale che nazionale.

Prima delle premiazioni, si giocheranno, nel pomeriggio, le finali del torneo di calcio universitario “Coppa Rettore”.