I grandi non muoiono mai, addio a Marzio Lepri

Un grande uomo e uno straordinario calciatore, un emblema di un calcio che non c’è più, un simbolo di tempi che, visti oggi, appaiono ancor più lontani, ma che vivono nel ricordo di chi ha potuto godere di quei momenti indimenticabili e ha tramandato emozioni, ricordi e valori alle generazioni future.

Tutto questo e molto altro ancora ha rappresentato Marzio Lepri, uno dei più grandi giocatori ad aver indossato la gloriosa maglia della Torres, venuto a mancare, all’età di 82 anni, nella mattinata del giorno di Pasqua.

Marzio Lepri era nato a Terni il 21 ottobre del 1931 e arrivò a Sassari nel 1954. Negli anni precedenti aveva messo in mostra le sue eccezionali capacità con la squadra della sua città natale, la Ternana, e con la Rappresentativa militare dell’Aeronautica.

Con la casacca della compagine sassarese, collezionò 301 presenze e mise a segno 122 reti, risultandone così il bomber principe.

Indelebile,  nella memoria dei tifosi rossoblu, resterà il ricordo del derby con il Cagliari del 1962, vinto per 2 a 1 grazie a una sua doppietta.

Sposò la figlia dell’allora presidente, Tonino Maccari, e giurò amore eterno alla Torres –  rifiutando, tra le altre, l’offerta del Cagliari –  e alla città di Sassari che ora lo piange.

foto tratta dal sito www.torrescalcio.it

Lascia un Commento