Al via la stagione delle ragazze della Lions e del Sardegna

Il conto alla rovescia sta per terminare per le tre compagini isolane, Nuoro, Lions e Sardegna, inserite nel girone A della serie A2 di pallamano femminile, che prenderà il via nel prossimo fine settimana. Le barbaricine saranno le prime a scendere in campo, sabato alle ore 15, per ospitare il Ferrarin, mentre le due compagini sassaresi saranno impegnate in trasferta: la Lions, sempre sabato alle 16:30, in quel di Crenna; il Sardegna domenica alle ore 15:30 in casa del Cum Petere Valpellice.22471436_10212638762076907_983013672_n

Andiamo a Crenna, consapevoli del fatto che troveremo una squadra di ottimo livello, che ha fatto i play off per andare in serie A1- ha dichiarato Zucchi Pastor della Lions -. Sono una società con grande tradizione e schierano all’interno della rosa elementi importanti: buoni tiratori e ali veloci in contropiede. Per noi sarà un ottimo test, per iniziare a capire qual è  il nostro livello, per capire dove siamo e dove potremo arrivare con il nostro lavoro“.

Le ragazze della Lions sono pronte ad affrontare la stagione con entusiasmo e voglia di mettersi in gioco, come si evince dalle parole di Laura Dettori e Veronica Giacopetti.

Mi sono rimessa in gioco – ha detto la prima – per riprovare l’emozione di tornare nuovamente in campo. Ho scelto la Lions perché è gestita da Zucchi Pastor, vecchia compagna di squadra e grande atleta. Per quel che riguarda il campionato, ci metteremo tutta la voglia e la cattiveria agonistica possibile, consapevoli di dover ancora crescere tanto“.

L’amore per questo sport mi ha spinto a rimettermi in gioco – ha detto Veronica Giacopetti -. Voglio che questo campionato ci dia grandi soddisfazioni e che ci faccia crescere sotto tutti i punti di vista. La nostra forza dovrà essere il gruppo“.

Il Sardegna, dal suo canto, punta sul gruppo che l’anno scorso ha disputato i play off, rinforzato dalle nuoresi Domenica Satta, che dovrebbe esordire domenica, Maria Murgia, e dal portiere sassarese, Laura Piu.

Torneremo finalmente a giocare un campionato nazionale – ha detto l’allenatrice Barbara Tetti – E il confronto con altre realtà è fondamentale per crescere, per far sì che la pallamano femminile sassarese, dopo anni di buio, possa tornare ai fasti di un tempo. Purtroppo, per motivi vari, non abbiamo potuto lavorare tanto assieme. E le avversarie sono per noi un’incognita, ma anche noi siamo un’incognita per le nostre avversarie, che dovranno fare i conti con la nostra grinta, con la nostra voglia di lottare”

 

 

 

Lascia un Commento