“Atleti tra le righe”: presentato il festival di letteratura sportiva

A Macomer, dal 12 al 15 ottobre, è in programma la prima edizione del festival di letteratura sportiva Atleti tra le Righe. Il festival è stato presentato ufficialmente in una conferenza aperta organizzata stamattina negli spazi del Centro Servizi Culturali (U.N.L.A.) di Macomer, momento utile a raccontare l’idea – ormai diventata realtà – alla comunità macomerese, alle autorità locali, ai giornalisti, ai curiosi, agli appassionati e alla Sardegna intera. untitled

Seduti al tavolo Marco Ceron, macomerese, ideatore del festival, e i rappresentanti della cooperativa “Verbavoglio” Libreria Emmepi e organizzatori di Atleti tra le Rghe, Luciana Uda, Stefania Mura e Marco Medda. Assieme a loro, a ribadire il sostegno e la fiducia riposta nel progetto, erano presenti il sindaco, il vicesindaco e i membri della Giunta, con in testa assessore allo Sport e alla Cultura. In sala anche Associazioni sportive, Associazioni culturali, cittadini, sponsor e partner della manifestazione.

«Marco Ceron è uno sportivo, ma è prima di tutto un caro amico – spiega Marco Medda -. In libreria, fra una chiacchiera e l’altra, ci ha proposto l’idea del festival, di un festival dedicato allo sport con tutti i collegamenti e sviluppi del caso. Ci siamo innamorati dell’idea, ci interessava la possibilità di creare un ponte fra la cultura e lo sport, fra i giovani e la letteratura, coinvolgendo appunto sportivi, ragazzi delle scuole e delle società sportive – prosegue -. Parlare di sport offre l’opportunità di parlare di educazione, di integrazione, di attualità. L’idea è piaciuta alla regione, grazie a Luca Zoccheddu e Federica Siervo di Altrove che hanno curato il bando, ma ha riscosso successo anche fra i tanti,  presenti in sala, che hanno creduto in noi. A Macomer abbiamo trovato risorse umane che ci hanno dato una mano fra grafica, sito, foto e altri aspetti. Vogliamo che Atleti tra le Righe diventi un appuntamento da ripetere, con appendici sparse per l’intero anno – chiude Medda -. Vorremmo creare sinergie sempre più forti. Grazie a chi ci ha aiutato, grazie della fiducia. Ora vi aspettiamo…in campo».

Il sindaco di Macomer e presidente Unione dei Comuni del Marghine, Onorato Succu: «Macomer ha imparato a fare squadra e quando ognuno fa la sua parte le cose funzionano. L’anno prossimo ci saranno risorse ben più significative, per quest’anno mettiamo a disposizione di questa lodevole iniziativa una cifra simbolica: crediamo nelle potenzialità del festival e vogliamo essere protagonisti della sua crescita. Lo sport per la città e il territorio è importante». Gli fa eco l’assessore allo Sport Marco Manus che sottolinea come «Macomer è certamente cultura, ma è certamente anche sport: il connubio funziona, ed è perfetto». Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente Confcooperative Nuoro, Francesco Sanna: «Questo festival può aiutarci a capire se lo sport può essere una leva per questo territorio. La cultura non è un costo ma un investimento, e voi ne siete la testimonianza».

Atleti tra le righe si propone come evento itinerante che, come detto, si rivolge alla comunità locale coinvolgendola assieme alle società sportive di Macomer e di alcuni comuni limitrofi. In talee contesto, i palazzetti e campi da gioco saranno trasformati – pur mantenendo intatta la loro piena identità – in spazi di incontro, racconto, divertimento e dibattito in cui le manifestazioni sportive si mescoleranno alle chiacchierate con gli autori offrendo alla platea punti di vista e spunti di riflessione in tema sportivo.

Saranno graditi ospiti del festival Atleti tra le righe lo scrittore Christian Antonini, l’illustratore e scrittore Federico Appel, lo scrittore Carlo Carzan, il giornalista della Gazzetta dello Sport e scrittore Francesco Ceniti, lo scrittore Lorenzo Iervolino, Francesco Paroli (illustratore e art director), il giornalista di Tuttosport e scrittore Andrea Schiavon, la narratrice Roberta Balestrucci, l’editore Stefano del Prete, lo sceneggiatore e scrittore Andrea Pau, lo scrittore Emiliano Poddi, l’illustratore Jean Claudio Vinci, l’atleta e scrittrice Paola Gianotti, l’atleta e scrittore Roberto Zorcolo e le compagnie teatrali Loft Theatre e Cada Die Teatro.
«Raccontare lo sport. Rappresentare in parole il senso della vittoria sportiva, esaltare il gesto risolutivo del campione o descrivere il crollo verticale, la sconfitta, la delusione per il traguardo mancato. Il nero su bianco che lascia indelebili su carta ricordi stampate nella memoria di chi le ha vissute – da protagonista o spettatore – pronto a tramandarle di generazione in generazione. Storie di uomini, di donne e di squadre declinate in modi differenti e affidate all’estro e alla penna di scrittori, giornalisti e sportivi che d’epoca in epoca, anno dopo anno, stagione dopo stagione, contribuiscono ad arricchire l’inestimabile patrimonio di letteratura sportiva che rende ancora più affascinante lo sport e immortali le imprese compiute, le vittorie e le sconfitte».
IL PROGRAMMA
- giovedì 12 ottobre

Ore 17 palazzetto dello Sport Like Kobe. Il mamba spiegato ai miei figli
Francesco Poroli incontra bambini e ragazzi della società cestistica Le Pleiadi Macomer

Coordina Marco Medda

Ore 18 libreria Emmepi Cinque cerchi ed una stella
Giovanni Cocco dialoga con Andrea Schiavon

Ore 19 Centro Servizi Culturali Carriere spezzate
Giovanni Dessole presenta Francesco Ceniti

Ore 21 Centro Servizi Culturali I grandi gialli del calcio
Spettacolo teatrale tratto dall’omonimo libro di Francesco Ceniti a cura della compagnia Loft Theatre
- venerdì 13 ottobre

Ore 18 Centro Servizi Culturali, presentazione della nona edizione della Sardinia Ultramarathon
A cura del Centro Sportivo Fiamma Macomer: Correre fa bene… se sappiamo come farlo intervento di Marco Angius.

Ore 19 Centro Servizi Culturali Sognando l’infinito nell’editoria legata allo sport
Intervengono Stefano Delprete e Paola Gianotti, coordina Roberta Balestrucci

Ore 21Centro Servizi Culturali D5 Pantani
Spettacolo teatrale scritto da Chiara Spoletini e ispirato al romanzo Nel nome di Marco di Francesco Ceniti a cura della compagnia Loft Theatre
- sabato 14 ottobre

Ore 17 Centro Servizi Culturali Per alzata di mano. Rugby Rebels allo sbaraglio
Laboratorio gioco a cura di Andrea Pau, Jean Claudio Vinci e Roberta Balestrucci

Ore 19 Centro Servizi Culturali Le vittorie imperfette
Giovanni Dessole dialoga con Emiliano Poddi

Ore 21 Centro Servizi Culturali Riva Luigi 69&70. Il Cagliari ai dì dello scudetto
Spettacolo teatrale a cura della compagnia Cada Die Teatro
- domenica 15 ottobre

Ore 19 Centro Servizi Culturali Trentacinque secondi ancora

Giancarlo Zoccheddu presenta Lorenzo Iervolino

Lascia un Commento