Il “Torresino dell’anno” è Tore Pinna

Il “Torresino dell’anno” è Tore Pinna. Ad assegnare il riconoscimento sono stati i soci dell’Associazione Memoria Storica Torresina. I quali hanno voluto premiare colui il quale è riconosciuto dal popolo rossoblù, come un simbolo, una bandiera. “Sono orgogliosissimo – ha dichiarato il portierone rossoblù - Per me la Torres è una malattia, una questione di vita. Questa maglia la sento mia. E sono pronto, insieme alla società,  a dare tutto per riportarla nei palcoscenici in cui merita di stare, per far sì che tutti insieme si possa rivivere emozioni indimenticabili, come quelle di Mestre“.tore_pinna

Il direttivo dell’Associazione ha poi conferito un premio speciale all’attuale presidente Tore Sechi, per l’impegno profuso, dallo scorso mese di dicembre, per tenere viva e ridare dignità al sodalizio rossoblù, la cui ultracenteraria storia, negli ultimi anni, è stata troppo infangata. Questo giova ricordarlo sempre per non ricadere, in futuro, negli stessi errori. In segno di buon auspicio è stato assegnato un riconoscimento ai dirigente Satta e Carboni, e a mister Ivan Cirinà, un sassarese doc che, il prossimo anno, siederà sulla panchina della Torres.

Premiati anche il giornalista Daniele Doro, che oltre da mezzo secolo segue con passione e professionalità, le vicende della compagine rossoblù, e due giocatori, Zamboni e Monterisi, che hanno indossato la casacca della Torres negli anni settanta.

Lascia un Commento