Il primo round va al Monaco, ma per la Dinamo nulla è perduto

Va al Monaco il primo round della gara dei quarti di finale della Champions League: i francesi hanno confermato di essere una squadra solida e ben strutturata. E hannolistener dimostrato che non è per caso che abbiano perso solo cinque partite nel corso dell’attuale stagione.  Ma il 73 a 62, , maturato al termine dei quaranta minuti di gioco, non chiude in alcun modo il discorso qualificazione. A prescindere dal passivo, i biancoblù hanno offerto una prestazione incolore e  hanno subito, per tre quarti di gara, le iniziative dei monegaschi che, trascinati da Ouattara, hanno toccato anche i 20 punti di vantaggio. Poi le triple di Stipcevic hanno reso meno pesante il passivo e hanno tenuto viva la speranza in casa biancoblù, dove troppe cose non hanno funzionato a dovere  sia a livello di gruppo sia a livello individuale. La squadra sembra aver perso la verve che l’aveva portata alla finale della Coppa Italia e questa involuzione non fa dormire sonni tranquilli, in vista anche della volata finale per un posto nei play off

Lascia un Commento