Ad Alghero e Ittiri rombano i motori: le dichiarazioni dei top driver dopo lo shakedown

Alle 17, dal Porto di Alghero, è scattato il Rally Italia Sardegna 2016, sesto round del Campionato del Mondo Rally. La gara è organizzata dall’Automobile Club d’Italia in collaborazione con la Regione Sardegna e si svolgerà da oggi a domenica 12 giugno sugli sterrati del nord dell’isola con quartier generale ad Alghero.Sessione autografi

Questa mattina ci sono stati i primi spettacolari passaggi sui 3,69 KM dello Shakedown di “Olmedo”, dove gli equipaggi hanno testato le vetture in completo assetto da gara. Dopo lo start nella splendida cornice formata dal porto e dai bastioni di Alghero, è iniziata alle 18 la prima prova, presso la “Ittiri Arena Show”, dove a dare spettacolo saranno due vetture che contemporaneamente affronteranno i 2 Km del tracciato.

Domani, venerdì 10 giugno, sono otto le prove speciali che completeranno la prima tappa (quattro ripetute due volte), per un totale di 102,86 km cronometrati. Dopo le prime due prove di Ardara-Ozieri (km 7,50) e di Tula (km 15), quest’ultima del tutto inedita e molto insidiosa, i piloti percorrono i crono di Castelsardo (km 14,02) e Tergu-Osilo (km 14,91) prima di far ritorno al parco assistenza a metà giornata. Nel pomeriggio tornano sui tracciati del mattino e transitano nel cuore di Sassari, dove effettuano un controllo orario nella centrale piazza d’Italia alle ore 18.15, terminando la tappa in serata ad Alghero alle ore 19.Insieme al rally mondiale, si corre anche il Rally della Sardegna Historic, emozioni in arrivo dal passato con nomi e auto altisonanti. Attesa star il due volte Campione del Mondo Miki Biasion-che torna sulla Lancia Delta Integrale con Gigi Pirollo alle note, tra gli altri nomi di spicco Bruno Bentivogli-Cecchi su Alfetta GTV 6.Con il numero 1 transiterà sulle speciali l’equipaggio Campione del Mondo in carica, Sebastien Ogier e Julien Ingrassia sulla Volkswagen Polo R WRC, attuale leader della classifica iridata, grazie a due vittorie due secondi posti ed un terzo ottenuti finora e vincitore delle ultime tre edizioni della gara sarda.Ogier ha ottenuto il miglior tempo nello shaedown, seguito da Otsberg, Tanak e Neuville. Altra Volkswagen Polo R WRC sarà quella dei finlandesi Jari Matti Latvala e Mikka Antilla, vincitori del Rally del Messico.

Sulla prima Hyundai New Generation I20 appena costruita dalla casa coreana saranno i neozelandesi Hayden Paddon insieme a John Kennard, vincitori del Rally d’Argentina e secondi in Svezia, altra I20 New Generation per i compagni di squadra spagnoli Dani Sordo e Marc Marti. Sul fronte delle Ford Fiesta RS WRC della M-Sport la prima in ordine di apparizione sarà quella dei norvegesi Mats Otsberg e Ola Floene, reduce da due terzi posti in Svezia e Messico. Il primo italiano a passare sugli sterrati sardi sarà Lorenzo Bertelli , che ha recuperato a tempo di record un infortunio alla caviglia per essere al via della gara di casa, navigato da Simone Scattolin sulla Ford Fiesta RS WRC anch’essa della M-Sport.

In WRC 2 il peruviano Nicholas Fuchs, già vincitore della categoria in Argentina, sulla Skoda Fabia R5 mirerà a punti importanti per avvicinarsi alla vetta della classifica. Sotto i riflettori Umberto Scandola e Guido D’Amore, l’equipaggio della Skoda che vuole guadagnare esperienza preziosa nella prova italiana del Mondiale da usare nel Campionato Italiano. “Siamo molto tranquilli – ha spiegato il pilota veronese – non abbiamo svolto lo shakedown per ripassare la strategia di gara”. Pronti alla sentita sfida di casa i piloti ACI Team Italia sulle Peugeot 208 R2 del Team Romeo Ferraris che, nella serata di mercoledì 8, sono stati presentati dalla Federazione alla stampa ed ai team manager internazionali.

Fabio Andolfi – Manuel Fenoli e Damiano De Tommaso – Paolo Rocca sono i due equipaggi che mirano in alto nella WRC 3, con Andolfi, 23enne savonese, che desidera ben figurare davanti al suo pubblico, ma anche usare l’esperienza finora accumulata per cercare il risultato; De Tommaso, 20enne piemontese, che sente molto l’emozione della competizione italiana ma è molto determinato.

Alcune dichiarazioni dei top driver dopo lo shakedown: S. Ogier: Siamo contenti, abbiamo provato i due setup, quello per le prove del mattino e quello per il pomeriggio e tutto è andato bene. Siamo soddisfatti del nostro lavoro”. JM. Latvala: “Tutto ok per noi, la speciale dello shakedown è ok e si pulisce molto passaggio dopo passaggio. E’ una prova che è molto rappresentativa soprattutto delle speciali dell’ultima tappa. Ho una buona posizione di partenza nelle prime due tappe”. A. Mikkelsen: Abbiamo verificato il setup della macchina e si è rivelato idoneo alle nostre scelte. Il vero problema rimane il fatto che domani partiamo secondi. C’è molto polvere sulle strade e perderemo tempo prezioso”. O. Tanak: Abbiamo staccato un ottimo tempo sullo shakedown, auto e pneumatici vanno bene, abbiamo una vettura nuova e il setup si è rivelato a posto. Ho un’ottima posizione di partenza e punto a far bene e a salire sul podio”. T. Neuville: “L’auto va bene ma è difficile guidare nello stretto, è veloce ma troppo brutale negli inserimenti in curva. Ho provato anche le gomme per domani”. L. Bertelli: “Ho fatto tre giri, tutto è andato bene, l’auto è a posto, sono soddisfatto del mio assetto, la caviglia va bene, sono fiducioso per la gara, da stasera si fa sul serio”.

Sabato 11 giugno la seconda tappa, finora la più lunga e dura della stagione mondiale, è composta da sei speciali per un totale di 177,7 km cronometrati, che ricadono nella regione del Monte Acuto:.App gratuita per seguire il rally Italia Sardegna offerta agli appassionati italiani da WRC Promoter sul sito https://plus.wrc.com/subscription/chooseProduct/ e utilizzare il codice Promo IT2016 .Programmi, classifiche, live e info su www.rallyitaliasardegna.com

Lascia un Commento