Ad Arzachena giovani e neo patentati a lezione di guida sicura

<< Si può andare veloci ma prima bisogna saper andare piano, bisogna avere le basi della guida sicura>> -  ha detto Paolo Ciuffi, 326 gare all’attivo e 26 anni di attività, che dal 30 marzo al 3 aprile ha avviato,ad Arzachena, le lezioni sulla campagna di sicurezza stradale. “Io per la strada? Sicuro!”, promossa da Porto Cervo Racing e realizzata da Sandra Medda. Ciuffi Guida Sicura pc Anna

La consapevolezza dei rischi al volante è stata al centro dell’intero progetto avviato nel 2015 e che ha portato esperti del settore nelle scuole di Arzachena coinvolgendo migliaia di studenti nelle lezioni sulla sicurezza, sul soccorso medico e lo sport su strada. La campagna, che prosegue anche nel 2016, è nata con la prima edizione del Rally Terra Sarda e in ricordo di Marcello Orecchioni, il navigatore, copilota di rally, scomparso nel 2011.

<< E’ più difficile usare i freni che l’acceleratore – ha detto Paolo Ciuffi nell’Auditorium di via Dettori agli studenti –, nessuno, neppure un pilota esperto, si può permettere di non conoscere le basi della guida. I futuri automobilisti sono un investimento per la sicurezza sulla strada >>.

Le lezioni di ieri si sono concentrate in particolare su Davide, Isabel e Roberta, i tre ragazzi del Liceo Scientifico “Falcone e Borsellino” di Arzachena vincitori del concorso “Io alla guida? Sicuro!” Le prime nozioni sulla posizione di guida, sui sistemi di frenata, la conoscenza delle gomme e della tenuta di strada, sono state affrontate in aula e poi applicate nel parcheggio dell’auditorium. Al pomeriggio, il campione e patron della scuola di guida sicura D6, ha proseguito le lezioni direttamente sulle  strade della Gallura per una sessione teorico pratica.

 <<Non posso mettere a rischio la vita di amici o sconosciuti che incontrerò per la mia strada>> – ha detto Isabel, vincitrice del concorso. << Possiamo disporre dei più efficaci sistemi di sicurezza – ha continuato Davide – ma se mancano,  l’educazione, il buon senso il rispetto di sé stessi e degli altri e il senso di responsabilità, allora non ci è dato neppure di sperare in una strada migliore per tutti>>. <<Io spero che la nostra generazione possa essere ricordata per la sua prudenza> – ha concluso Roberta. 

<<La campagna di sensibilizzazione ha ottenuto uno straordinario successo e ha destato, fin dall’inizio, l’interesse degli studenti – ha detto Sandra Medda –. I ragazzi sono stati in grado di capire il valore del nostro messaggio. Noi adulti sappiamo che gli incidenti sulla strada si possono e si devono combattere e con quest’occasione, abbiamo uno strumento in più per farlo. L’educazione del guidatore è un nostro dovere>>.

Apprezzamento all’iniziativa è venuto dal Comune di Arzachena che con l’assessore alla Viabilità, Gianni Baffigo e il capo dei Vigili urbani, Andrea Becciu, ha accompagnato l’evento.

<<La Scuderia investe da anni sulla sicurezza stradale – ha detto Mauro Atzei, presidente della Porto Cervo Racing – e un’iniziativa come questa, non può che essere accolta con positività. Metà delle vittime sulle nostre strade è dovuta a disattenzione e scorretti comportamenti alla guida, e ci auguriamo che da quest’occasione verrà un grande aiuto a una maggiore consapevolezza per i giovani>>.

Lascia un Commento