Archivi per la categoria ‘Sport vari’

La Sacoim Quartu vince il campionato di serie C di pallavolo femminile con tre giornate d’anticipo

Il campionato di serie C di pallavolo ha emesso il suo primo verdetto: la Sacoim Quartu ha vinto per 3 a 0 il derby con la Janas e può così festeggiare, con tre giornate di anticipo, il salto di categoria.Tania Masala

Nel primo set, le due squadre sono rimaste, per lunghi tratti, vicine nel punteggio, poi, nella parte conclusiva della frazione, Barbara Meloni e compagne hanno peccato di lucidità e hanno permesso alle ragazze allenate da Matteo Gramignano di chiudere sul 25 a 19.

Nel secondo set, la Sacoim è partita subito col piede sull’acceleratore e ha inanellato quattro punti consecutivi in battuta. La Janas, costretta sempre ad inseguire, si è riavvicinata (20 a 18), grazie ad alcuni errori di distrazione delle prime della classe, le quali hanno, però, subito ripreso in mano la situazione, aggiudicandosi la frazione con il punteggio di 25 a 18.

Tania Masala e compagne hanno chiuso i conti nel terzo set, vinto per 25 a 15: il successo, ottenuto al termine della sfida di ieri sera, certifica, se mai ce ne fosse bisogno, l0 strapotere della compagine quartese, che, finora, ha lasciato alle avversarie la miseria di quattro set in ventitrè giornate.

La Janas, invece, deve cedere la terza posizione alla Castellanese, vittoriosa per 3 a 1 (16 – 25/25 – 22/25 – 16/25 – 18) sulla pericolante Ariete Oristano. Melissa Speziga e compagne hanno ora la certezza matematica di partecipare ai play off.

La Capo d’Orso Palau, dal suo canto, rafforza la seconda posizione, grazie alla vittoria per 3 a 0 (25 – 20/25 – 15/25 – 5) sulla cenerentola del campionato, l’Antes Ogliastra Volley.

Importante successo esterno per la San Giuseppe, che si è imposta con il punteggio di 1 a 3 (24 – 26/18 – 25/25 – 19/18 – 25) sul campo della Teusolki e ha difeso la quinta posizione della graduatoria, l’ultima utile per accedere ai play off, dall’attacco della Tespiense Qaurtu, vittoriosa, in tre set, in casa dell’Alfieri Cagliari.

Grazia Fancello e compagne hanno avuto un ottimo impatto sulla partita, aggiudicandosi il primo parziale con il netto punteggio di 16 a 25. Il secondo set è stato avvincente ed equilibrato: le due squadre hanno sciorinato delle ottime giocate, ma, alla fine, ha prevalsoper 23 a 25 la Tespiense, agevolata dagli errori dovuti all’inesperienza delle giovani alfierine. Nella terza frazione, l’Alfieri ha palesato qualche difficoltà in ricezione e ha ceduto il passo alle quartesi, che hanno chiuso sul 15 a 25.

La Stella Maris ha conquistato un importante successo in chiave salvezza, superando al tie break (27 – 29/26 – 24/18 – 25/25 – 21/15 – 10). il Selargius ’85. Vittoria al tie break (25 – 22/24 – 26/21 – 25/25 – 20/10 – 15), infine, per La Risacca Sorso sul campo della Semelia Elmas.

si ringrazia per la collaborazione, Alessandra Fatima Cossu

Impegno a Bollate per la Nuoro Softball

Rinviata, a causa del maltempo, la doppia sfida con lo Stars Staranzano, in programma per lo scorso sabato, la Nuoro Softball ha continuato laPaola_Cavallo2014_ preparazione in vista del doppio incontro con il Bollate, che andrà in scena domani mattina alle ore 12.

La gara, originariamente in programma per sabato 12, è stata posticipata di un giorno per la concomitanza con il Salone del Mobile di Milano.

“La squadra sta bene – ha dichiarato il manager, Antonello Scugli -. Le ragazze sono pronte e non vedono l’ora di scendere in campo per dimostrare il loro valore e faranno di tutto per portare a casa un risultato positivo”.

“Le ragazze sono pronte e determinate – ha aggiunto il manager del Nuoro, Kleyvert Rodriguez Cueto – . Finalmente giocheremo una partita vera. Avremo le prime risposte in merito alle due nuove americane: Kori Waugh e Ami Moore e poi potremo rivedere, in pedana di lancio, Paola Cavallo, al ritorno in campo dopo la sosta per la maternità”.

Serie D pallavolo femminile: l’Hermaea Olbia prova ad allungare in testa alla classifica del girone C

L’Hermaea Olbia vince per 3 a 0 con l’Asp Nuoro e prova ad allungare  in testa alla classifica del girone C del campionato di serie D di pallavolo femminile.Marongiu

Le galluresi hanno ora quattro punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice, la Quadrifoglio Porto Torres, che si è imposta al tie break in casa della Punto Volley.

Le turritane vedono avvicinarsi la Smeralda Ossi, ora distante un solo punto e  vittoriosa in tre set sul campo dell’Airone Oschiri.

Vittoria casalinga della Libertas Nuoro sull’Ambrosio La Corte Olbia (3 a 1), mentre la Pall. Macomer e il Garibaldi La Maddalena si sono imposte in trasferta, rispettivamente in casa della Smeraldina Arzachena (0 a 3) e della Orion Sassari (0 a 3).

Nel programma del prossimo turno, il ventesimo, spicca lo scontro al vertice tra la Smeralda Ossi e Hermaea Olbia. In calendario anche le sfide: Garibaldi La Maddalena – Punto Volley, Pallavolo Macomer – Orion Sassari, Quadrifoglio Volley – Libertas Nuoro, Asp Nuoro – Smeraldina Arzachena, Ambrosio La Corte Olbia – Airone Oschiri.

foto, Anna Marzia Rizzo

Si gioca la ventitreesima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile: la Sacoim Quartu a un passo dalla promozione

Il derby di Quartu, tra la Sacoim e la Janas,  sarà il piatto forte della ventitreesima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile. Michela CartaIn caso di vittoria, le ragazze allenate da Matteo Gramignano potranno festeggiare il salto di categoria con tre giornate di anticipo. La gara avrà inizio alle ore 20, si giocherà presso la Palestra S.Elena di via Olimpia.

La Capo d’Orso Palau, formazione che occupa la seconda posizione della graduatoria, riceverà la visita del fanalino di coda, Antes Ogliastra Volley (ore 19, Palazzetto v. delle Ginestre).

Impegno casalingo anche per la Castellanese, compagine in lizza per la terza piazza, che dovrà vedersela con l’Ariete Oristano (ore 19, Pal. Liceo Scient. Lu Bagnu).

La San Giuseppe cercherà, sul campo della Tuesolki (ore 19, Palasport Lungomare), i punti necessari per difendere il quinto posto dall’attacco della Tespiense Quartu, impegnata, a sua volta, sul campo dell’Alfieri Cagliari (ore 15:30, Pallone Calata dei Trinitari).

In programma anche le sfide: Stella Maris Porto Torres – Selargius ’85 (ore 18, Pal. via Brunelleschi) e Semelia Elmas – La Risacca Sorso (ore 18, Nuovo Palazzo via Giliacquas).

Serie C pallavolo maschile: in programma il big match tra Solo Volley e Oristano

Si giocherà domani in via Togliatti, alle ore 17, il big match della ventunesima giornata del campionato di serie C di pallavolo maschile tra le due formazioni che occupano le prime due posizioni della graduatoria: Oristano e Solo Volley.

Sabato scorso, gli oristanesi hanno, infatti, scavalcato la compagine sassarese, ferma per il turno di riposo imposto dal calendario, grazie alla vittoria per 3 a 0 sulla Sandalyon Quartu.

Lo scontro diretto, quando mancano due giornate al termine del campionato, potrebbe risultare decisivo per determinare il nome della squadra che potrà festeggiare il salto di categoria.

Il programma del ventunesimo turno prevede le seguenti sfide: Gadok Volley – Sandalyon Quartu, Garibaldi La Maddalena – Pall. Guasila, Quadrifoglio Volley – Sant’Andrea Volley.

Coppa Davis: l’Italia accede in semifinale, straordinaria impresa di Fognini contro Murray

Quello che, sabato pomeriggio, dopo la sconfitta nel doppio, sembrava un sogno irrealizzabile, è diventato realtà: l’Italia ha vinto gli ultimiFabio Fognini due singolari contro la Gran Bretagna e accede, dopo 16 anni, alle semifinali della Coppa Davis.

L’ultima volta fu nel 1998, quando gli azzurri affrantarono e superarono, in quel di Milwakeee, gli Stati Uniti per poi cedere alla Svezia nella finale giocata a Milano.  E ora, l’Italia troverà, sul proprio cammino, la Svizzera di Federer e Wawrinka. Bisogna dire che gli elvetici hanno faticato, non poco, contro il sorprendente Kazakistan.

La rimonta è stata possibile grazie alla straordinaria impresa di Fabio Fognini, che ha pareggiato i conti, travolgendo, in tre soli set (6 – 3/6 – 3/6 -4), l’ottimo Andy Murray, capace, da solo, di far tremare la nazionale azzurra.

A chiudere i conti è stato, poi, Andreas Seppi, che ha regolato, con un eloquente 6 – 4/6 – 3/6 – 4, il numero due britannico, James Ward.

Serie C pallavolo femminile: la ventiduesima giornata si è chiusa con la vittoria di tutte le prime della classe

Il testa – coda della ventiduesima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile è terminato, come era facilmente preventivabile alla vigilia, con la vittoria per 0 a 3 (17 -25/22 – 25/21 -25) della capolista Sacoim Quartu sull’Antes Ogliastra Volley.M.Elena Farci

La Capo d’Orso Palau, che occupa la seconda posizione della graduatoria, si è imposta con l’identico punteggio di 0 a 3 (23 – 25/14 – 25/18 – 25) sul campo della Tespiense Quartu, scesa in campo in formazione rimaneggiata, a causa delle pesanti assenze di Cossu e Ingianni.

Le quartesi sonocosì costrette a cedere la quinta piazza, che garantisce l’accesso ai play off, alla San Giuseppe, che, a sua volta, ha regolato, in soli tre set (25 – 17/25 – 15/25 – 11), la Semelia Elmas.

La Janas Quartu ha sconfitto la Tuesolki per 3 a 0 (25 – 15/25 – 14/25 – 18), grazie a un’ottima prova del collettivo, nel quale si sono messe in particolare evidenza Carbone, Farci e Lebiu.

Barbara Meloni e compagne conservano  la terza posizione della graduatoria con due punti di vantaggio sulla Castellanese, che è passata sul campo di gioco del Selargius’ 85.

Melissa Speziga e compagne  sono partite subito forte e si sono aggiudicate il primo set con il punteggio di 18 a 25. Nel secondo parziale, le selargine, con Mallus sugli scudi, hanno preso, fin dalle prime battute, il sopravvento e si sono portate sul 19 a 6. Le ospiti hanno avuto un’ottima reazione e sono risalite fino al – 3 (20 a 17), ma, nella parte finale della frazione, hanno lasciato campo libero alle avversarie, che hanno chiuso sul 25 a 17.

Le castellanesi hanno prontamente ritrovato il filo del discorso e hanno vinto il terzo set per 19 a 25. Il quarto parziale è stato caratterizzato da un sostanziale equilibrio: le selargine hanno lottato con determinazione, ma, alla fine, hanno ceduto alle ospiti, che hanno conquistato il punto decisivo, imponendosi per 23 a 25.

La Risacca Sorso ha superato per 3 a 1 (25 – 22/25 – 12/18 – 25/26 – 24) l’Ariete Oristano, mentre l”altra compagine dell’hinterkland sassarese, la Stella Maris Porto Torres, è stata sconfitta, sempre per 3 a 1 (25 – 18/25 – 19/24 – 26/25 – 21), dall’Alfieri Cagliari.

nella foto, M. Elena Farci della Janas Volley

si ringrazia, Alessandra Fatima Cossu per la collaborazione

 

Si gioca la ventiduesima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile

Mentre l’imbattuta capolista Sacoim Quartu sarà impegnata sul campo del fanalino di coda Antes Ogliastra Volley (ore 18:30, Pal. Itc, viaBarbara Meloni Santa Chiara), le due sfide più interessanti della ventiduesima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile saranno quelle che vedranno opposte, da una parte Tespiense Quartu e Capo d’Orso Palau e dall’altra Selargius ’85 e  Castellanese.

Le quartesi cercheranno, contro la seconda della classe, di conquistare i punti necessari per conservare la quinta posizione della classifica, che garantisce l’accesso ai play off. La partita avrà inizio alle ore 18:30, si giocherà presso la Palestra di via Malipiero (trav. via Turati).

Promette spettacolo anche la sfida tra selargine e castellanesi, in programma per le ore 20 presso la Palestra Scolastica di via Parigi. Entrambe le compagini hanno assoluto bisogno di portare a casa l’intera posta in palio: le padrone di casa per rimanere in corsa per la quinta piazza; le castellanesi per provare a insidiare la terza posizione della classifica, attualmente occupata dalla Janas Volley.

Barbara Meloni e compagni, dal canto loro, dovranno giocare sul loro campo contro la matricola Teusolki (ore 17, Sc. Media v. Silesu, trav. v, S’Arruloni). Impegno casalingo anche per la San Giuseppe, che dovrà vedersela con la pericolante Semelia Elmas (ore 18, Pal. Sc. Media n°12, via Togliatti).

In programma anche le partite: Alfieri Cagliari – Stella Maris Porto Torres (ore 16, Pallone Calata dei Trinitari) e La Risacca Sorso – Ariete Oristano (ore 18, Pal. Azuni, v. Addis).

nella foto, Barbara Meloni, palleggiatrice della Janas Volley

 

Continua la corsa dell’Hermaea Olbia in testa alla classifica del girone C della serie D di pallavolo femminile

Al termine della diciottesima giornata del girone C della serie D di pallavolo femminile, andata in scena nello scorso fine settimana, l’HermaeaFoto Elisa Olbia si conferma in testa alla classifica con tre punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice, la Quadrifoglio Porto Torres.

Le olbiesi, infatti, si sono imposte per 1 a 3 sul campo della Pall. Macomer, mentre le turritane hanno superato, con il massimo scarto, il Garibaldi La Maddalena. Con l’identico punteggio di 3 a 0, la Smeralda Ossi, terza forza del campionato, ha regolato la Libertas Nuoro.

Impresa della Punto Volley, passata al tie break in casa dell’Ambrosio La Corte Olbia. Pesante sconfitta, invece, per l’altra compagine sassarese, che ha ceduto l’intera posta in palio al fanalino di coda, Smeraldina Arzachena. Per le galluresi, che si sono imposte con il punteggio di 1 a 3, si tratta del primo successo stagionale, mentre si complica il cammino verso la salvezza di Laura Ganzedda e compagne. L’Asp Nuoro ha sconfitto per 3 a 0 l’Airone Oschiri.

Il diciannovesimo turno riserva due impegni casalinghi per le due squadre sassaresi: la Punto Volley ospiterà la forte Quadrifoglio Porto Torres;  l’Orion, dal suo canto, cercherà il riscatto contro il Garibaldi La Maddalena.

La capolista Hermaea Olbia ospiterà l’Asp Nuoro, mentre la Smeralda Ossi sarà impegnata sul campo dell’Airone Oschiri. Altre partite: Smeraldina Arzachena – Pall. Macomer, Libertas Nuoro – Ambrosio La Corte Olbia.

 

Il mondo del rally isolano è in fermento: le proposte dei piloti e degli organizzatori emerse dall’incontro di Berchidda

In una fase difficile per il mondo del rally isolano, le associazioni sportive degli organizzatori pagano un prezzo troppo alto, in quanto si occupano di gare regionali, nazionali e internazionali, subendo costi, burocrazia, regole e ora anche il silenzio dei rappresentanti federali.

I disagi colpiscono ogni figura che ruota attorno agli eventi motoristici in un territorio dove i sacrifici organizzativi sono maggiori rispetto ad altre realtà. Per uscire dalle difficoltà, le scuderie e le associazioni sportive hanno chiesto un confronto con i delegati provinciali ACI/CSAI Sardegna per mettere sul tavolo le richieste comuni. Alla riunione, che si è tenuta lo scorso 30 marzo a Berchidda, erano presenti piloti, navigatori e tutte le figure che gravitano intorno al mondo del rally.  Erano stati invitati a partecipare anche i rappresentanti della federazione: Giorgio Ladu per Cagliari, Pierpaolo Seddone per Nuoro, Mario Ruggiu per Sassari e Mario Maulu per Oristano.Rally 1

Per poter trovare un accordo, in seguito alla decisione di sospendere le gare per tutto il 2014, abbiamo deciso di intraprendere un’azione forte che aveva e ha ancora bisogno della collaborazione della Federazione – hanno detto gli organizzatori -, ma i rappresentanti federali non si sono presentati. Credevamo che le nostre esigenze fossero una priorità. A questo punto, le richieste che stiamo avanzando arriveranno ai vertici dell’Aci, perché non possiamo più subire il silenzio e l’assenza dell’organizzazione che ci guida. Questo atteggiamento della Federazione aggiunge ulteriori complicazioni e rappresenta un danno diretto al nostro sport. Ciò provoca un effetto a catena su tutto il sistema sportivo automobilistico con ricadute pesanti sul piano turistico e occupazionale. Le associazioni sportive sane hanno bisogno di non essere ostacolate perchè un sistema burocratizzato rappresenta un terreno fertile per la fine delle competizioni. Un atteggiamento propositivo è l’unica strada che possiamo perseguire. Dalla riunione di Berchidda sono emersi i difetti delle nostre gare e, parimenti, una serie di proposte ed esigenze da portare nuovamente alla Federazione. Ci sono decine di aspetti che chiediamo di rivedere. Sono il sintomo di un sistema che deve cambiare”.

Riportiamo di seguito le proposte degli organizzatori e dei piloti della Sardegna.

1. Installazione di nuove apparecchiature: la predisposizione per i rilevatori “Truck“, oltre ad avere un costo del noleggio elevato, è inspiegabilemente affidata ad un unico fornitore con prezzi insostenibili.

Proposte alla Federazione

- Applicare in via sperimentale, per il 2014, l’utilizzo del “Truck” alle sole gare del CIR.

- Garantire una pluralità di ditte e scelte per gli organizzatori.

- Riduzione del costo.

rally 22. Aggiornamento dei nuovi passaporti in forma elettronica, i quali, talvolta, devono essere compilati da tecnici in trasferta dalla penisola con ulteriore aggravio di costi e complicazioni burocratiche.

Proposte alla Federazione

- Aggiornamento di tecnici in tutta Italia.

- Mantenimento, momentaneamente, anche del vecchio sistema cartaceo.

- Azzeramento dei costi con attivazione dei passaporti elettronici nelle varie gare.

3. Mancanza totale all’interno degli organismi della Federazione dei rappresentanti degli organizzatori privati: questi ultimi, pur organizzando il 90% delle gare, non hanno voce in capitolo all’interno della Federazione.

Proposte alla Federazione

- Nomina di rappresentanti degli organizzatori privati all’interno degli organismi della Federazione.

4. Mancanza totale di interpello degli organizzatori sulle modifiche dei regolamenti e sulle scelte dei campionati e delle regole

- Proposte alla Federazione

- Coivolgimento dei rappresentanti degli organizzatori e dei piloti con pre – riunioni o interpelli prima delle scelte relative ai campionati   e alle variazioni dei regolamenti.

5. Costi eccessivi di assicurazione per le manifestazioni: mancanza totale di accordi a prezzi calmierati da parte della Federazione. In maniera oggettiva, si constata che, attualmente, lo sport automobilisto non presenta, al contrario di altre discipline, situazioni di gravi e ripetuti incidenti.

- Proposte alla Federazione

- Favorire tramite la compagnia “Sara” (compagnia dell’ACI) o altre compagnie assicurative la possibilità di attivazione di polizze base a prezzi calmierati

6. Assicurazioni che coprano i danni tra concorrenti.In maniera oggettiva, si contata che, attualmente, non sono coperti i danni tra concorrenti.

- Proposte alla Federazione

– Favorire tramite la compagnia “Sara” (compagnia dell’ACI) o altre compagnie la possibilità di attivazione di altri rischi.

7. Costi eccessivi per l’iscrizione alle gare, per la  validità di coppa o campionato, per l’ammissione dei piloti stranieri alle gare ENPEA,  per l’ammissione delle vetture storiche in coda ad una gara moderna.

- Proposte alla Federazione

- Forte attenuazione dei costi o ricomprensione delle altre imposizioni nel costo delle iscrizioni.

8. Eccessiva presenza di figure tecniche e sportive per ogni gararally 3

- Proposte alla Federazione

– Riduzione di tali figure

9. Eccessiva burocratizzazione ed eccessivi costi per il rilascio delle autorizzazioni allo svolgimento delle gare, tra le quali, ultimamente, figura anche il collaudo del percorso da parte di tecnici provenienti dalle altre regioni d’Italia.

- Proposte alla Federazione

- Collaudi effettuati da parte di tecnici regionali

- Snellimento delle procedure

10. Inspiegabile ed incomprensibile annullamento del Challenge Italia Ronde

- Proposte alla Federazione

- Riattivazione del Challenge Italia Ronde

11. Ulteriori incrementi del costo per il rinnovo della licenza sportiva e durata della stessa

- Proposte alla Federazione

- Blocco degli aumenti

- Favorire le licenze regionali

- Favorire le licenze per l’effettuazione di una o due gare a prezzi contenuti

- Durata delle licenze di un anno dall’attivazione e non durata all’interno dell’anno solare

- Rimozione dell’obbligo della sottoscrizione della tessera Aci insieme alla licenza

12. Scadenza materiale tecnico: la mancanza della volontà, da parte della politica sportiva, di ridurre fattivamentegli oneri relativi alla sicurezza, ora posti a carico dei conduttori. Sarebbe plausibile, infatti, consentire una proroga di 3 anni rispetto ai tempi di scadenza di sedili, sottocaschi e sottotute: attrezzature che ben poco hanno di deperibile, specialmente se si considera l’esiguo utilizzo degli stessi in un anno di gare. I caschi dovrebbero avere scadenza da parte della data di acquisto.

- Proposte alla Federazione

- Favorire le proroghe

- Revisione estintore fisso con le stesse modalità dell’estintore brandeggiabile

- Adeguazione durata omologazione FIA per sedili e cinture

13. La mancata possibilità di organizzare a costi calmierati anche in Sardegna per partecipare al corso per l’abilitazione alla licenza C/R per dover magari correre in N4 con una vecchia Delta 4 WD o una Mitsubishi Evo V.

- Proposte alla Federazione

- Favorire l’attivazione dei corsi a prezzi calmierati.

14. Mancanza totale di corsi d’aggiornamento gratuiti per i commissari di percorso e non solo.

- Proposte alla Federazione

- Organizzare, a livello regionale, di corsi gratuiti di aggiornamento.

15. Mancanza totale di iniziative atte a favorire l’avviamento dei giovani allo sport automobilistico e la successiva valorizzazione dei talenti. Si veda, a tal proposito, la totale assenza di piloti italiani nei Campionati Mondiali dal Rally alla Formula 1.

- Proposte alla Federazione

 - Creazione di scuole e successivo sostegno economico e tecnico per i giovani promettenti.

Gli organizzatori chiedono, inoltre, di eliminare la nomina diretta dei delegati e di procedere alla loro regolare elezione. Un sistema di scelta garantirebbe un maggiore coinvolgimento sulle problematiche dei territori che dovevano rappresentare.

Firmato

Porto Cervo Racing Team A. S. D.

Rassynaby Racing A. S. D.

Mediterraneum Team A. S. D.

Team Alghero Corse A. S. D.

Ass. Motoristica Pattadese A. S. D.

Team Osilo Corse

A. S. D. Gruppo Motori Tula

A. S. Ichnusa Pro Motors

A. S. D. Aci Cagliari per lo sport

Gruppo Sport Motori Thiesi

Gruppo Sport Motori Ozieri.