Archivi per la categoria ‘Sport vari’

La Nuoro Softball chiude il girone di andata davanti ai propri tifosi

Dopo una lunga sequela di trasferte e la sosta forzata a causa della pioggia durante la trasferta di La Loggia, in provincia di Torino, che poteva far consolidare, se non addirittura incrementare la sua posizione in classifica, la Nuoro Softball  torna  nel diamante di casa, il “Francesco Sanna”, per l’ultimo atto del girone di andata dell’Italian Softball League.Nuoro Softballa

Le barbaricine affronteranno il Rheavendors Caronno, determinate a fare risultato pieno e consapevoli delle ottime prove fornite in questo primo scorcio di stagione, che hanno permesso loro di conquistare il secondo posto con 750 punti all’attivi,frutto di  sei vittorie e due sole sconfitte. mentre il Caronno occupa la quarta posizione.

Il manager del Banco, Bartolo Florian, è consapevole della crescita tecnica del gruppo, ma smorza eccessivi entusiasmi: “I progressi stanno arrivando anche perché riusciamo ad allenarci con un gruppo sempre piú numeroso e motivato. Pian  piano i risultati arrivano -prosegue il manager-. Le ragazze si stanno impegnando molto, il gruppo è compatto, ma ogni partita ha la sua storia. Per ora non abbiamo fatto nulla di straordinario. Per quanto chi ci guarda e capisce il gioco possa apprezzare alcune individualitá, personalmente ho bisogno della prestazione del gruppo per ottenere i risultati in campo. Ogni atleta deve fare bene il suo lavoro nel ruolo che occupa, solo cosí riusciamo a portare avanti la squadra”.

Alla richiesta di un giudizio sulle prossime avversarie, manager Florian non ha dubbi: “M’interessa di piú che la nostra squadra sia tranquilla e pronta quando entra in campo. In questo sport contano relativamente le strategie, quanto il farsi trovare pronti in ogni azione e fare un punto in piú per vincere.”

Alessia Orro e le altre azzurre volano in Giappone per conquistare il pass olimpico

C’è anche la palleggiatrice isolana in forza al Club Italia, Alessia Orro, nel gruppo delle atlete selezionate da Marco Bonitta, per il Torneo Mondiale di Qualificazione Olimpica in programma a Tokio, dal 14 al 22 maggio prossimi, quando le azzurre potranno giocarsi le ultime carte per ottenere il pass per le Olimpiadi di Rio de Janeiro.Alessia-Orro-ok

Il coach azzurro ha deciso di affidarsi a un mix di esperienza per quello che, per le sue ragazze, sarà un vero e proprio tour de force, visto che dovranno affrontare, in nove giorni, ben sette formazioni: Corea del Sud, Thailandia, Repubblica Dominicana, Perù, Olanda, Giappone e Kazakhistan, con la formula del Round Robin: ogni squadra dovrà affrontare tutte le avversarie e, alla fine, verrà stilata una classifica generale. A staccare il biglietto per il Brasile saranno le prime tre classificate, oltre alla migliore squadra asiatica. Se quest’ultima dovesse piazzzarsi nelle prime tre posizioni, si qualificherebbe anche la quarta classificata.

Le azzurre partiranno oggi per il Giappone con la speranza che Tokio sia solo una tappa nel lungo viaggio che porta verso i Giochi Olimpici.

Di seguito l’elenco completo delle atlete selezionate:

Palleggiatrici: Alessia Orro; Ofelia Malinov
Opposte: Nadia Centoni; Serena Ortolani; Valentina Diouf
Schiacciatrici: Antonella Del Core; Paola Egonu; Alessia Gennari; Francesca Piccinini; Miriam Sylla
Centrali: Cristina Chirichella; Anna Danesi; Martina Guiggi
Liberi: Monica De Gennaro; Immacolata Sirressi

 

 

Torres e Arcieri Uras fanno la voce grossa nel 18° Trofeo Lago di Baratz

Torres Sassari ed Arcieri Uras fanno la voce grossa, con sei vittorie a testa, nel 18esimo Torneo Lago di Baratz di tiro con l’arco, gara 12+12 della specialità di tiro di campagna, organizzata dalla Torres e svoltasi sulle rive dell’unico lago naturale di tutta la Sardegna. paolo poddighe

Nell’arco olimpico senior primo posto per Carlo Bertoni (4 Mori), che con 317 punti ha tenuto a distanza Mattia Mara (Torres, 293) e Adrian Dieac (Vigevano, 282). Fra le donne vittoria di Manuela Aru (Torres, 254), davanti a Carla Curreli (Uras, 231) ed Elisabetta Piras (Nuragici, 193). fra i master Paolo Frau (Arcoristano, 282) ha avuto ragione di Massimo Lotta (Uras, 270) e Elio Piga (Torres, 269).

Nell’arco compound gradino più alto del podio per Fabio Ibba (Uras, 406) davanti al compagno di squadra Daniele Raffolini (296) e Roberto Arru (Terranoa, 268). Nei master Paolo Poddighe (Torres, 367) ha prevalso sul “collega” Salvatore Carta (360) e Lucien Angelini (Cargese, 356).

Nell’arco nudo senior ha festeggiato Giacomo Bandini (Uras, 314) , che ha preceduto Simone Pisola (Torres, 309) e Giorgio Capra (4 Mori, 285). In campo femminile Amanda Colaianni (Torres, 275) si è imposta su Elg Etzi (Portoscuso, 258) e Monica Angius (Torres, 192). Nella categoria master braccia alzate per Pietro Guazzo (Torres, 322), che ha superato l’altro sassarese Bruno Derudas (281) e Antonio Grussu (Caere, 226), fra le donne ha vinto Anna Maria Tatti (Arcoristano, 211) davanti ad Anna Rita Nieddu (Galluresi, 174) e Carla Masala (Torres, 163). Fra i ragazzi prima piazza per Emanuele Marroccu (Portoscuso, 210) superando Samuele Serra (Galluresi, 177) e Lorenzo Morosi (Torres, 154), nelle ragazze Eleonora Meloni (Uras, 299) l’ha avuta vinta su Carlotta Maccioni (Uras, 166) e Maria Francesca Razzato (Galluresi, 161).

 Nel long bow senior exploit di Bernardo Palmas (Arcoristano, 270) sulla coppia degli Annuagras Ignazio Tiana (256) e Ignazio Erdas (243).

 

Vincono Selargius ’85 e Sorso nel campionato di serie C di pallavolo femminile

Per conoscere il nome della squadra che, insieme alla Scuola Volley Solki, sarà costretta ad abbandonare la massima categoria della pallavoloSelargius femminile regionale, bisognerà attendere l’ultima giornata, visto che la situazione, tra Orion e Garibaldi, è rimasta invariata, con le ragazze di Alberto Baldereschi che conservano un punto di vantaggio sulle dirette concorrenti, in quanto entrambe le formazioni, quella sassarese e quella maddalenina, hanno perso per 1 a 3, rispettivamente contro la Gymnasium Uta (25 – 22/8 – 25/12 – 25/9 – 25) e la Sant’Andrea Gonnesa (25 – 19/22 – 25/19 – 25/22 – 25).

In zona play off, importante successo del Selargius ’85, che ha vinto in tre set (25 – 18/25 – 20/25 – 21) lo scontro diretto con l’Alfieri Cagliari e ha sgganciato al secondo posto l’Ariete Oristano, sconfitta al tie break (17 – 25/24 – 26/25 – 23/25 – 22/15 – 4) dalla Tespiense Quartu.

Le cagliaritane, invece, sono state raggiunte al terzo posto dal Sorso che, come era facilmente pronosticabile, si è imposta per 1 a 3 (27 – 25/14 – 25/18 – 25/15 – 25)sul campo dell’ultima della classe, la Scuola Volley Solki.

La sfida tra Antes Ogliastra Volley e Pallavolo Olbia, formazioni che hanno centrato l’obiettivo stagionale della salvezza, è andata in archivio con la vittoria per 0 a 3 (16 – 25/21 – 25/21 – 25)  di Cristina Paone e compagne. Ha riposato la San Paolo Cagliari.

 

Omar Magliona sul podio a Sarnano

Omar Magliona artiglia un positivo podio nel primo round del Campionato Italiano Velocità Montagna grazie al terzo posto assolutoMagliona esordio CIVM Sarnano2 FotoRainieri con il tempo di 4’15”65 conquistato al 26° Trofeo Lodovico Scarfiotti, disputato oggi, 1° maggio, a Sarnano, in provincia di Macerata. Un risultato che dà fiducia non solo per la grinta dimostrata nella prima salita su asfalto bagnato al volante della Norma M20 Fc Zytek, sulla quale esordiva nel Tricolore Montagna, ma anche per l’efficace lavoro di adattamento e settaggio svolto dal portacolori della scuderia siciliana CST Sport insieme al Team Faggioli durante il sabato di prove, in cui il forte pilota sardo ha potuto testare il suo nuovo prototipo sull’asciutto con le coperture slick della Pirelli. Una “prima” importante, dunque, per Magliona, che ora già guarda al prossimo round, in programma tra due settimane in Puglia alla Fasano-Selva.

Questo il commento del driver sassarese nel post weekend marchigiano:Sono davvero contento, in gara forse avrei potuto osare di più nella parte bassa del tracciato, ma al di là del risultato contava iniziare bene fin dalle prove e il lavoro di squadra svolto sull’asciutto sabato è stato fondamentale. Già a Fasano arriveremo con più esperienza sul prototipo e credo che in futuro potremo arrivare in alto, ma serve un passo alla volta, quindi senza fare danni e soprattutto usando il cervello, come abbiamo sempre fatto nelle nostre precedenti esperienze. Quanto di buono seminato nel corso di questo weekend d’esordio in campionato, infatti, è anche il frutto del grande lavoro effettuato negli anni scorsi.

Sprint salvezza tra Orion Sassari e Garibaldi La Maddalena nel campionato di serie C di pallavolo femminile

A due giornate dal termine del campionato di serie C di pallavolo femminile resta da conoscere solo il nome della squadra che, insieme alla Scuola Volley Solki, dovrà salutare la massima categoria del volley regionale. Il discorso salvezza riguarda, ormai, solo l’Orion Sassari e il Garibaldi La Maddalena. Le sassaresi, che si presentano allo sprint finale con un punto di vantaggio sulle dirette concorrenti, sono attese da un impegno difficile, se non impossibile, dovendo affrontare la dominatrice assoluta del campionato, la Gymnasium Uta. La gara avrà inizio domani sabato 30 aprile alle ore 18, si giocherà presso la Palestra della Scuola Media n°12 di via Togliatti.Orion Sassari 1

Mezz’ora più tardi, presso il Palazzetto di via Lamarmora, scenderanno in campo le maddalenine, che dovranno affrontare la Sant’Andrea Gonnesa, formazione che no ha più nulla da chiedere al campionato.

Nel resto del programma, spicca lo scontro diretto, in programma alle ore 20 presso la Palestra Scolastica di via Parigi, tra Selargius ’85 e Alfieri Cagliari, formazioni che puntano a milgliorare la loro posizione in vista dei play off. Con l’identico obiettivo scenderanno in campo le altre due compagini che hanno staccato il biglietto per la seconda fase, Ariete Oristano e Sorso, entrambe impegnate in trasferta, rispettivamente contro la Tespiense Quartu (ore 17:30, Pal. via Malipiero, trab. via Turati) e la  Scuola Volley Solki (ore 18:30, Palestra Lungomare Sant’Antioco).

I festeggiamenti per la salvezza, infine, accomuneranno Antes Ogliastra Volley e Pallavolo Olbia, che si troveranno di fronte, alle ore 17, presso la Palestra Itc di via Santa Chiara. Riposa la San Paolo Cagliari.

 

Semaforo verde per Omar Magliona: inizia dalle Marche la stagione del driver sassarese

Al via le sfide del Campionato Italiano Velocità Montagna, al volante della Norma M20 FC Zytek, per Omar Magliona. Primo semaforo verde del 2016 sarà il 26° Trofeo Lodovico Scarfiotti, che si disputerà  dal 29 aprile al 1° maggio a Sarnano in provincia di Macerata. Omar Magliona Podium

Il pilota sardo, portacolori della scuderia siciliana CST Sport, ha ufficializzato il programma CIVM lasciando il gruppo dei prototipi CN dopo il record di sei scudetti consecutivi e accomodandosi nell’abitacolo della biposto francese di classe E2SC-3000, una delle due categorie di vertice della specialità, curata dal Team Faggioli e gommata Pirelli.

L’impegno al quale è chiamato il driver  sassarese è di elevato profilo e richiede una meticolosa preparazione, iniziata con il collaudo al Master Drivers di inizio aprile in Umbria, sia perché completamente nuovo sia per la competitiva concorrenza che anima le categorie di punta.

L’esordio tricolore sulla Norma-Zytek avverrà su uno dei tracciati più tecnici e lunghi del campionato (8877 metri). Venerdì 29 aprile il primo round del CIVM entrerà nel vivo con le verifiche tecniche e sportive. Sabato in programma due salite di prove ufficiali con partenza alle 9.00 e domenica 1° maggio l’unica salita di gara con start alle 12.00.

Reduce da un inverno di duro lavoro per imbastire l’intero programma, Magliona commenta così, prima della Sarnano-Sassotetto:

Un lungo percorso di allenamento, purtroppo poco alla guida, ma in salita può succedere, ci ha portato a inaugurare un’avventura tutta nuova che richiederà la massima concentrazione fin dai primi metri di sabato. Il Trofeo Scarfiotti è una salita dove guidare è una goduria ma per questo ancora più complessa. Dovremo essere bravi a capire le necessarie regolazioni e a trovare un ritmo-gara efficace fin da subito, poi vedremo domenica pomeriggio dove saremo. Sarà una tappa fondamentale per iniziare il reale adattamento a questo prototipo sul quale l’obiettivo primario è riuscire a migliorarsi gara dopo gara. Un’ulteriore incognita è il meteo, che potrebbe rallentare questo cruciale lavoro. In ogni caso, non vedo l’ora di iniziarlo!.

Da Cheremule ha preso il via la stagione del tiro con l’arco 3D

E’ cominciata anche in Sardegna la stagione del tiro con l’arco 3D con la gara di Cheremule, organizzata dagli Arcieri del Mejlogu e disputatasi nella pineta comunale.simone pisola

La specialità 3D, che consiste nel riprodurre un vero e proprio percorso di caccia nel verde utilizzando sagome tridimensionali a dimensioni naturali di animali come bersagli, è l’ultima nata in seno alla Fitarco, ma ha conquistato in pochi anni tantissimi appassionati.

Nell’arco istintivo senior vittoria di Mario Atzori (Torres, 332), davanti a Marco Falchi, Mejlogu, 280) e Riccardo Giua (Terranoa, 246).

Nell’arco compound senior primo posto per Roberto Arru (Terranoa, 480), che ha preceduto Elio Finotto (della Quercia, 464) e Paolo Poddighe (Torres, 462).

Fra gli junior Daniel Caddeo (Torres, 353) si è imposto su Simone Maccioni (Uras, 280) e Michele Fresi (Galluresi, 225). Nell’arco nudo prima piazza per Simone Pisola (Torres 447), a completare il podio Giorgio Capra (4 Mori, 430) e Antonio Cau (Mejlogu, 400).

In campo femminile ha festeggiato Nevianda Steri (Uras, 340), seguita da Anna Flavia Mazza (Galluresi, 338) e Marzia Mannai (della Quercia, 337). Nella categoria junior Salvatore Milia (Torres, 301) ha avuto ragione del compagno di squadra Marco Fozzi (282) e di Matteo Casu (Mejlogu, 254).

Fra le donne gradino più alto del podio per Giulia Aru (Torres, 378), con ampio distacco su Marta Leotardi (Uras, 268) e Maria Francesca Razzato (Galluresi, 262). Nel Long Bow senior Ignazio Tiana (Annuagras, 364) ha prevalso sul compagno di squadra Ignazio Erdas (343) e Albino Demartis (Mejlogu, 322). Negli junior affermazione di Alessio Maresu (Torres, 196) nei confronti di Federico Puddu (Uras, 153) e Flavio Cau (Mejlogu, 119).

Nella Penisola buone prestazioni per i judoka sardi

Per il judo isolano si chiude un mese di appuntamenti e subito un altro si apre ancora più ricco e dalle grandi aspettative. Ad aprile, a segnare la chiusura dei grandi appuntamenti targati Fijlkam, è stata la due giorni di Catania con le finali nazionali Juniores. Sassari_Judo_2

I sardi, in una trasferta estremamente difficile, sono riusciti a conquistare il quinto posto con Eleonora Mulas (Judo Athlon Ittiri) nella categoria 44 Kg. Decima piazza per Elisa Guiso (Asd Karalis) e Giulia Tolu (Club Torres) nella categoria 48 kg e, a seguire, nella categoria 57 Kg, per Erika Lucente (Jigoro Kano) un undicesimo posto e per Piera Pinna un diciottesimo (Judo Athlon Ittiri). Posizioni più arretrare per i ragazzi, con Anthony Pinna (55 kg, Serrenti 84) al dodicesimo posto, Gabriele Castro (Abbasanta) al 33esimo posto nei 66 kg, e due 18esimi posti per Lorenzo Serra (Alghero) nei 73 kg e Manuel Giacomo Lilliu (Serrenti 84) nei 90 kg.

 Una settimana prima a Martina Franca in Puglia, in occasione del “XXIV Trofeo Mr. Judo Puglia – 1° Trofeo di Judo Città di Martina Franca”, la giovanissima Erica Cossu (scuola Ceracchini di Cagliari) aveva conquistato la medaglia di bronzo, coronando così al meglio le prestazioni degli atleti isolani.

Nella difficile gara pugliese, tra buone prestazioni e qualche errore, sono scesi sui tatami anche gli atleti del Centro sportivo Guido Sieni di Sassari, Marco Battino e Carlo Fusco, del Progetto Farfalla di Nuoro, Giulia Goddi, e ancora della Ceracchini, Marco Mura, Francesco Prasciolu, Giulia Fanni e Caterina Cannas.

 Buone le prestazioni per gli atleti sassaresi del Centro sportivo Guido Sieni al quinto torneo preagonisti disputato a Isili e organizzato dalla Jigoro Kano. Ottimo primo posto per Mario Piu nei 55 Kg e per Mattia Saiu (60 Kg) che ha disputato la finale con il compagno di scuderia Matteo Virgilio. Terzo posto per Valerio Lungheo (66 Kg) e prima posizione per Lorenzo Piras (+81 Kg).

 Il mese di maggio si apre con tre appuntamenti tutti concentrati nella giornata della festività del “primo maggio”: a Sedilo è in programma il corso regionale aspiranti allenatori, a Santa Giusta il trofeo “Salvo D’Aquisto” riservato ai preagonisti, poi una rappresentativa sarà presente a Reggio Emilia per il memorial “Bisi”, gran prix di kata.

Di rilievo l’appuntamento del 7 maggio ad Abbasanta con le qualificazioni per i campionati italiani esordienti B e assoluti, e  la seconda fase del gran prix regionale cadetti.

L’evento più atteso è, però, quello in programma a Olbia il 21 e 22 maggio con il campionato europeo di kata di scena al Geovillage

L’Antes Ogliastra Volley conquista la salvezza. Sorso, Selargius ’85, Alfieri e Ariete Oristano volano ai play off

L’Antes Ogliastra Volley festeggia la salvezza: è questo il fatto saliente emerso al termine della ventiquattresima giornata del campionato di serie C di pallavolo femminile, che ha sancito anche la matematica qualificazione ai play off di Ariete Oristano, Alfieri Cagliari, Selargius ’85 e Sorso, le quali, nelle ultime due giornate, dovranno lottare per delineare la griglia  in vista della seconda fase.Antes Ogliastra Volley

Iniziamo, però, dalle ogliastrine che hanno compiuto una vera e propria impresa, visto che, dopo nove giornate, erano ancora ferme al palo, poi hanno letteralmente cambiato marcio ed hanno coronato la loro rincorsa salvezza con la vittoria per 3 a 0 (25 – 20/25 – 9/25 – 21) con la già retrocessa Scuola Volley Solki.

La lotta per la salvezza riguarda ora solo l’Orion Sassari, ferma per il turno di riposo, e il Garibaldi La Maddalena, sconfitta per 3 a 0(25 – 15/25 – 17/25 – 18) dall’Alfieri Cagliari che, grazie ai tre punti conquistati, ha agganciato al secondo posto l’Ariete Oristano che, a sua volta, si è imposta al tie break (22 – 25/20 – 25/25 – 16/25 – 18/15 – 11) sulla San Paolo Cagliari.

Ad occupare la quarta posizione della classifica è il Selargius ’85 che, sempre in cinque set (25 – 18/28 – 26/21 – 25/23 – 25/13 – 15), ha prevalso sulla  Sant’Andrea Gonnesa.

La vittoria per 3 a 1 (27 – 25/25 – 15/22 – 25/25 – 14) nello scontro diretto con la Tespiense Quartu permette al Sorso di staccare il biglietto per i play off, mentre la Gymnasium Uta, pur certa da tempo del salto di categoria, continua a mieter successi. Nell’ultimo turno, le ragazze di Matteo Gramignano si sono, infatti,  imposte in tre set (14 – 25/20 – 25/16 – 25) sul campo della Pallavolo Olbia.