Archivi per la categoria ‘Sport vari’

Un premio speciale per Omar Magliona, il pilota sassarese si prepara per la prossima stagione

Dopo tante vittorie, per Omar Magliona è arrivato il momento dei riconoscimenti ufficiali. Nello scorso fine settimana, il Magliona premiato dall'ACI a Verona Fiere(1)pilota sassarese, campione italiano prototipi CN 2014, è stato premiato dall’Automobile Club d’Italia nel corso dell’esclusiva festa dei campioni italiani, andata in scena presso Verona Fiere.

L’elegante cerimonia serale ha ospitato i l’elite dell’automobilismo (pista, salite e rally) e i piloti nostrani che hanno vinto nel mondo i titoli internazionali. Unico sardo tra i premiati, Magliona, protagonista sia in Italia sia in Europa, ha ricevuto il premio dal presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani.

Quante emozioni a Verona - ha dichiarato Magliona -. Devo ringraziare tutti, dal presidente Sticchi Damiani a chi mi supporta nel più piccolo degli impegni. Questi riconoscimenti rappresentano il coronamento di cinque stagioni vissute sempre ai vertici, nel corso delle quali non è mai stato facile confermarsi. Tutto questo è già storia passata. Stiamo già lavorando per la prossima stagione e confidiamo di poter svelare un progetto ambizioso che ci permetta di restare tra i migliori protagonisti insieme ai nostri partner

Australian Open: Seppi sfiora l’impresa contro Kyrgios

Dopo aver scritto una pagina indimenticabile della sua carriera, sconfiggendo il maestro Roger Federer, Andreas Seppi ha sfiorato un’altra impresa contro il giovane australiano, Nick Kyrgios, che si è imposto al termine di una maratona lunga cinque set (5 – 7/4 – 6/6 – 3/7 – 6/8 – 6) e ha ottenuto il pass per i quarti di finale del primo slam della stagione, gli Australian Open. Poco o nulla da rimproverare all’azzurro, che ha lottato strenuamente in tutti gli incontri disputati, ma resta qualche rammarico per il vantaggio di due set non capitalizzato e per i match ball sprecati nel quarto parziale.

 

 

Serie C pallavolo femminile: la Castellanese vince il titolo di campione d’inverno, la Janas balza in seconda posizione, vittorie per San Giuseppe e Sorso

Il campionato di serie C di pallavolo femminile si sta trasformando in una cavalcata trionfale per la Castellanese che, nella serata di ieri, ha inanellato la dodicesima vittoria consecutiva, superando in tre set (25 – 14/25 – 15/25- 18) la Tespiense Quartu, formazione che stava attraversando un ottimo momento di forma, come dimostrano i nove successi conquistati nelle nove precedenti uscite. Castellanese 1

Aspettavamo con ansia questa partita, visti i risultati ottenuti dalle nostre avversarie nell’ultimo  periodo – ha dichiarato il tecnico castellanese, Antonio Fiori -. E’ stata una bella partita, nel corso della quale entrambe le squadre hanno dimostrato di possedere ottime qualità sia in attacco sia in difesa.

La Tespiense non ci ha regalato niente, ma le nostre ragazze sono state brave a scardinare il loro muro, a trovare i loro punti deboli e mettere la palla in terra, trascinate da una magistrale Simona Fiori, che ha servito in modo impeccabile le attaccanti. Sono contento dell’ottima prova della squadra e del modo in cui le ragazze hanno affrontato questa importante sfida. Questi risultati rappresentano il giusto premio per l’ottimo lavoro svolto in allenamento“.

Dodici vittorie su dodici gare sono un risultato ottimale che premia gli sforzi fatti dalla dirigenza – ha aggiunto il presidente, Giulio Sechi -. Abbiamo sempre creduto in questa squadra. Il titolo di campione d’inverno ci riempie di orgoglio e ci fa ben sperare per il futuro“.

Nella prima giornata di ritorno, Melissa Speziga e compagne potranno giocarsi il secondo match ball promozione contro la Janas Quartu che, nel frattempo, è balzata in seconda posizione, grazie alla vittoria per 1 a 3 contro il Selargius ’85.

Nonostante sia scesa in campo in formazione rimaneggiat, con Farci schierata nel ruolo di banda, la Janas è partita subito con il piede giusto e ha piazzato un break iniziale di 5 a 10. Pronta è arrivata la reazione delle selargine, vogliose di far loro l’intera posta in palio e di confermare la superiorità mostrata nei tornei e nelle varie amichevoli. Ristabilito l’equilibrio sul 18 pari, il Selargius ’85 ha così girato il set a proprio favore, chiudendo sul 25 a 21.

Nella parte iniziale della seconda frazione, galvanizzate e trascinate dal tifo del pubblico amico, le selargine hanno preso il largo, portandosi sul 16 a 5. Quando i giochi sembravano ormai fatti, le quartesi hanno risposto in maniera ottimale e hanno, pian piano, eroso lo svantaggio,  impattando sul 18 a 18. L’equilibrio è perdutato fino al 22 pari, poi due errori delle selargine hanno favorito l’allungo definitivo della Janas che, trascinata da Michela Lebiu, ha riequilibrato il conto dei set, chiudendo sul 22 a 25.

Nel terzo parziale, dopo un avvio equilibrato, la Janas ha iniziato a giocare con maggiore fluidità e ha preso un buon margine di vantaggio, per poi chiudere sul 17 a 25.

Grazie a un servizio efficace, il Selargius ’85 ha provato a incanalare il quarto set dalla propria parte, poi le ragazze di Cadoni hanno ripreso il filo del discorso e hanno portato a casa tre punti fondamentali, vincendo la quarta frazione con il netto punteggio di 13 a 25.

Mentre l’Alfieri Cagliari ha osservato il turno di riposo imposto dal calendario, la San Giuseppe ha ottenuto una vittoria di fondamentale importanza contro l’Antes Ogliastra Volley, soprattutto se si considerano le difficili condizioni in cui sta operando il tecnico Daniele Colombino, costretto a rinunciare all’apporto di giocatrici di provata qualità ed esperienza, come Claudia Oppes, Claudia Sechi, Chiara Strinna, Arianna Bifulco e Laura Naitana.

Ciò nonostante, le sassaresi hanno dominato il primo set, nel corso del quale, favorite anche dai tanti errori delle avversarie, hanno preso subito il largo, per poi chiudere sul 25 a 11.

Avvio di secondo set equilibrato, poi, sul punteggio di 9 a 9, Simona Solinas e compagne hanno allungato, portandosi sul 14 a 9, e hanno conservato i cinque punti di vantaggio fino alla fine della frazione, vinta per 25  a 20.

La musica è cambiata nel terzo set, nel corso del quale le ogliastrine hanno limitato gli errori e hanno migliorato il loro rendimento in battuta, creando non pochi problemi alla ricezione della squadra locale: set vinto per 13 a 25 e partita riaperta. Sulle ali dell’entusiasmo, l’Antes Ogliastra Volley ha dominato anche la quarta frazione, chiusa sul 17 a 25, e ha approcciato nel migliore dei modi anche il tie break, in avvio del quale ha piazzato un parziale di 0 a 3. Un errore al servizio ha rianimato le sassaresi che, nella parte finale della frazione, hanno trovato il guizzo vincente, chiudendo sul 15 a 10.

La San Giuseppe occupa ora la quarta posizione della graduatoria, in coabitazione con la soprendente matricola Sant’Andrea Gonnesa, vittoriosa per 1 a 3 (23 – 25/25 – 23/ 22 – 25/19 – 25) in casa della Teusolki.

Il derby del Nord Ovest tra Smeralda Ossi e Risacca Sorso è terminato con la vittoria in quattro set delle lanciatissime romangine, le quali si stanno, pian piano, allontanando dalle zone pericolose della classifica.

La sfida, però, si era aperta nel segno delle ossesi che, trascinate da un’Alessandra Marongiu stratosferica, hanno letteralmente annichilito le avversarie, deconcentrate e poco reattive, e hanno chiuso sul 25 a 15.

Nella seconda frazione, le ragazze di Melotti hanno migliorato il loro rendimento in tutti i fondamentali di gioco, in particolare al servizio e in ricezione, e hanno pareggiato il conto dei set, vincendo per 24 a 26.

Nel terzo parziale,  un turno vincente in battuta di Beatrice D’Elia ha creato qualche problema alle combattive ossesi, messe ulteriormente in difficoltà dall’efficace muro delle avversarie e dagli attacchi di Chiara D’Elia.

Vinto il terzo set per 17 a 25, le romangine hanno preso il largo anche nella quarta frazione, portandosi sul 19 a 24, ma hanno commesso alcuni errori nella fase cruciale della frazione, permettendo alle avversarie di annullare alcuni match point. La partita si è risolta ai vantaggi: un attacco sbagliato dalla seconda linea di Alessandra Marongiu ha regalato la vittoria al Sorso, che ha chiuso sul 25 a 27.

La Gymnos Pirri ha conquistato due punti importanti in ottica salvezza, imponendosi al tie break (24 – 26/15 – 25/25 – 19/25 – 22/14 – 16) n casa della cenerentola del campionato, l’Ariete Oristano.

si ringraziano per la collaborazione, Alessandra Fatima Cossu, Mariuccia Oggiano e Beatrice D’Elia

 

 

 

Serie D pallavolo femminile: l’Orion ferma la corsa della Quadrifoglio, il girone C diventa sempre più avvincente

Il girone C della serie D di pallavolo femminile diventa, giornata dopo giornata, sempre più avvincente, con le prime tre squadre della classifica raggruppate nell’arco di soli due punti, e una quarta, l’Orion Sassari, che sta mantenendo un passo da primato.Pall. Olbia

Nello scorso fine settimana, Laura Ganzedda e compagne hanno compiuto una vera e propria impresa, interrompendo, dopo otto successi consecutivi, la corsa della Qaudrifoglio Porto Torres, sconfitta con il punteggio di 3 a 1 (18 – 25/25 – 17/25 – 21/25 – 16).

Del primo capitombolo stagionale delle turritane hanno prontamente approfittato le dirette inseguitrici, la Pallavolo Olbia e la Gymland: le galluresi hanno vinto per 0 a 3 (18 – 25/22 – 25/22 – 25) sul campo del Ghilarza, mentre le oristanesi sono passate, sempre in tre set  (20 – 25/23 – 25/23 . 25), in casa della Punto Sassari.

Poca gloria anche per l’altra compagine sassarese invischiata nelle zone basse della classifica, la Solo Pellico, sconfitta per 1 a 3 (25 – 23/20 – 25/23 – 25/21 – 25) dalla Stella Maris Porto Torres.

Il Garibaldi La Maddalena si è imposto per 0 a 3 (10 – 25/17 – 25/14 – 25) in casa del fanalino di coda, Airone Oschiri. Vittoria esterna per 0 a 3 (14 – 25/16 – 25/21 – 25)  anche per la Vbc Macomer sul campo della Sunvolley 2pinfissi.

Il match clou della decima giornata, che andrà in scena nel prossimo fine settimana, sarà lo scontro al vertice tra la Quadrifoglio Porto Torres e la Gymland (domenica 25 gennaio, ore 16: 30, Palestra Monte Angellu, via Palestrina).

Ben più agevole il compito che attende la Pallavolo Olbia, impegnata sul proprio campo con la Sunvolley 2pinfissi (sabato 24 gennaio, ore 19, Palazzetto Deiana, via Galvani).

L’Orion proverà a continuare la propria marcia sul campo dell’ostica Stella Maris Porto Torres (sabato 24 gennaio, ore 17, Palestra via Brunelleschi). Impegni esterni anche per le altre due squadre sassaresi, la Solo Pellico e la Punto, che vanno alla caccia di punti salvezza sui campi del Garibaldi La Maddalena (sabato 24 gennaio, ore 18:30, Palazzetto via Lamarmora)  e della Vbc Macomer (domenica 25 gennaio, ore 18, Pal. Loc. Sertinu). Chiude il programma del decimo turno la sfida tra Ghilarza e Airone (domenica 25 gennaio, ore 18, Pal. Loc. Pardu Prenu, Abbasanta).

Asutralian Open: straordinaria impresa di Andreas Seppi contro Roger Federer

La vittoria che cambia una carriera, il giorno da raccontare ai nipotini: il tennista azzurro, Andreas Seppi, ha compiuto unaAndreas Seppi vera e propria impresa sportiva, superando in quattro set uno dei maestri del tennis mondiale,  Roger Federer, sempre vittorioso nei dieci precedenti incontri, nei quali aveva lasciato la miseria di un set all’altoatesino.

La partita è durata quasi tre ore: primo set equilibrato fino al 4 pari, poi Seppi ha strappato il servizio all’avversario e ha chiuso sul 6 a 4. Nel secondo parziale, l’azzurro ha nuovamente servito per il set, ma Federer ha avuto uno scatto d’orgoglio, riuscendo a portare la sfida al tie break, vinto per 7 a 5 da Seppi, capace di rimontare dal 3 a 5.

Terza frazione vinta agevolmente da Federer (6 a 4), poi l’azzurro ha compiuto un vero capolavoro di tattica nel quarto set, vinto al tie break.

Per la quarta volta in carriera, Andreas Seppi accede agli ottavi di finale di un torneo del Grande Slam. Domenica prossima affronterà uno dei beniamini del pubblico di casa, Nick Kyrigos, che ha sconfitto il tunisino Malek Jaziri.

Finisce al terzo turno la corsa dell’emiliana Sara Errani, superata in tre set dalla belga Wickmayer (4 – 6/6 – 4/6 – 3), attesa ora dalla sfida con la rumena Simona Halep, terza forza del ranking mondiale.

 

Serie C pallavolo femminile: lo scontro al vertice tra Castellanese e Tespiense sarà il piatto forte dell’ultima giornata del girone di andata

Per uno strano scherzo del destino, il calendario ha riservato, per l’ultima giornata del girone di andata della serie C di Daniela Orrrùpallavolo femminile, lo scontro al vertice tra l’imbattuta capolista Castellanese e la sua diretta inseguitrice, la Tespiense Quartu,  compagine capace di inanellare nove vittorie consecutive nelle ultime nove gare disputate. Ci sono, quindi, tutti i presupposti per assistere ad una gara spettacolo e di alto livello tecnico. Si giocherà domani alle ore 19, presso la Palestra del Liceo Scientifico, Loc. Lu Bagnu.

Si preannuncia interessante anche la sfida tra la Janas Quartu, terza forza del campionato, e il Selargius ’85, che ha rilanciato le proprie quotazioni, vincendo le prime due partite del 2015. L’appuntamento è fissato per le ore 20, si giocherà presso la Palestra Scolastica di via Parigi.

Mentre l’Alfieri Cagliari osserverà il turno di riposo imposto dal calendario, la San Giuseppe cercherà il riscatto contro l’Antes Ogliastra Volley (ore 17, Palestra Scuola media n°12, via Togliatti).

Impegno esterno per la Sant’Andrea Volley Gonnesa, formazione che naviga ai margini della zona play off, che dovrà vedersela con la Teusolki (ore 17, Palestra Lungomare, Sant’Antioco).

Il derby del Nord Ovest tra la Smeralda Ossi e La Risacca Sorso, in programma alle ore 18 presso la Tensostruttura di via San Leonardo, mette in palio punti importanti in chiave salvezza, al pari della sfida tra Ariete Oristano e Gymnos Pirri (ore 18, Pal. Tharros, via Pira).

Camila Giorgi vola al terzo turno degli Australian Open

Il futuro del tennis femminile italiano sembra essere nelle mani di Camila Giorgi che, per la prima volta nella sua carriera, ha centrato la qualificazione al terzo turno degli Australian Open.Camila-Giorgi

Al cospetto di un’avversaria, come la ceca Smitkova, dalle similari caratteristiche tecniche, la tennista di Macerata ha giocato con autorevolezza, chiudendo la pratica in 65 minuti sul 6 – 1/6 – 4, ed è attesa ora dalla sfida con Venus Williams.

Si interrompe la corsa di Paolo Lorenzi, che ha ceduto in quattro set (6 – 7/7 – 6/6 – 3/6 – 4) al canadese Pospisil, elemento tra i più promettenti del circuito internazionale.

L’Hermaea Olbia lotta ma cede al forte Monza

Nulla da fare per l’Hermaea Olbia contro una delle grandi del campionato di serie A2 di pallavolo femminile, il Saugella Team Monza, vittorioso in quattro set sul campo di gioco gallurese.

Avvio di gara equilibrato, poi, sul punteggio di 6 a 6, le ospiti hanno piazzato il primo allungo, portandosi sul 6 a 9. Nelle fasi successive della frazione, le lombarde hanno amministrato il vantaggio e hanno chiuso sul 18 a 25.

Lotta punto a punto in avvio del primo set, poi le galluresi hanno preso in mano le redini dell’incontro e hanno accumulato un buon margine di vantaggio (18 a 12), difeso, con caparbietà, nella parte finale della frazione, vinta per 25 a 23.
Nelle fasi iniziali del terzo set, con la giovane Marika Vietri al posto della Klosi, l’Hermaea ha tenuto il passo delle quotate avversarie, cullando, per lunghi tratti, il sogno di portarsi in vantaggio nel conto dei set. Sul punteggio di 22 a 20, però, le ragazze di Secchi si sono fermate e hanno dato via libera alle ospiti, che hanno ribaltato la situazione, chiudendo sul 22 a 25.Demoralizzate per l’occasione sprecata, le padrone di casa non hanno trovato la forza di reagire e il quarto set si è trasformato in un monologo delle brianzole, che hanno chiuso i conti, aggiudicandosi il quarto e decisivo parziale con il punteggio di 18 a 25.Nel prossimo turno, l’Hermaea Olbia, che occupa l’ultima posizione della graduatoria insieme a Caserta e Filottrano, osserverà il turno di riposo.

Australian Open: passano il turno Errani e Seppi

Nulla da fare per Simone Bolelli, sconfitto per 3 – 6/6 – 3/6 – 2/6 – 2 dal fuoriclasse elvetico Roger Federer, che ora troveràMakarova nel suo cammino un altro azzurro, Andreas Seppi, giunto al terzo turno degli Asutralian Open, grazie alla vittoria in quattro set (7 – 5/3 – 6/6 – 2/6 – 1) sul francese Chardy.

Saluta il primo slam della stagione anche Roberta Vinci, letteralmente travolta dalla russa Makarova, che si è imposta per 6 – 2/6 – 4 al termine di una partita dominata dal punto di vista fisico.

Passa il turno, invece, Sara Errani: la tennista emiliana ha vinto per 7 – 6/6 – 3, favorita dai tanti errori gratuiti dell’avversaria, e ora dovrà vedersela con la Wickmayer.

 

Dalla Sardegna a Pattaya, il viaggio dei tecnici e dei campioni sardi della Muay Thai

Dopo 14 anni dal primo viaggio a Bangkok, che rappresentò un’occasione per conoscere la muay thai da vicino, Vincenzo Casu, responsabile per la Sardegna del settore giovanile della Kombat league, nei giorni scorsi è ritornato nella penisola del Siam per effettuare un corso d’aggiornamento per la pratica e lo sviluppo della Muay thai giovanile. Vincenzo Casu Thailand 2001

Per il ‘khru’ Vincenzo Casu si tratterà di un’esperienza formativa di alto livello, perché accanto a lui, per dieci giorni, avrà un tecnicoinviato al camp direttamente dalle istituzioni thailandesi.

Vincenzo Casu, oltre che direttore tecnico dei Brigadores Fight Club Nulvi e promotore di grandi eventi quali il Muay thai Explosion e il Fast & Furious, è soprattutto il direttore tecnico del settore giovanile del Tarantini Muay thai boxing ed è responsabile regionale del settore giovanile per la Kombat League Sardegna, settore all’avanguardia in Italia, anche grazie alle iniziative promosse dello stesso tecnico sassarese.

Per fine mese si prepara un’altra partenza per il camp di Pattaya. A lasciare l’isola per la Thailandia questa volta sarà Maurizio Pilloni, giovane tecnico di Sanluri, direttore tecnico dell’omonimo team che, nella passata stagione agonistica sarda, si è espresso al meglio con i propri nak su.

Maurizio Pilloni partirà per il camp della Kombat league con lo scopo di affinare le proprie conoscenze e confrontarsi con la disciplina dei Re nella patria della Muay thai.