Archivi per la categoria ‘Sport vari’

La grande ippica in scena a Chilivani con il Derby Sardo

Dopo l’evento del Camoionato del Mediterraneo che ha richiamato quais cinquemila spettatori e ha catalizzato l’attenzione dell’ippica Chiliv Sfilata Derby 1922(1)nazionale e internazionale, il rempio del galoppo sardo ritorna sotto i riflettori per la corsa piana ufficiale più antica della Sardegna: il Derby Sardo, riservato agli anglo arabi di tre anni a fondo arabo. Sarà l’evento clou della riunione organizzata dalla Società Ippica Chilivani.

Domani, domenica 21 settembre, si celebrerà l’edizione numero 88 della storica classica, che venne disputata per la prima volta il 27 maggio 1921 alla presenza di re Vittorio Emanuele III. Si corse sulla distanza dei 2400 metri, così è pure oggi, e il primo vincitore fu l’allora tenente Giovanni Baroncelli, in sella a Cerva de Ozieri.

Nell’albo d’oro del Derby sardo figuarano alcuni fantini che hanno contribuito a scrivere la storia del galoppo isolano, come Muroni, Fresu, Migheli, Fogarizzu, Godani, Cabitza, e cavalli importanti anche per l’allevamento, come Uana Lechereo, Ostenda e Sonniende solo per citarne alcuni.

Vincere il derby sardo è motivo di orgoglio e soddisfazione per fantini, allenatori, proprietari e allevatori. Nell’edizione dello scorso anno si impose Antonello Fadda in sella a Rialto della scuderia Piras di Bortigali, entrata per la prima volta nell’albo d’oro dell’importante competizione.  Quella del Derby sardo è una festosa storia di passione e aneddoti e domani verrà scritta un’altra pagina del libro del galoppo isolano.

Fabio Aru nella lista per i Mondiali

Al termine della Tre Valli Varesine, gara che chiude il trittico lombardo, il Commissario Tecnico della Nazionale elite uomini di ciclismo, Fabio AruDavide Cassani, ha diramato la lista degli undici atleti selezionati per la rassegna iridata, in programma per il prossimo 28 settembre a Ponferrada, in Spagna.

Tra i convocati fugura anche lo scalatore di Villacidro, Fabio Aru, uno dei principali protagonisti della stagione con le sue straordinarie prestazioni al Giro d’Italia e alla Vuelta di Spagna.

Di seguito l’elenco degli atleti selezionati: Fabio Aru, Daniele Bennati, Damiano Caruso, Giampaolo Caruso, Sonny Colbrelli, Alessandro De Marchi, Davide Formolo, Vincenzo Nibali, Manuel Quinziato, Giovanni Visconti.

Il Sardegna Endurance Lifestyle 2014 va in archivio con un bilancio positivo

Il Sardegna Endurance Lifestyle 2014 va in archivio con un bilancio positivo. Per quanto organizzato a tempo di record, in un solo mese, l’evento ha confermato in pieno le proprie potenzialità, portando ancora una volta alla ribalta la realtà dell’allevamento sardo di cavalli, un territorio che non perde occasione per mettere in mostra le proprie eccellenza e uno sport che evidenzia in maniera costante il proprio esaltante trend di crescita.costanza_laliscia

L’insieme di contenuti, affermato da Sardegna Endurance Lifestyle 2014, ha conquistato l’attenzione degli operatori del settore anche a livello internazionale. A confermarlo i riscontri emersi dalle tre gare disputate, tra le quali il Campionato juonior e young riders, e i risultati del think thank, nel corso del quale 200 tra allevatori, allenatori, veterinari, cavalieri e addetti ai lavori si sono confrontati sul futuro dell’allevamento sardo, che punta a far sua una fetta, pari almeno al 10%, di un mercato che, ogni anno, porta ben 3000 cavalli  nei soli Emirati Arabi Uniti.

Tali risultati potranno essere ottenuti solo a patto che l’espressione “fare squadra” diventi una reale e costante filosofia di lavoro. Le basi non mancherebbero: nel corso dell’incontro è emerso che, nell’ultimo anno, sono stati almeno 150 i cavalli da endurance venduti in Italia e all’estero, in particolare nei Paesi del Golfo.

Gli interventi e le proposte avanzate nel corso di think thank di Arborea – ha spiegato Raffaele Cherchi, direttore del Dipartimento di ricerca per l’incremento ippico dell’Agris – hanno confermato la volontà dell’allevamento sardo di essere protagonista . Sulla base di questo lavoro stiamo preparando una relazione da consegnare all’Assessore all’agricoltura della Regione Sardegna, Elisabetta Falchi, per contribuire a stilare un progetto comune e una programmazione pluriennale per l’intero comparto“.

L’assessore Falchi, intervenuta alla cerimonia di premiazione del Campionato junior e young riders, non si è tirata indietro. “Il nostro allevamento e in nostro territorio hanno bisogno di eventi del genere. La Regione ha tutto l’interesse affinché vengano create prospettive concrete di sviluppo“.

Di prospettive ha parlato Gianluca Laliscia, CEO e charmain di sistemaeventi.it, società che ha organizzato, per il secondo anno consecutivo, il Sardegna Endurance Lifestyle.

L’edizione 2014 si è posta nel segno della continuità con il lavoro fatto lo scorso anno e i riscontri non sono mancati, come è evidente agli occhi di tutti. La nostra vuole, però, essere una programmazione di breve e lungo periodo. Abbiamo bisogno, perciò, di certezze e basi solide sulle quali lavorare. Non è più pensabile di dover iniziare nel mese di agosto come successo quest’anno. Non vogliamo più correre questo rischio. I grandi eventi non si possono improvvisare. Hanno bisogno di un lavoro complesso, da mettere in cantiere solo se si ha la certezza di poter contare su vere sinergie

 

Prova superlativa di Omar Magliona sul Terminillo

Con il tempo di 5’53”58, Omar Magliona ha vinto la cinquantaduesima edizione della Rieti – Terminillo tra i prototipi CN e, allo stesso tempo, ha conquistato uno straordinario terzo posto assoluto nella classica gara che assegna la Coppa Bruno Carotti.Magliona sull'Osella PA21 Evo Honda

Nella seconda delle tre prove di finale del Campionato Italiano di velocità in montagna, il pilota sassarese è stato autore di una prova eccezionale fin dalle prove ufficiali del sabato ed è poi riuscito a limare, nella gara della domenica, il tempo fatto segnare nel 2013.

Il portacolori della CST Sport si trova ora in testa alla classifica della sua categoria quando manca da disputare una sola prova, quella in programma per domenica prossima a Pedavena.

Sapevamo di dover far bene qui a Rieti – ha dichiarato Magliona -.  Sono contento per questo ottimo risultato, che volevo condividere con tutta la squadra e con la scuderia. Dedico questa vittoria al mai dimenticato Georg Plasa“.

Il risultato maturato al termine della gara laziale era stato inizialmente congelato a causa di un reclamo presentato dal concorrente diretto nella corsa per il tricolore in merito ad alcuni elementi del motore Honda. Le verifiche hanno però confermato la piena conformità del  mezzo ai regolamenti.

Veniamo da un week end con una lunga appendice di verifiche – ha detto ancora Magliona -. Fino a notte fonda abbiamo atteso il verdetto dei commissari con la tranquillità di chi è consapevole alla serietà di professionisti, come sono coloro i quali lavorano per il Team Faggioli e per la LEM dei fratelli Petroglieri. Non avevamo dubbi sulle perormance mostrate a Rieti. Ora dobbiamo pensare solo al prossimo impegno. Vogliamo vincere per festeggiare al meglio un nuovo tricolore“.

Spettacolo al Sardegna Endurance Lifestyle 2014: Costanza Laliscia vince il titolo italiano junior e young riders

Emozioni e spettacolo ad Arborea per il Sardegna Endurance Lifestyle 2014. A vincere il campionato italiano juinor e young riders è stata la giovane amazzone perugina, Coastanza Laliscia, la quale si è fatta uno straordinario regalo alla vigilia del suo quindicesimo compleanno.Costanza laliscia al traguardo

Nelle due prove dell’Horse Country Endurance Cup, vittorie per Giulia Galantino su Grigali nella 120 Km e per Peppino Medda su Peppe nella 90 Km.

Le tre gare non hanno tradito le attese dei tanti appassionati. A regalare le emozioni più forti sono stati i binomi che hanno partecipato, in uno scenario straordinario, al  Campionato Italiano junior e young riders, vinto, come scritto precedentemente, da Costanza Laliscia, in sella a Praalific.

La giovane amazzone, medaglia di bronzo a squadre con l’Italia agli ultimi Europei di categoria, ha tenuto fede al pronostico, che la vedeva favorita, e ha vinto l’appassionante duello con la sarda, Irene Avitabile.

Il terzo posto è stato assegnato al termine di una spettacolare volata, con Lucrezia Accorroni che, su Rok, ha preceduto di un muso Anastassia Cassoni su Giuditta di Gallura.

Non è mancato lo spettacolo neanche nelle due prove dell’Horse Country Endurance Cup 2014. Nella 120 Km Giulia Galantino ha sopravanzato Marco Giagnon e Martina Carnicelli. Nella 90 Km, invece, Peppino Medda ha preceduto le due amazzoni, Jessica Dessì e Paola Musio.

Fabio Aru inserito nella lista dei preconvocati per i Mondiali

Il Commissario Tecnico della Nazionale di ciclismo uomini elite, Davide Cassani, ha diramato oggi un elenco di 16 corridori, dal quale Fabio Aruattingerà i nomi degli undici azzurri (9 titolari e 2 riserve) che il prossimo 28 settembre disputeranno i Campionati Mondiali di Ponferrada.

Tra i 16 preselezionati figura anche Fabio Aru, protagonista assoluto sia al Giro d’Italia sia alla Vuelta di Spagna, competizione che, in questi giorni, sta vivendo la sua fase calda. Il corridore isolano, dopo aver conquistato nella giornata di ieri il secondo successo parziale, punta a conquistare una posizione sul podio.

Di seguito l’elenco completo degli atleti preconvocati:

Fabio Aru, Daniele Bennati, Damiano Caruso, Giampaolo Caruso, Sonny Colbrelli, Alessandro De Marchi, Enrico Gasparotto, Vincenzo Nibali, Giacomo Nizzolo, Filippo Pozzato, Manuel Quinziato, Matteo Rabottini, Matteo Trentin, Alessandro Vanotti, Giovanni Visconti ed Edoardo Zardini.

Omar Magliona punta a conquistare il Terminillo

Appuntamento cruciale della stagione per Omar Magliona: il pilota sassarese, in piena corsa per la conquista del titolo consecutivo della categoria prototipi CN, si presenterà al via di una delle classiche delle cronoscalate, la Rieti – Terminillo, valida come seconda finale del Campionato Italiano di velocità in montagna.Magliona sull'Osella PA21 Evo Honda

Reduce dalla fondamentale vittoria nella Coppa Fagioli a Gubbio e da alcuni impegni extrasportivi, il portacolori della CST Sport sarà al via, nel prossimo fine settimana, della gara laziale che assegna la Coppa Bruno Carotti.

Quando mancano solo due prove alla fine del campionato, la Rieti – Terminillo rappresenta uno snodo cruciale nella strada verso il tricolore.

Magliona è pronto a rituffarsi nella competizione , dopo essere stato protagonista nella sua terra, ma fuori dall’abitacolo della sua Osella. Sabato scorso a Olbia il campione sassarese ha ricevuto il Premio USSI Sardegna 2014 dal Primo Cittadino del capoluogo gallurese, Gianni Giovannelli. Lunedì scorso a Orosei, invece, è stato testimonial del campus sportivo integrato, voluto dal Comitato Paralimpico della Sardegna presieduto da Emanuela Comella, e rivolto a tutti i ragazzi con disabilità, con i quali il driver sassarese ha interagito in varie attività e dimostrazioni di guida sicura.

Sono settimane molto intense – ha dichiarato Omar Magliona – Mi sono emozionato sia a Olbia sia a Orosei, dove da quei ragazzi ho capito cosa significhi avere forza. Ora ci aspetta il gran finale del Campionato italiano velocità in montagna. Quello di Rieti è un tracciato che prediligo per le sue caratteristiche e so che insieme alla squadra dovremo essere perfetti come a Gubbio. Possiamo contare su ottimi riferimenti per un percorso tra i più complessi ed esigenti per il pacchetto tecnico

Fabio Aru vola sulle montagne iberiche, seconda vittoria alla Vuelta per il corridore di Villacidro

Altro acuto, il secondo, per Fabio Aru alla Vuelta di Spagna: lo scalatore isolano , già vincitore al Santuario de San Miguel de Aralar, ha Fabio Aruconcesso il bis, imponendosi nella diciottesima tappa della corsa iberica, la A Estrada – Monte Castrove con arrivo in salita.

Il corridore di Villacidro ha superato nella volata a due il britannico Chris Froome. Nella classifica generale, il portacolori dell’Astana occupa la quinta posizione con un ritardo di 3’15” dal capoclassifica, lo spagnolo Alberto Contador.

“Endurance e allevamento, strategie per il futuro”: importante occasione di confronto per il mondo dell’allevamento sardo

Domani mattina, alle ore 10, l’Horse Country Resort Congress & Spa ospiterà l’incontro fra tutti i protagonisti impegnati in un settore trainante per l’economia regionale. Nell’occasione, il cavallo diventerà “ambasciatore” dei prodotti tipici della Sardegna.IMG_2790 (1024x683)(1)

Esiste un legame forte e storicamente importante che unisce la Sardegna, il cavallo e un popolo  orgoglioso di aver sviluppato negli anni un comparto fondante dell’economia della Sardegna.

Ed è proprio sulla rilevanza dell’allevamento sardo che sarà posta l’attenzione nel Think Thank “Endurance e allevamento, strategie per il futuro”, che rappresente uno degli appuntamenti centrali del Sardegna Lifestyle 2014.

L’obiettivo degli organizzatori e del Dipartimento di ricerca per l’incremento ippico dell’Agris, ente impegnato nella valorizzazione e nella promozione dell’allevamento sardo, è quello di creare un’occasione di incontro e di confronto fra allevatori, cavalieri, tecnici, giudici, allevatori e veterinari, tutti coinvolti  nell’elaborare e nell’avanzare proposte finalizzate a garantire al movimento un futuro ricco di opportunità.

Nel segno della continuità con Sardegna Lifestyle 2013, dal quale nell’ultimo hanno preso le mosse strategie che hanno affermato la Sardegna come mercato differenziato a livello internazionale per il cavallo da endurance e per le scuderie più blasonate del mondo.

Il Centro Congressi dell’Horse Country Resort Congress & Spa ospiterà quelli che, a buon diritto, possono essere considerati gli “stati generali” dell’allevamento.

Il Think Thank di domani mattina sarà anche l’occasione per fare del cavallo un ambasciatore dei prodotti tipici sardi, affermando anche in questo caso un legame forte con il mondo agricolo e il sistema agropastorale regionale. I cavalli sono parte integrante di quasi tutte le aziende del settore e proprio per questo, in occasione di Sardegna Endurance Lifestyle 2014, la Coldiretti Sardegna proporrà “Campagna Amica” per presentare le potenzialità dei prodotti a chilometro zero e offrirle agli ospiti e ai protagonisti dell’evemto.

Il cavallo “ambasciatore” dei prodotti sardi anche per dare vita a un binomio intorno al quale costruire ulteriori occasioni di sviluppo e di redditività delle aziende e di una filiera economica significativa.

Cresce l’attesa per il Sardegna Endurance Lifestyle

Il tracciato più veloce d’Europa è pronto ad ospitare il Campionato junior e young riders. Dalla giornata di ieri, cavalli e cavalieri hanno iniziato ad arrivare all’Horse Country Resort Congress & Spa di Arborea. Domani mattina, alle ore 10, la struttura ospiterà il Think Thank su “Endurance e allevamento, strategie per il futuro”, importante occasione di confronto per tutti gli operatori del settore.IMG_3340 (882x1024)

Sabato andranno in scena i tricolori giovanili e le due prove dell”Horse Country Endurance Cup, con partenze scaglionate tra le ore 7 e le ore 8.

Il conto alla rovescia è già iniziato. Il Sardegna Endurance Lifestyle 2014 sta per entrare nel vivo.. All’Horse Country Resort Congress & Spa sta prendendo forma il villaggio che ospiterà i protagonisti e gli spettatori della seconda edizione dell’evento, ospitato nel cuore del Golfo di Oristano, uno dei luoghi iù suggestivi, incontaminati e ricchi di fascino della costa occidentale dell’Isola.

Il mondo dell’endurance e dell’allevamento vivranno una “due giorni” esaltante, che avrà il suo momento clou nelle gare di sabato: il Campionato Junior e young riders sui 120 chilometri e le due prove dell’Horse Country Endurance Cup: una sui 120 e l’altra sui 90 chilometri.

Ad attendere i binomi ci sarà un tracciato tra i più spettacolari a livello europeo, lungo il quale lo scorso anno è stato stabilito, alla media di 28, 949 chilometri, il record a livello continentale e la seconda migliore prestazione a livello mondiale.

Le due gare sui 120 chilometri sono state suddivise in tappe da 40, 25, 30 e 25 chilometri, mentre quella sui 90 chilometri inizierà con 40 chilometri e proporrà poi due tappe da 25. Al termine di ogni fase, i cavalli verranno controllati di una commissione veterinaria, al fine di garantirne la salute e il benessere e verificarne l’idoneità a proseguire la competizione.

Il giro da 40 chilometri, segnalato da fiocchi di colore rosso, partirà dall’Horse Country e farà rotta verso sud fino alla piazza del borgo di Marceddì da dove, lasciandosi gradualmente alle spalle lo stagno, rientrerà verso est lungo l’argine rettilineo del Rio Mogoro, per poi piegare verso nord e rientrare all’Horse Country.

Il giro giallo da 2 5 chilometri ricalcherà quello rosso fino a Marceddì da dove, aggirato il centro abitato, effettuerà un’inversione ad U per puntare subito verso nord, attraversare la campagna più a ridosso del mare e fare ritorno all’Horse Country.

Il giro blu di 30 chilomteri farà subito rotta verso norde, lungo la spiaggia della Marina di Arborea, arriverà fino allo stagno di S’Ena Arubia per svoltare verso l’interno, passare alle spalle di S’Ungroni e Arborea e tornare all’Horse Country.