Archivi per la categoria ‘Sport vari’

Si ferma in semifinale la corsa di Filippo Tortu

Si ferma in semifinale la corsa di Filippo Tortu ai Mondiali di atletica leggera, in corso di svolgimento a Londra: il velocista di origini sarde, una delle maggiori talenti della disciplina in Italia, ha chiuso i suoi 200 metri col tempo di 20’62″.

Penso di aver corso il più bel 200 della mia vita – ha dichiarato Tortu, ai microfoni di Rai Sport -. Nonostante il mancato personale e la mancata qualificazione, sono molto soddisfatto della mia prestazione. E sono arrivato davanti a un’atleta, che è arrivato in finale nel 100 metri.”

Danielle Fonseca, punto di forza della Nuoro Softball

La Nuoro SOftball aggiunge al roster Danielle Fonseca, Americana di San Francisco, 23 anni, laureata in “Business Marketing” alla UCCS (University of Coloradodanielle_-fonseca Colorado Springs). Una grande voglia di mettersi in gioco, l’impegno costante negli allenamenti, l’umiltà di riconoscere quanto sia diverso giocare a softball negli States rispetto all’Italia ma mettersi a disposizione della squadra e cercare di dare il massimo, il meglio che può in campo. Da qualche mese alla Nuoro Softball, un rendimento in crescita, lo ha dimostrato a suon di strike out contro il Collecchio terzo in classifica lo scorso sabato: partita vinta, nessun punto concesso alle avversarie, in pedana di lancio ha deciso lei la partita.

“Ho iniziato a giocare a softball a sei anni, ma solo a nove ho iniziato a formarmi come lanciatrice. Nella scuola media ho praticato anche calcio, ad un certo punto però il softball mi ha conquistata definitivamente, così l’ho scelto per sempre. Ho giocato a softball nella squadra del College – ci racconta la Fonseca – sono stata scelta come lanciatrice ma non ho lanciato fino al terzo anno di Università. I primi due anni giocavo prima base ed esterno destro, ed ero tra i battitori. Ho ottenuto con la squadra dell’Università la più lunga sequenza di battute valide in 24 partite consecutive, inoltre sono al quinto posto di sempre per numero di fuori campo realizzati: 36 in quattro anni, 25 nei due anni finali degli studi”. “Dani” così viene chiamata in famiglia ed in squadra, è stata selezionata nella squadra “All Conference”, che riunisce in una sorta di “All Star” i migliori elementi tra le giocatrici di softball di tutti i College americani.

Una famiglia di sportivi, quella di Danielle Fonseca, ma nessun precedente nel softball, almeno non a livelli professionistici.

Attualmente Danielle è l’unica in famiglia a praticare attività agonistica. Cresciuta con un fratello che giocava a calcio, ed il papà giocatore di pallacanestro e football durante la scuola superiore, e dal quale è convinta di aver ereditato le sue abilità atletiche. Nel raccontare la sua esperienza in Italia, non ha dubbi, ci sono dei punti fermi: “Finora la mia vita a Nuoro è stata tutta una grande esperienza – racconta – con aspetti positivi e negativi. Ovviamente perdere tante partite è stato molto brutto, ma è stato bello vedere la squadra crescere e le ragazze più giovani imparare e diventare giocatrici migliori. E’ davvero una squadra molto giovane, è stato bello anche insegnare loro quello che ho imparato nel mio Paese. Anche se il nostro percorso in campionato non è stato positivo, la classifica ci farà giocare i play out, ritengo ci sia una grande differenza dalla squadra di inizio stagione ad oggi: ognuna di noi è migliore rispetto a quando abbiamo iniziato la stagione.

Devo dire inoltre, che già dopo un paio di mesi ho capito che in questo posto avrei vissuto una grande esperienza umana, oltre che sportiva. Non avevo visitato la Sardegna prima, ho la grande fortuna di viaggiare, e visitare una terra meravigliosa!”.

Alessandro Cuccuru tiene alti i colori del Team Tarantini

Alessandro Cuccuru tiene alti i colori del team Tarantini e conquista una meritata vittoria all’edizione numero 5 dell’Hearts on Fire, andato in scena a Cagliari lo scorso fine settimana. Il giovanissimo atleta sassarese, allenato dal ct nazionale della Kombat league Angelo Tarantini, si è imposto in un match difficile contro il padrone di casa Christopher Atzeni, allenato dai fratelli Mauro e Andrea Serra.cuccuru_tarantini

Quello andato in scena sul ring dell’Hearts on fire, considerato uno tra i gala internazionali più importanti della scena italiana, è stato un match di grande spettacolo e che ha messo in evidenza le doti dei giovani atleti juniores, a dimostrazione che l’arte dei re thailandesi sta ottenendo in Sardegna un forte appeal tra i giovani e i giovanissimi.

L’incontro ha visto Alessandro Cuccuru entrare nel quadrato con una forte motivazione. Il “nak su” sassarese ha padroneggiato in tutte e tre le riprese in maniera determinante e convincente. Ha dimostrato di aver pianificato il match, con il suo allenatore, in maniera perfetta. A fare la differenza con il suo avversario sono state le serie precise di pugilato messe in pratica con precisione. A queste si è aggiunta una tecnica di lotta che si è rivelata vincente nei confronti dell’avversario. Unanime il giudizio degli arbitri nell’attribuire la vittoria al giovane talento del team Tarantini.

Omar Magliona al Trofeo Vallecamonica

Omar Magliona ritorna a disputare, dopo cinque anni,Omar Magliona (CST Sport  Norma M29 FC  2) il Trofeo Vallecamonica Per il portacolori della scuderia siciliana CST Sport l’occasione è l’ottavo round delCampionato Italiano Velocità Montagna 2017, in programma sul tracciato bresciano della Malegno-Ossimo-Borno dal 28 al 30 luglio. L’attuale leader della classifica nel gruppo dei prototipi E2SC e terzo nell’assoluta disputerà la cronoscalata dalla quale manca dal 2012 (quando si impose da campione italiano nel gruppo CN) sulla Norma M20 Fc Zytek gommata Pirelli e preparata dal Team Faggioli. Il pilota sassarese, reduce in CIVM da una positiva serie di podi, ambisce a consolidare le gerarchie di categoria e a punti importanti per la generale in un appuntamento che oltre ai protagonisti del Tricolore vedrà in gara anche quelli della FIA International Hill Climb Cup. Venerdì 28 luglio si espletano le verifiche sportive e tecniche dalle 13 alle 19 al pattinodromo di Borno. Sabato 29 dalle 9.00 il via delle due salite di ricognizione che permettono ai piloti di prendere familiarità con gli 8590 metri della SP5 che collega Malegno a Borno, coprendo un dislivello di 558 metri lungo una pendenza media del 6,19%. Domenica 30 luglio sempre alle 9 il via del 47° Trofeo Vallecamonica, che si disputa su due salite di gara.

 Magliona dichiara in vista della trasferta lombardaDa qualche stagione non avevamo l’occasione di affrontare una salita così bella e impegnativa e che comunque conosciamo abbastanza bene. Sono curioso di capire le condizioni del tracciato e dopo il lavoro svolto insieme alla squadra di verificare alcuni dettagli del nostro pacchetto e soprattutto come riusciremo a comportarci in particolare nella prima parte del tracciato, quella più tecnica ma soprattutto quella meno agevole dal punto di vista del fondo. Arriviamo a questo importante appuntamento con la necessaria motivazione per andare a caccia di un risultato di vertice e con la consapevolezza che dobbiamo continuare a migliorare dopo quanto di buono mostrato finora.

Sanna e Scanu: altri due acquisti per il Latte Dolce

La dirigenza del Latte Dolce continua ad operare sul mercato: nelle scorse ore la società di via Cilea ha piazzato altri due colpi, aggiudicandosi le prestazioni del centrocampista Luigi Scanu, classe 1977, e del jolly Nicolò Sanna.

Si chiude la tre giorni di tennis giovanile: secondo posto nel girone per la Torres under 14 femminile

Due vittorie, contro CT Pescara e Tennis Ercole di Caserta, e una sconfitta, nell’ultima giornata di gare contro il Team Vianello di Roma, valgono alla Torres Tennis under 14 femminile un ottimo secondo posto che, tuttavia, non consente di passare alla fase nazionale della competizione a squadra Macro Area centro – sud.untitled

Il verdetto arriva al termine della tre giorni di gare organizzata al circolo di via Coradduzza (con la collaborazione del top sponsor “èambiente” e della Fondazione sef Torres 1903) che dal 19 luglio scorso ha accolto nei suoi campi le 8 squadre provenienti da Campania, Abruzzo, Lazio e Sardegna (Torres Tennis e TC Alghero).

Divise in due gironi, le formazioni si sono date battaglia per superare questo secondo step che arriva dopo i titoli conquistati nelle rispettive regioni.

Per le rossoblù Maria Teresa Carlini, Anna Pintore e Roberta Sechi, campionesse sarde, allenate da Mauro Rodighiero, è stata comunque una bellissima occasione di confronto e di crescita, come sottolinea il direttore sportivo Marco Ticca: «Le ragazze sono state brave – commenta il ds- e hanno perso la gara decisiva contro una squadra molto forte. Non possiamo che essere soddisfatti per il grande lavoro svolto in questa annata ricchissima di impegni e che ci ha portato tre titoli regionali, under 14 maschile e femminile, e under 16 femminile,  due vittorie nella serie C maschile e femminile, una promozione dalla D2 alla D1 più tanti risultati individuali e, fortunatamente, nessuna retrocessione. Occasioni come questa servono a confrontarsi e loro hanno fatto il massimo contro le coetanee provenienti dalla penisola».

Per il circolo l’organizzazione del Macro Area è il suggello ad un’annata di manifestazioni regionali e nazionali alla quale si aggiunge l’aggiornamento delle classifiche di metà anno, come ricorda il presidente Gavino Caddia: «Siamo orgogliosi di aver visto crescere i nostri atleti – osserva il presidente del circolo Torres – e per alcuni di loro sono arrivate delle promozioni importanti. Ricordo per tutti solo quella di Andrea Cherchi, un nostro atleta di 16 anni che ha conquistato la seconda categoria. Siamo felici che la tre giorni di gare si sia svolta nel migliore dei modi e con la consueta accoglienza che accompagna tutte le nostre iniziative».

Dopo le ultime gare di oggi si sono svolte le premiazioni con medaglia e targhe per tutti i tennis club partecipanti.

Oltre che su quello di Sassari gli atleti rossoblù sono stati impegnati in questi giorni anche a Teramo con l’Under 14 maschile (Enrico Pittalis, Nicola Oronti, Alfredo Bura) e a Roma con l’Under 16 femminile (Chiara Pinna e Julie Madau). Con queste ultime gare, per gli atleti della Torres Tennis si chiude l’annata sportiva delle competizioni a squadre giovanili.

Assegnati i titoli regionali di tiro alla targa

Assegnati domenica a San Gavino i titoli regionali di tiro con l’arco, specialità targa, 2017, nella gara disputatasi al campo sportivo di via Convento.untitled

A livello assoluto il titolo è andato a Emilio Rivano (Nuragici), che in finale ha superato il compagno di squadra Giacomo Anedda per 7-3, mentre fra le donne Debora Pinna (Portoscuso), pur essendo ancora junior, ha regolato con un secco 6-0 Celestina Concas (Uras). Nella gara a squadre maschile gli Arcieri Uras (Pietro Chia, Andrea del Castello e Ettore Uras) hanno avuto la meglio in finale sugli Arcieri 4 Mori Cagliari (Carlo Bertoni, Giorgio Capra e Andrea De Nisco) per 5-1, mentre nel mixed team ancora gli Arcieri Uras (Andrea del Castello e Celestina Concas) hanno prevalso sul 4-4 solo alla freccia di spareggio contro l’Arco Club Portoscuso (Massimo Marroccu e Debora Pinna).

 Questi invece i nuovi campioni regionali di classe. Senior Emilio Rivano (Nuragici). Femminile Stefania Brundu (Portoscuso). Master Giorgio Capra (4 Mori). Femminile Celestina Concas (Uras). Junior Stefano Decandia (Terranoa). Femminile Debora Pinna (Portoscuso). Allievi Alessandro Pani (Ichons). Allieve Stefania Porcedda (Ichnos). Ragazzi Francesco Sanna (Ichnos). Ragazze Martina Del Duca (Sardara). Giovanissimi Samuele Serra (Galluresi). Giovanissime Irene Riguer (4 Mori).

Omar Magliona sul podio a Fasano

Omar Magliona è ritornato nella sua Sardegna dalla Puglia, dove domenica scorsa ha colto il secondo posto assoluto e vinto il gruppo dei prototipi E2Sc alla 60^ Coppa Selva di Fasano, settimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna. Un risultato di prestigio quello colto dal pilota della scuderia siciliana CST Sport al volante della Norma M20 Fc Zytek del Team Faggioli gommata Pirelli, che gli consente di rinsaldare la leadershipnella classifica di categoria e il terzo posto in quella assoluta. Il sei volte campione italiano prototipi Cn ha così anche colto il terzo podio tricolore assoluto consecutivo dopo quelli di Morano e Ascoli, concludendo le due salite dell’impegnativa e scorrevole cronoscalata di Fasano, il cui tracciato misura 5600 metri, con il tempo totale di 4’15”72 (gara-1: 2’07”17; gara-2: 2’08”55).

 untitledMagliona dichiar anel post-gara: Rispetto allo scorso anno abbiamo migliorato i nostri riscontri e questo è senza dubbio un punto a favore per un risultato comunque positivo, ma possiamo e dobbiamo progredire ancora, perché è nelle nostre corde e perché la concorrenza è sempre agguerrita in un campionato come il CIVM, in questa stagione ancor più vario e combattuto. Il lavoro con la squadra è stato proficuo fin dalle prove e infatti avevo a disposizione un prototipo competitivo. Ci è mancata un po’ di confidenza con l’aderenza su uno dei fondi più insidiosi e in ingresso curva si sentiva del sottosterzo. Per questo tutti insieme dobbiamo subito tornare al lavoro sulle ottime basi che abbiamo posto e dare appuntamento ai prossimi impegni per verificarne l’efficacia.

Tour de France: Fabio Aru scivola fuori dal podio dopo la prima tappa alpina

Va a Roglic la prima tappa alpina del Tour 2017, la La Mure a Serre Chevalier, di 183 Km. Brutte notizie, invece, per Fabio Aru. Il quale scivola fuori dal podio, a causa dei secondi persi sul Galibier e sulla successiva discesa verso il traguardo. Il sardo ha ora 53″ di ritardo dal capoclassifica Froome che, a sua volta, precede di 27″ Uran e Bardet.

Marco Fozzi brilla nel tiro alla targa

Giornata tutta dedicata al tiro alla targa a Sassari, con la gara di tiro con l’arco organizzata dalla Torres e disputatasi al campo sociale Torres in piazzale Segni.marco-fozzi

 Nell’arco olimpico vittoria al fotofinish per Emilio Rivano (Nuragici), che in finale ha prevalso su Simone Pisola (Sardara) soltanto alla freccia di spareggio, 7-6 sul punteggio di 5-5. Molto più netta l’affermazione in campo femminile di Debora Pinna (Portoscuso), che pur essendo ancora di categoria junior ha piegato Elisabetta Pischedda (Corax) con un limpido 6-0. Nella gara riservata ad allievi e master gradino più alto del podio per Marco Fozzi (Torres), vittorioso sul compagno di squadra Gavino Soggia per 7-3, mentre nella competizione rosa Angela Santi (Landa) ha festeggiato battendo per 6-2 Stefania Porcedda (Ichnos). Fra i ragazzi successo di Michele Fresi (Galluresi), grazie al 6-2 con il quale ha avuto ragione in una finale tutta “in famiglia” contro Pietro Fois. Nel settore femminile altra gara decisiva all’ultimo respiro, con Anna Cocco (4 Mori) che ha superato Martina Del Duca (Sardara) solo allo spareggio per 7-5. Fra i giovanissimi prima piazza per Samuele Serra (Galluresi) dopo il 6-2 inflitto al “collega” Federico Pinducciu, nelle giovanissime primo posto per Serena Bianco, che battuto in finale per 6-2 Michela Carta (entrambe della Quercia). Nell’arco compound ha festeggiato Fabio Ibba (Uras), superando Luca Pinna (Portoscuso) per 145-139, mentre fra le donne Ilaria Spanu (Uras) si è imposta su Pietrina Ticca (Arcos) con il punteggio di 137-107.

Nuovo appuntamento con il tiro alla targa domenica prossima a San Gavino, per il campionato regionale della specialità, prima della pausa dell’attività per il periodo estivo.