Archivi per la categoria ‘Sport vari’

Fabio Poddighe atteso dall’impegno ai Campionati Europei di pentathlon moderno

C’è anche il sassarese Fabio Poddighe nella lista dei 14 pentatleti azzurri, sette uomini e sette donne che, dal 4 al 10 luglio, saranno impegnati a Sofia, Capitale della Bulgaria, per il Campionato Europeo senior.Fabio-Poddighe

Nelle gare individuali sono stati convocati, oltre al portacolori della Sport Full Time, Nicola Benedetti, Riccardo De Luca, Pier Paolo Petroni, Claudia Cesarini, Camilla Lontano, Alice Sotero e Francesca Tognetti.

Per le staffette, invece, Alessandra Frezza e Irene Prampolini (femminile), Alessandro Colasanti e Gianluca Micozzi (maschile), Lavinia Bonessio e Auro Franceschini (mista). Il programma prevede il 4 luglio la staffetta femminile, il 5 quella maschile, il 6 quella mista, il 7 la qualificazione femminile, l’8 quella maschile e la prima parte della finale femminile (ranking round), il 9 la finale femminile (le altre prove) e il ranking round maschile, il 10 la finale maschile (le altre prove), le staffette mista, femminile e maschile

 

Tredicesima posizione per la Rappresentativa sarda alle finali nazionali del Trofeo Pinocchio di tiro con l’arco

Arriva un tredicesimo posto finale per la rappresentativa sarda alle finali nazionali del Trofeo Pinocchio di tiro con l’arco, che si sono svolte a Catanzaro.Sardegna trofeo pinocchio 2016

 “Rimaniamo nella fascia di metà classifica – spiega il presidente regionale della Fitarco Pino Spanu, che ha accompagnato i ragazzi all’appuntamento calabrese –. Purtroppo l’inesperienza ed un pò di emozione da parte dei nostri atleti ha abbassato la media delle prestazioni, che poteva essere migliore. D’altronde non possiamo competere con Regioni come Piemonte, Lombardia e Liguria, che selezionano la loro squadra fra centinaia di ragazzi, i nostri numeri di partenza sono decisamente più ridotti, e possiamo fare quindi una scelta limitata. Ma attraverso il trofeo regionale Pitzinnos stiamo lavorando bene, e con qualche stage giovanile in più puntiamo a migliorare il nostro risultato fin dall’anno prossimo”.

 Questi i tiratori isolani. Giovanni Lotta, Federico Puddu, Marta Leotardi ed Aurora Concu (Uras), Anna Podda (Nuragici), Gabriele Fois e Lanfranco Secchi (Torres), Ionica Valentina Gavrila (4 Mori), Maria Nevina Parodo (Arcos), Pietro Fois e Maria Francesca Razzato (Galluresi), Francesco Didu (Sarcopos)

Punti importanti per Omar Magliona alla Coppa Paolino Teodori

Omar Magliona coglie la seconda posizione di gruppo E2SC ed è appena sotto al podio assoluto, con la quarta posizione finale, che gli va un po’ stretta,, alla 55^ Coppa Paolino Teodori, andata in scena domenica scorsa sulle strade Magliona race02 NormaZytek Ascoli2016dell’ascolano..Nonostante non sia riuscito per una manciata di secondi ad agguantare la seconda piazza generale in gara-1, l’alfiere sardo della scuderia siciliana CST Sport non è entrato perfettamente in intesa con le regolazioni d’assetto della Norma M20 Fc Zytek, troppo sottosterzante e ballerina in entrambe le salite di gara per permettere al pilota sassarese di attaccare come lui sa fare. I punti raccolti nel fine settimana di Ascoli hanno comunque permesso a Magliona di risalire in seconda posizione assoluta nella classifica del Campionato Italiano Velocità Montagna. Purtroppo, per improrogabili impegni lavorativi legati alla preparazione di un grande evento da ospitare nell’autodromo di proprietà a Mores, il sei volte campione italiano prototipi CN non potrà essere presente al prossimo round, il sesto, del Tricolore Montagna in programma già domenica prossima alla Trento Bondone.

Magliona commenta così tra Ascoli e Trento: Il weekend marchigiano è stato utile soltanto ai punti tricolori. Non abbiamo individuato delle regolazioni efficaci e infatti, insieme al team, raccoglieremo tutti i dati utili per capire che cosa sia effettivamente successo o se ci sono stati degli errori. Resta un po’ di amaro perché avremmo potuto fare molto meglio rispetto alle prove del sabato, ma non possiamo che guardare avanti fiduciosi e pronti a continuare a lavorare duramente, anche se saremo costretti a saltare la gara di Trento. Degli impegni improrogabili non mi permettono di essere presente e questo dispiace soprattutto pensando all’alto prestigio della storica cronoscalata al monte Bondone.

Continua il momento negativo della Nuoro Softball

Il Rhibo La Loggia arriva a Nuoro e fa man bassa di punti. Fine della storia. Si può descrivere, così, in breve lo svolgimento del lungo fine settimana di sfide tra Nuoro Softball e La Loggia,impegnate sia per la sesta giornata del girone di ritorno dell’ Italian Softball League sia nel recupero delle due gare non disputate in Piemonte a causa del maltempo. Continua la serie negativa delle atlete guidate da Bartolo Florian e Gustavo Lizazo, che subiscono un’altra serie di pesanti sconfitte, davanti al pubblico di casa.Linda_Corbellini

Nella gara di sabato 25 giugno, giocata sotto un caldo torrido, le barbaricine hanno perso in gara uno per 13-0 (al 4° inning), mentre gara due appare subito più equilibrata ed il La Loggia ha prevalso soltanto all’extra inning per 2-1.

A parziale giustificazione, il fatto che i tecnici del Nuoro hanno avuto a disposizione solo le atlete italiane, alcune giovanissime e con poca esperienza di serie A.

Gara uno del sabato ha visto il La Loggia subito in vantaggio nel primo inning, quando ha messo a segno 3 punti, mentre Nuoro è riuscita a realizzare una battuta valida con Ylenia Pisanu.

Le ospiti hanno dilagato nella seconda frazione, con Nuoro che ha accusato il colpo, restando quasi inerme ed incapace di reagire sia in attacco che in difesa. In pedana di lancio si alternano per il Banco di Sardegna, Pirisinu, Pisanu e Corda, ma il confronto con Ellen Roberts è decisamente ìmpari, La Loggia è arriva facilmente in base e ha complettoa il giro di campo fino al punto anche nel terzo inning, per 4 volte, ed una nel quarto, chiudendo la partita per manifesta inferiorità sul 13-0.

In gara due la lanciatrice azzurra del Nuoro, Mara Papucci, ha provato a guidare la sua sua squadra, ma è risucita soltanto a limitare i danni: il La Loggia si è portata in vantaggio nel primo inning, ma non è stata capace di affondare grazie ad una Papucci che ha sfoderato tutta la sua esperienza. Le nuoresi si sono fatte vedere in attacco nel secondo inning con la valida di Corda e  nel terzo con la valida di Gnani e nel quarto con Spada.

Il sesto inning ha visto la Nuoro Softball di nuovo a punto: doppio di Ylenia Pisanu per il singolo di Collina, che ha mandato a casa base Pisanu, che ha realizzato il pareggio. Ma nella frazione decisiva le piemontesi hanno mantenuto i nervi saldi e la giusta concentrazione riuscendo a realizzare il punto della vittoria, mentre il Nuoro ha parecchio da recriminare per una gara che avrebbe potuto vincere se non fosse per i soliti errori in difesa e per la scarsa incisività in attacco.

Nella mattinata di domenica, le squadre sono scese di nuovo in campo per il recupero delle partite non disputate nel girone di andata a La Loggia: squadre provate dalla temperature al limite del sopportabile e solo al quarto inning il La Loggia è riuscita ad affondare il colpo, andando a punto per ben quattro volte, per poi replicare al quinto inning con altri 3 punti, grazie ai quali ha chiuso la partita sul 7-0. La Nuoro Softball, dal canto suo, è parsa in balìa di se stessa, vittima di quel torpore, dal quale non riesce a liberarsi dopo la partenza di Henderson e Hamilton.

Nella seconda sfida, le piemontesi sono scese in campointenzionate a chiudere rapidamente la sfida e si sono portate in vantaggio per 3-0 nell’attacco del primo inning, mentre la sola Papucci ha realizztoa una battuta valida nel secondo. La formazione del La Loggia ha proseguito la sua marcia trionfale, incrementando il vantaggio prima con 2 punti nel secondo inning, quindi uno nel terzo ed uno nel quinto ed ultimo inning; mentre Nuoro ha visto Spada battere una valida e Collina un doppio nella quarta frazione, ma era troppo tardi per recuperare un fine settimana da dimenticare.

Maurizio Diomedi, re del Rally Isola di Sardegna

Maurizio Diomedi e Mauro Turati su Ford Fiesta R5 dominano il Rally Isola di Sardegna, la gara organizzata da Mediterranean Team in collaborazione con Porto Cervo Racing. Podio 2016 Isola di Sardegna pc

Il pilota, portacolori della scuderia PCRT,  ha collezionato 7 prove su 9 disputate nella due giorni di gara. Diomedi ha preso la testa dalla 1^ ps e l’ha difesa e mantenuta fino al traguardo respingendo con tenacia ogni attacco iniziale soprattutto quelli dei suoi inseguitori,  Vittorio Musselli anche lui su Ford Fiesta R5 e Sebastiano Putzu con Angelo Serra (Peugeot 207).  L’equipaggio dei cugini Musselli ha inizialmente incalzato il vincitore, aggiudicandosi la seconda ps, Sebastiano Putzu si è invece ritirato alla penultima ps. Ottima prova di Alessandro Canalis, navigato da Matteo Fois, su Renault Clio, che ha concluso al terzo posto.

L’equipaggio, vincitore della classifica assoluta e trionfatore della precedente edizione, ha vinto anche la Power Stage, la prova spettacolo che attribuisce nuovo punteggio ai concorrenti della serie Sardegna Rally Cup.

 

Tris della Germania contro la Slovacchia

Tre gol in scioltezza alla Slovacchia e ora la Germania fa davvero paura alle contendenti per il titolo europeo. I campioni del mondo in carica, che esprimono uno dei calci più gradevoli della rassegna continentale, hanno fatto un sol boccone dei malcapitati slovacchi, che hanno recitato il poco gradito ruolo degli sparring partner.draxler

Partita subito in discesa per  i tedeschi, che hanno sbloccato il risultato in apertura con una conclusione al volo di Boateng, mentre gli slovacchi, non pervenuti, hanno avuto l’unico motivo di gioia nel rigore sbagliato da Ozil. Poi i tedeschi hanno continuato ad imperversare e hanno dilagato tra la fine del primo tempo e la ripresa, quando è salito in cattedra Draxler, dapprima servendo un assist al bacio a Gomez e poi cchiudendo i conti con una girata sotto la traversa. E la partita è finita in quel momento, poi è stato, parafrasando un termine caro agli appassionati di basket, solo garbage time, mentre crescevano le certezze della banda teutonica.

Rally Isola di Sardegna: Maurizio Diomedi al comando dopo sette prove

Appassionante, ricco di emozioni e di sorprese sin dalle prime battute il Rally Isola di Sardegna, la gara organizzata dalla Mediterranean Team e Porto Cervo Racing con il patrocinio della Regione Sardegna, della Provincia di Nuoro, di Camera di Commercio e dei Comuni di Dorgali, Oliena, Orgosolo e Mamoiada.RallydiNuoro015 1339 (1)

La gara è valida per la seconda edizione del Sardegna Rally Cup, Trofeo Yokohama e Strade del Vino Cannonau. Il pilota olbiese Maurizio Diomedi, vincitore delle ps 1,3,4,6, 7 al volante della Ford Fiesta R5 e navigato da Mauro Turati è attualmente al comando della gara. L’equipaggio della Porto Cervo Racing è partito decisamente in attacco già dalla prima PS, cedendo il passo solo nella prova notturna di sabato, la Jacu Piu 3, conquistata da Sebastiano Putzu e Angelo Serra su Peugeot 207. Attualmente secondi in classifica sono i cugini Vittorio e Salvatore Musselli, su Ford Fiesta R5  che hanno messo la firma sulla PS 2, la Monte Gonare, e per il secondo gradino del podio.  

Protagonisti a loro agio della 4^ e 5^ posizione in classifica anche Alessandro Canalis navigato da Matteo Fois su Renault Clio S1600 e Marino Gessa con Salvatore Pusceddu su Peugeot 106 S16 k10.

Oggi pomeriggio si chiude in bellezza con le ultime due prove di “Su Littu”, gli equipaggi si trasferiranno nel territorio di Dorgali con la ps di 11,95 km e il primo e secondo passaggio sono previsti alle 13,10 e 15. La grande festa finale con la premiazione dei vincitori è fissata per le 16,30 in Piazza Vittorio Emanuele. 

Al via il Rally Isola di Sardegna

Alle 16:00, dalla Piazza Vittorio Emanuele di Nuoro, ha preso il via il Rally Isola di Sardegna 2016, 2^ edizione del Sardegna Rally Cup, Trofeo Yokohama e Strade del Cannonau. La gara, organizzata dalla Mediterranean Team, in collaborazione con Porto Cervo Racing e Regione Autonoma della Sardegna, Provincia di Nuoro, Camera di Commercio e i Comuni di Dorgali, Oliena, Orgosolo e Mamoiada, si svolgerà da oggi fino a domenica 26 giugno sugli asfalti del centro dell’isola. RallydiNuoro015 1339 (1)

Attesa star il campione della prima edizione del Rally Isola di Sardegna 2015, Maurizio Diomedi, navigato da Mauro Turati , che torna sulla Ford Fiesta R5. L’appuntamento nuorese annuncia particolarmente interessante anche per Vittorio Musselli, portacolori, con Diomedi, della scuderia Porto Cervo Racing, impegnato più che mai nell’ottimizzare i tempi della sua Ford Fiesta R5, anche in quest’occasione a suo fianco il cugino Salvatore Musselli.  Tra i partecipanti spiccano Sebastiano Putzu e Angelo Serra, su Peugeot 207 S2000,  e Cenzo Ledda, navigato da Francesco Curreli, su Mitsubischi Lancer Evo IX N4, leader della neo scuderia Autoservice Sport che schiera un bel numero di iscritti. Presenti anche il vincitori del Trofeo Yokohama, Marco Canu e Carlotta Piras, su Mitsubishi Lancer Evo Ix N4 . Determinati a bissare il terzo posto dello scorso anno all’Isola di Sardegna saranno Alessandro Canalis e Matteo Fois su Renault Clio S1600, ma non mancheranno le sorprese da Pietro Mameli e Claudio Mele su Renault Clio R3c, Fabrizio Di Monte e Luigi Bariani su Renault Clio R3c , Franco Catgiu e Stefano Achenza su Citroen C2 R2b, Marco Puddu e Alessandra Cancellu su Renault Twingo, Andrea Cocco e Roberto Cocco su Renault Clio Rs A7. Da seguire l’equipaggio esordiente, pilotato dalla giovanissima Veronica Cottu alle note del padre Paolo Cottu su Rover Mg, classe N1. Numerosi gli iscritti nelle classi A7, N3, A5 e N2 e non mancano neppure le auto storiche, le piccole e divertenti Autobianchi A112 di Giuseppe Tedde e Giuseppe Pirisinu e Nicolino Catgiu con David Pili.

Gli arcieri sardi in campo a Catanzaro per le finali nazionali del Trofeo Pinocchio

E’ il momento di scendere in campo per la rappresentativa sarda, impegnata, tra oggi e domani a Catanzaro, per le finali nazionali del Trofeo Pinocchio di tiro con l’arco.arco pinocchio 2016

 Di seguito l’elendo dei giovanissimi tiratori isolani, che hanno centrato la qualificazione, dopo le fasi regionali: Giovanni Lotta, Federico Puddu, Marta Leotardi ed Aurora Concu (Arcieri Uras), Anna Podda (Arcieri Nuragici Cagliari), Gabriele Fois e Lanfranco Secchi (Torres Sassari), Ionica Valentina Gavrila (Arcieri 4 Mori Cagliari), Maria Nevina Parodo (Arcos Nuoro), Pietro Fois e Maria Francesca Razzato (Arcieri Galluresi Telti), Francesco Didu (Sarcopos Muravera). La squadra è accompagnata dal presidente regionale della Fitarco Pino Spanu.

Tanti equipaggi pronti a darsi battaglia sulle strade del Rally Isola di Sardegna

Maurizio Diomedi e Vittorio Musselli presenti alla 2^ edizione del Rally Isola di Sardegna, la gara nuorese di Mediterranean Team e Porto Cervo Racing, in programma dal 25 al 26 giugno, che sarà valida sia come prima prova del Sardegna Rally Cup sia come Trofeo Strade del Cannonau. L’equipaggio da battere è quello formato dal vincitore della prima edizione e dell’ SRC 2015, RallydiNuoro015 1339 (1)Diomedi, il quale affronterà per la seconda volta gli asfalti nuoresi al volante della Ford Fiesta R5, navigata da Mauro Turati. L’appuntamento nuorese si preannuncia particolarmente interessante anche per Vittorio Musselli, portacolori, con Diomedi, della scuderia Porto Cervo Racing, il quale sarà impegnato più che mai nell’ottimizzare i tempi della sua Ford Fiesta R5, anche in quest’occasione a suo fianco il cugino Salvatore Musselli.

Il tracciato, che da Nuoro porta fino ai Comuni di Dorgali, Oliena, Orgosolo e Mamoiada, Sarule e Orani, misura 360 Km, con 87,69 km di prove speciali.

Tra i partecipanti spiccano Sebastiano Putzu e Angelo Serra su Peugeot 207 S2000, Cenzo Ledda, navigato da Francesco Curreli, su Mitsubischi Lancer Evo IX N4 leader della neo scuderia Autoservice Sport che schiera un bel numero di iscritti. Presenti anche il vincitori del Trofeo Yokohama, Marco Canu e Carlotta Piras su Mitsubishi Lancer Evo Ix N4 . Determinati a bissare il terzo posto dello scorso anno all’Isola di Sardegna saranno Alessandro Canalis e Matteo Fois su Renault Clio S1600, ma non mancheranno le sorprese da Pietro Mameli e Claudio Mele su Renault Clio R3c, Fabrizio di Monte e Luigi Bariani su Renault Clio R3c , Franco Catgiu e Stefano Achenza su Citroen C2 R2b, Marco Puddu e Alessandra Cancellu su Renault Twingo , Andrea Cocco e Roberto Cocco su Renault Clio Rs A7. Da seguire l’equipaggio della giovanissima Cottu che corre navigata dal padre Paolo Cottu su Rover Mg, classe N1. Numerosi gli iscritti nelle classi A7, N3, A5 e N2  e non mancano neppure le auto storiche, le piccole e divertenti Autobianchi A112 di  Giuseppe Tedde e Giuseppe Pirisinu e  Nicolino Catgiu con  David Pili.