Archivi per la categoria ‘Pallamano’

Serie A pallamano femminile: squadre in campo per il sesto turno

La massima serie della pallamano femminile vivrà domani il suo sesto atto stagionale: dopo cinque turni, la classifica è guidata dal terzetto formato da Conversano, 7bca37_abbccf45df674f9580cb0c25eff46607mv2Salerno ed Estense, tutte a punteggio pieno. Tutte e tre le compagini saranno impegnate in trasferta: le pugliesi dovranno vedersela con la Leonessa Brescia, mentre le estensi giocheranno in casa della Casalgrande Padana. Il compito, sulla carta più ostico, è quello che attende le campane, che sfideranno l’altra compagine ferrarese, l’Ariosto, che occupa attualmente la quarta posizione della classifica. In calendario anche le sfide Flavioni - Teramo, Mestrino – Dossobuono, Brixen - Messana. mentre il programma si chiederà domenica con l’incontro tra Nuoro e Cassano.

 

I risultati del secondo turno del girone A della serie A2 di pallamano maschile

Sabato scorso è andata in scena la seconda giornata del girone A della serie A2 di pallamano maschile, che vede, tra le protagoniste, la Verdeazzurro. La quale formazione ha osservato il turno di riposo, in attesa di affrontare il prossimo 12 novembre, dopo la sosta, il primo impegno casalingo contro il Leno.verdeazzurro

Di seguito i risultati del 2° turno:

Crenna – Città Sant’Angelo28 – 26

Povegliano – Parma 25 – 24

Leno – Molteno 19 – 27

Cassano Magnago – Ginnastica Spezia 24 – 20

Sconfitta all’esordio per la Verdeazzurro

Il viaggio della Verdeazzurro nel campionato di serie A2, il secondo dopo il ripescaggio, è iniziato con una sconfitta per 38 a 24 contro il Molteno, formazione tra le piùverdeazzurro accreditate del girone A. I sassaresi hanno retto il confronto per buona parte della prima frazione di gara. Poi, nella parte finale della stessa, i lombardi hanno piazzato un break importante, grazie al quale hanno chiuso il primo tempo sul + 6 (19 a 13, per poi prendere il largo nei secondi trenta minuti di gioco, durante i quali la Verdeazzurro, priva dell’apporto dell’allenatrice Patrizia Canu e scesa in campo in formazione rimaneggiata, non è riuscita a tenere il ritmo degli avversari, che hanno allungato fino al + 14 finale.

Altri risultati primo turno Girone A: Città Giardino – Leno 31 – 30; Parma – Cassano Magnago 21 – 22, Ginnastica Spezia 13 – 23.

Il prossimo 6 novembre festa del minihandball a Putifigari: una giornata da vivere tra sport e cultura

Il circuito regionale ASI di minihandball farà tappa, il prossimo 6 novembre, a Putifigari, dove andrà in scena una giornata da minivivere con passione ed entusiasmo, nel corso della quale l’aspetto sportivo si sposerà con quello culturale.  All’evento, che segue l’attività di beach handball svolta nei mesi estivi, parteciperanno le seguenti società: HCSassari, Lions Sassari, Pallamano Perfugas, Sardegna H.T., Cus Budoni, Pallamano Pimentel, H.T. Nuoro.

Le gare, riservate agli atleti delle categorie 2006/2007 e 2008/2009/2010, inieranno alle ore 11 presso la Palestra Comunale. Alle 13 è in programma il pranzo, organizzato con il contributo della locale Pro Loco in una grande sala annessa alla struttura sportiva. Poi, alle 15, è prevista la passeggiata archeologica con visita guidata alle Domus de Janas. Tutti i piccoli partecipanti riceveranno un premio.

Prenderà il via domani la stagione della Verdeazzurro: impegno in trasferta contro il Molteno

Sarà Molteno la prima tappa del secondo viaggio della Verdeazzurro nel campionato di serie A2 di pallamano maschile che i sassaresi, dopo l’amara retrocessione della passata stagione e il ripescaggio, affrontano con rinnovato entusiasmo e con la voglia di far valere le proprie potenzialità. La settimana, che ha preceduto il primo impegno stagionale, in programma per le ore 16:30 di domani, è stata alquanto infausta per il gruppo della Verdeazzurro, che affronterà la trasferta in formazione rimaneggiata e senza l’allenatrice Patrizia Canu, il cui posto, in panchina, verrà preso dalla vice, Patrizia Cossu.verdeazzurro

Mi dispiace moltissimo non poter essere a ianco alla mia vice – ha dichiarato Patrizia Canu -, ma questa è una prova a cui, prima o poi, i miei ragazzi dovevano sottoporsi. Quest’anno, ho detto loro, è il giro di boa, l’anno in cui da ragazzini devono diventare uomini e atleti, dopo aver dimostrato, nella stagione scorsa, di essere tra i migliori giovani in Italia. E questo non se lo devono dimenticare. Alla prima giornata andremo ad affrontare una vera e propria corazzata che non nasconde le proprie velleità di promozione. Noi, dopo la partenza a Bolzano di Mbaye che ringraziamo di cuore per il fantastico contributo dell’anno scorso, abbiamo dovuto rivedere alcune cose. Ma siamo abituati, da sempre, a cadere e rialzarzi. Poi, rispetto alla passata stagione, abbiamo recuperato il capitano e aggiunto tre ragazzi di Nuoro. Abbiamo una squadra molto aperta e sono convinta che potremo divertirci

In programma il terzo turno della massima serie di pallamano femminile

L’anticipo dell’11 ottobre tra Ariosto Ferrara e Brixen, vinto per 26 a 20 dalle estensi che conservano così la propria imbattibilità, ha aperto il programma del terzo turno della massima serie della pallamano femminile, che riparte dopo la pausa per gli impegni della Nazionale. federica-casu

Le altre sei sfide in programma andranno in scena nella giornata di domani, sabato 15 ottobre: le danze si apriranno  con il testa – coda, dall’esito apparentemente scontato, tra le campionesse d’Italia del Conversano e il Nuoro. Le pugliesi andranno alla caccia del terzo successo consecutivo al pari della Pdo Salerno, impegnata davanti al pubblico amico contro il Mestrino, della Leonessa Brescia, che ospiterà il Flavioni, e dell’altra compagine ferrarese, l’Estense, che dovrà vedersela con un avversario ostico quale è il Cassano Magnano. Si preannunciano ricche di motivi di interesse, infine, le sfide Messana – Casalgrande e Teramo – Dossobuono: gara, quest’ultima, che metterà di fronte due squadre che proveranno a cancellare lo zero dalla casella delle vittorie.

Serie A pallamano femminile: cinque squadre a punteggio pieno dopo due giornate

Nel fine settima del 1° ottobre è andata in scena il secondo turno della serie A di pallamano femminile, la cui classifica è guidata da cinque formazioni, che hanno bissato il successo della prima giornata: Conversano, Leonessa Brescia, Estense, Ariosto Ferrara e Pdo Salerno.zuin

Le pugliesi, campionesse d’Italia in carica, si sono imposte col punteggio di 28 a 34, sul campo del Dossobuono, che la settimana precedente aveva dato del filo da torcere alla Pdo Salerno. La quale, ancora una volta di misura, ha avuto ragione della Casalgrande Padana, sconfitta con il punteggio di 21 a 22.

Vittoria esterna anche per la Leonessa Brescia, che ha superato per 11 a 23 il Nuoro, tra le cui fila ha realizzato due reti la giovanissima sassarese, Giulia Madau.  Hanno concesso il bis le due squadre ferraresi: l’Estense ha vinto per 31 a 20 contro la Messana, mentre l’Ariosto Ferrara si è imposta per 19 a 25 sul campo del Mestrino.

Prime vittorie stagionali per Flavioni e Cassano Magnago: le laziali hanno sfruttato al meglio il fattore campo, sconfiggendo per 24 a 19 l’altra neo promossa, il Brixen, mentre le lombarde hanno sconfitto con un netto 39 a 29 il Teramo. In casa abruzzese, la sassarese Federica Casu ha realizzato tre reti.

 

 

Si gioca il secondo turno della massima serie di pallamano femminile

Si gioca oggi, sabato 1 ottobre, il secondo turno della massima serie dell’handball in rosa: ad aprire le danze, alle ore 16:30, saranno le matricole Flavioni e Brixen: le laziali cercheranno di regalare la prima soddisfazione ai propri sostenitori, mentre le altoatesini vanno alla ricerca di conferme dopo il netto successo all’esordio contro il Nuoro.  img_0118-470x353

E proprio la formazione barbaricina, mezzora più tardi, riceverà la visita della Leonessa Brescia, formazione reduce dal successo casalingo con il Mestrino. Sempre alle 17, le campionesse d’Italia in carica del Conversano saranno impegnate sul campo del Dossobuono, già capace nella prima uscita stagionale di creare grossi grattacapi alla Pdo Salerno. La quale, con inizio alle 18:30, giocherà in casa della Casalgrande Padana.

Alla stessa ora, a Ferrara, si troveranno di fronte Estense e Messana, entrambe alla ricerca del bis dopo la vittoria nella prima uscita stagionale. L’altra squadra di Ferrara, l’Ariosto, giocherà in casa del Mestrino (ore 18). Il programma del secondo turno si chiuderà domenica alle ore 15 con la sfida tra Cassano Magnago e Teramo, che cercheranno entrambe di conquistare i primi punti stagionali. (foto tratta dal sito www.palllamanomestrino.it)

 

Iniziata la massima serie di pallamano femminile: il punto sulla prima giornata

Se il buon giorno si vede dal mattino, anche quest’anno ci sarà da divertirsi per l’Amatori Conversano: sabato scorso le campionesse d’Italia in gangacarica hanno infatti bagnato il loro esordio nella stagione 2016 – 2017 dell’handball in rosa, sconfiggendo con un eloquente 41 a 17 la Casalgrande Padana. Un inequivocabile segnale di forza, lanciato dalle pugliesi alle contendenti al tricolore, in particolare alla Pdo Salerno, vittoriosa per 27 a 26 sulla matricola Dossobuono che, nonostante la sconfitta, ha confernato le buone impressioni destate in fase di precampionato.

Eccezion fatta per il Flavioni, sconfitta per 29 a 23 dall’Ariosto Ferrara, il primo turno ha sorriso a tutte le matricole del campionato. il cui organico quest’anno è stato allargato a 14 compagini (il tempo dirà se la quantità si sposerà con la qualità). L”altra compagine ferrarese, l’Estense, si è imposta per 22 a 25 sul campo del Teramo, tra le cui fila milita la sassarese Federica Casu, che ha realizzato due reti. La Leonessa Brescia ha sconfitto sul proprio campo per 28 a 25 il Mestrino. Il Brixen ha letteralmente travolto (31 a 11) il Nuoro, mentre la Messana, nel posticipo domenicale,  ha superato con il punteggio di 25 a 22 il Cassano Maagnago, finalista nella passata stagione.

Al via la massima serie della pallamano femminile: Nuoro difenderà i colori della Sardegna

L’attesa sta per terminare: meno di 24 ore e poi si alzerà il sipario sull’edizione 2016 – 2017 della massima serie della pallamano femminile, che vedrà al via ben 14 formazioni, tra le quali figura anche l’Hac Nuoro che, scampato il pericolo della mancata iscrizione, proverà a giocarsi le proprie chance di salvezza (retrocederanno le ultime due della classifica al termine delle ventisei giornate) con un gruppo di atlete locali under 18, una di esse è la sassarese Giulia Madau, rinforzato dalle “veterane” Silvia Basolu (1997), Maria Murgia (1994) e il portiere Verena conversano-1-e1473924058959Santamaria (1993). E saranno proprie le barbaricine, domani alle 16:30, ad aprire le danze della nuova stagione sul campo della neopromossa Brixen.

Le altre due squadre ammesse alla massima serie dopo essere passate dalla porta principale, cioè dopo aver vinto i play off del Campionato di Seconda DIvisione, sono Flavioni, che appare destinata a lottare per la retrocessione, e Dossobuono, squadra solida e ben amalgamata che potresse essere la rivelazione della stagione: le laziali esordiranno in casa dell’Ariosto Ferrara , mentre le venete saranno impegnate sul campo della Pdo Salerno.

Le campane di mister Cardaci, il cui roster è stato fortemente rinnovato, sembrano essere le candidate più accreditate per recitare il ruolo di anti Conversano nella corsa per lo scudetto. Le campionesse d’Italia in carica, che partono in pole position per profondità e solidità dell’organica, inizieranno il loro cammino davanti al pubblico amico contro la Casalgrande Padana.

Il Teramo, nato dalla fusione delle due realtà cittadine, Team Teramo e Nuova Hf Teramo, esordirà contro l’altra compagine ferrarese, l’Estense. Il Mestrino farà visita alla Leonessa Brescia, formazione ripescata al pari del Messana che, domenica alle ore 16:30 nell’ultimo incontro del primo turno, ospiterà le vice campionesse d’Italia in carica del Cassano Magnago. La società lombarda, negli ultimi giorni, è balzata agli onori della cronaca dei principali media, che di solito snobbano la pallamano femminile, per aver tesserato la figlia del tecnico dell’Inter, De Boer.