Archivi per la categoria ‘Pallamano’

Il Conversano vince il tricolore della pallamano femminile, prima storica affermazione per Giusy Ganga e compagne

Supercoppa, Coppa Italia e…scudetto: fantastico tris per il Conversano che, nella serata odierna, si è imposto sul campo del Cassano Magnago con il punteggio di 24 a 26, risultato grazie al quale hanno bissato il successo della gara andata, vinta per 28 a 19, e ha conseguentemente chiuso la serie di finale.conversano

Per le pugliesi si tratta del primo tricolore della loro storia: un risultato eccezionale che, siamo sicuri, sarà accolto con particolare soddisfazione anche in Sardegna, visto che, tra le protagonsite dell’ottima annata del Conversano, figura anche la nuorese Giusy Ganga, uno dei punti di forza del gruppo allenato da Sejmenovic, nel quale spiccano giocatrici del calibro di Martina Giona, miglior portiere del campionato, Laura Rotondo, Guendalina Madella, il capitano Stefania Chiarappa, la veterana Elena Barani, la serba Ljubica Ceklic e la giovane promessa Giada Babbo, senza dimenticare le varie Di Pietro, Piffer, Roscino, Lo Priore e Mastroscianni.

Per quel che riguarda la sfida odierna, bisogna dire che le ragazze del Cassano Magnago ha lottato con grande determinazione con l’intento di sovvertire un pronostico che le vedeva sfavorite. E, nelle prime fasi della contesa, le lombarde hanno fatto benissimo la loro parte, portandosi subito sul 6 a 3, ma le ospiti hanno prontamente ristabilito la parità, impattando sul 10 a 10, per poi allungare in maniera importante alla fine del tempo, chiuso sull’11 a 14.

Ma Cassano non ha mollato ed è riuscito ad impattare sul 22 a 22 a metà del secondo tempo. Ma in quel momento è emerso il maggior tasso tecnico ed esperienza di Laura Rotondo e compagne, che hanno piazzato l’allungo decisivo verso il sogno che è diventato  realtà.

Effettuato il sorteggio delle Finali Nazionali under 18 di pallamano: impegnate Verdeazzurro nel maschile e Nuoro nel femminile

Si è tenuto oggi, presso la sede della Figh a Roma, il sorteggio relativo alle fasi nazionali dei campionati giovanili, alle quali verde azzurroparteciperanno due squadre isolane,Verdeazzurro e Nuoro, attese  dalle finali under 18 maschile e femminile,  in programma, dal 4 al 7 giugno prossimi,  rispettivamente a Cassano e Conversano.

I ragazzi allenati da Patrizia Canu sono stati inseriti nel girone B insieme a Cassano Magnago, Cingoli, Atellana, Emmeti e Crenna. Nel girone A si affronteranno Merano, Fondi, Bologna, Pressano, Scuola Pallamano Valentino Ferrara e Parma.

Alle barbaricine, inserite nel gruppo A , l’urna ha riservato le sfide con Cassano Magnago, Montecarlo, Ariosto Ferrara, San Lazzaro e Brunico. Nell’altro raggruppamento si sfidereanno Flavioni, Mestrino, Conversano, Bolzano, Pontinia e  Marconi Jumpers.

Va al Conversano il primo round della finale scudetto della pallamano femminile

A caccia del tris, dopo aver messoin bacheca la Supercoppa e la Coppa Italia, il Conversano  ha sconfitto per a 19 il Cassano Magnago in gara 1 della finale scudetto della pallamano femminile. Fra una settimana, Giusy Ganga  e compagne avranno a disposizione la prima chance per chiudere i conti e cucirsi sul petto il primo tricolore della storia  del sodalizio pugliese.Conversano

Mentre le lombarde, vera sorpresa della stagione in corso, dovranno sfruttare il fattore campo per provare a scrivere un’altra pagina di una favola già straordinaria e per allungare la serie fino alla bella.

La partita odierna è stata caratterizzata da un avvio sprint delle pugliesi, che hanno piazzato un break iniziale di 4 a 0, grazie anche a un’ottima difesa, nella quale ha spiccato una Martina Giona straordinaria. Le lombarde hanno scardinato il bunker del Conversano dopo ben 11 minuti con Dalla Costa  (4 a 1).

Poi, dopo il rigore del 5 a 1 di Guendalina Madella, le cassanesi hanno stretto le maglie in difesa e hanno riequilibrato il punteggio (5 a 5), grazie alle reti di Oliveri e Di Cesare. Un altro tiro dai sette metri di Madella e Barani per il 7 a 5 delle padrone di casa, il cui tentativo di fuga è stato prontamente rintuzzato dalle ospiti, che hanno ristabilito la parità con due realizzazioni di Clerici.

Ma è stato l’ultimo acuto del Cassano, poiché, nel finale del tempo, il Conversano ha fatto la voce grossa, piazzando un break di 4 a 0, che ha dato lo slancio per l’allungo decisivo del secondo tempo, letteralmente dominato dalle ragazze di Sejmenovic.

 

La pallamano sarda scende in campo nel ricordo del presidente della Sinergia, Marco Ruggieri

La pallamano isolana scenderà in campo domani al PalaSantoru per la prima edizione del “Sardegna Handball Cup”. torneo seniores dedicato alla memoria del presidente della Sinergia, Marco Ruggieri, scomparso poco più di un mese fa a soli 51 anni.

Di seguito il programma della manifestazione:Memorial

ore 15: Lions – Verdeazzurro

ore 15:45:  Sinergia Sassari A – Perfugas

ore 16:30: Verdeazzurro – Sinergia Sassari B

ore 17:15: Sinergia Sassari A- Pall. Selargius

ore 18:Sinergia Sassari B – Lions Sassari

ore 18:45:Pall. Selargius – Pall. Perfugas

ore 19:45: Finale 1° – 2° posto

Fasano e Bolzano si contenderanno il tricolore della pallamano maschile italiana

Come era accaduto nella passata stagione, saranno amcora Fasano e Bozen a contendersi il tricolore della pallamano maschile italiana, che verrà assegnato sulla base di due gare, la prima delle quali andrà in scena domani alle ore 20:30 al Palazzetto di Noci, casa del Fasano, mentre il ritorno è in programma per il prossimo 20 maggio in terra altoatesina.

E che lo spettacolo abbia inizio, difficile, se non impossibile, fare pronostici. C”è una sola certezza: lo scudett si giocherà tra Trentino Alto Adige e Puglia, le due regioni che hanno dominato la scena negli ultimi anni.

Teramo e Cassano per continuare il sogno tricolore: Daniela Canessa presenta la sfida che vale la finale

Quale squadrà contenderà al Conversano lo scudetto della pallamano femminile per la stagione 2014 – 2015? Lo scopriremo domenica 10 maggio alle ore 17, quando al Pala San Nicolò di Teramo andrà in scena la “bella” tra la compagine abruzzese e il Cassano.Daniela Canessa

Nelle prime due partite di semifinale è letteralmente saltato il fattore campo: in gara 1, giocata in Abruzzo, le lombarde si sono imposte per 28 a 30, ma la settimana successiva hanno fallito il match ball, facendosi soprendere davanti al pubblico amico da Daniela Palarie e compagne, che hanno riequilibrato la serie, vincendo per 24 a 28.

E ora è arrivato il momento della sfida senza appello. Chi la spunterà? Impossibile fare pronostici.  Entrambe le squadre hanno dimostrato di valere la finale e sono pronte a darsi battaglia sportiva per continuare vivere il sogno tricolore.

Siamo preparate per affrontare questa importante sfida – ha dichiarato Daniela Canessa, pivot del Teramo -. In allenamento stiamo lavorando duramente per migliorare e per correggere gli errori fatti nelle prime due partite di semifinale, che sono state molto combattute.

Cassano è una bella squadra - ha aggiunto la giocatrice cilena –  che ha dimostrato tutto il suo valore nel corso della stagione. Per tale motivo siamo ben consapevoli delle difficoltà che dovremo affrontare, ma siamo pronte e giocheremo con tanta grinta e voglia di vincere per centrare l’obiettivo della finale.

Per la nostra squadra è stata una stagione difficile – ha chiuso Daniela Canessa -, ma siamo riuscite ad andare avanti contro tutto e  contro tutti, a dispetto dei pronostici e di chi ci augurava del male. Ed essere arrivati a questo punto rappresenta per noi un grande premio. Ma non ci accontentiamo, domenica lasceremo tutto in campo

 

Erica Losco racconta la straordinaria stagione del Mestrino: dopo un anno di purgatorio le venete tornano nel paradiso della massima serie

Le cinque vittorie  nella fase finale del Campionato di Seconda Divisione di Pallamano femminile, unite a quelle ottenute nella prima parte di stagione, hanno certificato l’ottimo lavoro del Mestrino società da sempre attenta alla valorizzazione delle giovani atlete che, dopo un solo anno di purgatorio, torna nel paradiso della massima serie.

Siamo riuscite a primeggiare nella Poule Promozione al termine di tre giorni faticosi ma, allo stesso tempo, entusiasmanti, nel corso dei quali abbiamo superato tutte le nostre avversarie – ha dichiarato Erica Losco, punto di forza della compagine veneta -. Io e le mie compagne siamo riuscite a giocare di squadra nonostante alcune assenze importanti alle quali abbiamo dovuto far fronte nell’ultimo periodo.

La nostra avventura era iniziata nel girone veneto – friulano nel quale abbiamo ottenuto dieci vittorie su altrettanti incontri disputati e abbiamo portato avanti un lavoro che ci ha permesso di amalgamare il blocco dell’under 18 con le atlete più esperte. Nonostante il risultato ci abbia premiato al massimo livello non è stata un’annata facile, dovendo riadattare il gioco a un livello tecnico più basso.Erica Losco

In questo torneo finale, appena concluso, siamo partite concentrate superando agevolmente nella prima giornata il Carnago per poi regolare nel pomeriggio il Palermo, giunto alla fine quarto. Nella seconda giornata abbiamo affrontato le squadre altoatesine soffrendo un po’ il loro gioco intenso e fisico. In mattinata siamo riuscite a superare lo Schenna, gara che ci ha regalato matematicamente la promozione in Prima Divisione femminile. Nel pomeriggio abbiamo accusato un po’ di stanchezza dovuta al ridotto tempo di riposo tra una gara e l’altra lottando punto a punto con Brunico. La gara si è conclusa in parità per poi spuntarla ai tiri di rigore. Nell’ultimo match, per il platonico primo posto, abbiamo trovato una prestazione importante da parte di tutte le atlete, superando la corazzata Teramo con il punteggio di 30 a 20 e concludendo la poule al comando della classifica.

Sono molto soddisfatta di questa stagione sportiva perché ci riporta ad un livello più consono alla nostra società nella speranza di allestire, il prossimo anno, una formazione che ci consenta di conservare la categoria, permettendo l’inserimento e la crescita delle giovani atlete del nostro vivaio”

Lo Schenna è la terza squadra promossa in serie A

La terza squadra promossa in serie A, dopo Mestrino e Teramo, è lo Schenna che, nella mattinata odierna, ha sconfitto con il punteggio di 28 a 24 lo Scinà Palermo in  quello che era un vero e proprio spareggio promozione.

Il Mestrino  ha vinto per 30 a 20 lo scontro al vertice con le abruzzesi e ha chiuso la poule promozione in prima posizione.  Nella prima mattinata, il Bruneck, che ieri aveva perso ai rigori contro le venete, aveva sconfitto per 28 a 22 il Carnago, che chiude così la sue esperienza con zero punti all’attivo.

Serie A pallamano femminile: Conversano vola in finale

La sfida tra Conversano e Salerno, che ha caratterizzato le ultime due stagioni della pallamano femminile italiana, si è chiusa a favore delle pugliesi che, dopo aver vinto gara 1 per 33 a 29, si sono ripetute nella sfida di ritorno, imponendosi per 22 aPallamano 26 alla Palestra Palumbo del capoluogo campano, e puntano ora al terzo titolo della stagione, il tricolore, dopo la Coppa Italia e la Supercoppa.

Alle salernitane, che cedono lo scettro, va riconosciuto di aver lottato con tenacia in entrambe le gare. La sfida di ieri è stata caratterizzata da una fase iniziale equilibrata, poi le pugliesi hanno provato ad allungae (7 a 11), ma hannosubito la pronta risposta delle padrone di casa, capaci di erodere lo svantaggio fino al – 1 di fine primo tempo (12 a 13).

Rimonta completata ad inizio ripresa (14 a 14), poi le salernitante hanno messo la testa avanti (18 a 16), ma le ospiti sono riuscite a tenere il passo e, nel finale, hanno piazzato l’allungo decisivo verso la finale scudetto.

Saranno Scinà Palermo e Schenna a contendersi la terza promozione nella massima serie

Al termine della seconda giornata di gare della fase finale della Seconda Divisione di pallamano femminile resta da definire Scinàsolo il nome della squadra che accompagnerà Mestrino e Teramo nella massima serie.

A contendersi l’ultimo posto utile saranno lo Scinà Palermo, vittorioso nel quarto turno per 24 a 17 sulla Virtus Carnago e lo Schenna, sconfitto per 29 a 22 dal Teramo. Domani mattina, alle ore 10:30, le due compagini si affronteranno in quello che sarà un vero e proprio spareggio promozione.