Archivi per la categoria ‘Pallamano’

La Di Nardo concede il bis, superata la Sassari 76 con il punteggio di 13 a 24

Il girone H della Seconda Divisione di pallamano femminile, la sfida infinita tra Sassari 76 e Francesca Di Nardo, è proseguito sabato scorso con la seconda gara in calendario, terminata con la vittoria per 13 a 24 della formazione allenata da Koka Bastovanovic, che ha così bissato il successo ottenuto lo scorso 22 novembre.Di Nardo

Dopo venti giorni, come dimostra il risultato, è apparso ancora evidente il gap, tecnico e fisico, tra le due squadre ed è chiaro come le ragazze allenate da Carlo Baroffio debbano ancora lavorare per limare i difetti  e per crescere dal punto di vista tecnico, tattico e fisico.

In avvio di gara, grazie alle reti di Cristina Piras, la Sassari 76 ha provato a tenere il passo delle avversarie. Ma è stato un fuoco di paglia.  Sul punteggio di 3 a 4, la Di Nardo ha preso in mano le redini del gioco e ha fatto valere la propria superiorità, piazzando un parziale mortifero di 1 a 12, grazie al quale ha chiuso il primo tempo sul 5 a 15, trascinata dalle giocate di Fernandez Garcia, Fabiana Mura e Claudia Gana.

Sassari 76Ben poco da segnalare nella ripresa, nel corso della quale le ragazze di Koka Bastovanovic – che ha dato minuti importanti ad alcune giovani, come Emma Solinas -  hanno gestito il vantaggio senza particolari patemi d’animo. E ora il campionato si ferma in concomitanza delle festività natalizie. Le due squadre si ritroveranno il prossimo 17 gennaio al PalaSantoru per la terza sfida in calendario.

Sassari 76 – Francesca Di Nardo 13 – 24 (p.t. 5 – 15)

Sassari 76: Piu, Garau, Ara, Canova 2, Chessa 3, Demurtas, Dossona, Losengo, Mossa 2, Orrù, Piras 6, Sedda. All. Baroffio.

Francesca Di Nardo: Moni, Beccari, D’Alò, Dettori 2, Fogli, Gana 4, Mura 5, Pintus 1, Rubelli, Vargiu, Solinas 1, Scanu 3, Marras 1, Fernandez Garcia 7. All. Bastovanovic.

 

Sassari 76 e Di Nardo si troveranno di fronte al PalaSantoru per la seconda giornata del girone H del campionato di Seconda Divisione

La prima delle otto sfide tra la Sassari 76 e la Francesca Di Nardo era andata in archivio, lo scorso 22 novembre, con la vittoria per 24 a 19 Sassari 76delle atlete allenate da Koka Bastovanovic che, trascinate dalle esperte Fabiana Mura e Claudia Gana, costruirono il loro successo con un’accelerazione tra la fine del primo e l’inizio del secondo tempo.

Domani sera, a circa venti giorni di distanza dalla prima partita, le due squadre, uniche rappresentanti della pallamano femminile sassarese nei tornei nazionali, si troveranno di fronte per la seconda giornata del girone H del Campionato di Seconda Divisione di pallamano femminile.

La Di Nardo proverà a concedere il bis, mentre le ragazze guidate in panchina da Baroffio scenderanno in campo con l’obbiettivo di portare a casa il primo successo stagionale, partendo dallo spirito e dalla determinazione mostrate nella parte parte finale della gara d’esordio, quando riuscirono a risalire dal – 11 al – 5.

Non mancano, quindi, i presupposti per assistere a una gara avvincente: l’appuntamento è fissato per le ore 19, si giocherà presso il PalaSantoru di via Venezia.

Serie B pallamano maschile: la Verde Azzurro vince il derby con la Lions

Venerdì scorso è andato in scena, presso il PalaSantoru di Sassari, il derby tra la Verde Azzurro e la Lions Handball, valido per la prima giornata del campionato di serie B di pallamano maschile.Verde-azzurro

La partita, vibrante e combattuta, è terminata con la vittoria per 27 a 25 dei giovani ragazzi allenati da Patrizia Canu, i quali hanno costruito il loro successo con un primo tempo giocato in maniera pressochè perfetta, come si evince dal parziale di 17 a 8, maturato dopo i primi trenta minuti di gioco.

Nella ripresa è uscito fuori il carattere dei giocatori della Lions, alcuni dei quali di provata esperienza, che hanno, in parte eroso lo svantaggio, arrivando fino al – 1, ma la Verde Azzurro ha resistito con tenacia e determinazione, portando a casa in primi punti della stagione.

Per una volta voglio fare i complimenti ai miei ragazzi, senza sottoporli a critiche continue, come di solito faccio dopo ogni gara – ha dichiarato il tecnico della Verde Azzurro, Patrizia Canu -. I miei atleti mi hanno regalato quaranta minuti di azioni fulminanti, concretizzando la mia idea di pallamano.

La squadra avversaria schiera elementi di prima qualità, come, solo per citarne alcuni, Stefano Murgia, Maurizio Pilo, Alessandro Ganau e Marco Colombino, vecchie volpi dei campi di gioco - ha detto ancora Patrizia Canu – . Ma noi siamo stati bravi. Non abbiamo avuto alcun timore riverenziale, a dimostrazione del fatto che stiamo crescendo, che stiamo acquisendo sicurezza nonostante la giovane età. Ed è questo l’obiettivo primario della nostra partecipazione al campionato di serie B. Personalmente sono dispiaciuta per non aver potuto utilizzare Davide Demontis, neo acquisto di quest’anno, ma la stagione è lunga e avrà il tempo e l’occasione, già dalla prossima gara, di mostraretutto il suo valore”.

Nonostante la sconfitta, la Lions è pronta a ripartire dall’entusiasmo e dalla grinta mostrate nel secondo tempo, come ha dichiarato l’allenatrice, Zucchi Pastor :”Abbiamo pagato a caro prezzo l’approccio sbagliato alla gara. Ci siamo trovati subito a rincorrere e ci siamo fatti prendere dal nervosismo, peccando in precisione e lucidità. Voglio fare i complimenti ai miei ragazzi per la reazione del secondo tempo, nel corso del quale hanno giocato con il cuore. Per ora applaudiamo i nostri avversari, mentre noi pensiamo già al prossimo impegno, consapevoli di dover lavorare per raggiungere la condizione fisica ottimale. Per quel che mi riguarda, in futuro, dovrò essere brava a calmare i ragazzi. Dovrò porre naggiore attenzione su questo aspetto fondamentale, visto che il nervosismo è stato una della chiavi della nostra sconfitta“.

La Lions avrà subito un’occasione di riscatto, dovendo affrontare, il prossimo 6 dicembre,, il Nuoro, reduce dallo sfortunato esordio con il Selargius. In programma, per il secondo turno, anche la sfida Perfugas – Selargius, mentre la Verde Azzurro osserverà un turno di riposo.

 

 

Prima storica esperienza nel campionato di serie B di pallamano maschile per la Lions Handball Sassari

Giunta al terzo anno di attività, la Lions Handbal Sassari sta per compiere un grande passo e si prepara a vivere la prima storica esperienza nel campionato di serie B di pallamano maschile, al quale partecipano anche Nuoro, Perfugas, Selargius e Verde Azzurro, formazione contro la quale i ragazzi guidati in panchina da Zucchi Pastor giocheranno la loro prima sfida stagionale (venerdì 27 novembre, ore 21, PalaSantoru). Pastor

Tutto è nato per gioco – ha dichiarato ‘ Zucchi Pastor, fondatrice della società- Avevo a disposizione sei ragazzi under 16/18, ma non avendo iscritto la squadra al campionato di categoria, ho deciso di iniziare quest’avventura, affiancando agli atleti cresciuti nella Lions Handball Sassari (Antonello Masia,  Roberto Peano, Giovanni Barone, Samuele Dossona, Antonio Fois, Alessandro Carta) un gruppo di giocatori esperti, come Luca D’Alò, Stefano Murgia, Massimiliano Deligios, Maurizio Pilo, Giacomo Chessa, Marco Colombino, Luca Derenzi, Alessandro Ganau, Cristian Doro, Vincenzo Porcheddu, Giuseppe Ledda, Francesco Sanna, Emanuele Griva e Marco Casula.

Trovo  molto stimolante allenare un gruppo così ampio.  – ha detto ancora  Zucchi Pastor – Avrò solo da guadagnare da questa esperienza, nel corso della quale avrò al mio fianco Andrea Takacs.  L’obiettivo primario della nostra stagione sarà la crescita dei giovani, i quali avranno una buona occasione per impararare dai grandi. I giocatori esperti, da stimare per la loro voglia e il loro entusiasmo,  dovranno essere un esempio per tutti. Cercheremo di  giocare una buona pallamano con la speranza che possa essere anche vincente. Il mio augurio – ha concluso Zucchi Pastor -  è che, alla fine del campionato, ognuno di noi possa aver aggiunto qualcosa al proprio bagaglio personale“.

 

 

 

Gli atleti della Verde Azzurro pronti a vivere una stagione da protagonisti

Per il secondo anno consecutivo, i giovani e talentuosi atleti della Verde Azzurro si presenteranno ai nastri di partenza del campionato di serie B di pallamano maschile. L’esperienza vissuta nella passata stagione, la prima contro i master, è servita ai ragazzi allenati da Patrizia Canu per accrescere la consapevolezza nei propri mezzi e ora i ragazzi sono pronti a vivere una stagione da protagonista sia nel massimo campionato regionale sia nel torneo under 18. Verde-azzurro

Nella passata stagione, i miei atleti hanno avuto tante possibilità di confronto ad alto livello, dalle sfide contro giocatori di grande qualità ed esperienza nel campionato di serie B alla partecipazione alle Finali Nazionali under 16 e al Trofeo Internazionale di Praga, e hanno fatto notevoli passi avanti nel loro percorso di crescita.  -  ha dichiarato l’allenatrice Patrizia Canu -. Quest’anno dobbiamo continuare a lavorare con la stessa determinazione affinchè il  gruppo,  formato per intero da atleti under 17, possa palesare ulteriori miglioramenti. Dobbiamo attendere le prime partite per sapere quale ruolo potremmo recitare nel campionato di serie B, che si preannuncia impegnativo e spettacolare. Per quel che mi riguarda, sono fiduciosa e convinta del valore del mio gruppo, che è lo stesso della passata stagione (Luigi Bianco, Francesco Campus, Francesco Cherosu, Alessio Delogu, Nicola Idili, Nicola Sagoni, Andrea Spanu, Marco Spanu, Riccardo Venerdini, Domenico Vigliani, ndr) “, fatta eccezione per l’inserimento di Davide Demontis

I ragazzi della Verde Azzurro faranno il loro esordio nella gornata di domani con un doppio impegno, che potrebbe già dare le prime indicazioni sulle possibilità della compagine allenata da Patriza Canu. Alle 15:30 è in programma la sfida contro l’Hac Sassari di Gian Mario Pittorru, valida il campionato under 18, mentre alle ore 21 si alzerà il sipario sul campionato di serie B con il derby con la Lions Handball Sassari

La stagione delle ragazze della Verde Azzurro, che partecipano al campionato under 16/under 18, è iniziata domenica scorsa con la sfida contro il Nuoro, che si è imposto con il punteggio di 22 a 17.

Per le nostre atlete, tutte nate dal 2000 in poi, si è trattato di una prova importante contro una squadra più grande ed esperta, che propone una buona pallamano  – ha detto ancora Patrizia Canu -. Per quasi tutta la partita, nonostante non avessere un cambio in panchina,  sono riuscite a tenere testa alle avversarie. Sia io sia Patrizia Cossu siamo contente della  prestazione di tutte. Sono soddisfatta anche per l’arrivo di Giulia Cosseddu, una giovanissima che ci darà tante soddisfazioni e che ci farà divertire . Sabato prossimo dovremo vedercela con il Selargius. Il nostro obiettivo è ricostruire il movimento femminile. Siamo ottimisti”.

 

Conversano saldo in testa alla classifica della serie A di pallamano femminile

La seconda giornata di ritorno della serie A di pallamano femminile, apertasi con la vittoria per 34 a 28 della Pdo Salerno nell’anticipo con il Casalgrande Padana, si è chiusa sabato scorso con le affermazioni casalinghe di Conversano, Teramo e Cassano Magnago.

Le pugliesi, prime della classe, hanno avuto ragione senza particolari patemi d’animo della cenerentola del campionato, il Dossobuono, superarata con l’eloquente punteggio di 16 a 28.

Le abruzzesi hanno interrotto la striscia vincente del Ferrara, imponendosi per 24 a 22, mentre il Cassano ha regolato con il punteggio di 30 a 25 il Nuoro.

Nel fine settimana è andata in scena la doppia sfida europea della Pdo Salerno che, pur lottando con grinta e determinazione, non ha potuto nulla contro lo strapotere del Bera Bera, che ha ottenuto così il pass per il turno successivo della Copp Ehf.

La Di Nardo vince la prima sfida con la Sassari 76

Sabato scorso ha preso il via il girone H del Campionato di Seconda Divisione di pallamano femminile, che vede protagoniste la Francesca Di Nardo e la Sassari 76. Le due formazioni si sono affrontate al PalaSantoru per la prima delle otto sfide in calendario.Sassari 76

Ad imporsi con il punteggio di 24  a 19 è stata la Francesca Di Nardo, che ha fatto valere il maggior tasso di esperienza sulle volenterose e combattive giovani a disposizione di coach Baroffio.

In avvio di gara, la Sassari 76, trascinata da Cristina Piras (miglior marcatrice della sua squadra con 8 reti all’attivo), ha tenuto il ritmo delle avversarie, portandosi anche in vantaggio sul 2 a 3.

Nella fasi successive della contesa, la Di Nardo ha limitato il potenziale offensivo delle rivali, proponendo una difesa individuale su Cinzia Canova, e ha ribaltato la situazione, grazie alle ottime giocate delle veterane Fabiana Mura e Claudia Gana, chiuedendo il primo tempo sul 15 a 9.

Di NardoAd inizio ripresa, la Di Nardo, complici alcuni errori di Canova e compagne, hanno piazzato l’allungo decisivo, toccando gli undici punti di vantaggio (21 a 10). Nel finale di gara è arrivata la reazione di orgoglio delle ragazze di Baroffio, che sono state capaci di rendere meno pesante il passivo: una risposta importante in vista dei prossimi impegni, quando, limitando gli errori, Laura Piu e compagne potrebbero dare del filo da torcere alle esperte avversarie. Le due squadre si troveranno di fronte, per la seconda sfida stagionale, il prossimo 13 dicembre alle ore 19 presso il PalaSantoru di via Venezia.

Tabellino

Francesca Di Nardo – Sassari 76 24 – 19 (p.t. 15 – 9)

Francesca Di Nardo: Bellari, D’Alò 1, Dettori 2, Fogli, Gana 7, Mura 9, Pintus 1, Rubelli, Vargiu, Zorda, Solinas 4, Unida. All. Bastovanovic.

Sassari 76: Canova 3, Chessa 2, Demurtas, Dossona 3, Garau, Losengo 1, Mossa, Orrù 2, Piras 8, Piu, Sedda, Ara. All. Baroffio.

Inizia la 2^ Divisione di pallamano femminile, domani si giocherà la prima sfida tra Sassari 76 e Di Nardo

Nel pomeriggio di domani  prenderà il via l’avventura della Sassari 76 e della Francesca Di Nardo nel campionato di Seconda Divisione Femminile. Le due squadre, rimaste uniche rappresentanti della scuola della pallamano femminile sassarese nei tornei nazionali, sono attese d aotto scontri diretti, al termine dei quali si conoscerà il nome della squadra che accederà alla fase nazionale della seconda serie dell’handball in rosa. Sassari 76

La Sassari 76, affidata alle cure di Carlo Baroffio, schiera un gruppo di giovani atlete (Cristiana Ara, Cinzia Canova, Marta Chessa, Camilla Demurtas, Cristina Dossona, Iole Garau, Claudia Losengo, Angela Mossa, Alessia Orrù, Cristina Piras, Laura Piu, Giulia Sedda), che proveranno a continuare il loro percorso di crescita.

Dopo l’esperienza maturata un paio di stagioni fa con la Città dei Candelieri – ha dichiarato coach Baroffio – ho avuto modo di apprezzare il modo di lavorare delle giocatrici. Per tale motivo ho accettato di allenare questo gruppo di ragazze giovani, le quali, dai primi del mese di  settembre, stanno lavorando in palestra con entusiasmo “.

La Di Nardo, allenata da Koka Milatovic, propone il solito mix di esperienza e gioventù, con atlete come, solo per citarne alcune, Fabiana Mura e Claudia Gana, veterane dei campi di pallamano, e Martina Unida e Piera Zorda, giovani promesse dell’handball sassarese.

Gli anni gloriosi della pallamano femminile sassarese sono ormai un ricordo lontano, ma le due squadre meritano ugualmente attenzione perché tengono vivo un movimento che ha regalato gloria allo sport della nostra città, con la speranza che possano ritornare i fasti di un tempo. L’appuntamento è fissato per le ore 18: 30, si giocherà presso il PalaSantoru di via Venezia, tempio dell’handball sassarese,

 

 

Continua il volo del Conversano, la Pdo Salerno attesa dall’impegno europeo contro le iberiche del Bera Bera

Lo scorso 20 settembre, la sfida tra Teramo e Conversano si chiuse con la sorprendente vittoria delle abruzzesi per 29 a 26. Da allora le pugliesi non hanno sbagliato più un colpo e sabato scorso si sono vendicate, sportivamente parlando, superando le rivali con l’eloquente punteggio di 38 a 29.Pallamano

Il settimo succesco consecutivo permette a Laura Rotondo e compagne di staccare proprio le abruzzesi e di conquistare in solitario la vetta della classifica della serie A di pallamano femminile.

Sembra non conoscere soste la corsa del Ferrara capace di inanellare la quinta vittoria di fila, grazie alla vittoria per 27 a 22 contro il Cassano Magnago, mentre il Dossobuono, sconfitto per 29 a 21 dal Casalgrande Padana, deve rimandare ancora una volta  l’appuntamento con la prima vittoria stagionale.

Turno amaro anche il Nuoro, altra matricola della categoria, sconfitto davanti al pubblico amico dalla Pdo Salerno, vittoriosa per 18 a 23.

Le campane sono tornate in campo martedì scorso per affrontare il Casalgrande Padana in un incontro valido per l’anticipo della nona giornata. La vittorie per 34 a 28 consente ad Antonella Coppola e compagne di volare momentaneamente in seconda posizione e di preparare con il giusto spirito la doppia sfida contro il Balonmano Bera Bera, valida per il terzo turno della Coppa Ehf.

La gara di andata si giocherà venerdì 21 novembre alle ore 20, quella di ritorno domenica 23 novembre alle ore 18. Entrambe le partite si giocheranno presso la Palestra Palumbo del capoluogo campano. L’apporto del pubblico sarà fondamentale per le salernitane, nell’occasione rinforzate dagli innesti di Parini e Del Balzo, attese da un impegno proibitivo, se non impossibile,  in considerazione del valore della corazzata iberica.

Serie A1 pallamano femminile: Teramo e Conversano chiudono il girone di andata in testa alla classifica

Al termine del girone di andata della serie A1 di pallamano femminile due squadre, Teramo e Conversano, guidano la classifica con 18 punti Pallamanoall’attivo. Nell’ultimo turno le pugliesi, pur prive dell’infortunata Ganga, hanno inanellato il sesto successo consecutivo, superando con l’eloquente punteggio di 24 a 16 il Cassano Magnago, mentre le abruzzesi – che possono contare sulla miglior marcatrice del campionato, Daniela Palarie -  hanno vinto per 30 a 25 contro il fanalino di coda, Dossobuono.

Perde leggermente contatto dalla coppia di vetta la Pdo Salerno, sconfitta ai rigori per 25 a 24 dalla lanciatissima Ariosto Ferrara, capace di portare a casa il quarto successo consecutivo. Per le campane non mancano le attenuanti, legate all’assenza di Rita Trombetta e all’espulsione del portiere, Martina Iacovello.

Il Casalgrande Padana ha riassaporato il gusto della vittoria, imponendosi con il punteggio di 27 a 39 in casa del Nuoro, grazie a un’ottima impressione di Ilenia Furlanetto, che ha chiuso con 11 reti all’attivo.