Archivi per la categoria ‘Torres’

Le parole della dirigenza rossoblù in merito alla sentenza e alle voci di mercato su Musto

Per i due punti persi a Viterbo, con due rigori inesistenti, nessuno può farci più niente, ma per la sentenza restiamo ancora fiduciosi e speriamo che l’appello ci restituisca quanto tolto ingiustamente”. Musto

Il responsabile tecnico della Torres, Giuseppe Pisano, commenta così all’indomani della sentenza del Tribunale federale della Figc: “E’ inaccettabile che oltre ad averci mandato in serie D, senza alcuna prova, e non lo dico solo io, ma riprendo le parole dello stesso Procuratore del Collegio del Coni, si sia arrivati a questa ulteriore penalizzazione, oltretutto in un altro campionato e in un momento così delicato del torneo. Certamente non ci faremo abbattere da questo. I ragazzi hanno passato diverse vicissitudini quest’anno, sono stati messi duramente alla prova ma siamo certi che risponderanno sul campo e venderanno cara la pelle fino alla fine”.

Sul ricorso che sarà presentato dai legali rossoblu: “Nonostante tutto quello che ci è successo, e ad oggi siamo la squadra che ha pagato più di tutti, a fronte di un’assenza totale di riscontri alle accuse mosse, cerchiamo di pensare positivo – prosegue Pisano- e a sperare che questo campionato, in cui abbiamo investito tanto, non venga deciso nelle aule di tribunale”.

 Per quanto concerne le voci di mercato (la sessione si è chiusa ieri), il direttore sportivo, Andrea Colombino, commenta così: “Eravamo a conoscenza del fatto che Lorenzo Musto sarebbe stato ieri a Milano, accompagnato dal suo procuratore che lo ha proposto a diverse società di serie superiore.

Il ragazzo sta facendo benissimo ed è normale che possa attirare l’attenzione di molti però la Società è stata chiara anzitempo dichiarando che qualsiasi interesse nei confronti del giocatore doveva pervenire, in primis, a noi che rimaniamo proprietari del cartellino. In questa situazione il procuratore del ragazzo, mai spettatore alle partite di questa stagione o alle sue convocazioni in rappresentativa, a nostro avviso non ha agito per il bene di Lorenzo. A volte si creano aspettative e illusioni che rischiano di distogliere dalla realtà e dal mero lavoro sul campo, per questo vivere dal vivo il mercato può essere stato utile per lui.

La realtà è che non ci sono state proposte all’altezza del valore del giocatore, né per la Società né per lui, e riteniamo che possa proseguire il cammino che ha iniziato con noi con la serietà e l’umiltà che lo hanno sempre contraddistinto e che certamente gli consentiranno di avere un futuro luminoso. In tal senso la Torres non ha intenzione di ostacolare la sua ascesa. Mercoledì riprenderà il lavoro con i compagni e i tecnici. Ora più che mai – conclude Colombino- la Torres ha bisogno di impegno, determinazione e della grande voglia di riscatto da parte di tutti”.

Quattro punti di penalizzazione per la Torres

Il Tribunale Nazionale della Figc ha reso note, nella giornata odierna, le sentenze in merito al secondo filone dell’inchiestaIMG_0641 Dirty Soccer, che vede, tra le squadre coinvolte, anche la Torres, condannata nel primo processo alla retrocessione in Serie D, per le vicende legate alla sfida con il Pisa, valida per la Coppa Italia di Lega Pro. Alla società sassarese, oggi, è stata inflitta una penalizzazione di 4 punti (uno per la gara con la Pro Patria per responsabilità presunta e tre per quella col Monza per responsabilità oggettiva) e una multa di 10.000 euro.

Due rigori condannano la Torres alla sconfitta sul campo della Viterbese

Due rigori, uno per tempo, di Boldrini condannano la Torres alla sconfitta sul campo della Viterbese, diretta concorrente nella corsa per il salto di categoria. Si ferma così, dopo tredici risultati consecutivi, la marcia vincente dei rossoblù, che ora attendono la sentenza del Tribunale Federale Nazionale della Figc. Se dovessero essere confermati i sette punti di penalizzazione, chiesti dalla Procura Federale, il cammino della Torres si farebbe in salita.Musto

Tornando alla partita odierna, i rossoblù hanno subito, nelle fasi iniziali, le iniziative dei gialloblù locali, i quali, nei primi minuti di gioco, hanno collezionato ben sei tiri dalla bandierina e hanno sfiorato la segnatura con Boldrini e Selvatico.

La Torres è uscita dal guscio intorno alla mezzora di gioco, con un’iniziativa di Lisai, ma, a tre minuti dal riposo, i padroni di casa hanno sbloccato il risultato. Nella ripresa, i sassaresi hanno giocato con maggiore determinazione, senza creare grossi pericoli alla difesa dei laziali, che poi, come scritto in precedenza, hanno chiuso i conti con il secondo penalty di Boldrini.

Tabellino

Viterbese – Torres 2 – 0

Viterbese: Pini, Fè, Pomante, Scardala, Pandolfi; Babacar, Selvatico (dal 75′ Nuvoli), Cuffa, Boldrini (dall’88′ Neglia Neglia), Invernizzi (dal 70′ De Sena), All. Nofri. A disp.  Bernardo. Mastropietro, Perocchi, Pacciardi, Addessi, Dierna, Belcastro.

Torres: Fadda; Cafiero, Biondi, Cossentino (dal 46′ Gagliardini), Negro; Masala, Casini; Demartis, Scotto, Lisai, Musto. All. Sanna. A disp. Iali, Girardi, Della Guardia, Gueli, El Kamch, Marcangeli, Solinas, Chelo

Torres travolgente contro il Muravera

Da squadra anemica a  macchina da gol: l’evoluzione della Torres, targata Marco Sanna, fa sognare i fedelissimi del Vanno Sanna. I quali,  oggi,  hanno goduto della prova esemplare dei loro beniamini, capaci di travolgere il Muravera sotto una valanga di 8 reti: un’altra prova di forza per Demartis e compagni, che, solo una settimana fa, avevano rifilato ben sei reti alla malcapitata Cynthia.Scotto

E oggi, come detto, stessa sorte è capitata ai sarrabesi, che hanno recitato lo scomodo ruolo di sparring partner. Vittoria in cassaforte, per i rossoblù, già alla fine del primo tempo, chiuso sul 3 a 0, grazie alle reti dei tre pilastri del gruppo: Scotto, Demartis e Musto. Nella ripresa i sassaresi hanno rimpinguato il bottino, andando a segno altre cinque volte, con Casini, Biondi, Girardi, Solinas e Scotto.

Tutto fin troppo facile, e domenica ci sarà la prova del nove sul campo della Viterbese, avversaria diretta nella corsa per il salto di categoria.

TABELLINO

Torres: Fadda, Cafiero (dal 20’ st Girardi), Raucci, Masala, Biondi, Cossentino, Demartis (dal 15’st Solinas), Casini, Scotto, Lisai, Musto (dal 63 ‘Chelo). All. Sanna. A disp. Iali, Gagliardini, Negro, Della Guardia, Gueli, El Kamch.

Muravera: Arrus, Massessi, Baone, Cappai(dal 60′ Muratore), Sogus, Maccioni, Contu, Satta, Nurchi, Dessena (dal 60′’Tamba), Mesina (dal 46′ Cotza). All. Marco Piras. A disp. Galasso, Vignati, Bigi, Porru, Vercelli, Concas.

Marcatori: 23’ Scotto, 36’ Demartis, 43’ Musto, 46′ Casini, 52′  Biondi, 73′ Girardi, 80′  Solinas, 92′  Scotto.

La Torres in visita alla n°12

Una mattinata all’insegna del divertimento e del giocoper avvicinare, sempre di più.  le giovani generazioni al mondo Torres.scuola

Nella mattinata di ieri,  i giocatori Gagliardini, Scotto, Gueli, Cafiero e Negro, insieme con mister Marco Sanna , il preparatore dei portieri Mario Pompili e il dirigente Giuseppe Pisano, hanno fatto visita alla Scuola media n°12 di via Mastino, uno degli istituti isolani con il più alto numero di studenti, tra i quali figurano molti tifosi rossoblù

Entusiasmo alle stelle nella palestra dove i rossoblu, dopo una breve presentazione,  sono stati impegnati subito sul campo con una partitella, terminata con i calci di rigore, che ha coinvolto anche gli atleti della scuola. Poi le domande di rito aai giocatori e l’assalto dei ragazzi a caccia di foto e autografi.

Gli studenti sono stati invitati alla prossima gara casalinga della Torres al Vanni Sanna, alla quale potranno accedere dopo aver presentato il proprio nominativo al prof. Tore Sabino, insegnante dell’istituto, promotore dell’iniziativa e anche istruttore dei Micro della Scuola calcio rossoblu.

Le visite agli istituti scolastici cittadini, di ogni ordine e grado, proseguiranno per tutto l’anno.

Un rinforzo per la Torres, arriva Lorenzo Negro

Nuovo rinforzo in casa Torres, che si è aggiudicata le prestazioni di Lorenzo Negro, esterno basso di sinistra, che può essere impiegato anche come centrale o esterno alto di centrocampo. PisanoNegroColombino

Cresciuto nel settore giovanile della Roma dove è stato compagno di Lorenzo Musto, Negro ha poi avuto un’esperienza di un anno in Inghilterra nella Nike Academy. a Derby.

Acquistato dall’Entella, ha iniziato la stagione all’Imolese dove, però, non ha trovato spazio.

 “Si tratta del profilo ideale per completare la rosa – è il commento del direttore sportivo Colombino -. sia per le caratteristiche sia per la giusta voglia di rivalsa dopo un avvio di stagione non fortunato. E’ un ragazzo serio che sarà utile alla nostra causa. Siamo stati più veloci di altre squadre che avevano mostrato interesse per lui

Sono felicissimo di essere qui – le sue prime parole in rossoblù – in una società che ha una storia così prestigiosa. Domenica ho visto la squadra, una bella partita e una bellissima organizzazione di gioco. Il mio ex compagno alla Roma, Musto, mi ha parlato benissimo della Torres e non vedo l’ora di potermi mettere a disposizione”.

La Torres non si ferma più, vittoria in trasferta per 0 a 6

La Torres non si ferma più: dopo aver superato Olbia e Rieti, due dirette concorrenti nella lotta per il salto di categoria, i rossoblù di Marco Sanna hanno concesso il tris, sbancando il campo della Cynthia 1920 con il risultato di 0 a 4 , che non ammette discussioni.Torres

I rossoblù, letteralmente padroni del campo, hanno risolto la pratica nel primo tempo, nel corso del quale hanno messo a segno ben tre reti, tutte ispirate dal sempre più decisivo Demartis: ad aprire le danze, al 17′, è stato Gigi Scotto, poi le reti di Cossentino e Musto hanno messo, con 45 minuti di anticipo, la parola fine alla sfida.

In avvio di ripresa,  il tecnico sassarese ha concesso il meritato riposo a Demartis e Musto, sostituiti da Solinas e Chelo,  poi i suoi uomini hanno proseguito lo show, andando a segno altre tre volte con tre giocatori sardi, Masala, Lisai e Chelo. Un’inequivocabile segnale di forza di un collettivo che, rigenerato dalle cure di Marco Sanna, può sognare in grande così come i tifosi, anche se pende sempre la spada di Damocle del processo Dirty Soccer (la procura federale ha chiesto sette punti di penalizzazione, la sentenza arriverà nei prossimi giorni). Ma tali discorsi non intaccano in alcun modo l’operato di questi ragazzi, che stanno onorando la maglia in maniera esemplare.

 

La Torres passa a Olbia con due reti di Musto

Due gol di Musto e la Torres fa il suo il “derby”. Non potevano sperare, in un regalo migliore dalla Befana, i rossoblù, che si sono imposti col più classico dei risultati (0 a 2) in casa dell’Olbia. Le due reti, arrivate nel secondo tempo, permettono ai ragazzi di mister Sanna di tenere il passo con le prime della classe.Torres - Olbia

Nella prima fase di gara i galluresi hanno provato a fare la partita, ma hanno trovato sulla loro strada un Fadda insuperabile.  Nella ripresa i sassaresi sono saliti di tono, sbloccando il risultato al 51′ con un colpo di testa di Musto, ben servito da Demartis. E gli stessi due giocatori, al 66′, si sono resi protagonisti dell’azione, che ha portato alla rete, che ha permesso alla Torres di mettere  la parola fine all’incontro.

Nel finale di gara, i rossoblù hanno sfiorato la terza segnatura, mentre i padroni di casa, ormai demoralizzati, non hanno trovato la forza necessaria  per provare a riaprire i giochi. Solo carbone per i galluresi nella calza della Befana, mentre i sassaresi si gustano il sapore dolce della vittoria.

 

 

 

 

La Torres pareggia a Grosseto

Sul campo del Grosseto la Torres offre una prestazione di grande carattere, sogna il successo fino a pochi minuti dalla fine, poi deve accontentarsi di un punto, che permette di allungare la serie di risultati utili e che dà ulteriore consapevolezza al gruppo rigenerato dalle cure di Marco Sanna. Le uniche note negative arrivano dalla classifica, visto che è aumentato il divario dalla testa della classifica, occupata in coabitazione da Arzachena e Rieti.Musto

La partita è iniziata nel segno del Grosseto che, al 14′, ha sbloccato il risultato con Palumbo, abile ad insaccare la palla in fondo al sacco sugli sviluppi di un corner di Zotti. Pur sotto di una rete i rossoblù non si sono persi d’animo e, al 21′, hanno ristabilito la parità con una punizione a due di Demartis e poi, nel finale di tempo, hanno messo a segno la rete del provvisorio vantaggio con una pregevole incornata di Cossentino.

Nella ripresa, i sassaresi hanno tenuto bene il campo, ma quanto tutti pregustavano il successo è arrivato il pareggio dei maremmani con Palumbo che, all’88′, ha realizzato la seconda rete personale, ribadendo in porta dopo una respinta di Iali. E ora il campionato si ferma per le festività di fine anno. I sassaresi riprenderanno il loro cammino da Olbia. E sarà quella una partita che potrebbe dire sulle reali possibilità della Torres di poter dire la sua nella corsa per il primo posto.

GROSSETO: Lanzano; Maciucca, Di Giorgio, Schettino (dal 74′  Olivieri); Libutti, Vaccaro, Lauria (dal 90′Nichele), Zotti, Lavopa, Di Gennaro (dal 68′ Patierno), Palumbo. All. Cossentino. A disp.:Di Iorio, Battaglia, Ciolli, Maggi, Migliaccio, Ungaro.

TORRES: Iali; Cafiero, Gagliardini, Cossentino (dal 52′ Girardi), Raucci (31′st Della Guardia); Masala, Casini; Lisai (dal 73′ Marcangeli), Scotto, Demartis; Musto. All. Sanna.  A disp.: Fadda, Nurra, Gueli, Solinas, Delogu, Chelo.

Reti: 14′ Palumbo (G), 21′Demartis (T), 42′  Cossentino (T), 88′ Palumbo (G).

L’Associazione Memoria Storica parteciperà alle iniziative legate a Telethon

Venerdì 18 e sabato 19 l’associazione Memoria Storica Torresina parteciperà alle iniziative legate a Telethon, la storica maratona di solidarietà che ha lo scopo di raccogliere fondi per la lotta contro le malattie genetiche.candelieresm

All’interno della filiale della Bnl di piazza d’Italia sarà allestita una piccola mostra di cimeli della Torres, tra i quali spicca il Candeliere d’oro.

Nelle giornate di venerdì (dalle 18 alle 22) e sabato (dalle 10 alle 22) i rappresentanti dell’Associazione saranno  presenti all’interno della banca con un banchetto nel quale verranno venduti alcuni gadget rossoblù per contruibuire alla raccolta di fondi.

In questa occasione verrà contestualmente aperta la campagna tesseramenti per il 2016, ovvero l’ottavo anno di attività dell’Amst: i soci potranno versare la quota (per il settimo anno di fila resta invariata, 20 euro), ritirare la nuova tessera e ricevere contestualmente un piccolo omaggio griffato Amst.