Archivi per la categoria ‘Torres’

I vincitori del Premio Letterario “Memoria Storica Torresina”

Ieri sera si è svolta la grande serata rossoblù con le premiazioni del Premio Letterario dedicato alla Torres, in collaborazione con l’Università di Sassari e la libreria internazionale Koinè.23031324_1496024313767006_8166357812294364286_n

Prima al palazzo della Provincia, poi all’Ultimo Spettacolo, sono stati svelati i nomi dei vincitori e lette le poesie in sassarese e i tanti racconti, raccolti nel libro “Lettere dall’Acquedotto”.
Una splendida serata alla quale hanno preso parte anche l’assessore comunale allo Sport, Alba Canu, e i dirigenti della Torres.

Di seguito i vincitori:
POESIE IN SASSARESE:
1) Riccardo Anedda – La Ziddai chi aggiu sempri amaddu (300 euro)
2) Giuseppe Serra – La Torres chi no mori (200 euro)
3 ex aequo) Mariano Dettori – Cun teggu (50 euro)
3 ex aequo) Paolo Sanna – Azza e fara torresinu (50 euro)

NARRATIVA:
1) Luca Dore – Cairo, Serena e il grande match (300 euro)
2) Alessandro Fogu – Il rosso e il blu (200 euro)
3) Vanni Lai – Sef Nuova Torres di Rizzeddu (100 euro)
Menzione speciale della giuria per “Una domenica notte” di Fiorenzo Pala.

############

Il libro “Lettere dall’Acquedotto” (142 pagine, Edes edizioni) è in vendita da oggi al prezzo di 15 euro. Per

Lunedì la premiazione del Premio Letterario “Memoria Storica Torresina”

Si svolgerà Lunedì 30 ottobre  la premiazione del Premio Letterario “Memoria Storica Torresina. Sono previsti due differenti eventi.
 
Alle 19 nella Sala Angioy del Palazzo della Provincia si svolgerà la premiazione ufficiale, con la partecipazione di varie autorità, nelle quale verranno consegnati premi e attestati.
Nell’occasione verrà presentato anche il volume “Lettere dall’Acquedotto”, che raccoglie le opere in concorso (quasi tutte, per la verità, visto che alcuni partecipanti non hanno provveduto a inviarci il testo in versione multimediale).
 
Dalle 20,30, all’Ultimo Spettacolo, in corso Trinità 161, andrà in scena una serata informale fatta di letture, racconti e aneddoti legati alla Torres.
In entrambi i casi l’ingresso è libero.

Pino Tortora è il nuovo allenatore della Torres

Da ieri Ivan Cirinà, che paga i risultati deludenti della squadra e soprattutto errori altrui, non è più l’allenatore della Torres. Al suo posto subentra il calabrese, Pino Tortora.

Esordio vincente della Torres contro il Monastir

La Torres bagna il suo esordio nel Campionato di Eccellenza con una vittoria all’inglese sulla Kosmoto Monastir. Il successo dei ragazzi di Ivan Cirinà è maturato neilla parte finale della contesa: a sbloccare il risultato è stato Sarritzu, uno dei migliori dei suoi, il quale è stato abile ad approfittare di una indecisione della retroguardia ospite. Poi, poco prima del triplice fischio, a chiudere i conti è stato l’attaccante siciliano, Lo Coco. In precedenza un miracolo della bandiera Tore Pinna, che molto probabilmente ha cambiato la storia della partita, poche emozioni in campo e lo spettacolo sugli spalti del popolo della curva nord, vero valore aggiunto del gruppo rossoblù.

Il “Torresino dell’anno” è Tore Pinna

Il “Torresino dell’anno” è Tore Pinna. Ad assegnare il riconoscimento sono stati i soci dell’Associazione Memoria Storica Torresina. I quali hanno voluto premiare colui il quale è riconosciuto dal popolo rossoblù, come un simbolo, una bandiera. “Sono orgogliosissimo – ha dichiarato il portierone rossoblù - Per me la Torres è una malattia, una questione di vita. Questa maglia la sento mia. E sono pronto, insieme alla società,  a dare tutto per riportarla nei palcoscenici in cui merita di stare, per far sì che tutti insieme si possa rivivere emozioni indimenticabili, come quelle di Mestre“.tore_pinna

Il direttivo dell’Associazione ha poi conferito un premio speciale all’attuale presidente Tore Sechi, per l’impegno profuso, dallo scorso mese di dicembre, per tenere viva e ridare dignità al sodalizio rossoblù, la cui ultracenteraria storia, negli ultimi anni, è stata troppo infangata. Questo giova ricordarlo sempre per non ricadere, in futuro, negli stessi errori. In segno di buon auspicio è stato assegnato un riconoscimento ai dirigente Satta e Carboni, e a mister Ivan Cirinà, un sassarese doc che, il prossimo anno, siederà sulla panchina della Torres.

Premiati anche il giornalista Daniele Doro, che oltre da mezzo secolo segue con passione e professionalità, le vicende della compagine rossoblù, e due giocatori, Zamboni e Monterisi, che hanno indossato la casacca della Torres negli anni settanta.

“Il torresino dell’anno”, domani la premiazione in via Coradduzza

Terminato il sondaggio tra i soci, l’Associazione Memoria Storica Torresina è pronta ad assegnare il premio “Il torresino dell’anno”, relativo alla stagione appena IMG_0641conclusa. Nell’occasione, proprio come lo scorso anno, il direttivo consegnerà anche il Premio Speciale Amst, oltre a una serie di riconoscimenti collaterali. La cerimonia si terrà, domani alle ore 20 nei locali del Tennis Club Torres “A. Bozzo”, in via Coradduzza.

Finale campionato juniores tra Torres e Latte Dolce

Il futuro del calcio sassarese si troverà di fronte domani alle ore 17 al Vanni Sanna, dove andrà in scena la finale regionale del campionato juniores tra Torres e Latte Dolce.

 

All’inferno e ritorno: Florencianez e Mucili tengono vive le speranze della Torres

All’inferno e ritorno in novanta minuti: si può riassumere così il pomeriggio della Torres. Che, al termine del primo tempo della sfida contro l’Albalonga, era virtualmente condannata alla retrocessione in Eccellenza: i laziali, infatti, erano avanti di una rete, mentre il Muravera prevaleva, sempre per 1 a 0, contro il Lanusei. 15338671_10210231580801312_4808392449279199792_n

Nella ripresa, però, i rossoblù, spinti da un grande cuore e un grande carattere, hanno trovato la forza necessaria per ribaltare la situazione e tenere ancora viva la fiammella della speranza in vista dell’ultima giornata. A riequilibrare le sorti dell’incontro è stato il paraguiano Florencianez, abile a trasformare un rigore concesso per un fallo su Sene Pape. Poi, dopo il palo di Succi e l’espulsione di Sene Pape, è arrivato il gol di Mucili: episodi che sembrano voler dire che gli “dei del pallone” abbiano voluto dare un’ultima chance a Tore Pinna e compagni, attesi dalla sfida casalinga contro l’Avezzano, in programma al Vanni Sanna fra una settimana, quando i sassaresi dovranno conquistare i tre punti e sperare nel contemporaneo capitombolo del Muravera, che ha conservato i due punti di vantaggio.

Tore Pinna, grazie di tutto!

Oggi non scriviamo della partita, di una sconfitta che, seppur immeritata, rende ancora più ardua la già difficile rincorsa della Torres verso la tore_pinnasalvezza, ma preferiamo spendere due parole per omaggiare due giocatori, ma sarebbe meglio scrivere due uomini, Tore Pinna e Alex Frau, che stanno dando cuore e anima per la maglia e per i colori in uno dei momenti più difficili dell’ultracentenaria storia del sodalizio sassarese. Le lacrime a fine gara, del portierone rossoblù, salutato dai cori della sua curva, rappresentano l’unico momento da ricordare,  dell’intera stagione, un insegnamento per le nuove generazioni.

Due giocatori della Torres al Torneo delle Regioni

I rossoblù, classe 2000, Giacomo Fantasia e Alessio Casula, sono stati selezionati dal tecnico Mino Sotgiu per la Rappresentativa regionale Allievi Sardegna che parteciperà al prossimo Torneo delle Regioni, l’evento agonistico di punta della Lega Nazionale Dilettanti, in programma in provincia di Trento dall’8 al 14 aprileLa Rappresentativa sarda se la dovrà vedere contro Trento, Bolzano e Liguria.