Archivi per la categoria ‘Torres’

Nota del patron della Torres Daniele Piraino

Riceviamo e pubblichiamo, integralmente, una nota del nuovo massimo dirigente della Torres, Daniele Piraino, in risposta alla dura contestazione dei tifosi rossoblù, nel corso della gara con il Trastevere, sfociata con l’abbandono di una nutrita parte di essi degli spalti del Vanni Sanna:

A seguito di alcuni recenti ed isolati accadimenti, il socio di maggioranza della Società SEF Torres Sig. Daniele Piraino comunica di avere denunciato tali fatti alle competenti Autorità a tutela della propria immagine e onorabilità e a salvaguardia degli interessi della stessa Società SEF Torres. Tale atto si è reso necessario al fine di garantire le indispensabili condizioni di serenità a beneficio del futuro della Società SEF Torres”.

La Torres passa a Lanusei con una doppietta di Musto

Due reti di Musto permetteno alla Torres di sbancare il Lixius di Lanusei: chiamarlo derby ci pare esagerato, al punto che, per l’ennesima volta, è sembrata, ai più, incomprensibile la scelta di vietare la trasferta ai tifosi sassaresi, ma la sfida regionale tra Lanusei e Torres era ricca di motivi di interesse, in quanto entrambe le compagini, seppur spinte da motivazoni differenti, andavano a caccia di punti: i biancoverdi per  uscire dalla zona play out;  i rossoblù per rimanere agganciati al terzo posto. Musto

E i ventidue giocatori in campo non si sono risparmiati e si sono fronteggiati a viso aperto fin dalle prime battute: i primi a rendersi pericolosi sono stati i locali con Gisonni, che ha cercato di beffare Fadda con un pallonetto.

Nel prosieguo della prima frazione di gioco, il Lanusei ha continuato ad esprimersi su buoni livelli, ma, come succede spesso nel calcio, sono stati i sassaresi a colpire il bersaglio con Musto, abile, al 40′, a sfruttare un assist di Demartis. In chiusura di tempo, i rossoblù hanno sfiorato il raddoppio con Lisai.

Alla ripresa della contesa, dopo l’intervallo, il Lanusei ha spinto alla ricerca del pareggio, senza riuscire a scardinare il bunker difensivo della Torres. Anzi, lasciati sfuriare gli avversari, i sassaresi hanno piazzato il colpo del ko, con lo stesso Musto, il quale, a un quart’ora dal termine, ha risolto una mischia in area di rigore, permettendo così alla sua squadra di portare a casa tre punti fondamentali prima della sfida casalinga con il Grosseto.

 

La Torres vince col Trastevere, la Curva Nord contesta Piraino

Missione compiuta per la Torres che, al termine di una partita non bella dal punto di vista puramente estetico, ha superato l’ostacolo Trastevere, portando a casa tre punti che permettono di sognare il terzo posto, che darebbe un vantaggio sostanziale nei play off.Torres

Le reti, che hanno regalato il successo ai sassaresi, portano la firma di Raucci e Chelo, anche se, al di là del risultato, il vero fatto del giorno è stata la pesante contestazione degli ultras della curva nord nei confronti della nuova proprietà, targata Piraino.

I fedelissimi della curva nord hanno dapprima intonato cori ed esposto striscioni di dissenso, poi, verso la fine del primo tempo, hanno abbandonato gli spalti dell’Acquedotto in segno di vibrante protesta.

Sconfitta contro la Flaminia per la Torres

La vittoria nel derby contro il Nuorese aveva illuso su un risveglio della Torres, dopo un periodo di torpore, ma quel Scottosuccesso, seppur meritato, ha assunto le sembianze di un vero e proprio fuoco di paglia, alla luce del passaggio a vuoto odierno dei ragazzi di Marco Sanna, sconfitti per 2 a 1 dalla Flaminia Civitacastellana.

Apparso scarichi sia dal punto di vista fisico sia dal punto di vista mentale, i sassaresi hanno letteralmente regalato il primo tempo agli avversari, i quali, dopo venticinque minuti di gioco, si sono trovati in vantaggio di due reti.

A sbloccare il risultato, all’8′, è stato Cardillo, abile a finalizzare un’azione in velocità: l’attaccante, un minuto prima, aveva centrato la traversa, a testimoniare la supremazia dei laziali. I quali, al 25′, hanno realizzato la rete del raddoppio, al 25′, con Rodriguez, che ha approfittato di una indecisione della retroguardia sassarese.

Nella ripresa, la compagine sassarese ha provato ad uscire dal torpore: il gol di Lisai ha riacceso le speranze, ma i padroni di casa hanno difeso il vantaggio fino al triplice fischio del direttore di gara.

La Torres supera la Nuorese al Vanni Sanna: decisive le reti di Demartis e Gueli

La sfida play off tra Torres e Nuorese, andata in scena in un Vanni Sanna più gremito del solito, si è chiusa con la vittoria per 2 a o dei sassaresi, scesi in campo col lutto al braccio per la scomparsa, nella mattinata, della sorella di mister Marco Sanna, sostituito in panchina da Mario Pompili. Torres

I tre punti conquistati contro i barbaricini permettono a Demartis e compagni di riscattare le ultime prove poco convincenti  e di mettere, allo stesso tempo, una grossa ipoteca sull’accesso ai play off.

Le due squadre, entrambe determinate a far loro l’intera posto in palio, si sono affrontate subito a viso aperto, dando così vita a una prima parte di gara spumeggiante, senza riuscire, però, a concretizzare la mole di gioco sviluppata.

Poi, dopo una fase di stanca, è arrivato il gol dei vantaggio dei rossoblù: a realizzarlo, al 40′,  è stato Demartis, abile ad approfittare di un preciso assist di Scotto.

In chiusura di ripresa, dopo aver controllato le velleitarie iniziative degli avversari, i sassaresi hanno chiuso i conti con Gueli, autore di una rete di pregevole fattura.

La Torres scende in campo con l’Admo per Camilla

L’ufficio stampa della Torres ha realizzato un video stop, in collaborazione con l’Admo Sassari, a favore di Camilla, una bambina sassarese di 12 anni, che ha bisogno urgente del trapianto del midollo osseo.Admo

Domenica 17 aprile dalle ore 8:00 alle 13:00 presso la sede dell Avis in via Cesare Pavese 1, a Sassari, si potranno fare i prelievi per la tipizzazione per essere inseriti nel Registro dei Donatori di Midollo Osseo. Per info 338 86 95 295.

Il video è stato realizzato con la collaborazione di Nicolò Spano, presidente Admo Sassari e dei giocatori e dello staff della Torres che si sono prestati all’iniziativa. Anche per loro sarà istituita una giornata dedicata al prelievo del sangue per la tipizzazione e per contribuire alla ricerca della compatibilità del midollo.

 

Una Torres poco incisiva non va oltre il pari con il Castiadas

La Torres incisiva e spumeggiante, che i tifosi hanno potuto ammirare alcune settimane fa (ad esempio contro il Muravera) è solo un lontano ricordo: oggi contro il Castiadas, come era già accaduto contro San Cesareo e Astrea, i sassaresi sono apparsi involuti e poco incisivi, non andando oltre il risultato a occhiali, che complica la corsa verso i play off.Scotto

I rossoblù hanno giocato metà gara in inferiorità numerica, per l’espulsione di Cafiero, ma ciò non deve valere, in alcun modo, come giustificazione, poiché i sarrabesi hanno subito imbrigliato la sterile manovra dei padroni di casa. I quali, nell’arco dell’intera sfida, hanno creato una sola vera occasione da gol: una punizione di Demartis, sventata dall’ottimo portiere del Castiadas, Pioli.

A poter recriminare maggiormente, alla luce di quanto accaduto nell’arco dei novanta minuti di gioco,  sono proprio i sarrabesi, in particolare per i due legni colpiti su punizione, rispettivamente da Emiliano Melis e da Caraccio. Poi, in altre due occasioni, Fadda si è fatto trovare pronto su altrettante azioni da gol degli ospiti.

Solo negli ultimi dieci minuti, la compagine sassare ha provato ad alzare i ritmi del proprio gioco, senza riuscire a trovare il guizzo vincente, ma la vittoria sarebbe stata un premio troppo grande per la Torres vista oggi al Vanni Sanna.

 

Entusiasmo all’Istituto Ge.Na. per la visita della Torres

una delegazione della Torres, con squadra e staff, ha fatto visita all’istituto Opera Gesù Nazareno di Sassari, struttura che, dal 1955, fornisce prestazioni riabilitative sanitarie,  dirette al recupero funzionale e sociale di persone affette da disabilità psichica.Visita Ge.Na.

Una giornata scandita dalle emozioni e dall’affetto dei tanti ragazzi, tra cui molti assidui frequentatori del Vanni Sanna, che hanno potuto conoscere di persona i propri beniamini, chiacchierare con loro, farsi foto e guidarli in un piccolo tour della struttura.

A fare da cicerone il presidente della Ge.Na, Michele Marras, che ha accolto mister Sanna e gli altri componenti della delegazione e li ha introdotti nel mondo dell’Istituto attraverso un video di presentazione in cui sono state spiegate le molteplici attività giornaliere, tra cui lo sport, con le partecipazioni alle tante edizioni delle Special Olympics, la scuola di cucina o la coltivazione degli orti nelle serre.

Dopo lo scambio dei doni, tra i quali un bellissimo piatto con lo stemma della Torres, realizzato interamente dai ragazzi dell’istituto, la visita ai locali: dai laboratori di ceramica alle aule di informatica, dove ad accogliere il gruppo sono stati gli operatori della struttura.

A conclusione del tour anche la bellissima sorpresa, con l’inno della Torres interamente suonato e cantato dagli ospiti della Ge.Na. negli spazi adibiti alla musica.

In un clima di festa, tra bandiere e sciarpe rossoblù, la squadra ha infine salutato gli ospiti nel cortile esterno per le foto di rito e una firma di tutti i giocatori sui palloni donati alla struttura.

Una mattinata speciale per tutti, conclusa con un abbraccio collettivo e l’invito a presenziare alle prossime partite della Torres.

La Torres con la UISP al Punto Luce di Save the Children: una mattinata dedicata ai bambini

La Torres, con la squadra al completo e lo staff, ha partecipato questa mattina all’iniziativa “Libri in campo, liberi di leggere!”,  organizzata dalla Uisp di Sassari nel nuovissimo Punto Luce di Save the Children, la più grande organizzazione internazionale indipendente che sostiene i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.Torres

Aperto da pochi mesi nei locali dell’ ex Scuola dell’Infanzia di via M. Luther King, nel quartiere di Latte Dolce, il Punto Luce di Sassari è  gestito dal Comitato Provinciale di Sassari UISP (Unione Italiana Sport per Tutti),  ente di promozione sportiva e associazione di promozione sociale fortemente radicata nel territorio che promuove i valori dello sport come strumento d’inclusione sociale e come mezzo per porre al centro il benessere fisico, psichico e relazionale dell’individuo.

Dopo le presentazioni di rito e la consegna dei regali da parte dei giocatori, i tantissimi bambini sassaresi hanno potuto incontrare i propri beniamini, fare foto, chiedere autografi  e giocare con loro.

Poi tutti nello Spazio lettura, recentemente allestito e che ha in dotazione oltre 200 testi che spaziano dal fantasy, alla narrativa, dalla storia e mitologia, al giallo, dai vocabolari ai testi enciclopedici di supporto allo studio. Un ambiente interamente dedicato ai libri, pensato per favorire l’educazione alla lettura attraverso laboratori animati, eventi e servizi di consultazione e prestito del patrimonio librario.

In questa sala colorata e a misura di bambino, Laura, operatrice culturale Uisp, ha letto due filastrocche applauditissime da grandi e bambini.

Piccolo rinfresco prima dei saluti e la promessa di rivedersi presto per altre iniziative in questi spazi, adeguati per diverse attività: sostegno allo studio, laboratori artistici e musicali, gioco e attività motorie, promozione della lettura, accesso alle nuove tecnologie, educazione alla genitorialità, consulenze pedagogiche, pediatriche e legali.

Ringrazio moltissimo la Torres per questa presenza – ha commentato il presidente del comitato provinciale Uisp Maria Pina Casula- perché sono un bell’esempio per i nostri ragazzi. Ringrazio tutti gli operatori del centro per questo progetto perché le attività a titolo gratuito. per tutti, che svolgiamo  nel Punto Luce sono tante e oggi, a pochi mesi dall’apertura, abbiamo una prima volta a cui speriamo possano seguirne altre”.

Cultura, sport ed educazione per un progetto che la Torres ha sposato pienamente e che si va ad aggiungere a tutte le attività di promozione dello sport in ambito scolastico: “Siamo felicissimi di essere qui – commenta il capitano rossoblu Giacomo Demartis- perché stare a contatto con i bambini e i ragazzi di Sassari ci fa sentire tutto il loro calore e il loro supporto. Qui hanno spazi bellissimi per studiare, per leggere e per giocare ed è un piacere incontrarli, così come tante volte ci è capitato in questa stagione, ci danno una grande energia positiva”.

 

La Torres con la UISP e Save the Children per il Punto Luce di Sassari

Il 24 marzo, a partire dalle ore 10.00 presso il Punto Luce di Save the Children a Sassari, si terrà l’evento “Libri in campo, liberi di leggere!”, durante il quale bambini e ragazzi incontreranno la Società calcistica S.E.F. Torres 1903 nella cornice dello Spazio lettura, un ambiente interamente dedicato ai libri, pensato per favorire l’educazione alla lettura attraverso laboratori animati, eventi e servizi di consultazione e prestito del patrimonio librario. Un evento culturale che utilizza un linguaggio universale come quello dello sport, in grado di tessere relazioni fra chi lo pratica e chi lo vive anche da semplice spettatore, superando le diversità e favorendo i diritti e il benessere psicofisico dei più giovani. Banner Punto Luce

Il Punto Luce ha sede in un locale dell’edificio ex Scuola dell’Infanzia di via M. Luther King, presso il quartiere di Latte Dolce; una struttura di circa 200 mq., assegnata dal Settore Politiche Educative e Giovanili del Comune di Sassari.

Lo Spazio lettura ha in dotazione oltre 200 testi che spaziano dal fantasy, alla narrativa, dalla storia e mitologia, al giallo, dai vocabolari ai testi enciclopedici di supporto allo studio. Il lavoro di catalogazione ha coinvolto attivamente anche i bambini e i ragazzi, favorendo la loro partecipazione nell’ottica della “peereducation”. Inoltre, i volumi sono stati ordinati secondo una classificazione facilmente fruibile anche dai più piccoli, con una suddivisione dei libri in base al genere, contraddistinta per colore.

La Società calcistica Torres è fortemente impegnata in campo sociale: nel corso del campionato haaderitoa vari eventi che vanno dalle attività di promozione dello sport in ambito scolastico, alle visite alle strutture di cura per anziani e agliistituti penitenziari.

Per la gestione delle attività all’interno del Punto Luce di Sassari, Save the Children, l’organizzazione dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo e tutelarne i diritti, ha deciso di avvalersi della collaborazione del Comitato Provinciale di Sassari della UISP (Unione Italiana SportperTutti), ente di promozione sportiva e associazione di promozione sociale fortemente radicata nel territorio che promuove i valori dello sport come strumento d’inclusione sociale e come mezzo per porre al centro il benessere fisico, psichico e relazionale dell’individuo.

I Punti Luce sono spazi ad alta densità educativa che sorgono in quartieri svantaggiati delle città. All’interno di questi spazi i bambini e le famiglie possonousufruire di diverse attività: sostegno allo studio, laboratori artistici e musicali, gioco e attività motorie, promozione della lettura, accesso alle nuove tecnologie,educazione alla genitorialità, consulenze pedagogiche, pediatriche e legali. Save the Children ha attivato 16 Punti Luce in tutta Italia, frequentati da più di 4500 minori.