Archivi per la categoria ‘Torres’

Storie rossoblù al Festival “Sulla Terra leggeri”: appuntamento il prossimo 25 luglio tra via Torre Tonda, Piazza Azuni e Piazza Tola

Quando il presente non racconta nulla di buono, non resta che guardare al passato per farsi portatori nel tempo di quei valori, sportivi ed umani, che accomunavano i padri fondatori e coloro i quali hanno contribuito a scrivere le pagine più importanti della storia della Torres.200px-Gavino_Matta

L’appuntamento è fissato per lunedì 25 luglio, dalle 19 alle 21, quando il Festival “Sulla Terra leggeri” farà tappa al centro storico del capoluogo turritano con tre storie tutte sassaresi.

Si inizierà alle 19 in via Torre Tonda, dove Eugenio Cossu racconterà la vicenda umana e sportiva del pugile Gavino Matta, medaglia d’argento nei pesi mosca ai Giochi Olimpici di Berlino del 1936.

Si proseguirà alle 19:30, in Piazza Azuni, dove il Presidente dell’Associazione Memoria Storica Torresina, Andrea Sini, narrerà le storie degli uomini che diedero vita alla Sef Torres.

Alle 20, infine, appuntamento in Piazza Tola, dove Nello Rubattu racconterà le vicende di un’anima della piazza, Pierre Lu Franzesu: dall’Argentina alla Legione Straniera, dalle trincee della Prima Guerra mondiale ad anima di Piazza Tola.

 

Torres, Comune disponibile all’ascolto

«Siamo in una fase di ascolto, vogliamo sentire le intenzioni e i progetti della nuova dirigenza, che si appresta a tirare le redini della società calcistica, e le preoccupazioni della Fondazione Torres». Sono queste le parole del sindaco di Sassari, Nicola Sanna. che questa mattina ha incontrato i rappresentanti della Fondazione che hanno manifestato le loro preoccupazioni sulla situazione economico-finanziaria della società calcistica.IMG_0641

 «Al momento siamo disposti ad ascoltare tutti ha ribadito il primo cittadino di Sassari –. Condividiamo le preoccupazioni dei tifosi. La dirigenza ha mostrato ottimismo su una possibilità di iscrizione al campionato.

Assicuriamo la massima attenzione e apertura  eventuali incontri con chiunque voglia contribuire a salvaguardare la squadra del cuore di tutti i sassaresi», ha concluso Nicola Sanna.

Tempo di premiazione per il “Torresino dell’anno”

Tempo di premiazione per il “Torresino dell’anno”! Nei giorni scorsi i soci dell’Associazione Memoria Storica Torresina hannoGruppoTorresStagione15_16 espresso le loro preferenze tra i giocatori, i tecnici e i dirigenti che hanno rappresentato la società rossoblù nell’ultima stagione, vissuta nel campionato di serie D e culminata con la finale dei play off con l’Olbia.

I tre più votati riceveranno il premio nel corso di una cerimonia in programma giovedì 9 giugno alle ore 20:30 in viale Umberto 90 nella sala messa a disposizione dal CCRS BNL. Nell’occasione verrà consegnato il Premio Speciale AMST per il 2016, assegnato dal direttivo dell’associazione a un personaggio, che si sia distinto nel corso della sua attività per il bene della Torres.

Guglielmo Bacci torna sulla panchina della Torres

 Il nuovo allenatore della  Torres è una vecchia conoscenza del popolo rossoblù: Guglielmo Bacci, tecnico torinese che torna a Sassari, dove era già stato protagonista nel 2011 nel campionato di Eccellenza e poi l’anno successivo, quando venne chiamato a guidare la squadra neo promossa in serie D portandola alla vittoria del campionato e alla conquista della Lega Pro di Seconda Divisione. Bacci

Per il nuovo tecnico rossoblù si tratta di un ritorno carico di emozioni positive: “Sono molto felice, anche se sembra la solita frase – è il primo commento a caldo del nuovo tecnico -, perché allenare la Torres non è cosa di tutti i giorni e per me rappresenta un grande orgoglio. Appena ho avuto il primo contatto ho detto subito di sì perché conosco la piazza e non potevo lasciarmi sfuggire un’occasione simile. Torno dove abbiamo avuto la fortuna e la capacità di vincere e sinceramente non vedo l’ora di cominciare”.

Per mister Bacci l’obiettivo è migliorare la stagione positiva di quest’anno: “C’è un programma che vaglieremo e faremo tutte le nostre valutazioni. C’è già intesa con la proprietà sui nomi dei giocatori che arriveranno e questo è un ottimo segnale. Dobbiamo fare bene perché a Sassari sei sempre obbligato a fare il massimo. Spero davvero di riuscire ancora a dare delle soddisfazioni ai tifosi che mi hanno sempre riservato grande affetto”. 

Accordo tra Torres e Tergu per la crescita dei giovani talenti

Torres e Tergu insieme per coltivare i giovani talenti: un accordo strategico quello messo a segno dalla nuova dirigenza rossoblù, finalizzato a lavorare sui giovani e a far crescere il movimento calcistico del nord Sardegna.Tergu

L’ultra centenaria società sassarese, recente protagonista della finale dei play off e da anni punto di riferimento per gli aspiranti giovani calciatori di Sassari e hinterland, ha individuato nel Tergu, e nelle sue nuovissime strutture, la dimensione e lìambiente ideale per sviluppare il progetto di valorizzazione dei giovani e creare un florido serbatoio funzionale ad alimentare con costanza ed efficacia la prima squadra.

E’ stato concordato, infatti, nei giorni scorsi, un protocollo d’intesa relativo ad una partnership tecnica che prevede l’interscambio di giovani validi e la disponibilità, da parte di entrambe le società, a far crescere calcisticamente i talenti del territorio. La Torres punta su Tergu per trasformare la società dell’Anglona in un vero e proprio punto di riferimento per il centro e il nord dell’Isola: una comunione di intenti che prevede anche l’acquisizione dello stesso sponsor tecnico dei rossoblù, Kappa, e che avrà ulteriori sviluppi una volta avviato il percorso sportivo, dalla prima squadra al settore giovanile.

Torres, i ringraziamenti della società al termine della stagione

Al termine della stagione, culminata con  la finale play off di serie D, che ha avuto una straordinaria cornice di pubblico, la dirigenza della Torres ha voluto ringraziare, con un comunicato che riportiamo integralmente tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento dell’importante traguardo, nonostante le oggettive difficoltà incontrate in un’annata calcistica iniziata sotto i peggiori auspici e terminata in un crescendo emozionante. GruppoTorresStagione15_16

“Dal momento della ingiusta retrocessione la Società ha subito conseguenze sul piano sportivo, economico, d’immagine che avrebbero minato questo gruppo dalle fondamenta se non fosse stata granitica la certezza di aver sempre agito nel giusto e nel rispetto delle regole. Ai proditori attacchi, arrivati da ogni fronte nei confronti del presidente Domenico Capitani e della stessa Torres, si è risposto con i fatti, con il lavoro, con l’impegno quotidiano.

Il grazie più sentito all’allenatore Marco Sanna, condottiero di questa splendida realtà fatta di uomini prima che di giocatori, grazie allo staff tecnico (Pietro Rubino, Mario Pompili, Pietro Mossa) e medico (dott. Pierpaolo Porqueddu, dott. Gianluca Delrio, dott. Giacomo Porcu) e grazie a tutti i giocatori: da chi è stato impiegato meno a chi, invece, è stato sempre protagonista, nelle vittorie e nelle sconfitte, di questo lungo percorso.
Grazie al direttore generale Manolo Patalano, al responsabile organizzativo Luca Dessena, al direttore sportivo Andrea Colombino, al team manager Bruno Mazzini, alla segreteria Rita Marras, all’ufficio stampa (Giulia Bardanzellu, Alessandro Sanna, Carlo Delogu), al responsabile arbitri Massimo Deriu, al magazziniere Angelo Cassano, tutte figure preziose, spesso dietro le quinte, ma indispensabili per ottenere i risultati auspicati.

Grazie a tutti i dirigenti, tecnici, atleti e genitori del settore giovanile e della scuola calcio rossoblù, protagonisti di un’annata di successi e di formazione importante per il futuro.

Grazie agli sponsor che hanno voluto collaborare con questo gruppo, ognuno nei modi e nella misura consona alle possibilità delle imprese.

Grazie a tutti gli operatori del sociale, degli istituti cittadini, delle scuole con cui abbiamo collaborato con grande entusiasmo trovando sorrisi e affetto importanti per creare lo spirito di gruppo e di appartenenza che ci hanno portato sin qui.

E infine grazie ai tifosi, dai 400 di inizio stagione agli oltre 3000 dell’ultima gara. Non è arrivata la vittoria finale ma un obiettivo è stato raggiunto: vedere ripagato il lavoro con l’amore e l’affetto di tanti sassaresi per i quali la Torres rappresenta da sempre, e così sarà sempre, molto più di una squadra di calcio.

Va all’Olbia la finale dei play off contro la Torres

La finale dei play off tra Torres e Olbia, giocato in un Vanni Sanna gremito, è andato in archivio con la torresvittoria per 0 a 1 dei galluresi, che possono ora sperare nel ripescaggio in Lega Pro. La partita,non bella dal punto di vista tecnico, è stata decisa da una punizione di Mastinu, il quale, al 6′, ha letteralmente beffato l’estremo difensore, Fadda, facendo calare il gelo tra i tifosi sassaresi. Pochi minuti i galluresi hanno sfiorato il colpo del ko con il fischiatissimo Andrea Cossu, che ha centrato il palo con una conclusione di pregevole fattura.

Poi c’è stato sterile forcing dei rossoblù, apparsi decisamente scarichi, ma, a prescindere dall’esito della sfida, ad essi deve comunque andare il plauso dell’intera tifoseria sassarese per quanto fatto nell’arco di una stagione non facile sotto tanti punti di vista, con la speranza che gli errori di questi ultimi anni possano servire da lezione

Caccia al biglietto per la finale dei play off tra Torres e Olbia

Cresce l’attesa per la finale dei play off del girone G, tra Torres e Olbia, in programma allo stadio Vanni Sanna alle ore 16 di domenica 29 maggio, giornata in cui la biglietteria dovrà chiudere inderogabilmente entro le ore 15.IMG_0641

Considerata la grande richiesta di biglietti dall’apertura della prevendita la società rossoblù invita coloro che vorranno assistere all’incontro di acquistare il tagliando in settimana o comunque preventivamente per evitare spiacevoli attese.

I biglietti, per la Curva Nord e per la Tribuna coperta, sono acquistabili tutti i giorni (dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 18:30) e fino a sabato mattina, presso gli uffici di segreteria dello stadio Vanni Sanna.

Prezzi:

Curva Nord 10 euro

Tribuna coperta 15 euro.

Da sabato pomeriggio (15:30/18:30) e fino a domenica 29 maggio (9:30/15:00) i tagliandi saranno in vendita presso il botteghino di via Romita.

Nel corso del vertice odierno in Prefettura a Sassari è stato disposto, inoltre, che la vendita dei biglietti per la curva Sud (settore ospiti) sarà gestita dalla Società Olbia Calcio presso i propri uffici, limitatamente ai soli residenti nella ex Provinciadi Olbia – Tempio. Per l’acquisto dei tagliandi e all’ingresso del settore ospiti dello stadio Vanni Sanna sarà necessario mostrare il documento d’identità.

Ulteriori dettagli relativi alla biglietteria del settore ospiti saranno comunicati dalla Società Olbia Calcio.

Un gol di Musto regala la finale alla Torres

La speranza è l’ultima a morire: ne hanno avuto conferma oggi i tifosi della Torres che, al 117′, hanno visto Lorenzo Musto salire più alto di tutti e insaccare la palla in fondo al sacco, regalando così alla sua squadra la qualificazione alla finale dei play off, dove troveranno i “cugini” dell’Olbia, a loro volta vittoriosi in quel di Grosseto. La rete del centravanti rossoblù ha fatto esplodere di gioia i tifosi dell’Acquedotto e ha fatto cadere nello sconforto i giocatori del Rieti, che erano passati in vantaggio all’inizio del primo tempo supplementare con un tiro di Caricola, che aveva sorpreso il portiere sassarese Fadda con un tiro angolato.torres

Due minuti più tardi lo stesso estremo difensore aveva sventato una pericolosa conclusione dei laziali. Sarebbe stato, quello, per la Torres il colpo del ko, ma la tenacia e la determinazione, per tutto l’arco della stagione, sono state le armi principali del gruppo guidato da Marco Sanna, che ora si prepara a vivere un’altra battaglia, come quella vinta oggi dopo 120′ di una gara, di certo non spettacolare, forse un po’ troppo nervosa, come dimostrano le quattro espulsioni equamente suddivise, , spezzettata, ma giocata col cuore e con l’orgoglio da tutti gli interpreti in campo. Alla fine, però, è stata festa solo per il popolo rossoblù, che già pregusta la sfida di domenica prossima contro i galluresi per una sfida tutta sarda che si preannuncia spettacolare.

TORRES: Fadda, Cafiero (dal 110′Solinas), Raucci, Masala (dal 76′ Gagliardini), Biondi, Cossentino, Demartis, Casini, Scotto, Lisai (dal 63′Chelo), Musto. All.: Sanna

RIETI: Zonfrilli, Martorelli (dal 92′ Cardarelli), Costalunga, Battisti (dal 73′ Giannone), Ghidini, Bassini, La Cava, Tirelli, Marcheggiani, Cericola, Tolomei (dal 67′ Barone). All.: Paris

ARBITRO: Gariglio di Pinerolo

RETI: dal 93′ Cericola, dal 117′ Musto

 

Nuovo sponsor tecnico per la Torres

E’ stata ufficializzata l’importante partnership della Torres con l’azienda torinese Robe di Kappa per la fornitura del materiale tecnico per le prossime tre stagioni sportive.kappa-880x574

A partire dal primo luglio 2016 la società rossoblù, dalla prima squadra al settore giovanile, vestirà la Linea sportiva “Kappa”. Un brand internazionale e di successo attraverso il quale sarà avviata anche una collaborazione per la creazione di merchandising griffato Torres.

A sottoscrivere oggi l’accordo a Sassari c’era il responsabile  nazionale della Robe di Kappa per la Sardegna, Gianluigi Greggio: “Abbiamo il piacere di affiancarci ad una società blasonata come la Torres e dare inizio ad un rapporto di lavoro per i prossimi tre anni, attraverso i concessionari ufficiali nell’isola “Il Tocco Magico”,  che speriamo possa essere fruttuoso, non solo per ciò che riguarda la fornitura tecnica ma anche per avvicinare sempre più tifosi al mondo Torres.

Ci siamo legati ad un’azienda che ha una grande esperienza nel settore ed è riconosciuta a livello internazionale- le parole del  neo presidente della Torres, Daniele Piraino – con la quale sviluppiamo, a partire da oggi, un progetto di collaborazione con finalità importanti. Se sul campo l’obiettivo minimo è quello di salire subito di categoria, come Società ci stiamo impegnando perché sempre più persone siano legate a questi colori, anche attraverso azioni semplici, come l’apertura di un nuovissimo Torres Store che possa divenire punto di riferimento per i tifosi rossoblù”.