Archivi per la categoria ‘Torres’

Prima vittoria casalinga della Torres, decisivo uno straordinario gol di Marchetti

Prova di carattere della Torres – esemplificativa a tal proposito la prestazione offerta dall’ottimo Giuffrida – che, nel pomeriggio odierno, ha conquistato il primo successo casalingo della stagione, sconfiggendo  il Lumezzane grazie a una straordinaria rete di Marchetti nella prima frazione di gioco.IMG_0641

Grazie alla vittoria odierna, arrivata al termine di una sfida condizionata dal caldo, i rossoblù si sono portati nelle zone nobili della classifica, agganciando il gruppone delle squadre a sette punti.

Il tecnico Costantino ha schierato Testa in porta; Cafiero, Ligorio, Marchetti e Migliaccio sulla linea difensiva;  Pizza e Giuffrida sulla mediana; Baraye, Foglia e Maiorino a sostegno della punta Balistreri.

Dopo una prima fase iniziale di studio, la Torres ha dato il primo segno di vitalità con una conclusione di Foglia, controllata agevolmente dall’estremo difensore bresciano, Gazzoli.

Per alcuni minuti, la gara è stata caratterizzata da alcune indecisioni da ambo le parti,poi la compagine rossoblù ha alzato il ritmo del proprio gioco, trascinata da Baraye e al 28′  ha sbloccato il risultato con Marchetti, abile a sfruttare un perfetto cross di Ligorio e a insaccare con un preciso colpo di testa.

Da quel momento in poi la partita è salita di tono e i sassaresi hanno spinto alla ricerca del raddoppio che avrebbero meritato per la mole di gioco sviluppata e per le occasioni da rete create.

Al 34′ Maiorino ha colpito il palo su punizione. Dopo un minuto, Baraye ha servito un pallone d’oro a Balistreri che, con una girata, ha costretto Gazzoli a un intervento miracoloso.

I ritmi sono calati nella ripresa, nel corso della quale il Lumezzane, obbligato a fare la partita per riequilibrare le sorti dell’incontro, ha conquistato campo, rendendosi insidioso con un tiro dalla distanza di Genevier e con un qualche mischia in area di rigore, sventata dalla retroguardia sassarese.

Tra le fila rossoblù il più attivo, in fase offensiva, è stato Maiorino che ha impegnato il portiere ospite con un bolide dalla distanza A dieci muniti dal termine, lo stesso talentuso centrocampista, che in precedenza aveva fallito per egoismo una nitida occasione da rete, ha servito un pallone invitante all’accorrente  Foglia, il quale  non ha centrato il bersaglio da ottima posizione.

Con il passare dei minuti, invece, la supremazia territoriale è diventata sempre più sterile e la Torres ha potuto festeggiare la vittoria insieme al suo pubblico, che inizia a riconscere al gruppo indubbie qualità caratteriali.

Tabellino

Torres – Lumezzane 1 – 0

Torres: Testa, Cafiero, Ligorio, Giuffrida, Marchetti, Migliaccio, Foglia (dal 90′ Minarini), Pizza, Balistreri, Baraye (dal 70′ Santaniello), Maiorino (dall’82′ Lisai). All. Costantino. A disp. Costantino, Ramzi, Funari, Pizzutelli.

Lumezzane: Gazzoli, Sabatucci (dal 39′ Benedetti), Gatto (dal 59′ Ekuban), Biondi, De Silva  Cazè, Franchini, Meduri (dal 76′ Baldassin), De Paula, Genevier, Alimi. A disposizione: Delle Vedove, Ndiaye, Ribeiro, Monticone, Pini.

Arbitro: signor Federico Dionisi della sezione di L’Aquila, coadiuvato dagli assistenti Gleison Anderson Marques della sezione di Milano e Marcello Rossi della sezione di Novara.

Rete: 28′ Marchetti

La Torres ospita il Lumezzane con l’obiettivo di conquistare il primo successo casalingo

Sono quattro i punti conquistati dalla Torres nelle prime tre giornate del Girone A del Campionato di serie C della Lega Pro: un bilancio tutto sommato positivo per una squadra partita con il chiaro intento di conservare il posto nella terza serie del calcio nazionale.Torres Como

Detto ciò, permangono alcune perplessità in merito alla qualità del gioco espresso dai rossoblù nelle prime tre uscite stagionali, nel corso delle quali Migliaccio e compagni hanno messo a segno la miseria di un gol, per altro decisivo ai fini della vittoria all’esordio sul campo della Pro Patria, mostrando non poche lacune in fase di impostazione del gioco.

E ora il calendario riserva alla compagine sassarese la sfida casalinga con il Lumezzane, avversario giovane e tonico, che dovrà essere affrontato con la giusta attenzione e con la necessaria determinazione.

Il Lumezzane è una squadra con più gamba rispetto all’Arezzo – ha dichiarato il tecnico sassarese Costantino . ma sono certo del fatto che, davanti al nostro meraviglioso e unico pubblico, faremo un’ottima partita e conquisteremo i tre punti”.

Per la sfida contro i bresciani, che torneranno a calcare l’erbetta del glorioso Acquedotto dopo sette anni, il mister rossoblù dovrebbe riproporre, in linea di massima, lo stesso schieramento proposto mercoledì scorso contro l’Arezzo. Le ultime riserve saranno sciolte solo nelle ore precedenti la gara, il cui fischio d’inizio è fissato per le ore 14:30.

 

Pareggio a reti inviolate tra Arezzo e Torres

Dopo la vittoria all’esordio sul campo della Pro Patria e la sconfitta casalinga con il Como è arrivato, per la Torres, il primo pareggio stagionale al termine della sfida contro l’Arezzo, formazione appena ripescata nel girone A della Lega Pro.IMG_0641

Lo 0 a 0 finale è l’esito logico di una sfida sostanzialmente equilibrata, giocata prevalentemente a centrocampo e avara di emozioni, fatta eccezione per qualche velleitaria fiammata.

Insistite trame di passaggi tra i difensori, lanci lunghi, incapacità di servire gli attaccanti e di superare il muro difensivo degli amaranto: questi sono stati gli ingredienti della prestazione non eccezionale dei ragazzi di mister Costantino, ai quali manca, come il pane, un uomo capace di organizzare il gioco a centrocampo. Ciò era parso evidente anche nella partita di sabato scorso contro i lariani.

In avvio di gara, la Torres ha provato a rendersi pericolosa con una conclusione e con un colpo di testa innocui di Maiorino, ma gli aretini, galvanizzati per la riammissione nella terza serie nazionale, hanno risposto colpo su colpo e hanno controllato gevolmente le sterili iniziative dei rossoblù.

L’occasione più ghiotta del primo tempo è capitata proprio all’Arezzo, ma Brumat non ha approfittato di un’indecisione dell’estremo difensore sassarese, Benassi.

Nella ripresa, le due squadre hanno provato ad alzare i ritmi, ma con scarsi risultati, visto che i due portieri non hanno corso sostanziali pericoli e hanno continuato a svolgere l’ordinaria amministrazione.

Con l’Arezzo sulle gambe, il finale di gara è stato di marca sassarese, ma Balistrieri non  ha centrato il bersaglio da posizione favorevole. Poi Pizzutelli ha creato lo scompiglio in area amaranto e Lisai (entrambi i giocatori sono subentrati a partita in corso) ha sfiorato il gol su punizione.

Visto il gioco espresso e l’andamento della gara, la vittoria sarebbe stata un premio troppo grande per la Torres che, comunque, conserva l’imbattibilità nelle gare giocate in trasferta.

 

 

La Torres cerca il riscatto in casa dell’Arezzo

Reduce dalla sconfitta casalinga contro il Como, una delle squadre maggiormente accreditate del girone A della Lega Pro, la Torres avrà subito un’occasione di riscatto.IMG_0641

Domani, mercoledì 10 settembre, è in programma il primo turno infrasettimanale della stagione e la Torres sarà impegnata sul campo dell’Arezzo. Per la formazione toscana, ripescata al posto del Vicenza, si tratta del primo impegno stagionale.

La sfida contro i lariani, oltre alla sconfitta, ha lasciato in eredità l’infausto infortunio occorso al giovane attaccante Rubino, che, al pari del compagno di squadra Bigazzi, dovrà rimanere lontano dai campi di gioco per circa cinque mesi.

La dirigenza rossoblù non si è fatta trovare impreparata ed è corsa ai ripari, ingaggiando Pietro Balistrieri, già nel mirino della società nel corso dell’estate. Il tecnico Costantino ha deciso di inserire il nuovo arrivato (12 gol nell’ultima annata sportiva con la maglia del Taranto) nella lista dei convocati.

Nella serata di ieri, il gruppo ha svolto un allenamento sotto la luce dei riflettori. Nella giornata odierna, i rossoblù sono partiti alla volta della Toscana, dova domani mattina svolgeranno la seduta di rifinutura, che servirà all’allenatore per sciogliere la riserva sull’undici da mandare in campo. La partita avrà inizio alle ore 20:30, arbitrerà il signor Fanton della sezione di Lodi.

 

La Torres cede l’intera posta in palio al Como

Le prime uscite stagionali, la doppia sfida di Coppa contro i ragazzini dell’Aversa Normanna e l’esordio in campionato contro la Pto Patria erano state, per la Torres, una sorta di antipasto leggero. Oggi, invece, i rossoblù hanno affrontato una squadra di caratura superiore, il Como, e hanno capito quanto sia duro da masticare il pane della Lega Pro.Torres Como

Con una rete per tempo, i lariani hanno sbancato il Vanni Sanna, mettendo in evidenza le lacune, in particolare in fase difensiva e di organizzazione del gioco, dei ragazzi di mister Costantino, che hanno così subito la prima sconfitta in una gara ufficiale.

Prima del fischio d’inizio il saluto del popolo rossoblù a Susanna Campus, poi la parola è passata ai 22 giocatori in campo.

Fin da subito, le due squadre si sono affrontate a viso aperto: la Torres si è affidata, in particolar modo, alle giocate di Baraye, il quale, in ritardo di condizione, è andato via via spegnendosi.

Con il passare dei minuti, gli ospiti  hanno preso il sopravvento sulla mediana e  si sono resi pericolosi con Russu e Le Noci. Nosonostante l’apparente ritardo nella preparazione fisica, la Torres ha cercato di rispondere colpo su colpo, ma, al 37, è stata costretta a capitolare. Ad andare a segno è stato Cristiani che, servito da De Sousa, ha trafitto Testa con un preciso diagonale.

Nella ripresa, il Como è partito col piede sull’acceleratore.  Al 52′, De Sousa ha costretto l’estremo difensore rossoblù alla deviazione in angolo. Sul conseguente tiro dalla bandierina, Curti ha anticipato Migliaccio e ha realizzato la rete del raddoppio.

Con la sua squadra sotto di due reti, mister Costantino ha inserito Santaniello al posto di uno spento Lisai, mentre Giuffrida è subentrato a Rubino, costretto a lasciare il campo per infortunio. I cambi, compreso l’inserimento di Ligorio per Imparato, non hanno sortito gli effetti sperati e la Torres è stata costretto a cedere l’intera posta in palio ai quotati avversari. Al termine della contesa, il pubblico ha tributato un applauso ai suoi beniamini, riconoscendo agli stessi il fatto di aver affrontato la sfida con la giusta determinazione.

Tabellino

Torres – Como 0 – 2

Torres: Testa, Cafiero, Imparato (dal 64′ Ligorio), Foglia, Marchetti, Migliaccio, Lisai (dal 61′ Santaniello), Pizza, Rubino (dal 63′ Giuffrida), Baraye, Maiorino. All. Costantino. A disp. Costantino, Funari. Aja. Minarini.

Como: Crispino, Ambrosino, Russu, Ardito, Lebron, Curti, Casali (dal 73 Corticchia), Cristofari (dal 61′ Fietta), De Sousa (dal 79′ Defendi), Le Noci, Cristini. All. Colella. A disp. Falcone, Rolando, Comentale, Ganz.

Arbitro: signor Valerio Marini della sezione di Roma, coadiuvato dagli assistenti Francesco Barbetta e Claudio Pellegrino.

Reti: 37′ Cristiani, 53′ Curti

La Torres cerca conferme importanti contro il Como

Mentre la società si prepara a salutare nel migliore dei modi i suoi tifosi, la squadra, reduce dal successo all’esordio sul campo della Pro Patria, è attesa dal delicato impegno casalingo contro il blasonato Como, che, nella prima gara stagionale, non è andata oltre lo 0 a 0 casalingoil Sud Tirol.IMG_0641

Nelle prime tre uscite ufficiali, i rossoblù hanno conquistato altrettante vittorie, ma restano alcune remore in merito al reale valore delle squadre affrontate nei primi appuntamenti stagionali. La sfida con la compagine lariana potrà dare, a tal proposito, risposte più chiare ed esaurienti.

Sulla carta andremo ad affrontare una formazione dal tasso tecnico superiore rispetto alla Pro Patria – ha dichiarato mister Costantino nei giorni scorsi – Il Como è compsto da giocatori di ottimo spessore, ma nel calcio il curriculum conta fino a un certo punto. Bisogna dimostrare, domenica dopo domenica, di essere all’altezza della situazione

Per la sfida contro i lariani, il tecnico sassarese dovrà rinunciare all’apporto di due uomini chiave, quali sono Bottone e Bigazzi. Quest’ultimo, uscito per infortunio nel corso della sfida con i bustocchi, ha riportato la rottura parziale del crociato. Il giocatore, fiore all’occhiello del mercato rossoblù, è stato sottoposto ad intervento chirurgico e dovrà rimanere lontano dai campi per cinque o sei mesi circa.

Per allungare la striscia di vittorie consecutive sarà fondamentale il sostegno del pubblico, che dovrà essere il dodicesimo uomo in campo. L’appuntamento è fissato per domani alle ore 16 (arbitro Marini della sezione di Roma).

A seguito della comunicazione arrivata dalla Questura di Sassari, il sindaco del capoluogo turritano ha vietato, in occasione della sfida di domani pomeriggio, la somministrazione e la vendita per asporto di bevande alcooliche e superalcooliche e di qualsiasi bevanda da asporto in contenitori di vetro o lattine.

Il divieto, rivolto ai titolari degli esercizi pubblici e di quelli commerciali presenti al Vanni Sanna,  sarà in vigore durante lo svolgimento della competizione, per le due ore antecedenti l’inizio della sfida e nell’ora successiva la conclusione della stessa.

L’ordinanza stabilisce, inoltre, il divieto a chiunque di introdurre nell’impianto bevande soggette ai divieti, sia per uso personale sia con l’intento di distriburle agli spettatori, anche se solo a titolo gratuito.

 

 

Prima storica vittoria a Busto Arsizio per la Torres

Buona la prima per la Torres che, per la prima volta nel corso della sua ultracentenaria storia, ha espugnato il “Carlo Speroni” di Busto Arsizio.IMG_0641

Decisiva, ai fini della vittoria della compagine sassarese, l’eurogol realizzato, al 29′, da Maiorino, che, servito da Foglia, non ha lasciato scampo all’estremo difensore bustocco, Perilli.

In precedenza, il direttore di gara aveva annullato una rete ai padroni di casa per un fallo di mano di Serafini

Per tutto l’arco della contesa, la difesa rossoblù, orchestrata in maniera ottimale da Migliaccio e Marchetti, ha controllato gli sterili attacchi dei ragazzi allenati da Lulù Oliveira.

La vittoria alla prima giornata ha fatto salire alle stelle l’entusiamo del popolo torresino e rappresenta un ottimo viatico in vista del prosieguo del campionato. Le uniche negative della giornata riguardano gli infortuni occorsi a Bottone e Bigazzi.

Tabellino

Pro Patria – Torres 0 – 1

Pro Patria: Perilli, Guglielmotti, Panizzi, Botturi, Anderson, Taino, Candido, Ulizio (dal 75′ Moscati), Serafini, Cannataro, (dal65′ Giorno), Terrani (dall’85′ Bovi). All. Oliveira. A disp. Zanier, Lacchini, Zaro, Romeo, Moscati.

Torres: Testa, Cafiero, Imparato, Migliaccio, Marchetti, Bottone (dal 2′ Giuffrida), Pizza, Lisai, (dal 7o’ Bigazzi (dal 75′ Santaniello), Maiorino, Foglia, Rubino. All. Costantino. A disp. Costantino, Funari, Pizzutelli.

Arbitro: signor Amabile della sezione di Vicenza

Il cammino della Torres parte da Busto Arsizio. Mister Costantino :”Faremo una buona partita e torneremo a Sassari con un risultato positivo”

L’antipasto con la doppia sfida di Coppa Italia con l’Aversa Normanna: un test poco probante contro una squadra formata da ragazzini. Fra un paio di giorni si farà sul serio. Nel prossimo fine settimana prenderà il via la a serie C unica. Per la prima giornata di campionato, il calendario riserva alla Torres la sfida contro la Pro Patria allenata da Lulù Oliveira.photo

Partiremo con l’obiettivo di fare una buona partita – ha dichiarato il mister rossoblù, Costantino -. Vogliamo tornare a Sassari con un risultato positivo. Se ci riusciremo, vorrà dire che avremo fatto qualcosa di eccezionale

Sono grato alla società per le ultime operazioni di mercato – ha aggiunto il tecnico sassarese -. Devo dire che, fin dal primo giorno, ho trovato un gruppo eccezionale. Il prossimo obiettivo sarà quello di diventare una squadra, sia in campo che fuori“.

Dovremo affrontare la prima partita di campionato con il giusto atteggiamento – ha detto l’attaccante rossoblù, Pasquale Maiorino, uno dei più positivi domenica scorsa contro l’Aversa Normanna -.  Sono convinto che la squadra possa fare bene.

Da quest’anno, tutte le partite della Lega Pro saranno tramesse in diretta streaming sul sito www.sportube.tv. “La diretta streaming non mi emoziona – ha detto Maiorino -. Di sicuro mi fa piacere che il nostro campionato possa essere seguito in tutta Italia.

Per la sfida contro i bustocchi, in programma per sabato 30 agosto alle ore 14:30, mister Costantino ha convocato i seguenti giocatori: Testa, Costantino, Cordella, Imparato, Minarini, Cafiero, Marchetti, Pizza, Lisai, Bottone, Foglia, Baraye, Giuffrida, Maiorino, Rubino, Santaniello, Funari.

 

Tre nuovi acquisti per la Torres. Arrivano Infantino, Bigazzi e Remedi

A pochi giorni dall’inizio del campionato di Lega Pro, la dirigenza della Torres ha piazzato tre colpi di mercato, ingaggiando Saveriano Infantino, per il quale si deve parlare di un ritorno, Mirko Bigazzi e Lorenzo Remedi.Bigazzi

Saveriano Infantino ha indossato la casacca rossoblu nella passata stagione.  Arrivato a Sassari nel mese di gennaio, l’attaccante lucano ha realizzato cinque reti in quindici partite disputate. Nelle due annate precedenti, Infantino aveva militato nella fila dell’Aquila, totalizzando 41 presenze e 14 gol. Per riportarlo in Sardegna, il diesse Nucifora ha dovuto vincere la concorrenza di Mantova e Casertana.

Mirko Bigazzi, nato a Cecina nel 1989, è un esterno di cemtrocampo dotato di ottime qualità tecniche. Nell’ultima stagione Bigazzi, giocatore di proprietà del Livorno, ha giocato con lo Sporting Olhanense, totalizzando ben 13 presenze.

Dalla società labronica arriva anche il viareggino, classe 1991, Lorenzo Remedi. Nonostante la giovane età, il giocatore toscano ha maturato diverse esperienze nei campionati di serie B e C. Centrocampista centrale, può essere schierato anche sulle fasce.

Non è stato raggiunto, invece, l’accordo economico con Riccardo Martinelli, difensore ex Rimini. La socieà ha smentito di aver ritenuto il giocatore non idoneo per il campionato di serie C.

Arrivato a Sassari il pezzo forte del mercato rossoblù, Yves Baraye

Il pezzo forte del mercato rossoblù. Yves Baraye, giocatore scuola Chievo, è sbarcato a Sassari e ha svolto il primo allenamento insieme ai nuovi compagni di squadra.Yves Baraye

Sono contento della mia scelta. – ha dichiarato il neo acquisto -. Ho capito che la dirigenza ha progetti ambiziosi e i miei obiettivi sono gli stessi della società. Non mi pesa il fatto di dover scendere di categoria. Devo pensare solo a fare bene per il prosieguo della mia carriera.

Come giocatore, non ho ruoli preferiti. Mi piace svariare per il campo, segnare e far segnare i miei compagni. Le prime impressioni sono positive, ma le parole non contano. Le risposte le dovremo dare sul campo”.

Il tecnico Massimo Costantino non ha nascosto la sua soddisfazione per l’ingaggio del forte giocatore, che ha maturato esperienze con le maglie di Udinese, Juve Stabia e Lumezzane.

Conoscevo già Baraye per averlo visto all’opera nelle ultime due stagioni ha detto il tecnico rossoblù -. Il suo innesto ci garantisce maggiore qualità in attacco e a centrocampo. Nei prossimi giorni valuterò il suo stato di forma. Ma non ho fretta. Gli altri ragazzi mi forniscono adeguate garanzie”.

Per essere completa alla squadra manca ancora qualche tassello, in particolare una prima punta. “Stiamo facendo di tutto per presentarci al via del campionato con la formazione al completo – ha detto il vice presidente, Filippo Salaris -.Vogliamo ben figurare. Faremo un altro sforzo e porteremo a Sassari un altro giocatore importante”.