Archivi per la categoria ‘Dinamo’

Come sarà la Dinamo dopo l’addio dei Diener? Al via la preparazione dei biancoblù

Non ci sono più i cugin Diener: geni dell’arte cestistica, capaci di illuminare con le loro magie le serate e le notti del PalaSerradimigni. Con il loro addio si è chiusa una pagina indimenticabile della storia della Dinamo. Se irripetibile, lo diranno il campo e il tempo, giudici supremi e inappellabili. Il popolo biancoblù spera ora di trovare altri campioni da adorare come nuovi Dei Pagani della palla a spicchi.OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Confermati staff tecnico e gruppo degli italiani (“il ministro della difesa” Jack Devecchi, il capitano di mille battaglie Manuel Vanuzzo, il giovane Amedeo Tessitori, il sassarese Massimo Chessa e Brian Sacchetti), la società ha attuato una vera e propria rivoluzione, la prima dell’era Sacchetti, portando a Sassari ben sette nuovi giocatori: i play Jerome Dyson ed Edgar Sosa, la guardia David Logan, le ali Rakim Sanders e Jeff Brooks, e i lunghi Miroslav Todic e Shane Lawal.

La dirigenza e lo staff tecnico hanno operato sul mercato con l’intento di ringiovanire il roster e di dare un volto e un’identità diversa alla squadra. Dimentichiamoci il play puro, ruolo del quale si è perso lo stampino nel basket moderno, e i tiratori capaci di togliere le castagne dal fuoco nei momenti caldi delle gare. Sono arrivati giocatori con caratteristiche diverse, uomini dotati di maggiore fisicità, maggiore atletismo e maggiore capacità di mostrare i gomiti agli avversari..

Gli esterni, in particolare Dyson e Logan, forniscono solide garanzie per classe, talento ed esperienza. I punti interrogativi riguardano il reparto dei lunghi: Brooks sembra essere l’unica certezza, Lawal è una scommessa. Per motivi differenti non si potrà chiedere l’impossibile a Vanuzzo, Tessitori e Todic.

Il tempo delle parole, delle ipotesi e delle congetture sta per terminare. Nei giorni scorsi la squadra ha ripreso confidenza con il parquet con una serie di allenamenti blandi. Da oggi per tutti, escluso Sosa impegnato con la Nazionale Dominicana, inizia la preparazione in vista di una stagione che vedrà la Dinamo impegnata sia sul fronte nazionale che su quello continentale.

Il quartier generale dei biancoblù sarà il Geovillage di Olbia. Al gruppo sono stati aggregati il danese Esben Reinholt, e i giovani Enrico Merella e Gerardo Langiu.

C’è la Coppa Italia da difendere, la Supercoppa e la finale scudetto da conquistare. L’avversario da battere sarà sempre l’Olimpia Milano. Poi bisognerà partecipare da debuttanti al gran ballo dell’Eurolega. E se l’Eurolega non è il paradiso, auspicato da Flaminio Mancaleoni, gli assomiglia moltissimo.

Ora è ufficiale: Shane Lawal sarà il centro della Dinamo per la stagione 2014 – 2015

Mancava solo l’ufficialità, che è arrivata in queste ore: il centro della Dinamo, per la stagione 2014 – 2015, sarà Olaseni Abdul Lelili “Shane” Lawal, atleta di 208 centimetri per 102 chilogrammi, nato ad Abeokuta l’8 ottobre del 1986.Lawal

Con l’acquisto nigeriano, giocatore dotato di grande atletismo, la società biancoblu ha completato il roster a disposizione di coach Sacchetti, in vista di una stagione agonistica densa di impegni tra Campionato ed Eurolega.

La carriera di Lawal è iniziata alla Oakland University ed è proseguita, dopo tre anni, a Wayne State, dove ha partecipato al campionato NCAA di seconda divisione e ha messo in mostra le sue doti di atleta, chiudendo la stagione con 11,7 punti e 8,5 rimbalzi a partita, cifre che gli sono valse l’inserimento nel primo quintetto difensivo della sua Conference.

Il primo contratto da professionista lo ha firmato, nel 2009, in Qatar, dove, in undici partite disputate con l’Al Arabi Club, ha prodotto 15 punti e 13 rimbalzi di media.

Nella stagione successiva ha militato nelle fila del Rayet Guadalajara, chiudendo con una media di 12,9 punti e 10, 8 rimbalzi  2011 – 2012 ,

L’anno dopo ha ha giocato nella Lega Gold iberica con il Knet Rioja Clavijo, compagine con la quale ha vinto la classifica dei migliori rimbalzisti e ha chiuso in seconda posizione in quella delle stoppate.

Nell’annata successiva ha fatto la prima apparizione in Italia, a Verona, dove ha vissuto una stagione da assoluto protagonista, rivelandosi uno dei migliori giocatori del campionato e attirando le attenzioni di alcuni club europei.

Ad aggiudicarsi le sue prestazioni è stato il club kazako del BC Astana, con il quale ha militato nella massima serie nazionale e nella VTB United League, risultando, in entrambe le competizioni, primo nella classifica delle stoppate.

Un altro colpo di mercato della Dinamo, ufficializzato l’ingaggio di Rakim Sanders

La Dinamo mette un altro tassello nel proprio mosaico, ingaggiando Rakim Sanders, ala piccola di 193 centimetri per 102 chilogrammi, da tempo nel mirino della società del presidente Sardara.Sanders

Nonostante la giovane età, il giocatore statunitense, nato a Pawtucket l’8 luglio del 1989, può già vantare una doppia esperienza in due tra i campionati più prestigiosi, quello israeliano e quello tedesco.

Dopo aver trascorso tre anni al Boston College, Sanders si è trasferito, per l’ultimo anno della sua carriera universitaria, alla Fairfeld University, dove ha chiuso la stagione con 16.8 punti, 8.3 rimbalzi e 2.3 assidt di media.

Nell’estate del 2012 ha firmato il primo contratto da professionista con il Maccabi Tel Aviv, ma, durante la pre season, è stato girato al Galil Gilboa, formazione con la quale ha disputato il campionato israeliano e la Balkan League, facendo registrare ottime cifre: 12 punti e 6 rimbalzi di media.

L’ottima annata in Israele gli è valsa la chiamata del Brose Baskets Bamberg. Con la formazione tedesca, ha vissuto la prima esperienza in Eurocup, competizione nel corso della quale ha incontrato i biancoblù , mettendo in mostra, nel doppio impegno, le sue qualità, la sua energia e la sua polivalenza: doti che, ora, è pronto a mettere a disposizione di coach Sacchetti.

 

La Dinamo inizierà in Russia la prima storica avventura in Eurolega

Nel pomeriggio di ieri, a poche ore dal sorteggio, l’Euroleague ha reso noto il calendario della stagione regolare della massima competizione continentale per club, specificando che le date precise verranno comunicate la prossima settimana.

La prima storica partita della Dinamo, in Eurolega, andrà in scena in Russia, dove i ragazzi di coach Sacchetti affronteranno, il 16 o il 17 otobre, il NIzhny Novgorod.

Una settimana dopo, i biancoblù saranno impegnati, al PalaSerradimigni, contro l’Anadolu Efes Istanbul che ha, da poco, tesserato, la guardia Matt Janning, uno dei protagonisti della straordinaria stagione della Mens Sana Siena.

L’affascinante e stimolate avventura europea vedrà i biancoblù impegnati fino alla vigilia di Natale, quando è in programma la trasferta in Lituania, in casa dello Zalgiris Kaunas.

Per visulizzare il calendario completo, seppur provvisorio della manifestazione, connettersi al sito www.dinamobasket.com.

 

Alla Dinamo arriva Jerome Dyson

La Dinamo mette a segno un altro importante colpo di mercato e riesce a portare a Sassari un giocatore di valore assoluto, Jerome Dyson, protagonista dell’ultima stagione del basket italiano con la canotta dell’Enel Brindisi.Dyson

Jerome Dyson, nato a Rockville il 1° maggio del 1987, è un playmaker apprezzato per le sue capacità di trascinatore, il suo immenso talento tecnico e le eccellenti doti atletiche.

Formatosi in Connencticut, Dyson è stato inserito, nell’anno da rookie, nel primo quintetto della sua Conference. Ha mostrato una crescita costante, anno dopo anno, e ha chiuso il suo quadriennio universitario, nel 2009 – 2010, con una media di 17. 2 punti, 4. 3 rimbalzi e 4,2 assist di media.

Nella stagione successiva si è trasferito ai Tulsa 66ers in D League, la lega di sviluppo dell’Nba, e ha chiuso con una media di 16 punti. Nell’aprile del 2012 ha ricevuto la chiamata dei New Horleans Hornets, con i quali ha firmato un contratto fino al termine della stagione, conclusa  con 7.4 rimbalzi,  2.1 rimbalzi e 2 assist di media.

Nell’annata 2012 – 2013 ha lasciato gli States e ha vissuto una straordinaria annata in Israele con l”Hapoel Holon, formazione con la quale è stato protagonista sia nel campionato nazionale che nell’Eurochallenge.

L’ottimo rendimento ha aperto le porte del campionato italiano al playmaker di Rockville, che è stato la punta di diamante della compagine pugliese, capace di disputare un’ottima regular season per poi cedere proprio alla Dinamo nei quarti di finale dei play off scudetto.

Al giocatore, la società biancoblù ha garantito un Nba escape fino al 23 luglio in caso di contratto garantito.

Eurolega, la Dinamo inserita nel gruppo A

Nella mattinata odierna si è svolto, a Barcellona, il sorteggio dei quattro gironi dell’edizione 2014 – 2015 dell’Eurolega. I biancoblù, alla prima esperienza nella massima competizione continentale per club, sono stati ineriti nel Gruppo A, insieme a Real Madrid, Anadolu Efes Istanbul, Zalgiris Kaunas, Nizhny Novgorod e la vincitrice dell’Euroleague Qualifying Rounds,

La Dinamo si rinforza con l’acquisto di Edgar Sosa

La Dinamo continua ad operare sul mercato con l’intento di allestire un roster che sia in grado di affrontare, nel migliore dei modi, la prossima stagione, che vedrà i sassaresi impegnati, per la prima volta, in Eurolega, massimo palcoscenico della pallacanestro continentale.*Mar 13 - 00:05*

Nella serata di ieri, la società del presidente  Stefano Sardara ha raggiunto l’accordo con il play americano con passaporto dominicano, Edagar Sosa, che, nella passata annata sportiva, ha militato nelle fila del Ratiopharm Ulmi in Germania ed è già stato protagonista nel campionato italiano nella stagione 2010 – 2011, quando vestì la canotta dell’Angelico Biella.

Edgar Sosa, combo guard di 190 centimetri per 80 chilogrammi di peso, è nato a New York il 15 gennaio del 1988 ed è giocatore capace di unire atletismo e personalità ed è in grado sia di organizzare il gioco, mettendo in ritmo i compagni, sia di assumersi responsabilità in attacco.

Cresciuto cestisticamente a Luoisville, una delle Università più prestigiose degli Stati Uniti, Edgar Sosa ha iniziato la sua carriera professionistica, come detto precedentemente, a Biella, dove ha disputato un’ottima stagione, chiudendo con 13 punti e 4,5 assist di media, e meritando la convocazione all’All Star Game.

Un grave infortunio alla gamba, subito nel corso dei Giochi Panamericani del 2011, lo ha costretto a un anno intero di inattività. Ha ripreso l’attività agonistica a gennaio del 2013. Dopo aver disputato quattro partite nell’ACB spagnola con Valladolid, si è trasferito nella massima serie portoricana, esattamente ai Cangrejeros de Santurce.

La scorsa estate è arrivata la chiamata in Bundesliga. Con la maglia Ratiopharm Ulm ha disputato l’Eurocup e ha raggiunto la finale della Coppa di Germania e ora è pronto a mettere il suo talento a disposizione di coach Sacchetti.

 

La Dinamo ingaggia il lungo bosniaco, Miroslav Todic

Nuovo colpo di mercato della Dinamo che ha acquisto le prestazioni dell’ala grande bosniaca, Miroslav Todic, la scorsa stagione in forza Todicall’Enel Brindisi, formazione affrontata e superata dai ragazzi di coach Sacchetti nei quarti di finale dei play off scudetto.

Nato a Tuzla il 6 gennaio del 1985, Todic, 205 centimetri per 110 chilogrammi, ha lasciato giovanissimo il suo Paese natale per formarsi nei più importanti Campionati Europei. Ha maturato esperienze in Slovenia, Germania, Grecia ed Ucraina, mostrando, anno dopo anno, una crescita costante.

Nella stagione 2012 – 2013 ha vissuto la prima esperienza italiana, a Forlì, dove ha mostrato ottime qualità al punto di meritare la chiamata del Khimik Yuzny, formazione ucraina impegnata nell’Eurochallenge.

E ora, dopo aver vissuto una buona stagione in terra pugliese, è pronto a dare il suo contributo, sotto forma di tecnica e peso sotto canestro, alla causa bianocblù.

 

David Logan è un giocatore della Dinamo

David Logan è un giocatore della Dinamo: la notizia era circolata già dalla giornata di ieri e  ora è arrivata la conferma ufficiale da parte della David Logansocietà biancoblù, che ha annunciato di aver raggiunto l’accordo con l’esterno americano naturalizzato polacco.

Il giocatore, nato a Chicago il 26 dicembre del 1982, è stato già ammirato dal pubblico del PalaSerradimigni, in quanto, nella passata stagione, ha militato nella fila dell’Alba Berlino, squadra capace di eliminare la Dinamo negli ottavi di finale dell’Eurocup.

Nella doppia sfida europea, Logan fu uno dei giocatori più efficaci, chiudendo con un bottino personale di 18 punti nella sfida giocata a Sassari e di 14 punti in quella disputata alla O2 Arena di Berlino.

Il forte esterno, in possesso del passaporto polacco dal 2009, vanta una notevole esperienza internazionale, avendo indossato, tra le altre le canotte di alcuni dei club di maggiore  prestigio, come Panathinaikos e Maccabi Tel Aviv, formazioni con le quali ha vinto due coppe nazionali.

Per Logan si tratta di un ritorno in Italia, visto che, nella stagione 2005 – 2006, visse, in quel di Pavia, la sua prima annata da professionista, dopo essere cresciuto cestisticamente alla University of Indianapolis.

Primo colpo di mercato della Dinamo, arriva Jeff Brooks

Primo colpo di mercato della Dinamo, che ha raggiunto l’accordo con l’ala americana, Jeff Brooks, atleta nato a Lousiville il 12 giugno 1989, che, nonostante la giovane età, ha già maturato importanti esperienze nella massima serie del basket italiano, visto che ha indossato, nelle ultime due stagioni, le maglie di due società storiche, quali sono Cantù e Caserta.jeff-brooks1

Uscito da Pennsylvania State University, team con il quale ha chiuso l’ultimo dei quattro anni Ncaa con una media di 13, 1 punti e 6. 1 rimbalzi di media, Jeff Brooks ha lasciato gli Stati Uniti, nel 2011, per vivere la sua prima esperienza europea, in quel di Jesi in Legadue.

Il giocatore americano ha chiuso la sua prima stagione in Italia con numeri eccellenti (17 punti e 6, 9 rimbalzi di media a partita), al punto di meritare la partecipazione all’All Star Game della seconda serie della pallacanestro tricolore.

Jeff Broohs ha così catturato l’attenzione degli addetti ai lavori e, nalla stagione successiva, ha fatto il grande salto e si è trasferito a Cantù, squadra con la quale ha vinto una Supercoppa ed è stato protagonista dell’epica serie dei quarti di finale dei play off contro la compagine sassarese.

Nell’ultima stagione, l’ala statunitense ha militato nelle fila della Juve Caserta, formazione con la quale ha  chiuso la stagione regolare al nono posto, sfiorando l’ammissione ai play off scudetto.

E ora, Jeff Broohs è pronto a mettere il suo talento e la sua duttilità al servizio della Dinamo, che si appresta a vivere un’altra stagione intensa tra Italia ed Europa.