Archivi per la categoria ‘Calcio’

Tore Arca confermato sulla panchina della Torres femminile

La prima mossa della Torres femminile, per la stagione 2017 – 2018, è la conferma di Tore Arca, che guiderà la compagine sassarese nella prossima stagione, che la vedrà impegnata nel campionato di serie B, dopo la vittoria del torneo regionale di serie C.

Latte Dolce tra orgoglio e preoccupazione per le sorti del calcio sassarese

Il Latte Dolce si evolve ancora una volta e si prepara alla nuova sfida, in campo e dietro le scrivanie. Il progetto cresce, si sviluppa e intanto guarda con interesse e preoccupazione alle sorti del pallone sassarese. Il recente passato biancoceleste, miscelato ormai al prossimo futuro, racconta di una storica salvezza ottenuta in serie D e di una nuova stagione da programmare e vivere alla ribalta della quarta serie del calcio italiano. Da vivere a Sassari, da giocare a Sassari.latte-dolce-sassari

Il Latte Dolce Sassari cambia, allarga la sua base societaria con Abinsula e Matica presenze sempre più forti e presenti sulla maglia e a sostegno del progetto. Credibilità e lungimiranza, razionalità e passione: queste le chiavi di volta. La società si rafforza, coinvolge le risorse del territorio, convinte a sposare un progetto sassarese, che scommette – e vince – puntando sui giovani, che ha una struttura rodata e che, orgogliosa – e al momento unica – rappresenta la città di Sassari nel campionato di serie D.

Una società sassarese, nata nel cuore pulsante di uno dei più popolosi quartieri di Sassari. Un club guidato da dirigenti sassaresi che grazie all’impegno di imprenditori sassaresi poggia le sue basi su uno dei vivai più floridi e attrezzati dell’intera Sardegna. Una squadra che ha Sassari nel sangue e tiene alle tradizioni sassaresi. Di più: il Latte Dolce Sassari è una società sassarese ma, soprattutto, è una società pronta a offrire una opportunità concreta alla città, pronta a tendere la mano ed a proporsi alla città e in primis alla cittadinanza per salvaguardare la grande tradizione del calcio sassarese.

 

Il Latte Dolce Sassari porta avanti il suo progetto ma non può ignorare quello che succede attorno. Quello che succede in città, quello che succede alla città. Sassari è una città dalla grande storia e tradizione calcistica che meriterebbe palcoscenici importanti, una ribalta degna della sua tradizione. La mano è tesa, la disponibilità è massima.

 

Un interlocutore è il Latte Dolce Sassari, società sassarese. L’altro è da individuare, ma è sempre e comunque benvenuto. Interlocutore disponibile a sedersi al tavolo e discutere di calcio, del domani, di storia, nome e tradizioni. Le Istituzioni, i cittadini, i tifosi, la stampaIl le altre fondamentali componenti di un sistema che deve fermarsi e riflettere sulle occasioni perse e su quel che potrebbe essere. Per la città di Sassari, e per il pallone sassarese.

Al Vanni Sanna la 2^ edizione del Trofeo “Marzio Lepri”

Dopo il grandissimo successo dello scorso anno, con oltre 2000 persone sugli spalti ad assistere all’evento, torna a Sassari il Trofeo “Marzio Lepri”, la due giorni di sport e divertimento voluta e organizzata dalla scuola calcio sassarese nata nel 2016 e che porta il nome dell’amatissima bandiera del sodalizio rossoblù,  nonchémiglior cannoniere della Torres di tutti i tempi con le sue 122 reti in 301 partite.  esordientimarzioleprialtorneoselis2017

Per la seconda edizione saranno 43 le formazioni provenienti da tutta l’isola che daranno vita ad un torneo riservato alle Scuole Calcio ma che avrà un’anteprima nella giornata di sabato 10 giugno con due triangolari per le categorie  Giovanissimi (Cus Sassari, Alghero Cagliari Calcio e Torres 1903) e Allievi (Torres 1903, Ozierese, Cagliari Calcio Alghero). Si inizierà alle 15:30 per finire con le premiazioni alle 19.

Domenica 11 giugno, a partire dalle 9,  il “Vanni Sanna” di Sassari si colorerà delle divise delle Scuole Calcio isolane.  Si partirà dai Micro-Micro (con in campo la Marzio Lepri, la San Paolo, il Psg Ploaghe, il Cus Sassari e la New Team Usini) per arrivare ai Micro, a cui si aggiungeranno, oltre alle già citate, anche  Calmedia Bosa, Wilier, Cantera Sorso, Turritana, Catalunya, Monserrato e Coros Logudoro. Nella categoria Pulcini si confronteranno anche Buddusò e S.G. Nuorese. Tra gli Esordienti presenti le scuole calcio Oliena, Atletico Olbia e Usinese.

All’interno della struttura, e per tutta la giornata,  saranno presenti i gazebo adibiti a punto ristoro per accogliere i genitori a seguito dei ragazzi impegnati nelle gare.

Appuntamento a Stintino con le glorie del calcio sardo

“Il Calcio – Sport e scuola di vita”: questo il titolo dell’iniziativa in programma al Museo della Tonnara di Stintino sabato 10 giugno, giorno in cui, con inizio alle ore 18,30 il giornalista Giovanni Dessole dialogherà con personaggi noti del calcio regionale e nazionale. Tra questi Michele Fini e Marco Asara, fondatori e responsabili tecnici dell’Asd Cantera Sorso. michele_fini

Per Michele Fini tanti anni di calcio professionistico da giocatore, fra le molte esperienze della sua intensa carriera la militanza in serie A con Salernitana, Cagliari, Ascoli e Siena. Nelle ultime stagioni, inoltre, ha ricoperto il ruolo di vice allenatore di Diego Lopez, prima al Bologna poi al Palermo. Una carriera decennale in ambito professionistico anche per Marco Asara, nel cui curriculum spicca la militanza in serie C1 con la Torres e in serie B con l’Alzano Virescit.

Sarà presente all’evento anche Marco Sanna, altra gloria del calcio sardo, che ha visto nelle stagioni in serie A con Cagliari, Torino e Sampdoria i momenti più alti della sua carriera.

Parteciperà, inoltre, Stefano Udassi, indimenticato bomber della Torres in C1, che verrà premiato per la brillante promozione in Eccellenza regionale ottenuta dallo Stintino calcio sotto la sua guida.

Esperienze e aneddoti vissuti faranno da cornice alla riflessione sul ruolo svolto dalle Scuole calcio non solo in ambito prettamente sportivo ma anche sotto il profilo educativo. In particolare sarà proposta l’esperienza dell’Asd Cantera Sorso il cui progetto, per quanto molto attento agli aspetti tecnici, è costruito in direzione di un armonioso sviluppo dei bambini in un contesto in cui, oltre a quello fisico, sono centrali il benessere psicologico e relazionale. Un’esperienza nella quale si riconosce al giovane atleta tanto il diritto ad una sana pratica sportiva quanto il diritto di “non essere un campione”.

L’iniziativa, dunque, realizzata in collaborazione con lo Stintino calcio e con Asd Cantera Sorso, è tesa a promuovere e porre in risalto il valore dello sport come sana scuola di vita.

Real Madrid Clinic, le iscrizioni scadranno l’11 giugno!

C’è tempo fino all’11 giugno per assicurarsi un posto nella Scuola Calcio dei Galacticos del Real Madrid, compagine fresca vincitrice della Champions League. Dal 3 al 7 luglio il Vanni Sanna diventerà un Real Madrid Clinic. E i calciatori in erba avranno la possibilità di vivere una delle più innovative esperienze di scouting giovanile. Per ulteriori informazioni connettersi al sito www.sassaritorresfemminile.it

Andrea Colombino, direttore sportivo del Latte Dolce

Dopo la riconferma, per la quarta stagione consecutiva, di mister Massimiliano Paba alla guida del Latte Dolce Calcio, contestualmente al passaggio di Adriano Fantoni al ruolo di direttore generale del club, la società biancoceleste ha scelto di affidare l’incarico di direttore sportivo a Andrea Colombino, cui di concerto con staff tecnico e dirigenziale, spetterà il compito di costruire la rosa chiamata ad affrontare la rinnovata sfida del campionato di serie D 2017-2018untitled

Il direttore sportivo biancoceleste Anfrea Colombino: «Io sono felice di essere tornato: quattro anni fa avevo già collaborato con questa società e mi ero trovato molto bene. Il Latte Dolce è cresciuto e sta crescendo, vedo grosse prospettive: c’è voglia di fare bene. La serie D è campionato importante e impegnativo, per questo è necessario strutturarsi in maniera più specifica. Accolgo con entusiasmo questa sfida e ne sono lusingato. Non ci sono preclusioni, la Sardegna ha l’unico limite nel mare intorno, è staccata dai grandi centri ma questo non deve essere considerato come uno svantaggio, anzi. Qui la qualità c’è e ci sono molti giovani di valore che però bisogna andare a prendere, affidandosi a loro responsabilizzandoli. Il tutto è in linea con la filosofia del club biancoceleste e anche per questo sono contento di poter dare il mio contributo. Tutto è ancora in fase embrionale, ho parlato con la dirigenza conosco bene il mister, siamo rimasti d’accordo che ci vedremo prestissimo, ci confronteremo per capire come procedere. Ho visto diverse volte il Latte Dolce giocare lo scorso anno, ma ho visto giocare anche altre squadre allenate da mister Paba: ho ben chiara la sua idea di gioco, in base a quell’idea imposteremo la campagna acquisti per dare alla società una squadra competitiva in modo da migliorarci e raggiungere gli obiettivi prefissati in maniera più serena e sicure».

Massimiliano Paba, confermato alla guida del Latte Dolce

Massimiliano Paba confermato alla guida del Latte Dolce per la stagione 2017 – 2018. Il tecnico sassarese, già protagonista in panchina delle ultime quattro stagioni biancocelesti – fra cui quelle della promozione in serie D e quella della storica salvezza ottenuta a fine scorso campionato nella quarta serie italiana -guiderà il team sassarese per la quarta annata consecutiva. untitled

Contestualmente Adriano Fantoni, già direttore sportivo del club e protagonista nel ruolo dell’ultimo decennio lattedolcino, assumerà l’incarico di direttore generale.

Il tecnico biancocelesteMassimiliano Paba: «Mi fa piacere, abbiamo trovato subito l’accordo con la società e lo abbiamo fatto molto velocemente. C’è stato il piacere di continuare lungo il percorso intrapreso con il Latte Dolce, sono stati anni importanti, che hanno lasciato il segno Lo dimostra questa riconferma, grande attestato di stima del club nei miei confronti: significa che Massimiliano Paba è stato apprezzato come tecnico, per i risultati raggiunti, e anche come persona, cosa che mi fa enormemente piacere. Troppo presto per fare qualunque commento in prospettiva rosa. È un’altra sfida bella, complicata e difficile, di quelle che piacciono a noi. Ma non la temiamo. Sarà difficile ripetersi e conquistare la salvezza, ma io come sempre sono fiducioso».

I complimenti del Sindaco alle ragazze della Torres femminile

La scorsa settimana le ragazze della Torres femminile hanno ricevuto i complimenti dal sindaco Nicola Sanna per i loro recenti successi. Le atlete, allenate da Tore Arca, hanno portato a casa, con ampio anticipo rispetto alla chiusura del campionato, la promozione nella serie B femminile e guadagnato il trofeo Coppa Italia serie C che ieri hanno portato a Palazzo Ducale.sassari_torresfemminile_1

 Una coppa che, assieme a gagliardetto e al pallone autografato, ha fatto bella mostra di sé sul tavolo di sala giunta.

Dal sindaco sono arrivati i complimenti a tutte le ragazze, all’allenatore e ai dirigenti per l’impegno che, ancora una volta, ha portato la squadra e la città di Sassari ai massimi livelli sportivi.

Prima dei saluti, il sindaco ha regalato a ciascuna atleta una stampa con la riproduzione dei disegni del Costa sui Candelieri.

In programma le semifinali del Torneo Universitario di calcio

Disagiati-Havana FC e AC Irrosi-Chiavo Verona: queste le due semifinali dell’edizione 2017 del Torneo Universitario di calcio, uno degli appuntamenti più attesi dell’anno accademico sportivo griffato Cus Sassari e ospitato sui campi degli impianti universitari di San Giovanni, a Sassari. Archiviata con un buon successo di partecipazione e una buona dose di spettacolo calcistico la fase all’ italiana, gli incastri da classifica hanno determinato gli accoppiamenti del successivo turno a eliminazione diretta, al quale hanno avuto accesso le prime quattro classificate nel girone unico.18486099_1864032290538179_438830255698632436_n

«Offrire ai nostri ragazzi, agli studenti dell’università degli studi di Sassari, l’opportunità di fare sport potendo contare sul supporto organizzativo del Cus e sulle sue strutture è per noi motivo di soddisfazione e orgoglio  – spiega il presidente del Cus Sassari Nicola Giordanelli -. Ancora una volta il Torneo Universitario di calcio ha centrato il bersaglio, aggregando, coinvolgendo e raccontando piccole grandi storie di calcio e di entusiasmo. Quattro squadre sono arrivate alla fase finale, il torneo non è finito: grande attesa per l’esito finale e un in bocca al lupo a tutti i partecipanti».

Tornando al campo, il primato in classifica al termine della fase all’italiana è andato agli studenti dello storico team dei Disagiati – squadra che partecipa al Torneo da oltre dieci anni – capaci di vincere tutti gli incontri disputati e di imporsi al primo traguardo sull’A.C.Irrosi: le due formazioni sopra citate saranno teste di serie delle semifinali e incontreranno, incrociandosi, la terza e la quarta classificata nel girone, la matricola terribile F.C. Chiavo Verona e Havana F.C.. Per stabilire secondo, terza e quarta classificata nel girone è stato necessario ricorrere agli scontri diretti e alla differenza reti in considerazione del grande equilibrio visto in campo che fa presagire due semifinali di sicuro interesse.

Le due semifinali sono in programma come di consueto sui campi degli impianti sportivi universitari del Cus Sassari:

 

  • Disagiati Havana F.C. si sfideranno il 25 maggio 2017 alle ore 15:30;
  • A.C.IrrosiChiavo Verona si sfideranno il 25 maggio 2017 alle ore 17:30;

Particolare attenzione va data alla sfida che metterà di fronte Disagiati e Havana F.C., squadre animate da una sana e storica  rivalità che terranno di sicuro col fiato sospeso i rispettivi sostenitori fino all’ ultimo. Appuntamento già fisato anche con la finalissima del torneo: il primo giugno alle 18 a San Giovanni tutto sarà compiuto.

Storica salvezza per il Latte Dolce: domenica prossima l’ultima sfida casalinga contro il Rieti

Il Latte Dolce ha conquistato una storica salvezza confermandosi come protagonista della quarta categoria del calcio italiano, traguardo mai raggiunto prima dalla società sassarese. Domenica prossima, alle ore 15 sull’erba dello stadio Vanni Sanna, i ragazzi di mister Massimiliano Paba disputeranno l’ultima gara interna dei questa sofferta, intensa e straordinaria stagione. Giocheranno contro il Rieti, corazzata in corsa per il gran salto con tanti sassaresi in organico – da Scotto a Bianchi e Masala – e battuta a domicilio per 0-1 nel match d’andata.

Sarà una partita vera, che il Latte Dolce è chiamato ad onorare dal primo all’ultimo minuto. Una sfida suggestiva, con tanti spunti di interesse e importanti motivazioni che prescindono dai traguardi stagionali raggiunti. Sarà una festa, di sport e di calcio, ma soprattutto sarà l’occasione per salutare e ringraziare per l’impresa compiuta una squadra dalla forte impronta sassarese, improntato sulla linea verde e capace di superare le difficoltà di un campionato difficile come la serie D sino al porto sicuro della salvezza.latte-dolce-sassari

Domenica, in occasione del match con il Rieti, sarà “Giornata Biancoceleste”: non saranno valide tessere e abbonamenti, l’ingresso allo stadio sarà a pagamento per tutti – 10 euro il biglietto posto unico e 5 euro il ridotto – e l’intero incasso sarà trasformato in premio per la squadra, piccolo  grande riconoscimento all’impegno messo in campo in questa stagione. Di più, in caso di vittoria del Latte Dolce la società incrementerà l’incasso in modo da rendere ancora più…dolce il saluto della squadra al suo pubblico, a Sassari e ad un campionato che fra 11 giorni andrà in archivio come quello in cui i biancocelesti hanno scritto la storia.

 

Il mister del Latte Dolce Massimiliano Paba, esprime su Facebook la sua soddisfazione per la salvezza ottenuta: «Dino Palmas, Giuseppe Madrau, Simone Secchi, Sergio Pinna e Vincenzo Dettori che ringrazio per la loro grande professionalità e la loro amicizia. Grazie al mitico Bruno Pala, al nostro segretario Marino Vasselli, al grande Alberto Frau per la presenza costante e il prezioso supporto. Ma, soprattutto, un grazie infinito ai miei e nostri straordinari ragazzi, per le emozioni che mi hanno saputo regalare e per onorarmi della loro amicizia: questa salvezza è tutta loro».