Archivio Autore

Quattro squadre in testa alla classifica della serie C di pallavolo femminile

La sfida tra Antes Ogliastra Volley e Sanluri, andata in scena nella serata odierna, ha chiuso il programma della seconda giornata del campionato di serie C di pallavolo22365496_708763002666715_656791005332557301_n femminile. Ad imporsi, in tre set 25 – 10/25 – 19/25 – 23), sono state le ogliastrine. Le quali hanno così riscattato la sconfitta rimediata all’Open Day contro una delle principali favorite per il salto di categoria, il Selargius ’85, che dal suo canto ha regolato, con il punteggio di 0 a 3 (14 – 25/21 – 25/17 – 25)., la Tespiense Quartu.

Hanno concesso il bis dopo la vittoria all’esordio anche l’Ariete Oristano, la Quadrifoglio Porto Torres e la Sant’Andrea Gonnesa. Quest’ultima compagine ha avuto ragione, al termine  di quello che era l’incontro più atteso del secondo turno, dell’Orion Sassari. La quale compagine ha approcciato bene la sfida, aggiudicandosi il primo parziale con il punteggio di 21 a 25. Poi, dopo un buon avvio di secondo set, le sassaresi hanno subito la reazione delle padrone di casa, che hanno portato a casa l’intera posta in palio, vincendo i tre successivi set con i parziali di 25 – 21/25 – 18725 – 20) .

Le oristanesi hanno sconfitto, sempre per 3 a 1 (20 – 25/25 – 10/26 – 24/30 – 28), il Serramanna, mentre le turritane hanno superato con l’identico punteggio (25 – 16/ 25 – 27 /25 – 19/ 25 – 20) la Sandalyon.

Primi successi stagionali per Gymland e Ghilarza, rispettivamente vittoriose sulla Gadok Gonnesa (25 – 20725 – 15/25 – 21) e sul Su Planu (25 – 18/21 – 25/25 – 22/25 – 14).

 

La Dinamo vince a Murcia

Dopo aver perso le prime due sfide davanti al pubblico del PalaSerradimigni, la Dinamo vola in Spagna per conquistare la sua prima vittoria nella campagna europea 2017 – 2018. Opposti al Murcia, finora imbattuto nella competizione europea, i biancoblù si sono imposti col punteggio di 78 a 83, portando a casa una vittoria fondamentale, che permette di dare ossigeno alla classifica sia di riscattare le ultime prove non di certo entusiasmanti. Il top scorer della serata in casa biancoblù è stato Bamphort, decisivo soprattutto nella fase finale della contesa, quando i sassaresi hanno alzato anche il loro livello difensivo, fondamentale nel quale erano stati finora alquanto deficitari.

La Torres femminile affronterà l’Inter in Coppa Italia

Ufficiale il passaggio del primo turno della Coppa Italia per la Torres femminile, che ora dovrà vedersela con l’Inter, nella sfida che andrà in scena a Milano il untitled-2prossimo 13 dicembre alle ore 14:30. In caso di passaggio del secondo turno, le rossoblù affronteranno le Leonesse del Brescia.

Ecco le parole del Presidente Budroni: “L’Inter è una delle maggiori candidate alla vittoria del campionato, sarà una partita ostica e si aggiunge, dopo il sorteggio, anche la difficoltà di affrontarla in trasferta. Domenica invece affronteremo una squadra che, nonostante sia stata già battuta per 4-1 in Coppa Italia, ha degli elementi di categoria, che di certo non temiamo, ma che prenderemo con le molle. Dal canto nostro, dopo il pareggio di Riozzo, in queste tre settimane di stop, gli allenamenti sono proseguiti con buon ritmo ed è aumentato l’affiatamento tra le ragazze che hanno avuto un mese in più per conoscersi meglio ed affinare le direttive di Mister Arca. Rispetto alla prima di campionato si potrà fare affidamento sul portiere Griffiths, di cui abbiamo ricevuto transfer.”

Il Trophee en Corse esalta l’Autodromo di Sardegna

Oltre 140 auto stradali e da competizione hanno fatto tappa all’Autodromo di Sardegna, polifunzionale struttura sarda, in occasione della giornata che attraversava le province di Sassari e Olbia-Tempio prevista per il Trophee en Corse 2017, l’evento motoristico internazionale di tipo turistico – culturale promosso dalla parigina Rallyautodromosardegna-trophee-en-corse-2017-02 Story conclusosi poi in Corsica domenica scorsa. L’ormai sempre più poliedrico impianto che sorge a Mores ha ospitato vetture GT, coupé e berline “classiche” e di ultima generazione di prestigiosi marchi del panorama automobilistico, che hanno girato a lungo sulla pista, completamente riasfaltata prima dell’estate e che ha ricevuto un alto gradimento dai partecipanti.

Così come l’ampia struttura con tutta la sua “logistica”, ristorazione compresa, che nell’occasione ha ospitato 300 persone, fra piloti, accompagnatori e staff dell’organizzazione francese con a capo Stephane Giraud,tutte rimaste favorevolmente colpite dall’efficienza e da tutte le opportunità offerte dall’autodromo sardo, pronto a ospitare la manifestazione anche il prossimo anno. A conferma dell’efficienza e delle capacità organizzative e professionali raggiunte dall’impianto di proprietà della famiglia Magliona, capace di stringere una partnership di rilievo internazionale che va ad aggiungersi a quelle già in atto. L’Autodromo di Sardegna (l’unico della regione: www.autodromosardegna.netè infatti protagonista non soltanto con iniziative di livello “sportivo” con auto e moto, ma anche attraverso track day, presentazioni, corsi ed eventi legati a formazione, istruzione, mobilità e sicurezza stradale, collaborando ufficialmente anche con enti, case automobilistiche e motociclistiche e costruttori e fornitori del mondo motoristicoÈ sempre più intenso il calendario di appuntamenti.

Primo successo stagionale per la San Paolo Cagliari

Primo successo stagionale per la San Paolo Cagliari nella serie Be di pallavolo femminile: le ragazze di Matteo Gramignano hanno infatti avuto ragione in tre set dell’Allvolley G. Castello Roma, dominando la prima frazione, chiusa su 25 a 11. Nel secondo parziale le ospiti hanno provato a reagire ma le cagliaritane sono comunque riuscite a spuntarla, vincendo per 25 a 20, per poi chiudere i conti nel terzo set, vinto con il punteggio di 25 a 16. Nulla da fare, invece, per la Sorso Volley, superata per 3 a 0 (25 – 14/25 – 22/25 – 13)

L’Hermaea Olbia sfida il Club Italia

La terza giornata era stata avara di soddisfazioni per l’Hermaea Olbia, le quali, lo scorso ottobre, hanno subito una pesante sconfitta per 3 a 0 (25 – 17725 – 20725 – 16) in quel di Montecchio, Domani alle 20:30 le galluresi scenderanno in campo davanti al pubblico amico per affrontare il Club Italia nella sfida che chiude il quarto turno della serie A2 di pallavolo femminile

Inizia con una vittoria il campionato di Verdeazzurro e Raimond Handball Sassari

Non potevano sperare in un esordio migliore le due formazioni sassaresi che militano nel campionato di serie A2 di pallamano maschile, la Raimond Handball Sassari e la Verdeazzurro, che sabato scorso hanno iniziato il loro cammino con altrettante vittorie.22687955_2041218512778909_5917009547120528605_n

In un Pala Santoru gremito, la Raimond Handball Sassari ha avuto ragione con il punteggio di 29 a 22 del Cassano Magnago. Il successo dei sassaresi è parso in discussione solo nelle primissime fasi di gioco, quando gli ospiti hanno messo a segno un break di 2 a 4. Trovate le giuste contro misure in difesa, con Gege Casada che ha abbassato la saracinesca, i padroni di casa hanno preso in mano il controllo del gioco, chiudendo la prima parte di gara sul 14 a 7, per poi gestire agevolmente il vantaggio nella seconda frazione di gioco.

La Verdeazzurro, grazie a una prova di grande carattere, si è imposta in trasferta per 26 a 27 sul campo del Ventimiglia. I ragazzi di Patrizia Canu hanno avuto un ottimo approccio alla gara, toccando il vantaggio massimo di sette lunghezze, sul 12 a 19, in avvio di secondo tempo. A quel punto i liguri hanno avuto una reazione d’orgoglio, erodendo gran parte del divario, ma i sassaresi sono stati bravi a difendere il minimo ma prezioso vantaggio fino al termine della contesa.  Nulla da fare, invece, per il Selargius, sconfitto in casa per 15 a 27 dal Ferrarin. Il Crenna, infine, ha sconfitto per 35 a 23 il Leno.

Netta sconfitta per la Dinamo contro la Virtus Bologna

Due buoni primi due quarti e una reazione d’orgoglio, a cavallo tra il terzo e il quarto periodo, non sono stati sufficienti alla Dinamo per portare via un risultato positivo dalla trasferta in casa della Virtus Bologna, che si è imposta col punteggio di 89 a 72, facendo leva su una maggiore fisicità e solidità difensiva. L’approccioimg_20171011_213557 alla gara della Dinamo non è stato di certo brillante, come certificato dalle due palle perse nei primi due attacchi, mentre nei minuti iniziali la Virtus ha fatto girare la palla in maniera ottimale, firmando un parziale iniziale di 7 a 0. A svegliare la Dinamo dal torpore è stato l’applauditissimo ex della serata, Marco Spissu, che con una tripla ha aperto il contro parziale dei biancoblù, che hanno prontamente impattato sul 7 a 7. per poi mettere per la prima volta la testa avanti sul 9 a 11 allungare sul + 5 (14 a 19), trascinata da un ottimo Randolph. Nonostante la pessima prestazione dalla lunga distanza, la Virtus è riuscita a limitare i danni, chiudendo il primo periodo sul 18 a 21.

I primi minuti del secondo quarto hanno visto i due attacchi poco brillanti: la Dinamo non ha sfruttato un tecnico ad Alessandro Gentile, mentre una tripla di Umeh ha rilanciato la Virtus, che ha impattato sul 27 a 27. Per i minuti successivi, caratterizzati da errori da ambo le parti, le due squadre hanno viaggiato sui binari dell’equilibrio, poi i primi punti di Aradori hanno regalato il + 3 (35 a 32) alla compagine di casa, ma la Dinamo ha prontamente ristabilito l’equilibrio (35 a 35). Il finale del quarto è stato caratterizzato da un mini break dei felsinei, andati all’intervallo sul + 4 (41 a 37).

Alla ripresa dei giochi è arrivato il mortifero parziale di 12 a 0 dalla Virtus, che è volata sul + 18 (55 a 37), grazie soprattutto alla ritrovata vena da tre punti e all’energia dei suoi italiani. In quel momento i giochi sembravano chiusi, ma trascinata da Hatcher  la Dinamo è riuscita a ritornare in partita, presentandosi  con un ritardo di sole sei lunghezze (66 a 60). al via dell’ultimo periodo che si è aperto con il canestro del 66 a 62 di Pierre. La tripla di Hatcher è valsa il -, 1, ma i sassaresi non hanno trovato il guizzo per rimettere la testa avanti e i felsinei hanno piazzato l’allungo decisivo e definitivo…e dopo la sirena resta la sensazione di una squadra che non ha ancora trovato il suo assetto, la sua identità.

A Sassari la terza “Guido Sieni Cup”

Sassari sarà ancora una volta la capitale del judo con la terza edizione della “Guido Sieni Judo Cup”. A essere protagoniste saranno le giovani leve delle categorie Esordienti B e Cadetti. Al Palasantoru di via Rizzeddu, domenica 29 ottobre, sono attesi circa 250 atleti, tra judoka isolani e della penisola.untitled

L’evento, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Sassari, della presidenza del Consiglio regionale e dell’assessorato regionale allo Sport, del Coni e della Fijlkam sarà presentato martedì 24 ottobre, alle ore 10, a Palazzo Ducale.

All’incontro con la stampa saranno presenti il sindaco di Sassari Nicola Sanna, l’assessora comunale alle Politiche giovanili e sport Alba Canu, il presidente del Centro sportivo “Guido Sieni” Stefano Urgeghe e il presidente del comitato regionale judo Fijlkam Sardegna, maestro Gavino Piredda.

Al via la stagione di Raimond Handball Sassari e Verdeazzurro

L’attesa sta per terminare: poco più di 24 ore e poi inizierà la stagione per le tre compagini isolane, che prenderanno parte alla serie A2 di pallamano maschile. E sarà un’annata speciale per gli appassionati sassaresi, i quali potranno rivivere le emozioni della stracittadina, visto che ai nastri di partenza ci saranno due squadre del 22528231_2038211076412986_1352215912828912149_ncapoluogo del Nord Ovest della Sardegna, la Raimond Handball Sassari e la Verdeazzurro. La terza rappresentante sarda sarà il Selargius, che esordirà in casa contro il Ferrarin.

Il Palasantoru, domani sabato 21 ottobre alle 15:30, farà da cornice all’esordio della Raimond Handball Sassari, attesa dalla sfida contro il Cassano Magnago, primo atto di un campionato che si preannuncia difficile, visto che retrocederanno ben quattro delle otto squadre inserite nel raggruppamento. I sassaresi faranno leva sull’esperienza di un gruppo, tra le cui fila militano alcuni dei protagonisti delle stagioni più gloriose della pallamano cittadina.

Punta, invece, sulla forza di un collettivo giovane e consolidato, impreziosito dall’estro di Florin Pavel, la Verdeazzurro, che inizierà la sua terza stagione di fila nella categoria sul campo del Ventimiglia.