Archivio Autore

Vittoria col Venezia, la Torres è salva

Prima la paura, per il momentaneo vantaggio del Venezia, poi la rimonta, firmata Baraye e Scotto, e la festa finale per la matematica salvezza, conquistata con due giornate d’anticipo e dedicata a mister Vincenzo Cosco, che sta giocando una partita ben più importante di quelle che si disputano in un campo di calcio.Torres Venezia

Nell’arco della stagione non sono mancate le difficoltà, come dimostrano le tante partite senza vittoria, ma nel momento topico della stagione, i rossoblù si sono ritrovati e si sono garantiti la certezza di giocare un altro anno tra i professionisti.

Le cose, come detto, si erano messe subito male per i rossoblù, i quali, al 12′, hanno subito la rete del lagunare Guerra, abile a eludere il fuorigioco e a beffare l’incolpevole Testa. Per alcuni minuti, i padroni di casa sono sembrati incapaci di reagire, al punto che lo stesso Varano ha sfiorato la seconda segnatura con un colpo al volo dopo un rinvio maldestro della retroguardia sassarese.

Scampato il pericolo, i padroni di casa hanno alzato il baricentro del loro gioco e, intorno alla mezzora, hanno riequilibrato le sorti dell’incontro con Baraye, il migliore dei suoi, che si è fatto trovare pronto sulla ribattutta dell’estremo difensore ospite e ha depositato la palla in fondo al sacco con un destro imprendibile.

Occasionissima per il vantaggio rossoblù al 42′: il direttore di gara ha assegnato un rigore ai rossoblù per un fallo su Giuffrida, sul dischetto si è portato Maiorino, la cui conclusione centrale è stata respinta con i piedi da Fortunato.

Appuntamento col gol rimandato al 67′, quando Scotto, subentrato a Colombi, ha sfruttato nel migliore dei modi un tiro dalla bandierina di Maiorino e ha centrato il bersaglio con una straordinaria giocata aerea.

Galvanizzati dal vantaggio, i rossoblù, in particolare Baraye e Maiorino, hanno iniziato un vero e proprio show personale, fatto di dribbling e ottime giocate, ma hanno trovato sulla loro strada un Fortunato in gran spolvero. Poi è arrivata la notizia della sconfitta del Monza contro l’Arezzo, che ha dato il via ai festeggiamenti della squadra e dei suoi fedelissimi tifosi, quelli veri, quelli che non hanno mai abbandonato gli spalti dell’Acquedotto.

Tabellino

Torres – Venezia 2 – 1

Torres: Testa, Cafiero, Imparato, Giuffrida, Marchetti, Aya, Buonaiuto (dal 74′ Marinaro), Foglia, Colombi (dal 61′ Scotto), Maiorino, Baraye. All. Bucchi. A disp: Costantino, Funari, Schiavino, Petermann, Cerone.

Venezia: Fortunato, Caporosso, Sales, Giorico, Cernuto (dal 63′ Peccarisi), Legati, Varano, Taccagni, Greco (dall’83′ Magnaghi), Bellazzini (dal 20′ Raimondi), Guerra. All. Zanon. A disp.: D’Arsiè, Boaretto, Dell’Andrea, Hottor.

Arbitro: signor Daniele Viotti della sezione di Tivoli, coadiuvato dagli assistenti di linea Samuele Garavaglia della sezione di Novara e Ylenia D’Alia della sezione di Trapani

Reti: 12′ Varano (V), 33′ Baraye (T), dal 67′  Scotto

Orion campione provinciale under 16, domani scatta la fase regionale: le sassaresi affronteranno la Gymland

Il palazzetto dello sport di Pattada ha fatto da scenario, domenica scorsa, alle finali provinciali  del campionato under 16 di pallavolo femminile, che hanno visto confrontarsi due squadre sassaresi, Orion e Punto, e due squadre olbiesi, Hermaea e Pallavolo Olbia. Orion under 16

Ad imporsi sono state le ragazze allenate da Alberto Baldereschi e Luca Saba che, rinforzate con gli innesti di Ludovica Bura e Chiara Mennella della Solo Pellico, hanno dapprimo sconfitto in semifinale la Pallavolo Olbia con un netto 3 a 0, poi si sono ripetute, superando per 3 a 1 in finale la Pallavolo Olbia.

Prima della gara eravamo ansiose, un po’ preoccupate – hanno dichiarato all’unisono Giulia Salaris e Maria Grazia Luzzu, rispettivamente banda e palleggiatrice della squadra sassarese -. Poi, una volta scese in campo, abbiamo preso consapevolezza dei nostri mezzi e abbiamo ottenuto questo importante risultato. Abbiamo giocato molto bene in semifinale, mentre in finale abbiamo avuto un piccolo passaggio a vuoto nel terzo set, ma siamo comunque riuscite a portare a casa la vittoria, grazie anche al prezioso aiuto delle ragazze della Solo Pellico, che si sono integrate benissimo nel gruppo“.

Le giovani atlete dell’Orion volano ora alla fase regionale: domani scenderanno in campo per la gara di andata della semifinale con la Gymland, vincitrice della Provincia di Oristano (nell’altra semifinale si affronteranno Antes Ogliastra Volley e Teusolki).

La Gymland è una bella squadra, visto che, come noi, hanno alcune giocatrici che militano nel campionato di serie D – hanno detto ancora le due giovani atlete dell’Orion-, ma, se giochiamo come sappiamo, possiamo battere qualunque avversario“.

L’esperienza nel campionato di serie D, vissuta insieme ad atlete di provata caratura, come Valeria Gagliardi, sta rappresentando un passo di fondamentale importanza nel processo di crescita delle giovani ragazze dell’Orion.

Siamo soddisfatte del nostro rendimento nel campionato di serie D – hanno aggiunto le due giocatrici -.  Il nostro è un ottimo gruppo, con le giovani che hanno legato in maniera eccezionale con le ragazze più esperte. Peccato solo per le due sconfitte all’inizio del campionati, altrimenti avremmo potuto lottare per il salto di categoria. Abbiamo fatto comunque un bel lavoro, ci siamo prese delle belle soddisfazioni, come le due vittorie con la Quadrifoglio Porto Torres. Ora potremmo essere decisive nella corsa per la  promozione, visto che, all’ultima giornata, affronteremo l’attuale capolista, la Pallavolo Olbia“.

 

Iniziano i play off: Conversano, Salerno, Cassano e Teramo alla caccia del tricolore

Riuscirà il Conversano a fare il “triplete” dopo i trionfi in Supercoppa e Coppa Italia? O sarà la Pdo Salerno a confermarsi ai vertici della pallamano femminile d’Italia? Oppure la spunterà una tra Teramo e Cassano Magnago, ottime realtà dell’annata sportiva in corso?Pdo Salerno

Quando mancano poche ore, cresce l’attesa per l’inizio delle semifinali dei play off scudetto della pallamano femminile, che, nel pomeriggio odierno, vivranno il loro prim oatto.

Avversarie di tante battaglie sportive nelle ultime stagioni, Conversano e Salerno si troveranno di fronte al Pala San Giacomo per una sfida il cui pronostico pende dalla parte delle ragazze di Suade Sejmenovic, dominatrici della stagione, in virtù di un organico dall’ottimo spessore tecnico e agontico. Ma le campane, pur reduci da una disastrosa poule play off, sono pronte a vendere cara la pelle per difendere il tricolore conquistato la passata stagione proprio contro Laura Rotondo e compagne.

Altrettanto spettacolare e ricca di fascino si preannuncia la sfida tra Teramo e Cassano Magnago, due formazioni che schierano alcune vecchie conoscenze del pubblico sassarese, come Zucchi Pastor, Daniela Canessa, Grazia Stangoni e Melina Cozzi

Andremo ad affrontare una squadra forte con una rosa lunga e con 2 ottimi portieri – ha dichiarato Zucchi Pastor – Loro giocano una buona pallamano, fatta di difesa aggressiva e velocità nelle ripartenze. Hanno alternative valide in tutti i ruoli e hanno dimostrato, durante il campionato, di poter battere chiunque. Per quel che ci riguarda, dovremo giocare con la giusta concentrazione, seguire il nostro mister e fare il nostro gioco .D’ora in poi ogni partita sarà una finale e noi scenderemo in campo con un solo obiettivo, la vittoria, forti anche del sostegno del nostro pubblico

La Torres femminile cerca il riscatto contro il Mozzanica

Sabato scorso, per più di un’ora, la Torres femminile ha giocato alla pari con la capolista Verona. Poi si è spenta la luce e giuglianole scaligere hanno dilagato, imponendosi con  il punteggio di 2 a 6, troppo penalizzante per le rossoblù, attese ora a un pronto riscatto sul campo del Mozzanica, terza forza del campionato, che schiera le ex Sandy Iannella e Daniela Stracchi.

Un altro impegno ostico, quindi, per Elisabetta Tona e compagne che, per portare a casa un risultato positivo, dovranno dimenticare il black out del finale di gare e dovranno partire proprio dallo spirito mostrato nella prima parte della gara contro la prima della classe.

Andremo ad affrontare un’altra  squadra di ottimo livello che, tra l’altro, potrà contare sull’apporto del pubblico amico – ha dichiarato mister Pompili -. In questi casi, spesso, ci esaltiamo, anche se dovremo stare attenti  a non commettere errori e, soprattutto, dovremo ripartire dal buon gioco espresso nelle ultime gare”.

Il tecnico sassarese dovrà fare i conti con i problemi legati a una rosa ristretta, considerate anche le assenze di Veronica Maglia e Mafalda Marujo, ma proverà a fare affidamento sulla voglia di rivalsa delle sue ragazze che, ipotecata la salvezza, possono affrontare con la giusta serenità gli ultimi impegni stagionali.

 

 

 

Ribaltone in testa alla classifica del girone C della Serie D femminile: la Pallavolo Olbia conquista il primato

Ribaltone in testa alla classifica del girone C della serie D di pallavolo femminile: come era accaduto nel girone di andata, la Quadrifoglio Porto Torres è stata sconfitta  per 1 a 3 (17 – 25/16 – 25/25 – 12/15 – 25) dall’Orion e ha così ceduto la prima posizione alla Pallavolo Olbia, vittoriosa in tre set (25 – 14/27 – 25/25 – 23) sul Ghilarza.Pall. Olbia

Il punto conquistato sul campo della Gymland (25 – 20/25 – 18/24 – 26/20 – 25/18 -16) avvicina alla salvezza la Punto che, a due giornate dal termine, può vantare cinque punti di vantaggio sulla Sunvolley 2pinfissi, sconfitta per 3 a 1 (25 – 15/25 – 14/20 – 25/25 – 17) dal Vbc Macomer.

Nonostante la netta sconfitta per 3 a 0 (25 – 18/25 – 11/25 – 14) rimediata sul campo della Stella Maris Porto Torres, la Solo Pellico, invece, può già festeggiare la permanenza nella categoria. Vittoria per 3 a 1 (25 – 17/25 – 11/22 – 25/25 – 12)del Garibaldi La Maddalena contro la cenerentola del campionato, l’Airone Oschiri.

Per le ultime due giornate di campionato, tutte le attenzioni dei tifosi e degli appassionati saranno rivolte alla volata finale tra galluresi e  turritane. Domani pomeriggio, giorno in cui andrà in scena il penultimo turno, le prime della classe, che dovranno difendere un vantaggio di un solo punto sulle rivali, saranno attese dalla sfida agevole, almeno sulla carta, sul campo della Sunvolley 2pinfissi (ore 18:30, Pal. via Arruga Su Binzali, Bauladu). Ben più ostico, al contario, l’impegno che attende la Quadrifoglio, che dovrà vedersela con la terza forza del campionato, la Gymland (ore 17, Palestra Comunale, via Tharros).

Impegni casalinghi per Solo Pellico e Punto che, rispettivamente, riceveranno la visita del Garibaldi La Maddalena (ore 18, Palestra Silvio Pellico, via dei Mille) e della Vbc Macomer (ore 18, Palestra Scuola Media n°11, via Onida). L’Airone Oschiri riceverà la visita del Ghilarza (ore 19, Palestra Scuole Medie Casu, Berchidda), mentre la sfida tra Orion e Stella Maris è stata posticipata a martedì 28 aprile. Si giocherà alle ore 20  presso la Palestra della Scuola Media n°12 di via Togliatti).

 

In programma il terzultimo turno del campionato di serie C di pallavolo femminile: sfide importanti a Sassari e Sorso

Domani, sabato 25 aprile, si disputerà il terzultimo turno della serie C di pallavolo femminile, campionato che deve ancora emettere gli ultimi verdetti in merito alla qualificazione ai play off e alla lotta per evitare la rretrocessione.Grazia Fancello

Di fondamentale importanza, per quanto concerne l’ammissione alla seconda fase, l’incontro tra San Giuseppe ed Alfieri Cagliari, che andrà in scena alle ore 17 presso la Palestra  Scuola Media n° 12 di via Togliatti.

La sfida contro le cagliaritane, che occupano la quarta posizione della classifica, ha il sapore dell’ultima spiaggia per le ragazze allenate da Daniele Colombino, distanti ora cinque punti dalla quinta piazza, l’ultima utile per ottenere il pass per il play off.

Riflettori puntati anche sul Centro Polivalente di via Dessì in quel di Sorso, dove, con inizio alle ore 18:30, la compagine locale ospiterà l’Ariete Oristano, formazione rlanciata dalle ultime brillanti prestazioni e alla caccia di punti importanti in chiave salvezza.

Con lo stesso intento scenderanno in campo l’Antes Ogliastra Volley e la Smeralda Ossi, attese entrambe da impegni proibitivi: le ogliastrine, infatti, riceveranno la visita dell’imbattuta capolista Castellanese (ore 19:30, Pal. Itc, via Santa Chiara), mentre le ossesi saranno impegnate sul campo della seconda forza del campionato, la Tespiense Quartu (ore 18:30, Pal via Mlaipiero, trav. v. Turati).

Antipasto di play off tra Janas Volley e Sant’Andrea Gonnesa (ore 20, Scuola Media v. Silesu, trav. via S’Arruloni), mentre il programma della giornata sarà chiuso dalla sfida tra Gymnos Pirri e Selargius ’85 (ore 20:30, Palestra Comunale via degli Stendardi). Riposa la Teusolki.

Omar Magliona mette nel mirino la “Coppa Nissena”

Seconda tappa consecutiva in terra siciliana per i protagonisti del Campionato Italiano di velocità in montagna che, nelMagliona in azione su Osella Honda(3) prossimo fine settimana, saranno impegnati nella sessantunesima edizione della Coppa Nissena. Tra i più attesi alla prova ci sarà il driver sassarese Omar Magliona che, reduce dal trionfo di Erice, proverà a regalare un’altra soddisfazione ai suoi tifosi e alla sua scuderia, la CST Sport.

A Caltanissetta dovremo superare, innanzi tutto, gli avversari diretti – ha dichiarato Omar Magliona -. In questa stagione c’è un bel movimento nella nostra categoria. Si è già visto a Erice. E ora aspettiamo l’arrivo di altri rivali. Quindi restiamo concentrati sul Tricolore. Di certo, l’obiettivo di migliorare il record è particolarmente stimolante su questo tipo di tracciato e non nascondo di riuscirci di nuovo, al pari di quanto accaduto nella passata stagione, ma molto dipenderà dalle condizioni che troveremo, dalle temperature e da quanto saremo in grado di mettere a punto la biposto insieme alla squadra. Mi aspetto un sabato di prove molto intenso. La Nissena non ammette errori. Ogni imperfezione si paga in termini di ritmo di gara. Per impegno e concentrazione dovremo essere al top”.

Un finale a…tutta birra per la Torres

Domenica scorsa, dopo quasi tre mesi, la Torres ha riassaporato il gusto dolce della vittoria, imponendosi per 0 a 1 sul campo dell’Albinoleffe. Il sucesso contro i seriani ha dato ossigeno all’asfittica classifica dei rossoblù, attesi ora dalle ultime battaglie sportive da vivere con la necessaria determinazione per centrare l’obiettivo della permanenza nel calcio professionistico.IMG_0641

E i ragazzi di mister Bucchi affronteranno gli ultimi impegni stagionali, a partire da quello di sabato prossimo contro il Venezia, a…tutta birra.  Nella giornata di ieri, infatti, è stato presentato il nuovo sponsor della Torres, la Birra Grazia D., il cui logo sarà presente sulle maglie già dalla sfida contro i lagunari.

Siamo qui per un evento molto importante, quello di promuovere i marchi dei prodotti che vengono realizzati e distribuiti in Sardegna- ha dichiarato il dirigente rossoblù, Luca Dessena, presentando la partnership -. La Torres inizia questo percorso andando a inserire il logo della Grazia D. sulla propria maglia di gara. Si tratta di un marchio nuovissimo, ma la birra è prodotta da un’azienda, la Forst, che i tifosi ricorderanno come sponsor già negli anni ’80.

Abbiamo un progetto di co – marketing e aiutiamo chiunque abbia bisogno di visibilità, soprattutto se si tratta di realtà sarde. In questo caso, trattandosi di una sponsorizzazione a breve termine, non lo abbiamo fatto per una questione meramente economica, ma perché si tratta di un prodotto realizzato e distibuito nella nostra Isola. e promosso da una cooperativa. la Gusto, nata da poco con l’obiettivo di promuovere il meglio della produzione isolana. Ci è sembrato un ottimo connubio e speriamo che possa proseguire in futuro

 

Omar Magliona trionfa a Erice

Inizia col botto la stagione di Omar Magliona: impegnato nella prima prova del Campionato Italiano di velocità in Magliona da record a Erice su Osella Hondamontagna, in quel di Erice, il driver sassarese ha sbaragliato la concorrenza, vincendo le due gare in programma e cogliendo il record del tracciato nella prima prova.

Il successo, in terra siciliana, ha permesso al portacolori della CST Sport di guadagnare subito la prima posizione della classifica della categoria protitipi Cn e il sesto posto assoluto.

Insieme a CST Sport siamo su di giri per il risultato – ha dichiarato Omar Magliona -. Iniziare il campionato con il pieno di punti è fondamentale per affrontare il prossimo impegno di Caltanissetta con meno pressione. Questo inizio di stagione è fondamentale perché dobbiamo ancora lavorare molto per settare al meglio la biposto rispetto ai nuovi pneumatici che, a mia volta, imparerò a conoscere gara dopo gara. Al sabato abbiamo provato le soft, in gara le supersoft e abbiamo fatto abbbastanza bene con tanto di record. Per questo sono contento sia delle novità sia del lavoro svolto, ma possiamo e dobbiamo migliorare ancora“.

Doppia sconfitta per la Nuoro Softball contro il Bollate

Terza giornata dell’Italian Softball League amara ma, allo stesso tempo, ricca di spunti interessanti per la Nuoro Softball che ha ricevuto la visita delle prime della classe del Bollate, subendo una doppia sconfitta: la prima per manifesta inferiorità al quinto inning (o a 12), la seconda per 1 a 4 all’extra inning.Merlys Gonzalez_

In gara 1, il Bollate ha subito imposto un ritmo forsennato al Nuoro, ancora in fase di rodaggio, realizzando tre punti nel proprio turno di attacco. Non ha poi sortito alcun effetto positivo, ai fini del risultato, il doppio di Spada sull’esterno destro.

Al terzo inning, Muscau ha rilevato Loddo in pedana di lancio, ma il Bollate ha dilagato, realizzando ben sei punti. Inarrestabili, le ospiti hanno infierito su una compagine barbaricina in balia di se stessa e della sua condizione agonistica precaria. La sola Collina ha messo a segno una battuta valida, poi le lombarde hanno piazzato il colpo finale nel quinto inning, inchiodando il punteggio sullo 0 a 12.

In gara due show di Merlys Gonzalez, lanciatrice cubana del Nuoro, che ha sfiorato il perfect game:: Nuoro ha così mantenuto a zero il Bollate per sette inning. Solo all’ottavo con un corridore partente in seconda base per regola, le lombarde hanno occupato  le basi e hanno messo a segno 3 punti. A quel puntio, Nuoro ha reagito e ha tentato il colpaccio con Collina corridore partente in seconda base, e Federica Zicconi ha realizza un doppio che ha battuto a casa l’unico punto nuorese della serata. Il finale ha detto ancora Bollate che, come scritto sopra, si è aggiudicata anche la seconda partita col punteggio di 4-1.

In campo si è vista tutta la differenza tra una squadra come la nostra che ha giocato solo un’amichevole pre-campionato e il Bollate che invece ha disputato decine di partite di buon livello. – ha dichiarato Loredana Spada, esterno centro del Nuoro – Stiamo crescendo tecnicamente. In gara due lo abbiamo ampiamente dimostrato con diversi elementi che ci fanno ben sperare”. Sullo stesso avviso il presidente Totoni Sanna: “Abbiamo giocato contro una squadra certamente piú preparata e più forte della nostra. Non dimentichiamoci che il Bollate è vincitore di numerosi scudetti e con una tradizione anche giovanile di altissimo livello. Ricordiamoci anche che in gara uno abbiamo giocato con la migliore lanciatrice italiana, Greta Cecchetti, titolare nella nazionale azzurra. Mentre in gara due la musica è cambiata, la nostra lanciatrice straniera si sta esprimendo ai livelli da noi attesi. Sta indubbiamente crescendo ed è soprattutto grazie a lei se abbiamo tenuto il Bollate a zero per sette inning.. Noi abbiamo una lanciatrice italiana esordiente in Italian Softball League, ricordiamo anche questo. Alla fine, le occasioni fanno il risultato, e tirando le somme Bollate ha meritato i risultati ottenuti sul campo”.