Archivio Autore

Straordinaria impresa della Torres femminile, vittoria per 3 a 4 in casa del Tavagnacco

Straordinaria impresa della Torres femminile che si è imposta, con il punteggio di 3 a 4, in casa del Tavagnacco e tiene vive le speranze di confermarsi al vertice del calcio femminile italiano. Decisivo, a tal proposito, sarà lo scontro diretto con la capolista Brescia in programma per l’ultima giornata di campionato.Torres femminile

L’avvio di gara è stato favorevole alle friulane che, al 5′, hanno sbloccato il risultato con la Bonetti, la cui conclusione si è stampata sul palo. La palla ha poi sbattuto sulla schiena della Thalmann e ha finito la sua corsa in fondo al sacco.

Puntuale è arrivata la reazione delle rossoblù, che hanno sfiorato il pareggio in almeno un paio di occasioni: al 13′, la bomber Panico ha toccato in spaccata un cross della Fuselli, ma non ha centrato il bersaglio; al 17′, la stessa attaccante ha centrato l’incrocio dei pali su calcio da fermo.

Dopo una fase di gara nella quale il Tavagnacco ha controllato la situazione, la formazione sassarese ha ripreso a spingere e ha visto premiati i suoi sforzi al 46′, quando la Iannella ha superato la Penzo con un tiro a mezza altezza.

Le due squadre hanno continuato ad affrontarsi a viso aperto anche nella seconda frazione di gioco. Al 62′, la Torres è passata in vantaggio con la Panico, che ha insaccato con un preciso colpo di testa su traversone della Gisladottir.

Al 69′, il Tavagnacco ha ristabilito la parità con la Brumana che ha finalizzato un’azione di contropiede,  trafiggendo la Thalmann con un preciso diagonale.

Il finale di gara è stato un condensato di emozioni. All’85′, la compagine sassarese si è riportato in vantaggio con un rigore trasformato dalla Panico. Al 91′, il direttore di gara ha concesso un penalty alle padrone di casa. Sul dischetto si è portata la Parisi che ha momentaneamente riequilibrato le sorti dell’incontro. Poi, al 93′, la Maendly ha messo a segno la rete che ha regalato la vittoria alla Torres femminile in una delle giornate più importanti della stagione.

Tabellino

Tavagnacco: Penzo, Martinelli, Rodella, Tuttino, Laterza, Bissoli, Bonetti, Parisi, Zuliani, Brumana, Vicchiarello. All. Rossi. A disp. Cabass, Pochero, Bischi, Peressotti, Del Prete, Usenich, Zandomenichi.

Torres femminile: Thalmann, Tucceri Cimini, Motta (dal 52′ Gisladottir), Stracchi, Tona, Fuselli, Bartoli, Maendly, Panico, Piacezzi, Iannella. All. Tesse. A disp. Criscione, Erman, Domenichetti, Galli, Marchese.

Reti: 5′ Bonetti (Ta), 46′ Iannella (To), 62′ Panico (To), 69′ Brumana (Ta), 85′ rig Panico (To), 91′ rig. Parisi (Ta), 93′ Maendly (To).

L’Anmic in Olanda per la fase finale della Brinckmann Cup

Si disputerà a Papendal, in Olanda, la fase finale della Brnickmann Cup di basket in carrozzina, competizione vinta, nella passata annata sportiva, dal GSD Porto Torres.squadra al palaserradimigni 2013-14(1)

Tra le otto squadre partecipanti, suddivise in due raggruppamenti, figura anche l’Anmic Sassari, che dovrà verdersela con gli israeliani del Beit Halochem Haifa, gli spagnoli del Bsr Ace Gran Canaria e i turchi dell’ Izmir BB Genclick VE S. K.

Il nostro è un girone di ferro. Affronteremo squadre molto forti e quotate, ma cercheremo di sorprenderle” ha dichiarato il presidente del sodalizio sassarese, Angelo Vitiello.

Nell’altro raggruppamento sono stati inseriti i campioni in carica del GSD Porto Torres, i padroni di casa del Papendal, i francesi de Le Cannet e i tedeschi del Koln99ers.

Le prime due classificate di ogni girone accederanno alla semifinale, mentre la terza e la quarta disputeranno lo spareggio per le finaline di consolazione.

Calendario gare Anmic

25 aprile ore 15:45: Anmic Sassari – Izmir BB Genclick VE S. K.

25 aprile ore 20:15: BSR Ace Gran Canaria – Anmic Sassari

26 aprile ore 11:45: Beit Halochen Haifa – Anmic Sassari.

 

 

 

Nel prossimo fine settimana andrà in scena la seconda giornata di ritorno della poule play off della serie A1 di pallamano femminile

La vittoria per 35 a 22 contro l’Altavilla Milicia Scinà, ottenuuta lo scorso 12 aprile, ha dato alla Pdo Salerno la certezza di partecipare alla finale scudetto. Il Conversano, dal suo canto, si è portato in seconda posizione, grazie alla vittoria per 31 a 26 nello scontro diretto con il Mestrino.

Sabato 26 aprile andrà in scena la seconda giornata di ritorno della poule play off. In programma le sfide: Mestrino – Salerno e Altavilla Milicia Scinà – Conversano.

Sfida da guai ai vinti tra Torres femminile e Tavagnacco

Le quattro reti, realizzate nei primi tenta minuti di gioco, da Giulia Domenichetti, Patrizia Panico, Sandy Maendly e Silvia Fuselli hanno Torres femminilepermesso alla Torres femminile di archiviare, con relativa facilità, la pratica Scalese, squadra ormai condannata alla retrocessione.

Il successo ottenuto sabato scorso permette alle sassaresi di allungare la striscia di vittorie consecutive e, allo stesso tempo, di tenere il passo della capolista Brescia e del Tavagnacco.

Per domani pomeriggio, il calendario propone alle ragazze allenate da Manuela Tesse proprio la sfida con le friulane (fischio d’inizio fissato per le ore 18),  valida come recupero della ventiquattresima giornata della serie A di calcio femminile.

Quando mancano tre giornate al termine del campionato, la gara tra Torres e Tavagnacco mette in palio punti importantissimi per  le due formazioni, entrambe obbligate a vincere per continuare a cullare il sogno scudetto e continuare la rincorsa al Brescia che, in caso di parità fra le inseguitrici, avrebbe la strada spianata verso la conquista del tricolore.

 

 

 

 

 

Repubblica Ceca e Germania si affronteranno nella finale della Federation Cup

Saranno Repubblica Ceca e Germania ad affrontarsi, l’8 e il 9 novembre prossimi, nella finale della Federation Cup, massima competizione per Nazionali del tennis femminile

. Le ceche, già vincitrici nel Kerber2010 e nel 2011, hanno sconfitto l’Italia, detentrice del titolo, con il punteggio di 4 a o che non lascia spazio a recriminazioni nel clan azzurro.

A chiudere i conti è stata Petra Kvitova, che ha portato la sua squadra sul 3 a 0, sconfiggendo in due set (6 – 3/7 – 5) Roberta Vinci.

Le tedesche, che giocheranno la finale in casa, hanno vinto 1 a 3 con l’Australia. A portare a casa il punto decisivo è stata Angelique Kerber, che ha superato la Stosur.

nella foto, Angelique Kerber

 

La Dinamo supera l’Acea Roma

Nel sabato di Pasqua, la Dinamo regala una soddisfazione ai propri sostenitori, sconfiggendo l’Acea Roma con il punteggio di 82 a 71: un risultato che permette ai sassaresi di ribaltare la differenza canestri, visto che la gara di andata era terminata con il successo dei capitolini per 72 a 68.WP_20140419_011

In una giornata caratterizzata da molti alti e bassi, i ragazzi allenati da coach Sacchetti sono stati abili a risalire la china dopo aver approcciato la gara nel peggiore dei modi e hanno costruito la loro vittoria nei due quarti centrali, tornando prima in linea di galleggiamento e piazzando poi, nel terzo periodo, il break decisivo, grazie ai canestri di Travis Diener e Caleb Green e agli assist di Travis Diener.

In avvio di gara, gli 0spiti hanno messo a segno tre triple consecutive (7 a 9), poi, sul punteggio di 10 a 11, hanno piazzato, con Szewczick in gran spolvero, un break di 0 a 11, grazie al quale si sono portati sul 10 a 22. Cinque punti consecutivi di Thomas, l’unico lampo dell’ala americana, hanno rimesso in moto la Dinamo, che, ciò nonostante, ha chiuso il primo quarto con un ritardo di nove lunghezze (15 a 24).

Nella parte iniziale del secondo periodo, l’Acea Roma ha mantenuto il vantaggio (+ 9, sul 24 a 33, grazie ai canestri dell’ottimo Kanacevic), poi i padroni di casa hanno stretto le maglie in difesa – decisivi, a tal proposito, sono stati gli inserimenti di Brian Sacchetti Benjamin Eze – e hanno ribaltato la situazione, chiudendo il quarto sul + 5 (42 a 37 con una tripla di Marques Green).

Al rientro in campo dopo il riposo, i biancoblù hanno fatto vedere il meglio del repertorio e hanno girato definitivamente la partita a loro favore, arrivando a toccare i venti punti di vantaggio (72 a 52 con una tripla di Caleb Green).

Nell’ultimo periodo, Vanuzzo e compagni hanno controllato la situazione senza particolari patemi d’animo, eccezion fatta per un evitabile calo di concentrazione nei minuti finali, quando gli ospiti  sono riusciti a risalire dal – 24 al – 11.

Tabellino

Dinamo Sassari – Acea Roma 82 – 71

Dinamo Sassari: Green M. 5, Green C. 19, Devecchi, Chessa, Gordon, Diener T. 10, Sacchetti 10, Diener D. 25, Vanuzzo, Eze 6, Tessitori 2, Thomas 5. All. Sacchetti.

Acea Roma: Goss 9, Tonolli, Righetti, D’Ercole 2, Hosley 5, Mayo 5, Pagano, Baron 13, Szewczyk 23, Maraschini, Mbakwe, Kanacevic 14. All. Dalmonte.

foto, Luca Foddai

La cavalcata trionfale della Sacoim Quartu

Vincere è da grandi, rivincere è da grandissime: lo hanno dimostrato le ragazze della Sacoim Quartu, le quali, sotto la guida di Matteo Gramignano, hanno vinto, per il secondo anno consecutivo, il campionato di serie C di pallavolo femminile.Sacoim Qaurtu 1

Iniziata la stagione con i favori del pronostico, in virtù di un organico di caratura tecnica nettamente superiore rispetto al resto delle contendenti, le quartesi hanno letteralmente dominato la scena e hanno, fino a questo momento, conquistato ventitrè successi su altrettante gare disputate.

Un mix di classe, qualità tecnica, entusiasmo ed esperienza ha permesso, quindi, alla Sacoim di poter festeggiare il salto di categoria con tre giornate d’anticipo.

Abbiamo iniziato la stagione, consapevoli della nostra forza – ha dichiarato l’allenatore, Matteo Gramignano – ma, allo stesso tempo, sapevamo che sarebbe potuta essere un’annata difficile dal punto di vista delle motivazioni. Dopo aver ottenuto risultati eccezionali nello scorso campionato, era fondamentale trovare i giusti stimoli per riuscire a ripetersi. Sotto questo aspetto, le ragazze sono state eccezionali, hanno sempre lavorato seriamente e hanno affrontato tutte le partite con la giusta determinazione.

Sacoim Qaurtu 2 “Ci tengo a condividere – ha detto ancora Gramignano - i meriti di questa promozione con i miei due collaboratori: Simone Leoni e Matteo Piras, e con tutti i dirigenti, sempre presenti e disponibili, che hanno creato le condizioni ideali per permetterci di lavorare nel migliore dei modi

 Vorrei ringraziare, inoltre, la Sacoim Di Alberto Mancosu e la VBC Sinnai per averci ospitato durante le partite casalinghe, vista la difficile situazione degli impianti sportivi a Quartu Sant’Elena. Il ringraziamento più grande deve andare, però, a questo fantastico gruppo, a queste ragazze eccezionali che, in questi anni, hanno sempre creduto in noi e hanno sempre dato il massimo”

 “E’ stata la vittoria di un grande gruppo – ha aggiunto Tania Masala, una delle giocatrici di maggiore talento della compagine quartese – Siamo davvero una bella squadra. Non era semplice confermarsi ad alti livelli dopo la stagione dello scorso anno. Le qualità tecniche di tutte le giocatrici sono evidenti, ma l’unità del gruppo è stata la nostra vera forza. Determinante, inoltre, è stato il contributo dei nuovi innesti, che hanno portato una ventata di entusiasmo e ci hanno permesso di vincere il campionato senza particolari problemi

Rosa Sacoim Quartu 2013 2014: Monia Agri, Michela Carta, Eleonora Crobeddu, Vera Girasole, Anastasia Ibba, Antonella Mameli, Tania Masala, Giorgia Materazzi, Giulia Pallazzoni, Chiara Puletti, Martina Scano, Lucia Schirru, Claudia Tronci. All. Matteo Gramignano.

 

La Torres femminile ospita la Scalese

Dopo aver vinto, in trasferta, contro Grifo Perugia e Napoli, la Torres femminile si ripresenta davanti al pubblico amico per affrontare la Torres femminile 2Scalese, fanalino di coda della massima serie del calcio femminile.

La gara, che avrà inizio alle ore 15, si disputerà sul sintetico di Usini, che, fino alla fine della stagione, sarà la casa della compagine sassarese a causa dell’indisponibilità del Vanni Sanna, interessato da lavori di ristrutturazione.

La sfida contro la compagine toscana, ultima e virtualmente retrocessa, non dovrebbe presentare particolari diffioltà per Elisabetta Tona e compagne, intenzionate ad allungare la striscia vincente per continuare la rincorsa al Brescia.

In considerazione dei delicati impegni che attendono la sua squadra, il tecnico Manuela Tesse potrebbe decidere di dare un turno di riposo ad alcune atlete, come  Gisladottir, Bartoli e Tucceri Cimini, alle prese con problemi fisici.

 

Il Subbuteo Team Sassari conquista la promozione in serie C

Nello scorso fine settimana, si sono disputate, in quel di Pistoia, le gare del Girone Centro Italia del Campionato Interregionale a squadre di 20140413_154546calcio da Tavolo, competizione alla quale ha partecipato anche il Subbuteo Team Sassari con una squadra formata da Fabrizio Pintore (capitano), Salvatore Dore, Mimmo Moro e Fabrizio Viaggi.

Opposti a B Eagles Napoli, Castiglione del Lago, Picchio Ascoli, Firenze B e Breda Pistoia, i quattro subbuteisti sassaresi hanno sfoderato una serie di prestazioni di alto livello tecnico e si sono classificati al secondo posto alle spalle del B Eagles Napoli.

Grazie all’ottimo risultato ottenuto, il team sassarese ha ccmquistato, sovvertendo ogni pronostico, la promozione nel campionato di serie C Nazionale  che, nella prossima stagione, lo rivedrà protagonista, a distanza di sette anni, insieme ad altre 19 formazioni.

Risultati

Sassari – B Eagles Napoli 1 – 2, 1 – 3

Sassari – Firenze B 3 – 0, 1 – 0

Sassari – Picchio Ascoli 3 – 1, 4 – 0

Sassari – Breda Pistoia 3 – 1, 4 – 0

Sassari – Castiglione del Lago 2 – 1, 2 – 2.

Classifica: Napoli 20, S. T. Sassari 16, Castiglione del Lago 12, Picchio Ascoli 8, Breda Pistoia 0 (Firenze B ha partecipato fuori classifica).

Serie D pallavolo femminile: La Smeralda Ossi vince al tie break contro la capolista Hermaea Olbia

A due giornate dalla conclusione, diventa sempre più avvincente la corsa al vertice nel girone C del campionato di serie D di pallavolo femminile.Smeralda Ossi

Il match più interessante del ventesimo turno, che si è disputato nello scorso fine settimana, è andato in scena a Ossi, dove La Smeralda, terza forza del raggruppamento, ha sconfitto al tie break la capolista Hermaea Olbia.

Le galluresi hanno vinto i primi due set per 20 a 25 e 23 a 25 per poi subire l’ottima reazione delle giocatrici locali che dapprima hanno riequilibrato il conto dei set, aggiudicandosi il terzo e il quarto parziale con i punteggi di 25 a 20 e 25 a 23, e  poi hanno completato la rimonta, vincendo il quinto set per 15 a 10.

Abbiamo giocato una grande partita, visto che siamo riuscite a recuperare due set alla prima in classifica – ha dichiarato Alessandra Marongiu, uno dei punti di forza della Smeralda Ossi -. La nostra stata una vittoria del gruppo. In sfide come quelle di domenica scorsa è fondamentale il contributo di ogni giocatrice e ognuna di noi ha fatto la sua parte per far vincere la squadra.

L’Hermaea è una squadra fortissima con giocatrici di alto valore tecnico e mi auguro che possa vincere il campionato – ha detto ancora Alessandra Marongiu -.  Essere riuscite a sconfiggerle, sia in casa sia in trasferto, ci riempie di orgoglio, ma, allo stesso tempo,non fa altro che accrescere il nostro rammarico per non essere riuscite a giocare di squadra in tutte le occasioni“.

Nonostante la sconfitta, la compagine gallurese conserva tre punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice, la Qaudrifoglio Porto Torres, vittoriosa al tie break sulla Libertas Nuoro.

Giornata negativa per le due squadre sassaresi: la Punto è stata sconfitta per 3 a 0 dal Garibaldi La Maddalena, mentre l’Orion, la cui situazione in classifica è diventata drammatica, è stata superata, con l’identico punteggio, dalla Pall. Macomer.

Vittorie casalinghe, infine, per l’Asp Nuoro (3 a 0 sulla Smeraldina Arzachena) e per l’Ambrosio La Corte Olbia (3 a 0 sull’Airone Oschiri).

si ringrazia per la foto e la collaborazione, Alessandra Marongiu