La Nuoro Softball chiude il girone di andata davanti ai propri tifosi

Dopo una lunga sequela di trasferte e la sosta forzata a causa della pioggia durante la trasferta di La Loggia, in provincia di Torino, che poteva far consolidare, se non addirittura incrementare la sua posizione in classifica, la Nuoro Softball  torna  nel diamante di casa, il “Francesco Sanna”, per l’ultimo atto del girone di andata dell’Italian Softball League.Nuoro Softballa

Le barbaricine affronteranno il Rheavendors Caronno, determinate a fare risultato pieno e consapevoli delle ottime prove fornite in questo primo scorcio di stagione, che hanno permesso loro di conquistare il secondo posto con 750 punti all’attivi,frutto di  sei vittorie e due sole sconfitte. mentre il Caronno occupa la quarta posizione.

Il manager del Banco, Bartolo Florian, è consapevole della crescita tecnica del gruppo, ma smorza eccessivi entusiasmi: “I progressi stanno arrivando anche perché riusciamo ad allenarci con un gruppo sempre piú numeroso e motivato. Pian  piano i risultati arrivano -prosegue il manager-. Le ragazze si stanno impegnando molto, il gruppo è compatto, ma ogni partita ha la sua storia. Per ora non abbiamo fatto nulla di straordinario. Per quanto chi ci guarda e capisce il gioco possa apprezzare alcune individualitá, personalmente ho bisogno della prestazione del gruppo per ottenere i risultati in campo. Ogni atleta deve fare bene il suo lavoro nel ruolo che occupa, solo cosí riusciamo a portare avanti la squadra”.

Alla richiesta di un giudizio sulle prossime avversarie, manager Florian non ha dubbi: “M’interessa di piú che la nostra squadra sia tranquilla e pronta quando entra in campo. In questo sport contano relativamente le strategie, quanto il farsi trovare pronti in ogni azione e fare un punto in piú per vincere.”

Alessia Orro e le altre azzurre volano in Giappone per conquistare il pass olimpico

C’è anche la palleggiatrice isolana in forza al Club Italia, Alessia Orro, nel gruppo delle atlete selezionate da Marco Bonitta, per il Torneo Mondiale di Qualificazione Olimpica in programma a Tokio, dal 14 al 22 maggio prossimi, quando le azzurre potranno giocarsi le ultime carte per ottenere il pass per le Olimpiadi di Rio de Janeiro.Alessia-Orro-ok

Il coach azzurro ha deciso di affidarsi a un mix di esperienza per quello che, per le sue ragazze, sarà un vero e proprio tour de force, visto che dovranno affrontare, in nove giorni, ben sette formazioni: Corea del Sud, Thailandia, Repubblica Dominicana, Perù, Olanda, Giappone e Kazakhistan, con la formula del Round Robin: ogni squadra dovrà affrontare tutte le avversarie e, alla fine, verrà stilata una classifica generale. A staccare il biglietto per il Brasile saranno le prime tre classificate, oltre alla migliore squadra asiatica. Se quest’ultima dovesse piazzzarsi nelle prime tre posizioni, si qualificherebbe anche la quarta classificata.

Le azzurre partiranno oggi per il Giappone con la speranza che Tokio sia solo una tappa nel lungo viaggio che porta verso i Giochi Olimpici.

Di seguito l’elenco completo delle atlete selezionate:

Palleggiatrici: Alessia Orro; Ofelia Malinov
Opposte: Nadia Centoni; Serena Ortolani; Valentina Diouf
Schiacciatrici: Antonella Del Core; Paola Egonu; Alessia Gennari; Francesca Piccinini; Miriam Sylla
Centrali: Cristina Chirichella; Anna Danesi; Martina Guiggi
Liberi: Monica De Gennaro; Immacolata Sirressi

 

 

Spettacolo al PalaSerradimigni: la Dinamo batte Milano con una magia di Akognon

Se questo è l’antipasto, nei play off ci sarà da divertirsi. E lo spettacolo, per la Dinamo, inizierà con uno dei piatti più prelibati del menù: la sfida contro Reggio Emilia per il remake della finale della passata stagione: una sfida che promette spettacolo, alla quale i biancoblù arrivano forti del tricolore cucito sulla canotta, dei due successi ottenuti nel corso della regular season e della vittoria odierna contro l’Olimpia Milano, favorita20160504_205721 numero uno, come ogni anno, per la conquista del tricolore. Ma oggi, come tante altre volte contro i meneghini, i sassaresi hanno tirato fuori il meglio del loro repertorio o, meglio, il coniglio dal cilindro. Ad assumere oggi, le sembianze del mago, è stato Akognon, il quale, con un buzzer beater di dieneriana memoria, ha regalato la vittoria alla sua formazione. Il play sassarese, insieme ad Alexander e Varnado, è stato una vera e propria spina nel fianco della difesa di Milano , soprattutto nei primi due quarti, nel corso dei quali  ha mandato a referto la bellezza di 21 punti, permettendo alla sua squadra di andare all’intervallo lungo sul + 11 (50 a 39).

Alla ripresa delle ostiltà, Milano ha trovato il giuzzo, dapprima per ritornare in scia, poi per piazzare l’allungo (70 a 77), che pareva decisivo ai fini dell’esito della contesa. Ma la Dinamo, da sempre, è squadra pazza e parimenti pazzo, e altresì emozionante, è stato il finale della gara odierna: prima i sassaresi hanno messo a segno un break di 10, grazie al quale si sono portati sull’80 a 77, poi hanno commesso un’ingenuita, non commettendo fallo sull’azione di Milano, permettendo così a Simon di realizzare la tripla dell’80 a 80. Ma gli dei del basket avevano scritto un finale vincente a favore della Dinamo, dando la palla vincente nelle mani di Akognon, che ha bucato la retina nel tripudio generale del PalaSerradimigni. perché battere Milano regala sempre una grande gioia.

Dinamo Sassari – Petway 2, Logan 6, Formenti, Devecchi 3, Alexander 22, D’Ercole, Marconato, Sacchetti 2, Akognon 24, Stipcevic 4,  Varnado 18, Kadji 2. All. Federico Pasquini.

Olimpia Milano-McLean 14, Lafayette 10, Cerella, Kalnietis 4, Macvan 9, Villa, Magro 2, Vercesi, Cinciarini, Sanders 13, Jenkins 5, Simon 23. All. Jasmin Repesa

 

 

 

Torres e Arcieri Uras fanno la voce grossa nel 18° Trofeo Lago di Baratz

Torres Sassari ed Arcieri Uras fanno la voce grossa, con sei vittorie a testa, nel 18esimo Torneo Lago di Baratz di tiro con l’arco, gara 12+12 della specialità di tiro di campagna, organizzata dalla Torres e svoltasi sulle rive dell’unico lago naturale di tutta la Sardegna. paolo poddighe

Nell’arco olimpico senior primo posto per Carlo Bertoni (4 Mori), che con 317 punti ha tenuto a distanza Mattia Mara (Torres, 293) e Adrian Dieac (Vigevano, 282). Fra le donne vittoria di Manuela Aru (Torres, 254), davanti a Carla Curreli (Uras, 231) ed Elisabetta Piras (Nuragici, 193). fra i master Paolo Frau (Arcoristano, 282) ha avuto ragione di Massimo Lotta (Uras, 270) e Elio Piga (Torres, 269).

Nell’arco compound gradino più alto del podio per Fabio Ibba (Uras, 406) davanti al compagno di squadra Daniele Raffolini (296) e Roberto Arru (Terranoa, 268). Nei master Paolo Poddighe (Torres, 367) ha prevalso sul “collega” Salvatore Carta (360) e Lucien Angelini (Cargese, 356).

Nell’arco nudo senior ha festeggiato Giacomo Bandini (Uras, 314) , che ha preceduto Simone Pisola (Torres, 309) e Giorgio Capra (4 Mori, 285). In campo femminile Amanda Colaianni (Torres, 275) si è imposta su Elg Etzi (Portoscuso, 258) e Monica Angius (Torres, 192). Nella categoria master braccia alzate per Pietro Guazzo (Torres, 322), che ha superato l’altro sassarese Bruno Derudas (281) e Antonio Grussu (Caere, 226), fra le donne ha vinto Anna Maria Tatti (Arcoristano, 211) davanti ad Anna Rita Nieddu (Galluresi, 174) e Carla Masala (Torres, 163). Fra i ragazzi prima piazza per Emanuele Marroccu (Portoscuso, 210) superando Samuele Serra (Galluresi, 177) e Lorenzo Morosi (Torres, 154), nelle ragazze Eleonora Meloni (Uras, 299) l’ha avuta vinta su Carlotta Maccioni (Uras, 166) e Maria Francesca Razzato (Galluresi, 161).

 Nel long bow senior exploit di Bernardo Palmas (Arcoristano, 270) sulla coppia degli Annuagras Ignazio Tiana (256) e Ignazio Erdas (243).

 

Nota del patron della Torres Daniele Piraino

Riceviamo e pubblichiamo, integralmente, una nota del nuovo massimo dirigente della Torres, Daniele Piraino, in risposta alla dura contestazione dei tifosi rossoblù, nel corso della gara con il Trastevere, sfociata con l’abbandono di una nutrita parte di essi degli spalti del Vanni Sanna:

A seguito di alcuni recenti ed isolati accadimenti, il socio di maggioranza della Società SEF Torres Sig. Daniele Piraino comunica di avere denunciato tali fatti alle competenti Autorità a tutela della propria immagine e onorabilità e a salvaguardia degli interessi della stessa Società SEF Torres. Tale atto si è reso necessario al fine di garantire le indispensabili condizioni di serenità a beneficio del futuro della Società SEF Torres”.

Vincono Selargius ’85 e Sorso nel campionato di serie C di pallavolo femminile

Per conoscere il nome della squadra che, insieme alla Scuola Volley Solki, sarà costretta ad abbandonare la massima categoria della pallavoloSelargius femminile regionale, bisognerà attendere l’ultima giornata, visto che la situazione, tra Orion e Garibaldi, è rimasta invariata, con le ragazze di Alberto Baldereschi che conservano un punto di vantaggio sulle dirette concorrenti, in quanto entrambe le formazioni, quella sassarese e quella maddalenina, hanno perso per 1 a 3, rispettivamente contro la Gymnasium Uta (25 – 22/8 – 25/12 – 25/9 – 25) e la Sant’Andrea Gonnesa (25 – 19/22 – 25/19 – 25/22 – 25).

In zona play off, importante successo del Selargius ’85, che ha vinto in tre set (25 – 18/25 – 20/25 – 21) lo scontro diretto con l’Alfieri Cagliari e ha sgganciato al secondo posto l’Ariete Oristano, sconfitta al tie break (17 – 25/24 – 26/25 – 23/25 – 22/15 – 4) dalla Tespiense Quartu.

Le cagliaritane, invece, sono state raggiunte al terzo posto dal Sorso che, come era facilmente pronosticabile, si è imposta per 1 a 3 (27 – 25/14 – 25/18 – 25/15 – 25)sul campo dell’ultima della classe, la Scuola Volley Solki.

La sfida tra Antes Ogliastra Volley e Pallavolo Olbia, formazioni che hanno centrato l’obiettivo stagionale della salvezza, è andata in archivio con la vittoria per 0 a 3 (16 – 25/21 – 25/21 – 25)  di Cristina Paone e compagne. Ha riposato la San Paolo Cagliari.

 

Omar Magliona sul podio a Sarnano

Omar Magliona artiglia un positivo podio nel primo round del Campionato Italiano Velocità Montagna grazie al terzo posto assolutoMagliona esordio CIVM Sarnano2 FotoRainieri con il tempo di 4’15”65 conquistato al 26° Trofeo Lodovico Scarfiotti, disputato oggi, 1° maggio, a Sarnano, in provincia di Macerata. Un risultato che dà fiducia non solo per la grinta dimostrata nella prima salita su asfalto bagnato al volante della Norma M20 Fc Zytek, sulla quale esordiva nel Tricolore Montagna, ma anche per l’efficace lavoro di adattamento e settaggio svolto dal portacolori della scuderia siciliana CST Sport insieme al Team Faggioli durante il sabato di prove, in cui il forte pilota sardo ha potuto testare il suo nuovo prototipo sull’asciutto con le coperture slick della Pirelli. Una “prima” importante, dunque, per Magliona, che ora già guarda al prossimo round, in programma tra due settimane in Puglia alla Fasano-Selva.

Questo il commento del driver sassarese nel post weekend marchigiano:Sono davvero contento, in gara forse avrei potuto osare di più nella parte bassa del tracciato, ma al di là del risultato contava iniziare bene fin dalle prove e il lavoro di squadra svolto sull’asciutto sabato è stato fondamentale. Già a Fasano arriveremo con più esperienza sul prototipo e credo che in futuro potremo arrivare in alto, ma serve un passo alla volta, quindi senza fare danni e soprattutto usando il cervello, come abbiamo sempre fatto nelle nostre precedenti esperienze. Quanto di buono seminato nel corso di questo weekend d’esordio in campionato, infatti, è anche il frutto del grande lavoro effettuato negli anni scorsi.

La Torres passa a Lanusei con una doppietta di Musto

Due reti di Musto permetteno alla Torres di sbancare il Lixius di Lanusei: chiamarlo derby ci pare esagerato, al punto che, per l’ennesima volta, è sembrata, ai più, incomprensibile la scelta di vietare la trasferta ai tifosi sassaresi, ma la sfida regionale tra Lanusei e Torres era ricca di motivi di interesse, in quanto entrambe le compagini, seppur spinte da motivazoni differenti, andavano a caccia di punti: i biancoverdi per  uscire dalla zona play out;  i rossoblù per rimanere agganciati al terzo posto. Musto

E i ventidue giocatori in campo non si sono risparmiati e si sono fronteggiati a viso aperto fin dalle prime battute: i primi a rendersi pericolosi sono stati i locali con Gisonni, che ha cercato di beffare Fadda con un pallonetto.

Nel prosieguo della prima frazione di gioco, il Lanusei ha continuato ad esprimersi su buoni livelli, ma, come succede spesso nel calcio, sono stati i sassaresi a colpire il bersaglio con Musto, abile, al 40′, a sfruttare un assist di Demartis. In chiusura di tempo, i rossoblù hanno sfiorato il raddoppio con Lisai.

Alla ripresa della contesa, dopo l’intervallo, il Lanusei ha spinto alla ricerca del pareggio, senza riuscire a scardinare il bunker difensivo della Torres. Anzi, lasciati sfuriare gli avversari, i sassaresi hanno piazzato il colpo del ko, con lo stesso Musto, il quale, a un quart’ora dal termine, ha risolto una mischia in area di rigore, permettendo così alla sua squadra di portare a casa tre punti fondamentali prima della sfida casalinga con il Grosseto.

 

Sprint salvezza tra Orion Sassari e Garibaldi La Maddalena nel campionato di serie C di pallavolo femminile

A due giornate dal termine del campionato di serie C di pallavolo femminile resta da conoscere solo il nome della squadra che, insieme alla Scuola Volley Solki, dovrà salutare la massima categoria del volley regionale. Il discorso salvezza riguarda, ormai, solo l’Orion Sassari e il Garibaldi La Maddalena. Le sassaresi, che si presentano allo sprint finale con un punto di vantaggio sulle dirette concorrenti, sono attese da un impegno difficile, se non impossibile, dovendo affrontare la dominatrice assoluta del campionato, la Gymnasium Uta. La gara avrà inizio domani sabato 30 aprile alle ore 18, si giocherà presso la Palestra della Scuola Media n°12 di via Togliatti.Orion Sassari 1

Mezz’ora più tardi, presso il Palazzetto di via Lamarmora, scenderanno in campo le maddalenine, che dovranno affrontare la Sant’Andrea Gonnesa, formazione che no ha più nulla da chiedere al campionato.

Nel resto del programma, spicca lo scontro diretto, in programma alle ore 20 presso la Palestra Scolastica di via Parigi, tra Selargius ’85 e Alfieri Cagliari, formazioni che puntano a milgliorare la loro posizione in vista dei play off. Con l’identico obiettivo scenderanno in campo le altre due compagini che hanno staccato il biglietto per la seconda fase, Ariete Oristano e Sorso, entrambe impegnate in trasferta, rispettivamente contro la Tespiense Quartu (ore 17:30, Pal. via Malipiero, trab. via Turati) e la  Scuola Volley Solki (ore 18:30, Palestra Lungomare Sant’Antioco).

I festeggiamenti per la salvezza, infine, accomuneranno Antes Ogliastra Volley e Pallavolo Olbia, che si troveranno di fronte, alle ore 17, presso la Palestra Itc di via Santa Chiara. Riposa la San Paolo Cagliari.

 

Al PalaSimula andrà in scena un quadrangolare di basket femminile categoria esordienti

Le giovani Aquile verdi della Dinamo Basket 2000 scendono in campo! Domenica 1 Maggio, infatti,  si svolgera’ al Pala LucaSimula di Sassari un quadrangolare di pallacanestro femminile categoria esordienti, che coinvolgera’ la societa’ Sassarese, allenata da Antonello Pilia (Direttore tecnico e capo allenatore) insieme alle assistenti Fabiana Pinna e Barbara Renda (ex giocatrici di serie A). Basket femminile

Alla manifestazione parteciperanno anche  Basket 90,  Virtus Cagliari e l’Antonianum di Quartu. ” Una giornata all’insegna dello sport e del divertimento – commenta con soddisfazione Antonello Pilia -, che coinvolgerà quattro societa’ da sempre impegnate nella pallacanestro e nella crescita dei giovani”.

Si ritroveranno insieme realta’ diverse ma unite da un unica passione, l’amore per questo sport” aggiunge Mauro Usai dirigente del settore femminile della Dinamo 2000 che collabora al progetto e ha organizzato la manifestazione con lo stesso Antonello Pilio. L’appuntamento, per tutti gli appassionati del basket femminile, è fissato per le ore 10:30