Presentati i campi estivi di basket organizzati dalla New Basket Project

Nella mattinata di ieri, lunedì 14 aprile, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dei campi estivi, organizzati dalla New BasketIMG_2807 Project di Antonello Pilia, il quale ha deciso, per l’occasione, di avvalersi di collaboratori di assoluto livello, come Germano D’Arcangeli e Alessandro Nocera. ll primo è, da sempre,  il factotum della Stella Azzurra Roma, in quanto, oltre ad occuparsi personalmente dei giocatori, allena la prima squadra, da anni militante in serie B2, nella quale ha fatto esordire alcuni giocatori che hanno poi calcato i parquet della serie A, della Legadue e delle categorie minori.  Su tutti spicca il nome di Andrea Barganani, oggi stella dell’NBA, ma non bisogna dimenticare Franko Bushati e Andrea Iannilli, vecchie conoscenze del pubblico del PalaSerradimigni. Alessandro Nocera, invece, è l’allenatore della formazione under 14 della formazione capitolina, nella quale ha mosso i primi passi da allenatore professionista uno dei maestri della pallacanestro italiana, Valerio Bianchini.

Saranno due gli eventi in programma: dal 9 al 27 giugno andrà in scena, presso il PalaSantoru di via Rizzeddu e il playground di via Venezia, la prima edizione del Basket City Camp Sassari, che prevede un corso di avviamento al minibasket e un corso di alta specializzazione sui fondamentali.

Dal 29 giugno al 5 luglio si terrà la seconda edizione del BasketBall Camp Alghero, che sarà ospitata presso il Green Hotel di Alghero di Aurelio Ferroni, che metterà a disposizione una struttura completa di piscina e palestra pesi con attrezzature moderne.

Il nostro obiettivo principale è quello di far maturare i giovani come giocatori di basket e, soprattutto, come uomini – ha dichiarato Antonello Pilia -. Se le tre settimane sassaresi serviranno per favorire l’avviamento al minibasket e per migliorare i fondamentali, l’evento di Alghero avrà un’alta valenza formativa, in quanto è prevista anche la presenza di un preparatore fisico. Il lavoro estivo risulta, di preminente importanza, per affrontare, nel migliore dei modi, la stagione agonistica“.

Germano D’Arcangeli ha poi esposto la filosofia della Stella Azzurra Roma: “Lavoriamo, quotidianamente, con 25 gruppi che partecipano ai campionati giovanili. La prima squadra milita nel campionato di serie B2 ed è formata, in toto, da atleti cresciuti nel vivaio della società. Crediamo che, per diventare eccellenti nel basket e nella vita di tutti i giorni, bisogna lavorare con rigore scientifico.  Tra i tanti camp estivi che si organizzano, abbiamo scelto proprio questo della New Basket Project perchè punta molto sulla crescita dei giovani, anzichè pensare esclusivamente all’aspetto ludico e commerciale“.

All’interno del camp è prevista anche una novità: un corso di alta specializzazione per i playmaker. “Ci sono pochi play in Italia e, soprattutto, in Sardegna – ha dichiarato Alessando Nocera della Stella Azzurra -. Bisogna lavorare, soprattutto, su quei ragazzi che iniziano come ali e poi, per questioni fisiche, possono continuare la loro carriera solo nei ruoli di 1 e 2. Bisogna puntare sulla tecnica e sulla mentalità, in quanto il playmaker deve sapere cosa fare e, soprattutto, quando lo deve fare“.

Lo staff del camp sarà completato da Francesco Casadio, allentore del Valmontone, e da Hansel Perilli, preparatore atletico. “Crediamo molto sul lavoro fisico – hanno spiagato i tecnici della Stella Azzurra -. I nostri giocatori sono riconoscibili per l’alteltismo e per come si presentano. Ai giocatori daremo delle linee guida da seguire in estate per migliorarsi“.

 

La Torres vince il recupero col Napoli

Grazie alle doppiette di Patrizia Panico e Silvia Fuselli, la Torres femminile ha sconfitto per 0 a 4 il Napoli, nell’incontro valido come recupero della settima giornata di ritorno, e può così continuare la rincorsa al Brescia, capolista della massima serie del calcio in rosa.Torres femminile

Le sassaresi, pur prive dell’islandese Gisladottir, hanno approcciato la gara con la giusta concentrazione e, al 16′, hanno sbloccato il risultato con la Panico, che ha sfruttato, al meglio, un cross di Giorgia Motta. Al 29′, le rossoblu hanno raddoppiato con una conclusione dalla media distanza di Silvia Fuselli.

La musica non è cambiata nella ripresa, nel corso della quale le ragazze allenate da Manuela Tesse hanno controllato agevolmente il pallino del gioco, realizzando altre due reti: al 56′, la bomber Panico ha centrato il bersaglio con un tocco di anticipo sul primo palo; al 61′, la Fuselli ha chiuso i conti con un preciso colpo di testa.

Tabellino

Napoli – Torres femminile 0 – 4

Napoli: El Dahaibova, Spigno (dal 69′ Di Muro), Schioppo, Cuciniello, Di Marino, Filippozzi, Esposito, Aresu (dal 75′ Cafiero), Diobaso, Basile (dal 68′ Tagliaferri), Pirone. All. Paesano. A disp. Radu, Tagliaferri, Strisciante.

Torres femminile: Thalmann, Motta, Erman, Stracchi, Tona, Fuselli, Domenichetti (dal 59′ Marchese), Maendly, Panico, Piacezzi, Galli. All. Tesse. A disp. Criscione, Bartoli, Iannella, Tucceri Cimini.

Arbitro: Esposito della sezione di Napoli.

Reti: 16′ e  56′ Panico, 29′ e 61′ Fuselli

All Star Game: Drake Diener vince la gara del tiro da tre punti

Un All Star Game noioso e deludente dal punto di vista organizzativo è stato illuminato dalla stella di Drake Diener. La guardia della Dinamo, scesa in campo con una maglietta col nome sbagliato (Deiner) ha vinto la gara dei tre punti, sconfiggendo Joe Ragland in semifinale e Stefano Gemtile nella finalissima.

La Nazionale di coach Piangiani ha vinto per 76 a 59 la sfida con le stelle americane, in realtà un po’ sbiadite, del campionato italiano. Achille Polonara si è aggiudicato un’imbarazzante gara delle schiacciate, orfana di James White.

Si gioca il recupero tra Napoli e Torres femminile

Si giocherà domani pomeriggio, con inizio alle ore 15, la partita tra Napoli e Torres femminile, valida come recupero della settima giornata diTorres femminile 2 ritorno della serie A di calcio femminile.

La gara, originariamente in programma per lo scorso 1° marzo, non si disputò per l’impraticabilità del terreno di gioco.

Le sassaresi sono reduci dalla roboante vittoria contro il Perugia e, a distanza di pochi giorni, sono pronte a scendere in campo con l’obiettivo unico di far loro l’intera posta in palio.

Il Napoli, fortemente ridemensionato rispetto alla scorsa stagione, occupa la terzultima posizione della graduatoria con 17 punti all’attivo e non rappresenta, pertanto, uno spauracchio per Elisabetta Tona, le quali, comunque, sono pronte ad affrontare l’impegno con la consueta concentrazione.

Il tecnico Manuela Tesse, prima di scegliere l’undici da mandare in campo, dovrà valutare le condizioni di forma di alcune giocatrici, come Gisladottir e Bartoli, entrambe alle prese con problemi di natura fisica.

La Torres cede alla capolista Bassano. Per l’accesso alla C unica saranno decisive le ultime due partite

Chi si apettava un Bassano dimesso, è rimasto deluso: nel pomeriggio odierno, i veneti, pur avendo la certezza del primo posto, hanno giocato una partita pressoché perfetta, infliggendo alla Torres la prima sconfitta interna del girone di ritorno. IMG_0641

Per i rossoblù, superati con l’eloquente risultato di 2 a 5, si  tratta del secondo capitombolo consecutivo, dopo quello rimediato una settimana fa in quel di Monza: due insuccessi che hanno messo in evidenza le difficoltà di una squadra, apparsa a corto di idee e di fiato.

La vittoria del Mantova sul campo della Santarcangelo ha reso ancor più amara la giornata dei sassaresi, i quali sono ora obbligati a vincere le ultime due partite per ottenere l’accesso alla serie C unica.

Pensare che le cose si erano messe subito bene per i padroni di casa che, dopo un solo minuto di gioco, hanno sbloccato il risultato con Bottone, abile a intercettare una palla al limite dell’area di rigore e a trafiggere l’estremo difensore ospite, Lombardi.

Per i primi dieci minuti, la Torres ha tenuto in mano il pallino del gioco e ha sfiorato la segnatura, in due occasioni, con Foglia, il quale è andato, via via, spegnendosi, al pari dei compagni di squadra.

Con il passare dei minuti, infatti, il Bassano ha preso il sopravvento e ha iniziato a spingere, con maggiore insistenza, alla ricerca del gol del pareggio. Ad ergersi ad assoluto protagonista è stato Berrettoni, il quale, insieme ai compagni di reparto, ha creato il panico nell’insicura retroguardia sassarese e ha sfiorato la rete in un paio di occasioni. Gli sforzi degli ospiti hanno trovato il loro coronamento al 26′, quando Pelagatti ha riequilibrato le sorti dell’incontro, insaccando la palle alle spalle di Leone  sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nei minuti succesivi, i veneti hanno continuato a spingere, ma il risultato è rimasto invariato fino al termine della prima frazione di gioco.

Alla ripresa dell ostilità, i padroni di casa sono apparsi più determinati e, al 49′, si sono riportati in vantaggio, con un rigore concesso per un fallo su Lisai e trasformato da Infantino. Il tutto è stato, però, un fuoco di paglia: due svarioni difensivi, il primo di Bolzan e il secondo di Cossentino, hanno dato via libera a Pietriblasi, che non ha lasciato scampo a Leone e ha così permesso alla sua squadra di ribaltare il risultato.

Mister Cari ha provato a rivitalizzare la sua squadra, inserendo Ferrario e Bonvissuto al posto di Lisai e Infantino, ma i cambi non hanno sortito gli effetti sperati, in quanto i rossoblù hanno continuato a subire l’iniziativa del Bassano che ha dilagato, realizzando altre due reti: la prima con Maistrello, la seconda con Berrettoni.

Tabellino

Torres – Bassano 2 – 5

Torres: Leone, Cabeccia Bolzan, Guerri, Cossentino, Di Maio, Lisai (dal 63′ Ferrario), Bottone (dal 33′ Bianchi), Infantino (dal 62′ Bonvissuto), Foglia, Potenza. All. Cari. A disp. Trini, Benedetti, Capogrosso, Scarpa.

Bassano: Lombardi, Toninelli, (dal 75′ Panella), Semenzato, Cenetti, Pelagatti, Bizzotto, Cortesi, Proietti (dal 77′ Arati), Pietriblasi (dal 61′ Maistrello), Berrettoni, Iocolano. All. Petrone. A disp. Rossi, Stevanin. Guccone, Furlan.

Arbitro: signor Pasquale Cangiano della sezione di Napoli, coadiuvato dagli assistenti Francesco Oliviero della sezione di Ercolano e Marco Mauro della sezione di Monza.

Reti: 1′ Bottone (T), 25′ Pelagatti (B), 49′ rig. Infantino (T), 53′ e 57′ Pietriblasi (B), 66′ Maistrello (B), 71′ Berrettoni (B).

La Sacoim Quartu vince il campionato di serie C di pallavolo femminile con tre giornate d’anticipo

Il campionato di serie C di pallavolo ha emesso il suo primo verdetto: la Sacoim Quartu ha vinto per 3 a 0 il derby con la Janas e può così festeggiare, con tre giornate di anticipo, il salto di categoria.Tania Masala

Nel primo set, le due squadre sono rimaste, per lunghi tratti, vicine nel punteggio, poi, nella parte conclusiva della frazione, Barbara Meloni e compagne hanno peccato di lucidità e hanno permesso alle ragazze allenate da Matteo Gramignano di chiudere sul 25 a 19.

Nel secondo set, la Sacoim è partita subito col piede sull’acceleratore e ha inanellato quattro punti consecutivi in battuta. La Janas, costretta sempre ad inseguire, si è riavvicinata (20 a 18), grazie ad alcuni errori di distrazione delle prime della classe, le quali hanno, però, subito ripreso in mano la situazione, aggiudicandosi la frazione con il punteggio di 25 a 18.

Tania Masala e compagne hanno chiuso i conti nel terzo set, vinto per 25 a 15: il successo, ottenuto al termine della sfida di ieri sera, certifica, se mai ce ne fosse bisogno, l0 strapotere della compagine quartese, che, finora, ha lasciato alle avversarie la miseria di quattro set in ventitrè giornate.

La Janas, invece, deve cedere la terza posizione alla Castellanese, vittoriosa per 3 a 1 (16 – 25/25 – 22/25 – 16/25 – 18) sulla pericolante Ariete Oristano. Melissa Speziga e compagne hanno ora la certezza matematica di partecipare ai play off.

La Capo d’Orso Palau, dal suo canto, rafforza la seconda posizione, grazie alla vittoria per 3 a 0 (25 – 20/25 – 15/25 – 5) sulla cenerentola del campionato, l’Antes Ogliastra Volley.

Importante successo esterno per la San Giuseppe, che si è imposta con il punteggio di 1 a 3 (24 – 26/18 – 25/25 – 19/18 – 25) sul campo della Teusolki e ha difeso la quinta posizione della graduatoria, l’ultima utile per accedere ai play off, dall’attacco della Tespiense Qaurtu, vittoriosa, in tre set, in casa dell’Alfieri Cagliari.

Grazia Fancello e compagne hanno avuto un ottimo impatto sulla partita, aggiudicandosi il primo parziale con il netto punteggio di 16 a 25. Il secondo set è stato avvincente ed equilibrato: le due squadre hanno sciorinato delle ottime giocate, ma, alla fine, ha prevalsoper 23 a 25 la Tespiense, agevolata dagli errori dovuti all’inesperienza delle giovani alfierine. Nella terza frazione, l’Alfieri ha palesato qualche difficoltà in ricezione e ha ceduto il passo alle quartesi, che hanno chiuso sul 15 a 25.

La Stella Maris ha conquistato un importante successo in chiave salvezza, superando al tie break (27 – 29/26 – 24/18 – 25/25 – 21/15 – 10). il Selargius ’85. Vittoria al tie break (25 – 22/24 – 26/21 – 25/25 – 20/10 – 15), infine, per La Risacca Sorso sul campo della Semelia Elmas.

si ringrazia per la collaborazione, Alessandra Fatima Cossu

Torres femminile travolgente sul campo del Grifo Perugia

La  Torres femminile riprende il suo cammino nella massima serie del calcio in rosa con una goleada. Nel pomeriggio di ieri, infatti, le sassaresi hanno letteralmente travolto il Grifo Perugia sotto una valanga reti (2 a 11).Torres femminile

Le cose si sono messe subito bene per le rossoblù che, al 3′, hanno sbloccato il risultato con la Iannella, abile a stoppare di petto e a insaccare in spaccata. Nei minuti successivi, le sassaresi hanno continuato a spingere e, dopo aver fallito alcune occasioni, hanno raddoppiato, al 29′, con la Panico, che ha centrato il bersaglio con un tiro al volo su assist della Domenichetti. Al 41′, la stessa Domenichetti ha triplicato, sfruttando, nel migliore dei modi, un passaggio vincente della Iannella.

Il leit motiv della gara non è cambiato nella ripresa, all’inizio della quale la Fuselli ha realizzato la rete del 4 a 0, finalizzando un’azione pomossa dalla Tona e proseguita dalla Iannella.

Al 52′, la Panico è andata a segno, per la seconda volta, riprendendo una respinta corta dell’estremo difensore umbro su conclusione della Maendly.

Due minuti più tardi, le umbre hanno momentaneamente spezzato il predominio delle ospiti e hanno centrato il bersaglio con la Ricci che, favorita da un’indecisione della neo entrata Erman, ha trafitto la Criscione con una precisa staffilata.

Da quel momento in poi è ripreso il monologo delle ragazze allenate da Manuela Tesse, che hanno dilagato, realizzando altre sei reti, con Panico, Maendly e Fuselli sugli scudi. La Pugnali ha, invece, messo a segno, al 68′, la seconda rete per il Grifo Perugia.

Tabellino

Grifo Perugia – Torres femminile 2 – 11

Grifo Perugia: Monsignori, Bianchi, Cianci, Ferretti, Saravalle, Bordellini (dal 46′ Monefini), Metalizi, Ricci, Pugnali, Fiorucci, Marinelli (dal 67′ Brozzetti). All. Fiorucci. A disp. Cucchiarini, Alessi, Pellegrino, Bella.

Torres femminile: Criscione, Motta, Tucceri Cimini (dal 51′ Erman), Stracchi, Tona, Fuselli, Domenichetti (dal 64′ Galli), Maendly, Panico, Piacezzi, Iannella (dal 79′ Marchese). All. Tesse. A dip. Thalmann, Bartoli, Gisladottir.

Arbitro: D’Amato della sezione di Siena

Reti: 3′, 60′ Iannella, 29′, 52′, 63′, 71′ Panico, 41′ Domenichetti, 46′, 78′ Fuselli, 54′ Ricci (G), 59′, 75′ Maendly, 68′ Pugnali (G).

Impegno a Bollate per la Nuoro Softball

Rinviata, a causa del maltempo, la doppia sfida con lo Stars Staranzano, in programma per lo scorso sabato, la Nuoro Softball ha continuato laPaola_Cavallo2014_ preparazione in vista del doppio incontro con il Bollate, che andrà in scena domani mattina alle ore 12.

La gara, originariamente in programma per sabato 12, è stata posticipata di un giorno per la concomitanza con il Salone del Mobile di Milano.

“La squadra sta bene – ha dichiarato il manager, Antonello Scugli -. Le ragazze sono pronte e non vedono l’ora di scendere in campo per dimostrare il loro valore e faranno di tutto per portare a casa un risultato positivo”.

“Le ragazze sono pronte e determinate – ha aggiunto il manager del Nuoro, Kleyvert Rodriguez Cueto – . Finalmente giocheremo una partita vera. Avremo le prime risposte in merito alle due nuove americane: Kori Waugh e Ami Moore e poi potremo rivedere, in pedana di lancio, Paola Cavallo, al ritorno in campo dopo la sosta per la maternità”.

La Sinergia perde anche la gara di ritorno, il Cassano Magnago resta in serie A1

La Sinergia retrocede al termine della sua prima esperienza nel campionato di serie A1 di pallamano femminile: questo è l’amaro verdetto giunto al termine della gara con il Cassano Magnago, valida per il ritorno della finale per il settimo e ottavo posto dei play out.ultima3

Dopo aver prevalso, con il punteggio di 22 a 27, nella gara di andata giocata al PalaSantoru, le lombarde si sono, infatti, ripetute nella sfida di ritorno, vinta con il punteggio di 27 a 21.

L’avvio di gara è stato caratterizzato da un sostanziale equilibrio (3 a 3), poi il Cassano ha allungato, portandosi sopra di tre punti (8 a 5), e ha conservato il margine di vantaggio fino al termine della prima frazione di gioco, chiusa sul 12 a 9.

Le ragazze allenate da Patrizia Canu hanno avuto un’ottima reazione all’inizio del secondo tempo, quando sono riuscite a riequilibrare il punteggio (15 a 15). Poi, tra il 40′ e il 50′, le sassaresi hanno avuto un vero e proprio passaggio a vuoto e hanno subito un parziale di 8 a 0, grazie al quale la compagine lombarda ha chiuso, in maniera definitiva, il discorso salvezza.

Tabellino

Cassano Magnago – Sinergia Sassari 27 – 21 (p.t.12 – 9)

Cassano Magnago: Parini, Corradin 6, Bongiovanni, Tomagnolo, Di Cesare 3, Ermacora 1, Clerici 2, Losio, Meneghin, Bagnaschi 3, Alarcon 1, Cobianchi 4, Tarbuch 6, Colombo 2, All. Luoni.

Sinergia Sassari: Giudice, Lostia, Canessa 3, Contini 1, Cucca 7, Depalmas, Onnis 1, Falchi, Pastor 7, Giacopetti 1, Manca. All. Canu.

Arbitro: Savarese – Bocchieri

foto, Claudia Sancius

 

 

Rigettato il ricorso presentato dalla Dinamo

La Commissione Giudicante Nazionale della Federazione Italiana Pallacanestro ha rigettato il ricorso presentato dalla Dinamo a seguito della partita persa per 82 a 81 sul campo della Mens Sana Siena.

All’origine del reclamo, un problema al cronometro che aveva consentito, secondo la dirigenza biancoblù, a Nelson di realizzare, al termine del secondo quarto, il canestro del 40 a 42.

La società sassarese attende ora di conoscere le motivazioni della sentenza e potrà presentare poi ricorso alla Corte Federale.